Malattie infiammatorie degli organi genitali femminili

Cistite

Tra le malattie ginecologiche, le patologie infiammatorie degli organi genitali femminili sono le patologie più comuni. Circa il 60% delle donne chiede consiglio ai ginecologi a causa dello sviluppo dell'infiammazione.

Inoltre, i ginecologi sostengono che in effetti il ​​numero di casi può essere anche maggiore, poiché l'infiammazione a volte ha una forma cancellata. Pertanto, la donna non va dal medico. Si ritiene che l'aumento dell'infiammazione degli organi genitali nelle donne sia associato principalmente a una diminuzione dell'immunità, al deterioramento della situazione ecologica, a cambiamenti nel comportamento sessuale dei giovani.

Cause di malattie infiammatorie degli organi genitali femminili

Quasi sempre il processo infiammatorio negli organi genitali avviene sotto l'influenza di numerosi fattori diversi: termico, chimico, meccanico. Ma il fattore principale che influenza direttamente lo sviluppo dell'infiammazione è l'influenza delle infezioni. A seconda di quale agente patogeno provoca lo sviluppo di malattie infiammatorie degli organi genitali femminili, di solito sono divisi in non specifici e specifici. Questi ultimi includono la tubercolosi, la gonorrea, la difterite.

Le malattie infiammatorie non specifiche provocano una varietà di agenti patogeni: clamidia, Candida, Ureaplasma, Mycoplasma, Trichomonas, E. coli, Klebsiella, Corynebacteria (gardnerella), ecc.

Anche i microrganismi patogeni condizionati svolgono un ruolo nell'insorgenza di tali malattie. Molto spesso, la trasmissione di agenti patogeni patogeni si verifica durante i rapporti sessuali, più raramente c'è un percorso di trasmissione domestico. Affinché l'infiammazione degli organi genitali femminili possa innescare agenti patogeni opportunistici, devono essere soddisfatte determinate condizioni. In particolare, la microflora vaginale, che crea un ambiente acido, impedisce l'infiltrazione e l'ulteriore attivazione dell'infezione di microrganismi condizionatamente patogeni.

Inoltre, un ostacolo alla diffusione dell'infezione è il processo di rigetto dello strato endometriale durante le mestruazioni. Anche i microrganismi vengono respinti insieme a questo strato. E grazie alle proprietà plastiche del peritoneo pelvico, l'infiammazione in una donna colpisce solo la zona pelvica.

Un fattore che protegge dal rischio di infiammazioni ricorrenti degli organi genitali è anche l'uso di alcuni contraccettivi orali.

Vi è una diffusione attiva e passiva dell'infezione nel tratto genitale superiore dal basso. La via linfatica o ematogena è considerata passiva, così come la propagazione nelle tube e nell'utero e nella cavità addominale attraverso il canale cervicale. La diffusione attiva dell'infezione si verifica con trichomonad e spermatozoi.

Fattori che contribuiscono alla diffusione dell'infezione

Nel tratto genitale femminile, l'infezione si diffonde più attivamente sotto l'influenza di determinati fattori.

Le manipolazioni intrauterine intensive contribuiscono al processo intensivo: aborti, curettage, ecc. Durante tali procedure, l'infezione può entrare nell'utero dalla vagina o dall'ambiente esterno. Attraverso le tube di Falloppio, si diffonde gradualmente alle tube di Falloppio. L'infezione ascendente è molto spesso manifestata immediatamente dopo le mestruazioni, il parto e gli interventi chirurgici che sono stati eseguiti sugli organi pelvici e sulla cavità addominale.

Anche la sua distribuzione attiva è promossa dalla presenza nel corpo della donna di focolai di infezione cronica, disturbi endocrini e processi metabolici nel corpo, scarsa nutrizione, sovraccarico emotivo frequente, ipotermia, ecc.

Tipi di malattie infiammatorie degli organi genitali femminili

A seconda di quale particolare area genitale della donna è affetta da un'infezione non specifica, viene determinata la malattia degli organi genitali. Se si sviluppa un'infiammazione della mucosa vaginale, compare la colpite. Questa infiammazione è diffusa e focale, può diffondersi alla vulva e parte della cervice.

Se l'infiammazione ha colpito i genitali esterni, allora è un vulvite. Questa malattia può svilupparsi in una donna a causa di lesioni alle mucose dovute a graffi, abrasioni, ecc. L'infezione della superficie lesa si verifica. A volte viene diagnosticata una vulvite secondaria, che è una conseguenza dell'infiammazione degli organi genitali interni.

Se l'infiammazione colpisce il rivestimento interno del canale cervicale, allora il paziente viene diagnosticato con endocervicite. L'endometrite è un processo infiammatorio nel rivestimento interno dell'utero. L'insorgenza di endometrite acuta è principalmente osservata dopo parto pesante, aborto, curettage.

Con l'infiammazione del corpo uterino, il paziente sviluppa salpingite. Il processo infiammatorio, che colpisce le ovaie, provoca lo sviluppo di ooforite. L'infiammazione delle pareti dell'utero si chiama miometrio e il peritoneo pelvico è chiamato pelvioperitonite.

Salpingo-ooforite (annessite) è un processo infiammatorio nelle appendici dell'utero che provoca un'infezione che si espande dalla vagina in modo ascendente. Solitamente nasce come conseguenza dell'aborto o del parto difficile. In casi più rari, l'infezione può avvenire dal retto o dal colon sigmoideo, appendice.

Vaginosi batterica

La vaginosi batterica è una causa diffusa dello sviluppo di vaginiti nelle donne. Come risultato di questa malattia, la biocenosi e la normale microflora della vagina sono disturbate. Una donna nota l'emergere di un'intensa scarica più bianca. Tuttavia, non si osservano altri sintomi della malattia. Molto raramente ci sono segni di prurito o bruciore.

La vaginosi batterica è anche chiamata malattia di Gardner - dopo lo scienziato che per primo ha scoperto i bastoncini nella vagina - gardnerella, che sono sempre presenti nella microflora vaginale nella vaginosi batterica.

Nello stato normale della microflora vaginale, la sua base sono i lattobacilli, che svolgono la funzione di protezione contro le infezioni, sopprimendo un aumento del numero di microbi opportunistici. Con una diminuzione del numero di lattobacilli al loro posto ci sono microbi condizionatamente patogeni, tra i quali Gardnerella occupa il primo posto. Gli agenti causali della vaginosi batterica cadono nei genitali femminili nel processo di contatto sessuale. Allo stesso tempo, nei contatti quotidiani, la trasmissione dell'agente patogeno da una donna all'altra non può essere la causa della malattia.

Ci sono anche una serie di fattori che aumentano il rischio di sviluppare vaginosi batterica. Si tratta di un uso regolare di dispositivi di pulizia, l'uso di contraccettivi che contengono 9-nonoxynol, l'uso di antibiotici per il trattamento di altri disturbi, frequenti cambiamenti di partner sessuali.

Nella vaginosi batterica, una donna nota che lo scarico vaginale emette un odore sgradevole, che diventa più evidente dopo il rapporto sessuale. È importante notare che lo scarico nella vaginosi batterica differisce dallo scarico in donne sane solo per odore e quantità.

Lo sviluppo della vaginosi batterica può essere un problema serio, dal momento che la sua progressione aumenta il rischio di processi infiammatori nell'utero, appendici, complicazioni durante il parto e parto prematuro nelle donne in gravidanza.

Nel trattamento della vaginosi batterica, il medico prescrive principalmente l'uso del metronidazolo all'interno della droga. Questo farmaco è in alcuni casi scarsamente tollerato dalle donne, causando nausea persistente. Inoltre, non è categoricamente combinato con l'alcol. In alternativa, è possibile utilizzare il gel metronidazolo, che viene inserito nella vagina, così come Clindamicina sotto forma di crema e compresse.

Infezione da Chlamydia

Per una donna, l'infezione da clamidia non è sicura dal punto di vista delle conseguenze del suo sviluppo, in quanto può provocare la comparsa di aderenze nella cavità addominale e nelle tube di Falloppio. Di conseguenza, una donna potrebbe in futuro soffrire di infertilità. L'infezione da Chlamydial si sviluppa senza sintomi visibili, è nascosta. Ma a volte una donna può lamentarsi di dolore nel giusto ipocondrio.

La clamidia è difficile da identificare. Per rilevare un'infezione, viene condotto uno studio sugli anticorpi contro la clamidia nel sangue.

Per il trattamento di questa malattia infiammatoria degli organi genitali vengono prescritti farmaci del gruppo delle tetracicline, così come Eritomicina, Sumamed, Macropene, Klacid. La terapia delle infezioni da ureaplasma e micoplasma viene effettuata in modo simile.

Candida colpitis

Con lo sviluppo della colpite candidale, una donna nota l'aspetto di scarico bianco di tipo di ricotta. Si manifestano sotto l'influenza dei funghi Candida, che rappresentano la normale microflora della vagina.

I funghi del genere Candida rappresentano una normale microflora, tuttavia, la loro attività aumenta in modo significativo a causa del trattamento con antibiotici, nonché con ipoestrogenismo, ipovitaminosi. A volte la colpitis candidale si verifica sullo sfondo della gravidanza.

La terapia locale viene effettuata sotto forma di pulizia con soluzioni acide al fine di ripristinare la normale microflora della vagina. Utilizzato anche per il trattamento di clotrimazolo, Trichomonas, rappresentanti di Econazole, candele Pimafutsin.

Sintomi di malattie infiammatorie degli organi genitali femminili

Le malattie infiammatorie femminili sono caratterizzate dalla mancanza di un quadro clinico chiaro, in quanto sono caratterizzate da decorso cronico e riacutizzazioni periodiche.

Per l'infiammazione degli organi genitali femminili sono caratterizzati da sintomi diversi, sia locali che generali. Nel processo infiammatorio degli organi genitali femminili i sintomi caratteristici sono gonfiore, arrossamento e prurito della mucosa della vagina e della vulva, dolore durante il rapporto sessuale, dolore ricorrente nella parte bassa della schiena, cambiamenti nella natura delle perdite vaginali. Possibili fallimenti del ciclo mestruale, difficoltà a urinare.

Nel decorso acuto della malattia infiammatoria si osserva una pronunciata reazione generale del corpo: aumento della temperatura corporea, brividi osservati. Nell'analisi del sangue è determinata dal cambiamento nell'immagine del sangue. Una donna nota una scarica intensa di più bianco, dolore addominale inferiore. Se il processo si svolge in forma cronica per un lungo periodo, le lesioni del sistema riproduttivo diventano meno pronunciate, ma ci sono segni di cambiamenti in altri sistemi e organi.

Conseguenze delle malattie infiammatorie degli organi genitali femminili

Nel processo di progressione di tali malattie, una donna subisce cambiamenti nello stato del sistema riproduttivo, nonché un generale peggioramento della salute del paziente. Spesso c'è una violazione nei processi metabolici, cambiamenti nella natura vegetativa-vascolare, cambiamenti nel sistema endocrino.

Inoltre, le malattie infiammatorie degli organi genitali femminili provocano la formazione di cambiamenti anatomici. Una donna che ha sofferto di infiammazione degli organi genitali può sviluppare aderenze o sviluppare ostruzione delle tube di Falloppio. L'afflusso significativo di sangue nei tessuti degli organi genitali, l'uovo matura anche con disturbi. Le malattie infiammatorie in ginecologia a volte portano alla formazione di cambiamenti di natura emodinamica e trofica negli organi e nei tessuti del bacino. La donna può interrompere il processo di ovulazione, così come il trasporto dell'uovo, a condizione che la violazione della pervietà dei tubi.

A causa delle infiammazioni trasferite degli organi genitali, le donne manifestano se stesse e la disfunzione mestruale, la gravidanza ectopica può svilupparsi. A volte si formano cambiamenti nell'utero e nelle appendici. Tali gravi patologie in alcuni casi provocano infertilità. Pertanto, le malattie infiammatorie in ginecologia occupano il posto principale nella lista delle cause di infertilità.

Molto spesso, un tale processo infiammatorio provoca una violazione della funzione sessuale, nonché mestruale e generativa in una donna.

Se la diagnosi non viene stabilita correttamente e in modo tempestivo, il processo può essere aggravato e, di conseguenza, essere difficile da trattare. Ecco perché una donna è obbligata a rendersi conto che la diagnosi più precoce possibile e un approccio integrato al trattamento sono una misura molto importante per prevenire l'infertilità in futuro.

Malattie genitali

La ginecologia è una branca della medicina clinica. Si occupa di malattie genitali femminili.

È importante! Nelle ragazze, la cistite si verifica a causa dell'urina che entra nella vagina, così come nella vulvovaginite, in cui si verifica l'infezione della vescica.

Attenzione! Le mestruazioni dolorose possono essere causate dall'uso di contraccettivi intrauterini.

È importante! Durante il trattamento di algomenorrea non si devono bere bevande alcoliche, cibi piccanti. È necessario condurre uno stile di vita corretto, evitare il sovraccarico fisico e lo stress emotivo.

Organi genitali femminili (anatomia) - video

algomenoreya

Questa malattia è caratterizzata da dolorose mestruazioni. Algomenorrea è funzionale e organica. Inoltre, l'algomenorrea può essere primaria (con infantilismo o malformazioni degli organi genitali) e secondaria (con endometriosi e processi infiammatori degli organi genitali).

motivi

Le malattie del sistema nervoso portano ad algomenorrea funzionale. Inoltre, la malattia può svilupparsi sullo sfondo dell'infantilismo.

Algomenorrea organica si verifica quando le malformazioni degli organi genitali, l'endometriosi, l'infiammazione dell'utero e le sue appendici.

sintomi

L'algomorrea è accompagnata da forti dolori, che nella forma funzionale della malattia compaiono alla vigilia o al primo giorno delle mestruazioni, e nella forma organica sono presenti durante l'intera mestruazione e sono più forti.

Trattamento delle malattie genitali femminili

Quando si tratta di algomenorrea, il succo delle bacche di viburno aiuta molto bene. Per la sua preparazione, le bacche vengono spremute attraverso un denso tessuto di lino e mescolate con lo zucchero. Su 1 litro di succo prendi 2 kg di zucchero. Il succo dovrebbe essere preso da 2-3 cucchiai. l. 3-4 volte al giorno con una piccola quantità d'acqua.

Inoltre, è utile più volte al giorno bere tè alla menta con succo di sorbo. Si consiglia di mentire di più e abbassare l'addome lubrificare l'unguento di ittiolo a metà con vaselina. In serata, si consiglia di bere una tazza di brodo caldo forte di zenzero con lo zucchero.

Con una mestruazione molto abbondante, si consiglia di prendere un infuso di bacche e foglie di fragola selvatica: 1 cucchiaio. l. bacche e foglie, prese in proporzioni uguali, versare 2 tazze di acqua bollita fredda e infondere per 6-8 ore, quindi filtrare.

Prendere l'infusione di 0,5 m. l. tutti i giorni.

Si raccomanda anche di mangiare bacche fresche di viburno.

Malattie infiammatorie

Le malattie ginecologiche infiammatorie nelle donne si verificano più spesso di altre malattie degli organi genitali. Gli agenti causali sono, di regola, batteri come stafilococco, streptococco, escherichia intestinale, gonococco, bacillo tubercolare, trichomonas, funghi, batteri anaerobici, ecc. La natura e il decorso della malattia dipendono dal patogeno e dalle difese del corpo. Se l'immunità è compromessa, la sepsi può svilupparsi.

Le malattie infiammatorie degli organi genitali femminili possono portare a disturbi mestruali, infertilità, aborti spontanei, ecc.

Si distinguono le seguenti malattie infiammatorie degli organi genitali femminili:

· Vulvite (infiammazione degli organi genitali esterni e ingresso nella vagina);

· Vulvovaginite (infiammazione della vulva e della vagina);

· Vaginite, o colpite (infiammazione della mucosa della vagina);

· Le verruche genitali (crescite multiple benigne sulla superficie degli organi genitali esterni e l'ingresso nella vagina);

· Tricomoniasi (infiammazione della vagina);

· Endocervicite (infiammazione della mucosa del canale cervicale);

· Erosione cervicale;

· Endometrite (infiammazione delle mucose e delle membrane muscolari dell'utero);

· Metrite (infiammazione di tutte le membrane dell'utero);

· Parametrite (infiammazione del tessuto circolatorio);

· Pelvioperitonite (infiammazione del peritoneo della piccola pelvi);

· Saulpingoophoritis, o annessite (infiammazione dell'utero).

motivi

La vulvite primaria è il risultato di impurità o traumi ai genitali.

Nel diabete, nelle fistole urinarie e intestinali e genitali, nonché nell'irritazione degli organi genitali esterni da secrezioni della cervice e della vagina dovute a endocervicite o colpite, può verificarsi vulvite secondaria.

La vulvovaginite si verifica principalmente durante l'infanzia. La causa della malattia di solito diventa violazione delle norme igieniche e delle lesioni frequenti, così come la tonsillite cronica e la diatesi essudativa.

La colite si verifica a causa di infezioni, disturbi metabolici, nonché lesioni o mancanza di ormoni nel corpo (durante la rimozione delle ovaie, la menopausa precoce o in età avanzata).

Le verruche genitali causano un virus filtrabile. Lo sviluppo della malattia è favorito da abbondante scarico dal tratto genitale dovuto a colpitis o endocervicite, così come la gravidanza.

La causa della tricomoniasi è il trichomonas, che viene trasmesso sessualmente. Trichomonas porta a colpite, uretrite, cervicite e proctite.

L'endocervicite deriva dalla penetrazione di batteri quali streptococco, stafilococco, gonococco, escherychia intestinale, ecc. Negli organi genitali, che può accompagnare altri processi infiammatori: colpitis, salpingo-ofite ed erosione della cervice.

L'erosione della cervice si forma a causa di una scarica anomala dal canale cervicale.

Metritis si verifica con infezione settica generalizzata. La parametrite di solito si manifesta dopo il parto, l'aborto, il sensing, la dilatazione cervicale, ecc.

Il processo infiammatorio nei genitali di una donna passa attraverso 3 fasi: acuta, subacuta e cronica. Il loro corso è spesso piuttosto lungo.

È importante! A causa delle ripetute esacerbazioni e della natura cronica della malattia, la funzione delle ghiandole surrenali, dell'ipofisi, della tiroide e dei sistemi vascolari e nervosi può essere compromessa.

È importante! Le malattie infiammatorie degli organi genitali possono verificarsi a seguito del trasferimento dell'infezione da organi vicini o in violazione dei tessuti dell'utero durante il parto o dopo l'aborto.

Le ragazze sono infette da tricomoniasi, di solito dalle famiglie. A volte diventano infetti durante il parto se la madre soffre di questa malattia.

sintomi

La vulvite provoca prurito, bruciore, scarico intenso, arrossamento e gonfiore delle piccole e grandi labbra e dolori dopo la minzione. Quando la vulvovaginite segnava gli stessi segni, così come lo scolo purulento o purulento-sanguigno.

La colite è caratterizzata da secrezione mucopurulenta, sensazione di pesantezza nell'addome inferiore, dolore nella zona vaginale, bruciore e prurito.

Le verruche genitali sono localizzate, di regola, sugli organi genitali esterni, il perineo e intorno all'ano. Quando si sviluppa un'infezione secondaria delle verruche o della necrosi, compaiono scariche purulente.

Il sanguinamento può verificarsi durante la gravidanza o il parto.

La tricomoniasi è caratterizzata da prurito pronunciato, bruciore, pesantezza nell'addome inferiore, abbondante schiuma spumosa. Nella tricomoniasi cronica, rimane una scarica pesante.

Quando endocervicite scarico mucopurulento dalla vagina, mentre non c'è dolore. Nella fase acuta della malattia, si osserva anche iperemia intorno alla faringe esterna. L'erosione della cervice è caratterizzata da secrezione purulenta o muco-purulenta dalla vagina.

In endometrite acuta, forte dolore all'addome inferiore, secrezione purulenta o sanguinolenta dall'utero, la temperatura corporea aumenta.

Alla palpazione c'è la tenerezza dell'utero.

Nel decorso cronico della malattia, il dolore è presente, si verifica un sanguinamento prolungato. La temperatura corporea è normale.

La metrite ha gli stessi sintomi dell'endometrite, solo di natura più grave. La malattia è spesso accompagnata da pelvioperitonite (infiammazione del peritoneo della piccola pelvi). La parametrite acuta è caratterizzata da dolore, febbre, brividi, aumento della frequenza cardiaca, appetito e disturbi del sonno, fenomeni disurici, disturbi mestruali e costipazione.

L'endocervicite da Trichomonas colpisce la cervice, che se osservata appare molto edematosa.

Attenzione! Un prerequisito per i pazienti con tricomoniasi è quello di interrompere i rapporti sessuali al momento del trattamento. In questo caso, entrambi i partner dovrebbero essere trattati.

Il processo patologico degli organi genitali inizia più spesso nella vagina, e poi la malattia si diffonde all'uretra.

Attenzione! Se un'infezione anaerobica si unisce all'infiammazione dell'utero, si possono formare foci necrotici.

Con la pelvioperitonite, il dolore addominale acuto, la nausea, il vomito, il gonfiore, l'addome, la ritenzione delle feci, il gas, l'innalzamento della temperatura corporea, l'impulso sale, la lingua diventa secca e appare una patina bianca. Potrebbe esserci accumulo di pus nello spazio di Douglas e inizia un ascesso, che è pericoloso in quanto potrebbe aprirsi nella vagina o nel retto. La pelvioperitonite può svilupparsi in peritonite diffusa, che richiede un intervento chirurgico urgente.

Quando l'adnexite si manifesta con dolore al basso ventre, vomito, aumento della temperatura corporea, disturbi delle mestruazioni e dolorabilità delle appendici dell'utero alla palpazione.

Trattamento delle malattie genitali femminili

Per l'infiammazione dell'utero, si raccomandano i seguenti rimedi.

Mescolare 1 parte di olivello spinoso, corteccia di betulla e ontano. 2 cucchiai. l. la miscela viene versata su 2 tazze di acqua bollente, fatta bollire per 15 minuti, raffreddata e filtrata.

Brodo bere con l'infiammazione della copertura peritoneale dell'utero a 0,5 tazze 3 volte al giorno dopo i pasti.

Mescolare 1 parte delle bacche e fiori di viburno. 1 cucchiaio. l. la miscela viene versata con 1 tazza di acqua bollente, fatta bollire per 10 minuti, raffreddata e filtrata. Il brodo beve 0,25 di vetro 3 volte al giorno come un agente antinfiammatorio e un mezzo per aumentare il tono dei muscoli dell'utero.

Mescolare parti uguali di frutta di sambuco e erba di erba di San Giovanni. 1 cucchiaio. l. la miscela viene versata con 1 tazza di acqua bollente, fatta bollire per 15 minuti e filtrata. Brodo bere 0,25 bicchiere 3 volte al giorno con l'infiammazione degli organi genitali.

2 cucchiai. l. i frutti del crespino versano 0,5 litri di acqua bollente (tariffa giornaliera), fanno bollire per 15 minuti e filtrano.

Bere brodo durante il giorno

Richiede 0,5 parti di frutta del melograno, 1 parte di arancia e 1 parte di limone con la pelle. Strofinare l'arancia e il limone, mescolare con lo zucchero e aggiungere il melograno. La miscela prende 1 cucchiaino. 3 volte al giorno.

I frutti grattugiati e le radici di prugnolo sono mescolati in parti uguali. 1 cucchiaino le materie prime vengono versate con 1 tazza di acqua bollente, fatta bollire per 15 minuti e insistito fino al raffreddamento, quindi l'acqua bollita viene aggiunta al volume originale. Bere brodo durante il giorno

Quando si consiglia l'infiammazione delle appendici usare i seguenti mezzi.

Il succo di mirtillo è mescolato con il succo delle foglie fresche di aloe. La miscela richiede 1 cucchiaio. l. 2-3 volte al giorno prima dei pasti.

Mescolare in parti uguali di bacche di rosa selvatica e ribes nero. 2 cucchiai. l. Miscela versare un bicchiere d'acqua, insistere 20 minuti e filtrare.

Infuso bere 0,5 bicchiere 3-4 volte al giorno.

Douching vaginale

Una tazza di erogazione viene riempita con acqua bollita o una composizione medicinale raffreddata alla temperatura desiderata e posta a 0,5-1 m al di sopra del punto in cui si trova il paziente. Sotto l'osso sacro, dovresti posizionare una nave normale o una nave adatta in modo che il liquido di lavaggio possa fluire lì. Una punta di siringa viene inserita nella vagina e viene rilasciato un getto d'acqua. La durata della pulizia è di almeno 10-15 minuti.

Durante la prima procedura, la temperatura del fluido di pulizia non deve essere superiore a 37-38 ° C.

Attenzione! Il trattamento delle infezioni genitali dovrebbe essere complesso, cioè mirato non solo a sopprimere il virus, ma anche a combattere le malattie concomitanti - coleite, erosione cervicale, cervicite, ecc.

Indicazioni. In caso di infiammazione delle appendici, è utile utilizzare mirtilli, mirtilli, sorbo di montagna, ribes, principesse, mirtilli, viburno, rovo, prugnolo, mora selvatica e mora in qualsiasi forma.

Attenzione! Se durante il trattamento la temperatura corporea del paziente aumenta anche leggermente o aumentano i dolori addominali, è necessario abbassare la temperatura del liquido per la pulizia e, dopo la procedura, mettere una piastra riscaldante o un impacco circolare riscaldante su tutto l'addome inferiore e l'osso sacro del paziente per ritardare il trasferimento di calore.

Attenzione! Fino a quando non si raggiunge la completa guarigione, la vita sessuale dovrebbe essere esclusa.

Nei giorni successivi, viene gradualmente aumentato fino al limite che il paziente è in grado di sopportare (circa 45-48 ° C e oltre).

Per ridurre la sensibilità alle alte temperature, il perineo viene cosparso di vaselina.

Cariche medicinali utilizzate per il lavaggio vaginale.

Mescolare 1 parte di foglie di ribes e 2 parti di fiori di un bianco netto (ortica sorda). 5 cucchiai. l. mescolare versare 0,5 litri di acqua bollente in un thermos, insistere per 20 minuti e filtrare.

Mescolare in parti uguali le foglie di olivello spinoso, erba medica trifoglio (giallo) e ombrello centauro. 3 cucchiai. l. mescola versare 0,5 litri di acqua bollente, insistere, avvolgere, 1 ora e filtrare.

Mescolare parti uguali di fiori di belladonna e droga di calendula. 3 cucchiai. l. mescolare versare 3 tazze di acqua bollente, insistere in un thermos per 3 ore e filtrare.

In caso di colpitis, si raccomanda di usare le douching, usando acqua bollita o le ricette sopra elencate.

Per il trattamento della vulvite devono essere osservati il ​​riposo a letto e l'igiene personale. È necessario lavare con acqua calda bollita, a cui è possibile aggiungere disinfettanti, ad esempio, una soluzione leggermente rosa di permanganato di potassio.

Buoni risultati si ottengono con l'uso della camomilla per il lavaggio dell'infusione e una soluzione al 3% di acido borico.

Dopo ogni lavaggio, i genitali esterni devono essere asciugati con un asciugamano morbido e in polvere con polvere bianca di streptocide.

Per sbarazzarsi di prurito spiacevole nel perineo, puoi fare impacchi freddi. Per fare questo, sulla fessura genitale imporre un tovagliolo, unto con vaselina borica.

La vulva e la vagina vengono lavate con sapone, quindi pulite con una soluzione all'1% di acido carbolico.

Attenzione! Per prevenire la vulvite, si raccomanda l'igiene personale, specialmente durante le mestruazioni.

Sanguinamento uterino disfunzionale, fibromi uterini con sindrome emorragica

Sanguinamento uterino disfunzionale a causa della ridotta secrezione di ormoni sessuali. Non sono associati a gravidanza, tumori, malattie infiammatorie degli organi genitali, malattie del sangue. Molto spesso la malattia si verifica durante l'instaurazione del ciclo mestruale, così come in menopausa.

motivi

Il sanguinamento nelle donne in età fertile può verificarsi a causa di malattie infiammatorie degli organi genitali. Si sviluppano sullo sfondo di materiale sfavorevole e condizioni di vita. I cambiamenti climatici, le emozioni negative, così come le infezioni croniche e le intossicazioni, l'ipovitaminosi e il superlavoro possono essere la causa della disfunzione.

sintomi

Le emorragie disfunzionali possono essere cicliche (menorragia) e acicliche (metrorragia).

Trattamento delle malattie genitali femminili

I seguenti rimedi sono raccomandati per il trattamento della disfunzione.

Infuso di frutti di montagna di cenere: 2 cucchiai. l. le materie prime versano 1,5 tazze di acqua bollente e insistono per 1 ora.L'infuso dovrebbe essere bevuto durante il giorno.

Infuso di sambuco bianco: 1 cucchiaio. l. sambuco versare 1 tazza d'acqua e insistere per 15-20 minuti. Prendi 0,3 tazza 2-3 volte al giorno.

Frutti di brodo di ontano spinoso: 2 cucchiai. l. Frutti versare 0,5 litri di acqua, far bollire per 10-15 minuti, raffreddare e filtrare. Brodo prendere 1 cucchiaino. al mattino e alla sera.

Indicazioni. Un buon stitico è l'uva. Si consiglia di mangiare circa 1-2 kg di bacche al giorno. Le foglie secche dell'uva fanno una polvere e prendono per via orale 2-4 g.

È importante! Le emorragie tra i 45 ei 55 anni sono molto più gravi che in qualsiasi altra, poiché si verificano sullo sfondo di un'ampia varietà di malattie associate, tra le quali le più pericolose sono l'ipertensione, l'obesità e l'iperglicemia.

L'articolo utilizza materiali provenienti da fonti aperte: Autore: Oksana Ivanovna Rucheva - Libro: "Healing Berries"

sondaggio:

Se trovi un errore, seleziona il frammento di testo e premi Ctrl + Invio.

Condividi "Malattie degli organi genitali femminili - cause, sintomi, trattamento"

Infezioni genitali: tipi, sintomi, trattamento

Le malattie sessuali esistono fin dai tempi antichi. Le prime informazioni su di loro si trovano nelle fonti di diverse nazioni, inclusa la mitologia indiana e la Bibbia. La sifilide e la gonorrea sono considerate le infezioni più antiche - rappresentano un pericolo per l'uomo per più di un secolo. Quanto tempo fa queste malattie sono apparse sconosciute. Paesi diversi si accusano a vicenda di diffondere infezioni, dando nomi in codice peculiari, ad esempio "malattia italiana", "morbillo indiano", "vaiolo francese", ecc. Molto probabilmente, la gonorrea e la sifilide si sono diffuse a causa delle ostilità e dei viaggi nel mondo. In precedenza, intere nazioni soffrivano di malattie infettive degli organi genitali. Ma il progresso non si ferma, e con la scoperta e la produzione di penicillina, l'invenzione del microscopio, così come con la promozione di contatti sicuri tra i partner e la diffusione dei preservativi, il rischio di conseguenze delle infezioni sessualmente trasmissibili è diminuito molte volte.

Le malattie veneree studiano la venereologia. La ricerca di trattamenti, la prevenzione e le cause delle malattie a trasmissione sessuale rientrano nell'ambito di questa scienza. Il nome "venereologia" apparve nel XIV secolo grazie al dottore francese Jean Fernel. Ha così battezzato la scienza medica in onore dell'antica dea greca dell'amore e della bellezza - Venere. Tuttavia, con la scoperta di un gran numero di infezioni da parte degli esperti dell'OMS nel 1974, è stato introdotto il termine "malattie trasmesse sessualmente" (MST).

Le malattie veneree sono state recentemente suddivise in infezioni vecchie (classiche) e nuove (urogenitali). Le vecchie malattie, rispettivamente, includono la gonorrea, la sifilide, il microcosmo, la donovanosi e il linfogranuloma venerea. Le nuove malattie sono ureasplasmosis, clamidia, micoplasmosi, tricomoniasi, gardnerellosi, candidosi, citomegalovirus, herpes genitale, virus del papilloma umano (HPV), infezione da HIV.

L'elenco delle infezioni genitali è molto ampio, ma è inutile elencare tutte le malattie, perché senza una diagnosi qualitativa è impossibile trovare il trattamento giusto. Dobbiamo prendere precauzioni nei rapporti sessuali e avere una comprensione generale dei sintomi e degli effetti delle malattie sessualmente trasmissibili.

Informazioni generali sulle infezioni genitali. Malattie non specifiche

Le malattie sessualmente trasmesse non sono sempre trasmesse. Esistono numerose infezioni non specifiche che possono diffondersi non solo a seguito di contatti sessuali, ma anche in altri modi. Questo ampio gruppo comprende malattie che influenzano la funzione del sistema riproduttivo. Queste malattie sono direttamente correlate ai processi di infiammazione degli organi genitali. Ecco un elenco di queste infezioni:

  • infiammazione del prepuzio (post);
  • infiammazione del glande del pene (balanite);
  • infiammazione della vescica (cistite);
  • infiammazione del retto (pratica);
  • infiammazione delle tube di Falloppio (salpingite);
  • infiammazione dell'uretra (uretrite);
  • infiammazione della vagina (vaginiti).

Malattie genitali maschili e femminili sono associate all'infiammazione degli organi. Questo è evidente dalla lista di cui sopra. Queste infezioni a volte si verificano a causa di vari microrganismi, allergie e attriti. Possono essere sintomi collaterali di altre malattie. Tra le lamentele dei pazienti più spesso registrati vari tipi di dimissione, irritazione e disagio nei genitali. Tali malattie sono trattate con farmaci, è prescritto un ciclo di antibiotici.

Inoltre sono evidenziate le infezioni causate dai parassiti. Ad esempio, la pediculosi pubica. Insetti senza ali - i pidocchi - vivono sul cuoio capelluto. Le loro uova sono attaccate alle radici dei peli pubici. La malattia viene trattata con insetticidi. Qui possiamo portare la scabbia. La malattia è causata dagli acari che cadono negli strati esterni della pelle e si manifesta nei genitali e in altre parti del corpo. È trattato con benzolite o sodio iposolfato. Come risultato della diffusione del fungo, rappresentato come muffa sulla pelle o nell'intestino e nella cavità orale, si sviluppa il mughetto. Il fungo stesso è innocuo, ma la malattia provoca disagio. Il mughetto è provocato da fattori come pantaloni attillati, biancheria intima stretta, sapone con aggiunta di aromi, diabete, gravidanza, immunità indebolita, alcuni antibiotici e contatto sessuale con una persona infetta. Per il trattamento prescritto crema fungicida e candele.

Le malattie provocate dall'ingresso di un microrganismo includono la vaginite batterica. È una malattia esclusivamente femminile in cui viene prescritto un breve ciclo di antibiotici.

Le malattie sessualmente trasmissibili possono essere di tipo virale. Quindi, l'herpes genitale è causato da un virus dell'herpes comune situato nella cavità orale. In alcuni casi, la malattia appare nell'ano e nei genitali. La maggior parte contagiosa al momento della comparsa di piaghe nella zona della bocca e vesciche sui genitali. Il virus viene trasmesso attraverso il contatto sessuale. Durante il periodo della malattia, i rapporti sessuali dovrebbero essere evitati. A volte l'herpes può essere trasmessa senza i sintomi indicati. Esistono vari modi per eliminare le manifestazioni dell'herpes, ma attualmente non esistono metodi di trattamento in quanto tali.

Tra le malattie virali non specifiche, viene rilasciata l'epatite B. La causa è un virus che si sviluppa nel sangue e in altri fluidi organici di una persona malata, causando un processo infiammatorio nel fegato. È trasmesso attraverso il contatto sessuale, così come i fluidi corporei (sangue, saliva e urina). La malattia può manifestarsi immediatamente dopo l'infezione. In alcuni casi, i sintomi non appaiono affatto. Dopo un mese o sei mesi, ci possono essere segni di influenza: stanchezza, perdita di appetito, dolore alle articolazioni. Poi il bianco degli occhi e della pelle acquisisce una tinta giallastra, si osservano dolori nella regione addominale, perdita di peso, feci leggere e urina marrone. Il recupero è caratterizzato dalla normalizzazione del peso, il colore del bianco degli occhi e della pelle. La conseguenza potrebbe essere una rottura a lungo termine del fegato. Il paziente ha bisogno di riposo e dieta, potrebbero essere necessari diversi mesi per ripristinare il corpo.

Le malattie vineriche classificate per il tipo di infezioni classiche sono la gonorrea e la sifilide. Il gonococco nelle donne colpisce la cervice, l'uretra, il retto e talvolta la gola (nel caso del contatto genitale-orale), cioè le membrane mucose, causando processi settici. Durante il parto da madre a figlio, la gonorrea viene trasmessa sotto forma di infezioni oculari. Il trattamento ha solitamente successo, ma gli antibiotici dovrebbero essere presi nelle prime fasi.

La sifilide causa treponema pallido. Questo batterio entra nel corpo attraverso le microfratture e le membrane mucose, si moltiplica nei fluidi organici di una persona infetta, viene trasmesso attraverso la scarica del ciclo. Il treponema può colpire vari organi, specialmente il cervello e il cuore, causando deturpazione e persino la morte.

Malattie sessualmente trasmesse

Il sesso, ovviamente, ha bisogno di un uomo come elemento di relazioni amorose e un modo per continuare la gara. Ma spesso accade che i partner non rimangano fedeli l'uno all'altro, e le relazioni sessuali promiscue portano a conseguenze piuttosto spiacevoli, con le quali si intendono le malattie infettive del sistema riproduttivo.

Le malattie sessualmente trasmissibili sono trasmesse come segue:

  • Le verruche genitali causate da un numero di singoli virus sono tumori benigni della pelle. L'infezione si trasmette principalmente attraverso il contatto vaginale o anale. Il tempo che intercorre tra l'infezione e l'aspetto delle verruche può variare da 2 settimane a un anno. Per il trattamento, di solito sono cauterizzati con rizocina liquida o paraffina. Inoltre, si consiglia ai pazienti di sottoporsi a criodistruzione;
  • La tricomonoiasi è una malattia dell'organo causata da Trichomonas vaginalis. La malattia è trasmessa esclusivamente attraverso il sesso. In alcuni casi, gli uomini possono essere portatori di infezione. Se trovi una malattia, devi consultare un medico, perché causa l'uretrite non specifica negli uomini e la vaginite nelle donne. Per eliminare l'infezione, ai partner viene prescritto un corso di metranidazolo;
  • La clamidia è causata da batteri che infettano i genitali e talvolta la gola e gli occhi. Principalmente l'infezione si verifica a seguito di un contatto sessuale. In alcuni casi, la chlamydia viene trasmessa al bambino dalla madre durante il parto, causando infezioni polmonari e agli occhi. A volte i sintomi diventano evidenti in una sola volta. La malattia si trova più spesso nell'uretrite negli uomini e nelle infiammazioni nelle donne degli organi pelvici. I pazienti sono invitati a seguire un ciclo di antibiotici;
  • uretrite non specifica (non gonococcica) - una malattia dell'uretra maschile. Di conseguenza, il contatto sessuale si manifesta nelle donne come infiammazione degli organi genitali;
  • il chancroid è un tipo di malattia batterica. Raramente trovato nelle zone tropicali e subtropicali.

Forme di malattie veneree

Tutte queste infezioni rappresentano solo una parte del vasto mondo della malattia. Abbiamo scoperto quali sono le malattie degli organi genitali e ora dobbiamo occuparci dei sintomi.

Le malattie da impiallacciatura hanno un decorso acuto e cronico. Questo è importante sapere, poiché le manifestazioni della malattia variano. Le infezioni si sviluppano in forma acuta durante un'infezione recente e in questa situazione compaiono tutti i sintomi. Il periodo di incubazione per ciascuna malattia è diverso, ma più spesso varia da 1 a 10 giorni.

Prurito, bruciore e scarico con un colore e odore sgradevoli sono caratteristici del decorso acuto delle infezioni e si osservano spesso manifestazioni cutanee sotto forma di eruzioni cutanee, verruche e piaghe.

Molte persone affette da malattie sessualmente trasmissibili ritengono che le infezioni possano essere curate da sole o che il recupero avvenga autonomamente. Tuttavia, la forma acuta si trasforma sempre in una cronica, in cui i sintomi appaiono meno pronunciati, ma ha conseguenze disastrose. Le malattie croniche trasferite spesso colpiscono altri organi, oltre a portare alla sterilità. Di regola, la diagnosi è fatta da manifestazioni in forma acuta. Nel decorso cronico della malattia, è difficile dire quali organi sono interessati, quali fattori hanno causato il problema. Infezione cronica significa che la malattia è stabilmente "stabilizzata" nel corpo umano. Il paziente è pericoloso per gli altri, specialmente per i suoi partner, poiché è portatore della malattia.

Anche le malattie sessualmente trasmissibili maschili sono acute e croniche. Accade spesso che la forma acuta non abbia il tempo di comparire perché si trasforma immediatamente in una forma cronica, e in questo caso i sintomi possono essere minori. Molte manifestazioni non sono specifiche per infezioni specifiche. Inoltre, i partner possono "premiare" l'un l'altro con diverse malattie allo stesso tempo. Per fare una diagnosi corretta, è necessario condurre dei test.

Sulle manifestazioni cliniche della tricomoniasi, leggi qui. Tutti hanno bisogno di conoscere i primi sintomi di HIV e AIDS, descritti in dettaglio qui!

Sintomi caratteristici

I sintomi delle malattie sessualmente trasmissibili, come abbiamo detto, appaiono principalmente nella forma acuta. Sono per lo più simili, varia solo la natura delle manifestazioni. In caso di infezioni genitali, i sintomi della pelle sono spesso osservati (ulcere, suppurazioni, eruzioni cutanee, ecc.). Quindi, con l'herpes genitale, si formano delle vesciche nelle aree corrispondenti e sulle piaghe sulle labbra e sotto il naso. Nella prima fase della sifilide, si forma sempre un duro, indolore scandalo. Nella seconda fase compare l'eruzione. Prurito e irritazione causati da manifestazioni cutanee.

Tutte le infezioni degli organi genitali comportano processi infiammatori, spesso accompagnati da sensazione di bruciore durante la minzione e il dolore, come ad esempio l'uretrite.

Il sintomo più comune è la scarica dai genitali. È spesso determinato dalla malattia. Quando si osserva il mughetto bianco, scarico di formaggio, con trichomonias sono acquosi, schiumosi, a volte con una sfumatura giallastra, spesso hanno un forte odore sgradevole. In alcuni casi, neoplasie marcate sulle mucose. L'HPV è caratterizzato dalla comparsa di verruche e lesioni benigne sulla cervice.

Come abbiamo detto, le infezioni sono spesso trasmesse al bambino dalla madre. Appaiono come risultato del contatto orale. In tali situazioni, c'è angina e congiuntivite, come, ad esempio, nella gonorrea. Le malattie possono essere asintomatiche. Sono rilevati solo con un esame generale del corpo. Queste infezioni includono la clamidia.

I sintomi delle malattie sessualmente trasmissibili sono talvolta caratterizzati da febbre. Questo è il modo in cui il corpo reagisce all'infiammazione e il desiderio di superare l'infezione. Tuttavia, l'aumento della temperatura non è specifico per le malattie a trasmissione sessuale. In generale, i sintomi di STD sono gli stessi in entrambi i sessi. Le differenze sono solo legate alla fisiologia. Proviamo un po 'a distinguere tra manifestazioni di MST.

I sintomi delle malattie sessualmente trasmissibili negli uomini sono dovuti all'infiammazione dell'uretra, dei testicoli, del pene, della prostata e talvolta dell'ano. Secondo le statistiche, gli uomini raramente si rivolgono a un venereologo, anche se molti sono portatori di infezioni a causa del sesso incontrollato. E la ragione è semplice: una persona può non essere consapevole della presenza della malattia o delle speranze di autoguarigione.

I segni delle malattie sessualmente trasmissibili negli uomini sono caratterizzati da lesioni dei genitali. Minzione difficile, diventa doloroso. Gli uomini lamentano sensazione di bruciore e dolore agli orinatoi

canale om. Molte malattie comportano l'uretrite non specifica, così come i processi settici nel tratto urinario. Alcune malattie sono più pronunciate rispetto alle donne. Quindi, la gonorrea è spesso accompagnata da secrezione purulenta e dolori acuti durante la minzione. A volte le malattie sono asintomatiche. Ad esempio, la maggior parte degli uomini non ha manifestazioni di tricomoniasi.

Malattie veneree maschili sono trattate meglio presto. Nel decorso acuto della malattia è più facile diagnosticare e, di conseguenza, trattare.

Le malattie veneree nelle donne hanno sintomi meno gravi, spesso si verificano nascosti. Tutti i sintomi sono osservati in forma acuta. I pazienti si lamentano dell'identificazione con odore e dolore sgradevoli. Infiammazione osservata degli organi pelvici. In alcuni casi, vengono diagnosticate le manifestazioni cutanee nella vagina, l'irritazione delle mucose, accompagnata da prurito.

Segni di malattie sessualmente trasmissibili e trattamento

Tutto è possibile nel mondo moderno: fantasie sessuali apertamente espresse, matrimoni omosessuali, relazioni libere tra un uomo e una donna. Non abbiamo in programma di discutere se questo è cattivo o buono, ma dobbiamo ricordare della salute in ogni situazione. Per proteggere te stesso e il tuo partner dalle infezioni, è imperativo condurre un esame almeno una volta ogni sei mesi. Consultare un medico se:

  • c'era sesso non protetto;
  • hai diversi partner sessuali;
  • stai pianificando una gravidanza;
  • vuoi entrare in nuove relazioni sessuali;
  • A un partner è già stata diagnosticata una malattia venerea.

I primi segni di malattie sessualmente trasmissibili compaiono solitamente 10 giorni dopo l'infezione. Prima di tutto, dovresti prestare attenzione alla selezione, poiché la malattia è determinata dal colore, dall'odore e dalla consistenza. Consultare un medico se si dispone di una eruzione cutanea o vesciche, arrossamento delle mucose.

Le malattie sessualmente trasmesse negli uomini, come abbiamo detto, sono caratterizzate da dolore e bruciore nel canale urogenitale. Potrebbe esserci irritazione delle membrane del prepuzio e del pene. Poiché molte infezioni hanno un corso nascosto, non devi rifiutare di essere esaminato. Il compito dell'uomo è la continuazione della razza, e non è necessario privare il partner della possibilità della maternità.

Nella storia della malattia devono essere registrate febbre, tonsillite e infezioni oculari, poiché tutto ciò è una manifestazione non specifica delle malattie degli organi genitali.

Le malattie sessualmente trasmissibili femminili minacciano di infertilità. Le infezioni vengono trasmesse al bambino dalla madre insieme al latte materno o durante il parto. Spesso le donne non sanno della malattia che è sorta a causa dell'infedeltà del partner nella vita, ma perché anche le donne hanno bisogno di contattare la clinica prenatale.

I partner dovrebbero sempre essere informati della presenza della malattia. È sciocco dare la colpa a qualcuno per una sospetta infezione. Entrambi i partner devono superare i test. Nessuno tranne il dottore ti darà una diagnosi. Il medico prescriverà un campione di sangue, striscio e altri test. Potresti aver bisogno di una provocazione di sintomi, come con la gonorrea. Di solito si raccomanda di non urinare 3 ore prima dell'analisi. A questo punto non dovresti usare prodotti per l'igiene. Alcuni medici prescrivono farmaci provocanti o ti permettono di prendere un po 'di alcol.

Tutte le malattie sessualmente trasmissibili sono trattate esclusivamente con farmaci, nella maggior parte dei casi sono richiesti antibiotici. Se sei stato trattato, ripeti la diagnosi per assicurarti che non ci siano malattie.

Ricorda che la salute è nelle tue mani! Ama il tuo partner, sii fedele a lui, proteggi te stesso, mantieni l'igiene, e cioè quando le malattie infettive dei genitali non saranno spaventose.

Quali sono le malattie del pene. Metodi di trattamento e prevenzione

Per uno stato psico-emotivo stabile e sicuro di un uomo, la sua salute fisica e in particolare la preservazione della salute dei genitali è importante.

Se compaiono segni di malattia del pene, si perde la sensazione di fiducia in se stessi, si manifesta una sensazione di ansia e rigidità nella vita di tutti i giorni.

Pertanto, la conoscenza dei sintomi di varie malattie e dei loro segni comuni aiuta gli uomini a prestare attenzione in tempo ad una deviazione inattesa dalla norma, che a sua volta ci permette di consultare uno specialista nel tempo.

Segni comuni di malattia di un membro

Le malattie del pene (le foto sono presentate di seguito) hanno una certa classificazione, che include:

  • Anomalie dello sviluppo;
  • Processi infettivi;
  • tumori;
  • Lesioni.

Esiste anche una divisione secondo la patologia dell'intero organo genitale, o solo in parte, più spesso la testa.

C'è una certa sintomatologia, che in alcune combinazioni è presente in ogni malattia del pene. Include

  • Aspetto dell'edema;
  • Lo sviluppo di iperemia, in altre parole, arrossamento della pelle nel luogo di comparsa di patologie o in tutto il corpo;
  • Sensazione di dolore a riposo, durante l'intimità o semplicemente in uno stato eretto;
  • Disturbi di impotenza;
  • Accumulo di smegma sotto il prepuzio;
  • Minzione compromessa;
  • La comparsa di eventuali modifiche esterne, come tumori alla rinfusa o curvature.

Membro di malattie fotografiche

I principali tipi di malattie del pene

Ci sono un certo numero di malattie del pene, che si verificano più spesso di altre e possono essere attribuite al gruppo dei principali tipi di lesioni dell'organo maschile.

Curvatura o malattia di Peyronie

La malattia di Peyronie si manifesta sotto forma di dolore e forma curva in uno stato eretto. Causa alcune difficoltà nell'attuazione dei rapporti sessuali, a volte rendendo impossibile. Il tatto è percepito come una placca densa, senza alcun dolore quando viene premuto, sotto la pelle del fallo.

lesioni

Le lesioni del pene sono divise in aperto e chiuso. Inoltre, includono congelamento, ustione e amputazione traumatica. Le ferite che hanno un carattere chiuso includono vari lividi, fratture, lussazioni e ferite, e ferite aperte - ferite superficiali, scalpite, morsicate, tagliuzzate e d'arma da fuoco.

La sintomatologia varierà in qualche modo a seconda del tipo di lesione e della sua gravità, ma ci sono sintomi generali:

  • Dolore, da leggero dolore a dolore estremamente severo;
  • gonfiore;
  • Aspetto di ematoma o emorragia;
  • ematuria;
  • Isolamento del sangue dall'uretra al di fuori del processo di minzione;
  • Minzione compromessa

fimosi

La fimosi è una malattia del membro maschile che consiste nel restringere il prepuzio, in cui si perde la capacità di aprire la testa del pene. Se c'è un peggioramento del decorso della malattia, c'è un pizzicotto di questa parte del fallo e lo sviluppo della parafimosi.

Breve briglia

È una situazione patologica in cui la lunghezza in combinazione con l'elasticità della pelle nella zona della briglia è significativamente ridotta.

Di conseguenza, il dolore si verifica durante l'erezione e il rapporto sessuale, c'è una curvatura della testa al momento dell'erezione.

tumore

Un tumore del pene, come qualsiasi altro, può essere benigno o maligno, ma il processo benigno è più frequente.

Nelle prime fasi, il tumore non si preoccupa, e a volte l'uomo non se ne accorge affatto. All'aumentare della dimensione del tumore, possono comparire cambiamenti esterni all'organo o altri sintomi classici delle malattie del pene, che spesso richiamano l'attenzione dell'uomo sulla patologia che si è sviluppata.

infiammazione

L'infiammazione del pene si manifesta sotto forma di arrossamento della pelle, l'apparizione di qualsiasi disturbo nel suo normale funzionamento e sono possibili anche segni come prurito, dolore o persino un'eruzione cutanea.

L'infiammazione si sviluppa principalmente con balanite o balanopostite, cellulite, cavernite, linfangite, tromboflebite o digiuno.

biforcazione

Il pene diviso si riferisce a una malattia congenita del pene negli uomini, che è piuttosto raro.

In questo caso, entrambi i genitali saranno localizzati in parallelo, o affiancati, o uno sopra l'altro.

frattura

La frattura della virilità, anche se non costituisce una struttura ossea, è possibile e spesso si verifica anche nella pratica.

È un danno d'organo piuttosto complesso, combinato con una rottura della tunica.

Una frattura si verifica quando la forza fisica viene applicata al fallo in uno stato di erezione. Va tenuto presente che questa frattura è nascosta, poiché la pelle non sarà danneggiata.

serangitis

La cavernite è una malattia caratterizzata dallo sviluppo di infiammazione nei corpi cavernosi del pene. Un fattore eziologico è qualsiasi malattia di natura infettiva che colpisce il sistema urogenitale.

La clinica è caratterizzata dallo sviluppo di febbre, dolore al fallo, edema, a volte con l'acquisizione di tonalità cianotica ed erezione estremamente dolorosa.

priapismo

Il priapismo è una sorta di patologia in cui un uomo ha molte ore di erezione che non è associato al desiderio sessuale, non può essere rimosso con qualsiasi mezzo a portata di mano.

Il pene diventa cianotico o viola, e c'è anche un grande dolore. La causa del suo sviluppo potrebbe essere la patologia del sistema nervoso centrale o gli effetti di determinati farmaci.

leucoplachia

È una cheratinizzazione focale dell'epitelio e procede in una forma cronica. Il più delle volte colpisce la testa maschile e la parte interna del prepuzio.

Potrebbe avere un aspetto piatto, verrucoso o erosivo. Quest'ultimo è considerato il più difficile e nella sua essenza appartiene alle condizioni precancerose.

Il cancro è una variante relativamente rara della lesione del pene. Neoplasia maligna può verificarsi in relazione a fimosi, lesioni della pelle del pene, balanopostite cronica o HPV. Esistono diverse forme di cancro virile:

  • Organo nodoso e distruttivo in profondità;
  • Ulcerativo, sotto forma di erosioni e ulcere con dolore severo;
  • Papillare, simile alla manifestazione dell'HPV.

Malattie della pelle del pene

Anche le malattie che colpiscono la pelle dell'organo genitale di un uomo sono comuni e disturbano notevolmente i pazienti, poiché influenzano significativamente l'aspetto dell'organo genitale e le sue funzioni.

verruche

Le verruche sul pene si verificano spesso a causa dell'infezione con HPV, sono di piccole dimensioni, ma non si sviluppano singolarmente, ma immediatamente in gruppi.

Nella vita di tutti i giorni, possono essere facilmente feriti e causare disagio durante l'intimità intima. Inoltre, tali crescite sono spesso rinate in neoplasie maligne.

acne

I brufoli sul pene, come altre malattie della pelle del pene, sono spesso il risultato di un processo infiammatorio o infettivo, appaiono sopra la superficie della pelle e, a seconda della loro eziologia, possono essere bianchi, trasparenti o rossi.

Inoltre, a seconda della causa, possono essere accompagnati da altri segni del processo patologico.

brufoli

I brufoli sulla superficie del pene possono essere localizzati normalmente, perché durante l'aggiustamento ormonale le ghiandole sebacee sulla superficie della pelle del pene possono ostruirsi e formare un sigillo.

L'ansia può solo causare brufoli, accompagnata da un processo infiammatorio, quando assomigliano a acne o acne.

punti

I punti sul pene possono essere bianchi, rossi o neri, a seconda di ciò che è associato al loro verificarsi.

Il loro aspetto è spesso accompagnato da dolore, prurito, disagio e segni esterni di infiammazione.

macchie

Le macchie sul pene possono anche essere una variante della norma, quando sono normali punti del pigmento come le voglie, tuttavia, se tale punto aumenta gradualmente, cambia colore e forma.

Se la formazione inizia a sporgere sopra la superficie della pelle o è accompagnata da dolore o prurito, allora questa è già una chiara indicazione della presenza di un processo patologico. Allo stesso modo, macchie rosse o bianche possono indicare malattie.

Un eritema al pene è spesso accompagnato da prurito, iperemia o edema, è anche possibile desquamazione della pelle.

La causa del suo aspetto può essere malattie come la sifilide o l'infezione da herpes, così come la candidosi.

papilloma

Papillomi sul pene appaiono quando sono infetti da papillomavirus umano.

Il percorso di trasmissione per lui è sessuale. È interessante notare che inizialmente questa malattia può essere in uno stato latente per lungo tempo, e quindi i papillomi si sviluppano.

crepe


Le crepe sono localizzate il più spesso sul prepuzio e sono abbastanza comuni.

Può verificarsi in relazione a fimosi, balanopostite, diabete mellito e alla comparsa di malattie precancerose come la leucoplachia.

Le ulcere del pene indicano la presenza di un'infezione nascosta, il cui colpo è più spesso associato a rapporti sessuali non protetti.

Se non trattati, aumentano, causano dolore e piaghe sul pene e possono anche essere accompagnati da sanguinamento e sensazione di bruciore. Possono verificarsi con la sifilide, l'herpes, la balanite cancrena.

Prurito e bruciore

Il prurito e la sensazione di bruciore disturbano enormemente l'uomo, rendendo difficile per lui condurre attività quotidiane normali e calme. Fondamentalmente, accompagnano qualsiasi manifestazione esterna della malattia del pene.

La causa per il verificarsi di prurito e bruciore può essere malattie come tordi, balanopostiti, trichomonasi, acne, herpes, sifilide e molti altri.

verruche

I condilomi, così come i papillomi, possono svilupparsi sullo sfondo dell'infezione dal papillomavirus umano, in particolare, saranno rappresentati da un tipo di verruche genitali.

Avranno una tonalità simile al normale colore della pelle, si formano su un gambo sottile e assomigliano visivamente a papule.

Se i condilomi crescono, diventano simili al tipo di cavolfiore e sono facilmente esposti a effetti esterni, che possono causare problemi al pene, come sanguinamento e ulteriore infezione di una ferita già aperta.

Fioritura bianca

La fioritura bianca si riferisce alle lamentele comuni degli uomini quando si visita uno specialista.

Appare sul pene a causa della mancanza di igiene personale, lo sviluppo di candidosi, l'infezione di malattie veneree e in alcune malattie somatiche come il diabete o l'infezione da HIV.

fungo

Il fungo sulla superficie del pene si presenta spesso con balanopostite candidosa e colpisce l'interno del prepuzio. Ma a volte può essere osservato nel diabete mellito e un'immunità significativamente ridotta.

Il fungo è in primo luogo una fioritura di formaggio su una parte del fallo e può essere facilmente rimosso, ma con il tempo si diffonde in tutto il corpo. In questo caso, un tentativo di liberarsi da un'educazione spiacevole causa notevoli difficoltà, oltre a dolore e bruciore.

escrescenze

Le vene sulla superficie del pene possono indicare tali segni di malattia del pene, come mollusco contagioso, cisti seborroiche, licheni, angiocheratoma, infezione da HPV.

Causano non solo disagio, anche il dolore, ma sono anche altamente traumatici, che possono aggravare il decorso della malattia.

dermatite

Continuando a descrivere le malattie della pelle sul pene vale la pena parlare di dermatite, può essere contatto, allergico, infettivo o seborroico.

La malattia causa comunque disagio significativo e altera spiacevolmente l'aspetto dell'organo sessuale.

lichene

Privare ha una natura fungina, il più delle volte malattie simili della pelle del pene si sviluppano in un uomo nel periodo da 20 a 30 anni.

È una specie di eruzione cutanea sul pene, che ha una varietà di dimensioni e sfumature dal rosa al rosso al marrone o al blu.

Membro di malattia infettiva

È un gruppo di malattie infettive di dignità maschile che si verificano nella vita reale più spesso, altrimenti vengono chiamate malattie del pene a trasmissione sessuale.

Herpes genitale

L'herpes genitale nel pene è un primo esempio di infezione del pene che viene trasmessa sessualmente. Il suo fattore eziologico è un virus, in particolare il virus herpes simplex, appartenente al secondo tipo.

Questa malattia è caratterizzata da un decorso cronico, con un cambiamento nella fase di remissione e di esacerbazione. Si manifesta con la comparsa di un'eruzione cutanea sotto forma di bolle, una sensazione di prurito o anche una sensazione di bruciore, un ritardo nella minzione, la comparsa di chiazze di erosione e placche marroni.

psoriasi

La psoriasi sui genitali è una delle forme più complesse di dermatosi.

Il quadro clinico può essere estremamente vario, ma tra i segni principali vi sono eruzioni a lunga durata sul pene, che si piegano in punti voluminosi che sporgono sopra la pelle. Tipico per questa malattia e desquamazione della pelle.

balanopostite

Balanopostite o balanite, che colpisce principalmente la testa della virilità.

La causa dello sviluppo è l'infezione nell'accumulo di smegma sotto il prepuzio. La clinica presenta sintomi come:

  • Prurito, bruciore o dolore;
  • La comparsa di secrezione purulenta;
  • Manifestazioni infiammatorie;
  • L'aspetto di disagio o dolore quando si cerca di spostare il prepuzio.

candidosi

La candidosi appartiene alla categoria delle malattie causate da una diminuzione della difesa immunitaria e insieme a questo esordio della riproduzione eccessivamente attiva della microflora, vale a dire il fungo - candida.

Manifestato sotto forma di moscerino classico, vale a dire:

  • L'aspetto di una placca bianchiccia simile a fiocchi di latte;
  • Sensazione di prurito o bruciore;
  • La comparsa di sensazioni sgradevoli e dolorose durante la minzione o durante l'intimità intima;
  • Sviluppo di edema e arrossamento dell'organo sessuale.

sifilide

Sifilide, la patologia è sempre ascoltata. Fattore eziologico - treponema pallido, trasmesso sessualmente.

Questa malattia si verifica in tre fasi, ognuna delle quali ha il proprio quadro clinico.

Per il primo stadio, il sintomo principale sarà l'emergere di un hard chancre, per il secondo, la comparsa di eruzioni cutanee e desquamazione senza prurito o bruciore, e per il terzo, danno al sistema nervoso, comparsa di gengive sifilitiche negli organi interni e persino nel cervello e nel midollo spinale.

Gonorrea e uretrite

La gonorrea si sviluppa sotto l'influenza di diplococcus - gonococcus. L'uretrite è più spesso causata da Trichomonas. ureaplasmas, micoplasmi e clamidia.

Entrambe le opzioni per i problemi con un membro hanno sintomi simili, indipendentemente dal fattore eziologico, quindi sono spesso combinati in un gruppo di gonorrea e uretrite non gonorrheana.

La clinica presenterà principalmente la sensazione di prurito e bruciore, dolore durante la minzione, intimità a disagio, infiammazione, la comparsa di una scarica specifica dall'uretra e lo sviluppo della disuria.

Inoltre, proponiamo di guardare un video sulle malattie infettive dei membri:

Malattia della testa

Le malattie della testa del pene, possono essere chiamate la variante più comune della sconfitta del pene, poiché è questa parte dell'organo sessuale maschile che è più spesso esposto all'ambiente esterno nella vita di tutti i giorni. Molto meno spesso la causa per lo sviluppo della malattia del pene è un processo che si verifica internamente.

Le malattie della testa del glande possono includere processi infiammatori, come postiti o balanite. Ci possono essere malattie infettive come la sifilide, la gonorrea, la clamidia, l'herpes, l'HPV, il trichomonas o le lesioni fungine, come la candidosi.

Questo gruppo di malattie comprende anche patologie quali la fimosi e la parafimosi, la curvatura del pene e la briglia corta, i traumi genitali e il cancro. Trattare le malattie della testa del pene e le manifestazioni della pelle sotto forma di punti, macchie, eruzioni cutanee, brufoli, crescite, verruche e acne.

Video utile

Guarda un video sulle malattie sessualmente trasmesse:

Altre malattie


Ci sono altre malattie del pene, che devono essere prontamente identificate e in tempo per visitare uno specialista per iniziare la terapia il più rapidamente possibile.

E se hai problemi con il pene e non appartengono a quelli popolari, molto probabilmente li troverai di seguito.

Oleogranulema

L'oleogranuloma è un processo patologico di alterazione della pelle e della fascia del pene e si verifica dopo l'introduzione di qualsiasi sostanza oleosa nel tessuto dell'organo.

leucoplachia

La leucoplachia non è una malattia popolare del membro maschile ed è causata da una proliferazione eccessivamente attiva delle cellule delle mucose del pene, è tra le condizioni precancerose.

ipospadia

L'ipospadia è un'anomalia congenita. Con questa patologia c'è una posizione scorretta dell'uscita dell'uretra, può essere nel mezzo del pene o anche vicino al perineo. C'è anche epispadia, che nella sua vera forma è rappresentata da una parete anteriore non innestata dell'uretra.

ipoplasia

L'ipoplasia è intrinsecamente un'anomalia congenita sotto forma di sottosviluppo dei tessuti del pene.

fibrosi

La fibrosi si riferisce a un processo durante il quale avviene la sostituzione dei corpi cavernosi del pene con il tessuto connettivo.

Ciò causa un'ulteriore curvatura del pene e la violazione dell'erezione normale.

aterosclerosi

L'aterosclerosi è una malattia vascolare e, a causa del fatto che il pene è abbondantemente rifornito di sangue da un gran numero di vasi, questa patologia provoca la disfunzione erettile, anche l'impotenza.

erosione

L'erosione è una violazione dell'integrità della pelle e delle mucose del pene, manifestata da un difetto peculiare simile a una depressione nella struttura dell'organo.

iperemia

L'iperemia è anche chiamata arrossamento, un segno luminoso di un processo patologico che colpisce l'organo genitale maschile.

tromboflebite

La tromboflebite è causata dal fatto che i vasi sanguigni inizialmente formano coaguli di sangue, che sono ulteriormente infiammati.

Irritato o gonfiore

Irritato o gonfiore del pene indica il corso di un processo patologico.

Quale medico devo contattare per la malattia del pene

Qualsiasi malattia del pene richiede visite tempestive a strutture mediche e assistenza professionale.

Se queste sono patologie cutanee, allora è prima di tutto importante consultare un dermatovenerologo e, in caso di malattie infettive e anomalie, un urologo.

Va tenuto presente che spesso le patologie del pene richiedono un trattamento congiunto da parte di entrambi gli specialisti, o almeno una visita a entrambi, ai fini della diagnosi differenziale.

Diagnosi delle malattie degli Stati membri

Prima di tutto, la diagnosi di qualsiasi malattia dell'organo maschile del maschio è un esame approfondito da parte di uno specialista con anamnesi. Quindi il medico prescrive esami di laboratorio di urina, sperma, strisci dall'uretra e difetti della pelle sulla superficie dell'organo. Forse l'uso di ultrasuoni, radiografie o risonanza magnetica per la diagnosi differenziale e attenta visualizzazione del processo patologico.

Metodi di trattamento del pene

Il trattamento delle malattie del pene può essere medico, chirurgico o complesso, a seconda della causa della patologia e del grado della sua gravità.

In termini di terapia farmacologica, è possibile prescrivere antibiotici, farmaci ormonali, antibatterici e antivirali. Vengono anche prescritti farmaci antistaminici, a volte citostatici, e vengono utilizzate vitamine per mantenere l'effetto. I farmaci possono essere somministrati non solo all'interno, ma anche per uso esterno, ad esempio unguenti antifungini.

Il trattamento chirurgico può essere effettuato sotto forma di circoncisione, cioè di circoncisione durante la fimosi, chirurgia plastica per anomalie, reintegro per lesioni, criodistruzione o coagulazione eclettica con comparsa di condilomi o verruche genitali. L'intervento di bypass venoso può essere eseguito anche in caso di priapismo o rimozione di placche con falloprotesici in caso di malattia di Peyronie.

Prevenzione delle malattie

La prevenzione della malattia del pene è abbastanza semplice. Include:

  • L'uso di dispositivi di protezione durante la prossimità, stabilità di prossimità intima con la scelta di un partner collaudato;
  • Trattamento tempestivo di eventuali altre infezioni croniche nel corpo;
  • Smettere di fumare e bere alcolici;
  • Visite regolari a strutture mediche per controlli di routine;
  • Rispetto delle regole del mantenimento dell'igiene intima.

Lascia che le malattie del sistema riproduttivo disturbino significativamente gli uomini, non solo nel loro aspetto, ma anche nella forma di un possibile sviluppo di sempre, non sono la frase finale per una vita tranquilla. Con un'attenta attenzione alla propria salute e visite tempestive a uno specialista, un uomo può proteggersi dalle gravi complicanze delle malattie e accelerare il processo di guarigione.