Cancro dell'uretra

Cistite

Cancro dell'uretra - una lesione tumorale maligna dell'uretra. Il cancro dell'uretra nelle donne si manifesta con bruciore, dolore, taglio durante la minzione e rapporti sessuali, uretrargia, incontinenza urinaria, sanguinamento da contatto. Negli uomini, le principali manifestazioni sono la difficoltà a urinare, l'ematuria, la presenza di un tumore palpabile, la secrezione purulenta dell'uretra, l'erezione compromessa. La diagnosi del cancro uretrale consiste nel condurre l'uretroscopia, la cistoscopia, la biopsia del neoplasma, l'uretrografia, la cistografia, negli uomini - cavernosografia, prostatografia. Quando il cancro uretrale viene rilevato nelle donne, vengono rimossi l'uretra, i genitali esterni, parte della vagina e la vescica; negli uomini, la resezione transuretrale del tumore, la parziale penectomia, l'amputazione totale del pene con la prostata e la cistectomia possono essere intraprese.

Cancro dell'uretra

Il cancro dell'uretra è un processo maligno di localizzazione rara, che si verifica in urologia nell'1-2% dei casi da tutti i tumori degli organi urinari. Il tumore dell'uretra può svilupparsi nelle persone di entrambi i sessi, ma è più comune tra le donne in età postmenopausale. Il cancro dell'uretra femminile può essere localizzato nella parte distale o prossimale dell'uretra, ma spesso si verifica nella zona dell'apertura esterna, nella giunzione dell'urotelio e dell'epitelio squamoso stratificato della vulva. Negli uomini il cancro uretrale si sviluppa solitamente nella parte bulbo-membranosa (59%), meno spesso nell'uretra (34%) o prostatica (7%). Nell'area della fossa navicolare, il melanoma viene solitamente rilevato.

Cause del cancro uretrale

Le vere cause del cancro uretrale non sono chiare. Si ritiene che i principali fattori di rischio siano l'uretrite cronica, inclusa l'eziologia specifica. Una storia di pazienti ha spesso gonorrea, micoplasmosi, clamidia, infezione da papillomavirus umano e altre malattie venose.

Altri fattori di rischio includono trauma permanente alla mucosa uretrale, cancro alla vescica, cancro alla prostata, diverticoli uretrali. Tra la leucoplachia precancerosa facoltativa è considerata.

classificazione

Il tipo istologico di cancro uretrale è causato dal tipo di epitelio da cui si sviluppa il tumore. Pertanto, il carcinoma a cellule squamose si sviluppa nell'uretra distale rivestita di epitelio squamoso; nel prossimale, coperto con epitelio transitorio - carcinoma a cellule transizionali dell'uretra. Gli adenocarcinomi negli uomini provengono dal tessuto ghiandolare della prostata; nelle donne, dalle ghiandole parauretrali. Meno comuni nella oncologia sono i sarcomi, i melanomi uretrali.

Secondo la classificazione TNM, si distinguono le seguenti fasi del cancro invasivo dell'uretra femminile e maschile:

  • T1 - invasione tumorale del tessuto connettivo sottoepiteliale
  • T2 - il tumore si diffonde ai muscoli periuretrali, corpo spugnoso, prostata
  • T3 - la diffusione del tumore sulla prostata, la capsula prostatica, il corpo cavernoso, la parete anteriore della vagina, il collo della vescica T4 - l'invasione tumorale degli organi adiacenti.
  • N1 - singole metastasi nel linfonodo regionale inferiore a 2 cm
  • N2 - metastasi singole o multiple nei linfonodi più di 2 cm nella dimensione massima
  • M0 - l'assenza di metastasi a distanza
  • M1 - la presenza di metastasi a distanza

In base al grado di differenziazione (G), il tumore dell'uretra può essere altamente differenziato, moderatamente differenziato, scarsamente differenziato o indifferenziato. In base al tipo di variante clinico-anatomica della crescita del tumore, si distinguono forme esofitiche, polifere, ulcerative e infiltrative del cancro uretrale.

Metastasi del cancro uretrale possono verificarsi attraverso il meccanismo linfogeno ed ematogeno. Nel primo caso, i linfonodi iliaci e inguinali sono interessati; nel secondo - i polmoni, la pleura, le ossa, il fegato, le ghiandole surrenali, le ghiandole salivari, il cervello, il glande del pene.

sintomi

Le manifestazioni del cancro uretrale sono variabili e poco specifiche. Il cancro uretrale maschile è caratterizzato da difficoltà a urinare, fino al suo completo ritardo; presenza di consolidamento palpabile nell'uretra, secrezione delle fauci, microembruria, uretrorragia. Più tardi, il dolore nell'uretra e perineo, la formazione di ascessi e fistole periuretrali, ingrossamento dei linfonodi inguinali, lo sviluppo di gonfiore dello scroto e del pene. Sono descritti casi di insorgenza di erezioni dolorose di lunga durata (priapismo maligno). Con il melanoma dell'uretra, macchie di pigmento si trovano sulla testa del pene.

Nelle donne il cancro uretrale si manifesta con bruciore e dolore all'uretra, tagli durante la minzione, dolore durante il rapporto sessuale, uretrorragia e sanguinamento da contatto, incontinenza urinaria, ulcerazione della mucosa vulvare. La transizione del tumore alle pareti della vagina è accompagnata da dolore nell'addome inferiore, sanguinamento vaginale, formazione di fistole uretro-vaginali. Con la germinazione del cancro uretrale nella vescica, l'ematuria macroscopica diventa il sintomo decisivo. Quando il tumore si trova nell'area dell'apertura esterna dell'uretra, la formazione di massa è facilmente determinata visivamente e mediante la palpazione. Nel caso della trombosi tumorale dei vasi linfatici, la linfostasi si sviluppa con edema della metà inferiore del corpo. La metastasi del cancro uretrale negli organi parenchimali è accompagnata dallo sviluppo di sintomi appropriati.

diagnostica

La diagnosi primaria del tumore dell'uretra comprende anamnesi e esame obiettivo. La presenza di uretrite, malattie sessualmente trasmissibili, tumori benigni dell'uretra, cancro della vescica e diverticoli dell'uretra è stata scoperta in passato. Quando si interroga prestare attenzione alla presenza di ematuria, sanguinamento dall'uretra (uretrorragia), difficoltà a urinare, restringimento e schizzi di flusso di urina, erezioni dolorose negli uomini.

Un passaggio obbligato è l'esame visivo e palpatorio dei genitali esterni e dell'uretra. Esame dell'uretra esterna, palpazione del perineo e dell'uretra (negli uomini sulla superficie inferiore del pene e attraverso il retto, nelle donne durante l'esame vaginale)

L'esame dell'uretra viene effettuato mediante esame endoscopico dell'uretra - uretroscopia. Nel cancro dell'uretra, l'endoscopia consente di ispezionare la mucosa uretrale, scoprire la posizione, il tipo di crescita, le dimensioni e la profondità dell'invasione tumorale. Il tumore dell'uretra si distingue per la densità del sito tumorale, facile sanguinamento al contatto, infiltrazione dei tessuti sottostanti. Chiarire la diagnosi aiuta a eseguire uretrografia ascendente e cistografia.

Il compito di verifica istologica del tumore viene risolto utilizzando una biopsia e uno studio morfologico dei tessuti alterati. Una biopsia può essere eseguita mediante puntura attraverso l'uretroscopio o mediante resezione transuretrale della formazione. Per valutare la diffusione del cancro oltre l'uretra, la cistoscopia, la cistografia, la cavernosografia, viene mostrata la prostatografia. In presenza di passaggi fistolosi, è necessaria la fistolografia.

Per escludere le metastasi ricorrono all'urografia escretoria, alla linfangiografia, alla radiografia del torace, all'osteoscintigrafia, all'ecografia addominale, all'ecografia pelvica, alla risonanza magnetica di vari organi. Il cancro dell'uretra dovrebbe essere differenziato dalle stenosi uretrali, dalle pietre uretrali; negli uomini, in aggiunta - da prostatite cronica e uretrite, tubercolosi e cancro alla prostata; nelle donne, dal cancro della vulva, cisti parauretrali, prolasso della mucosa uretrale.

trattamento

Nelle donne con tumore localizzato superficiale dell'uretra (T0), resezione transuretrale, distruzione di Nd: YAG o laser CO2, è possibile eseguire la folgorazione del tumore. Se il processo tumorale è localizzato nell'area dell'apertura esterna, una resezione circolare dell'uretra può essere intrapresa all'interno di tessuti sani. Per rimuovere l'uretra, la vulva e la parete frontale della vagina hanno fatto ricorso alla diffusione del cancro nella maggior parte dell'uretra.

Con forme comuni di cancro dell'uretra (T3), vengono mostrati la rimozione dell'uretra, della vulva, del collo della vescica, della parete anteriore della vagina e l'applicazione di un epicystoma. Se la cistectomia viene eseguita durante una resezione estesa dell'uretra, gli ureteri vengono trapiantati nella pelle o nell'intestino per assicurare l'uretrazione. Le opzioni di trattamento per il cancro dell'uretra negli uomini sono anche determinate dalla prevalenza del processo tumorale. Nello stadio T0-T1, è possibile limitarsi all'elettroscissione transuretrale di un tumore. Una resezione aperta dell'uretra entro i confini dei tessuti sani è ricondotta a quando un tumore si trova nella parte spugnosa dell'uretra nelle fasi del processo T1-T2.

Nel caso della diffusione del tumore dell'uretra anteriore ai corpi cavernosi, viene mostrata un'amputazione parziale del pene. Nel tumore dell'uretra posteriore, viene mostrata la penelectomia totale, che può essere integrata dalla vescicaectomia prostatica e dalla cistectomia. Per l'attuazione della minzione viene eseguita un'uretiorocaneostomia perineale - la formazione di una fistola ureterale esterna. Qualsiasi intervento chirurgico per il cancro dell'uretra è combinato con la radioterapia.

Prognosi e prevenzione

In media, la sopravvivenza a 5 anni per il cancro uretrale è del 40%. Fattori favorevoli alla prognosi sono la diagnosi precoce del tumore dell'uretra, la crescita tumorale non invasiva, l'assenza di metastasi, il trattamento radicale.

Le misure preventive comprendono il trattamento tempestivo di uretrite, infezioni sessualmente trasmissibili, accesso precoce a un urologo per qualsiasi sintomo di problemi del tratto urinario.

Cancro dell'uretra negli uomini e nelle donne

Il cancro uretrale è una malattia in cui un tumore maligno colpisce i tessuti dell'uretra. I primi segni sono dolore durante il contatto sessuale, sensazione di bruciore nell'uretra, minzione del problema (pieno ritardo). L'impulso al bagno diventa più frequente, il flusso di urina diminuisce gradualmente, mentre aumentano le sensazioni spiacevoli. Più velocemente il cancro infetta i tessuti del corpo, meno urina viene rilasciata - poche gocce possono fuoriuscire in un istinto.

sintomi

L'aspetto di una piccola quantità di scarico grigio indica la fase iniziale della malattia. Alla posizione della formazione di pus si accumula gradualmente, perché a 2-4 stadi il liquido escreto è una miscela di pus e sangue. I linfonodi ingrossati all'inguine, l'aspetto delle fistole indicano anche il cancro uretrale.

Gli uomini, nelle fasi iniziali del tumore dell'uretra, raramente vanno dal medico, considerando il dolore quando vanno in bagno e problemi durante il rapporto sessuale come sintomi minori.

Negli uomini, c'è un vantaggio: la capacità di determinare in modo indipendente il sigillo nei genitali. L'erezione persistente, che si verifica senza eccitazione ed è accompagnata dal dolore, può anche indicare oncologia.

Le donne non possono palpare in modo indipendente una neoplasia nelle fasi iniziali del tumore dell'uretra. Al tatto può essere identificato solo nelle fasi successive, dopo un aumento multiplo.

forma

La malattia attraversa quattro fasi, caratterizzate da diverse dimensioni del tumore e il numero di focolai tumorali in altri organi.

Una piccola educazione nel primo stadio non ha il tempo di crescere nel tessuto dell'uretra. Nella seconda fase, la malattia colpisce gli strati profondi dell'uretra. Nella terza fase della malattia, il cancro "attacca" i linfonodi localizzati all'inguine. Nelle prime tre fasi di metastasi in tutto il corpo ancora.

La comparsa di tumori in diversi organi indica l'ultimo stadio della malattia. Gli organi vicini (ghiandola prostatica, glande del pene) soffrono prima, quindi il cancro può colpire le ossa, il fegato e i polmoni.

Cancro dell'uretra - una rarità tra i disturbi urologici. Neoplasia maligna localizzata nell'uretra nel 2% dei casi. Le donne sono a rischio dopo la menopausa. Sono loro che più spesso incontrano l'oncologia dell'uretra. Gli uomini sono molto meno colpiti dalla malattia.

motivi

La medicina non ha ancora dato una risposta esatta alla domanda su cosa causa il cancro all'uretra. Secondo gli studi, molti pazienti si sono lamentati di uretrite cronica (infiammazione dell'uretra) e malattie veneree.

Le cause del cancro dell'uretra sono indirettamente il sesso non protetto e un gran numero di partner sessuali. Le persone con carcinoma della prostata o della vescica sono a rischio

Anche un trauma alle mucose dell'uretra dovuto a un cambiamento nel catetere può causare il cancro. In caso di ritenzione urinaria, il paziente è costretto a iniettare un catetere per urinare più volte al giorno. Tutto ciò può contribuire alla comparsa di infiammazione e, di conseguenza, oncologia.

diagnostica

Alla prima visita, il medico dovrebbe prestare attenzione alla comparsa di sanguinamento dall'uretra. Le analisi generali del sangue e delle urine offrono l'opportunità di vedere i primi segni di infiammazione.

Per la corretta diagnosi del cancro uretrale, è importante studiare e analizzare a fondo la storia della malattia: il tempo di comparsa dei primi sintomi, con cui il paziente associa la loro insorgenza, quali malattie soffrono e quali operazioni ha subito.

L'esame della palpazione viene eseguito da uno specialista. Successivamente, il medico prescriverà l'uretroscopia, uno studio che consente di esaminare attentamente l'uretra. Se un tumore esiste, vengono determinati diversi parametri (dimensioni, tipo di invasione, posizione) che influenzano il successo del trattamento della malattia.

Se si sospetta il cancro uretrale, il medico raccomanderà un'ecografia, una TAC, una risonanza magnetica, che fornirà informazioni accurate sulla malattia.

L'ecografia dei reni e della vescica può determinare la ritenzione urinaria. Sarà utile l'esame ecografico dell'area pelvica e addominale.

La risonanza magnetica è considerata il metodo più accurato per esaminare l'organo per strato. Con l'aiuto della risonanza magnetica, viene determinata la posizione del tumore nell'uretra, la dimensione, lo stadio della malattia (quanto si è diffuso ad altri organi e tessuti).

Nella diagnosi del cancro uretrale, studi obbligatori sono cistografia, urografia, uretrocistoscopia, uretrografia retrograda. Per una diagnosi accurata, è necessario escludere malattie che causano sintomi simili.

L'uretrografia retrograda consente di studiare la lunghezza della formazione. Il fluido di contrasto a raggi X viene iniettato nell'uretra e distribuito attraverso il canale, apparendo chiaramente sulla macchina a raggi X.

L'uretrocistoscopia è chiamata studio con l'aiuto di un cistoscopio (uno speciale sistema ottico è collegato alla cavità all'interno dell'alloggiamento di ferro per l'inserimento all'interno). Il cistoscopio viene utilizzato per la biopsia - prendendo particelle tumorali con una pinza speciale. Inoltre, il materiale viene esaminato al microscopio.

trattamento

La diagnosi di cancro coinvolge diverse opzioni di trattamento. A seconda delle dimensioni del tumore e della sua posizione, l'oncologo sceglie la terapia. Un trattamento completo è un must per affrontare un disturbo così complesso.

Le cellule tumorali sono efficacemente distrutte dalle radiazioni. La maggior parte degli oncologi ritiene che anche ricorrendo alla chirurgia, una cura senza radioterapia non avrà successo.

Le radiazioni possono essere condotte localmente o da remoto. Nel primo caso, il dispositivo viene inserito nell'uretra, nel secondo - all'esterno del corpo del paziente.

Per distruggere il tessuto canceroso, il medico può scegliere un metodo di chemioterapia. In questo caso, il farmaco viene iniettato nella vena del paziente.

La rimozione chirurgica del tumore viene eseguita quando la formazione si trova al di sotto dell'uretra, mentre i tessuti sopra non vengono seriamente compromessi.

Le donne hanno rimosso non solo l'uretra, ma anche parti della vagina, della vescica, dei genitali esterni. Quando si trattano gli uomini, è possibile un'amputazione completa del pene, della prostata e della vescica.

Se la malattia viene trascurata, i chirurghi ricorrono a un'ampia resezione. L'intervento chirurgico consente di rimuovere una formazione maligna, pur mantenendo il maggior numero di tessuti sani.

Un paziente oncologico può sperare in un recupero assoluto solo durante l'intervento chirurgico nella prima fase del tumore dell'uretra. Un intervento chirurgico di successo non garantisce un risultato positivo a lungo termine senza la terapia necessaria. La conseguenza è ripetuta recidive.

Per l'effetto migliore non è sufficiente ricorrere a un metodo di trattamento. Di regola, il medico sceglie diversi metodi in una o in un'altra combinazione. La pratica medica mostra che con l'uso combinato di farmaci, chemioterapia e chirurgia, il paziente ha un'alta probabilità di vincere la lotta contro la malattia.

Nonostante il risultato positivo di un trattamento complesso, potrebbe essere inutile se il cancro raggiunge un certo stadio. I medici sottolineano che la diagnosi della malattia nelle fasi iniziali aumenta significativamente le possibilità di recupero, quindi si raccomanda di esaminarla almeno una volta all'anno.

La prevenzione del cancro dell'uretra è il rifiuto del tabacco e dell'alcool, lo sport, una corretta alimentazione, la diagnosi delle malattie urologiche nelle fasi iniziali, l'esclusione del sesso occasionale e la contraccezione da barriera.

Cancro dell'uretra negli uomini

Meno dell'1% di tutti i casi di cancro delle vie urinarie sono nel tumore dell'uretra. La rilevazione sintomatica di una malattia maligna nella fase iniziale è quasi impossibile, perché i segni clinici iniziano a disturbare il paziente man mano che il tumore cresce.

A causa del solo esame strumentale effettuato su esami professionali, è possibile diagnosticare il processo del cancro in modo tempestivo.

Caratteristiche di questo tipo di cancro negli uomini

I cambiamenti nella composizione cellulare delle pareti dell'uretra portano alla comparsa di strutture atipiche che si formano in una neoplasia maligna - il cancro dell'uretra. Pertanto, il tumore si diffonde non solo lungo l'uretra, ma copre anche i tessuti e gli organi circostanti.

Questo tipo di patologia da cancro non è così comune, spesso gli uomini dopo 50 anni soffrono.

cause di

Non è possibile nominare le esatte cause dell'apparizione di una lesione maligna nell'uretra. Esiste solo un importante processo in background che predispone alla formazione di un tumore: questa è la leucoplachia.

È un cambiamento nell'epitelio dovuto a determinati fattori che alla fine causano il cancro.

Inoltre, dovrebbero essere evidenziati i fattori che aumentano indirettamente il rischio di sviluppare una malattia maligna. Questi includono:

  • cancro alla vescica;
  • lungo processo di infezione corrente nel sistema urogenitale;
  • trauma alla mucosa uretrale.

Il quadro istologico del tumore dipende dalla posizione del focus patologico e dal tipo di epitelio che riveste la superficie dell'uretra.

Cosa è pericoloso per il cancro uretrale per un uomo?

Il pericolo di cancro del canale urinario è la sua capacità di diffondersi alle strutture vicine, causando la possibile malignità dei tessuti normali della vescica, dei reni e degli organi del sistema riproduttivo.

Inoltre, vale la pena sottolineare che una lesione maligna è in grado di metastatizzare ai vasi linfatici, interessando i linfonodi inguinali, iliaci e pelvici.

La diffusione delle cellule tumorali attraverso i vasi sanguigni porta alla formazione di focolai distanti di screening nei polmoni, nelle ghiandole surrenali, nelle ossa, nel fegato e nel cervello.

Nel caso della trombosi dei vasi linfatici pelvici e inguinali, appare l'edema degli arti inferiori e la regione pelvica.

Sintomi esatti

Basandosi esclusivamente sui sintomi clinici, è impossibile diagnosticare il cancro uretrale negli uomini, poiché non vi sono segni specifici specifici del cancro. In genere, gli uomini soffrono di sintomi tipici caratteristici di molte malattie del tratto urinario.

Tra questi vale la pena notare:

  • disturbi disurici sotto forma di difficoltà a urinare e comparsa di dolore;
  • incapacità di urinare a causa della sovrapposizione del lume del conglomerato tumorale del canale urinario;
  • scarico dall'uretra muco o carattere purulento;
  • tumore rilevabile sotto forma di un sigillo;
  • ascessi e fistole che circondano l'uretra;
  • desiderio sessuale doloroso.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al sondaggio dei linfonodi. Spesso sono ingranditi, densi al tatto, immobili e collegati ai tessuti adiacenti.

Esami e analisi necessari per la diagnosi

La diagnosi della malattia inizia con l'analisi dei reclami dei pazienti, l'esame e il sondaggio dell'area genitale, del perineo e dell'area sovrapubica per valutare la prevalenza del processo maligno.

Al fine di determinare con precisione la posizione del fuoco oncologico, la sua dimensione, il colore, la natura della superficie e lo stato dell'epitelio circostante, viene eseguita l'uretrocistoscopia.

Spesso, una formazione simile a un tumore viene visualizzata su una base spessa, sulla cui superficie sono registrati i difetti ulcerativi. Si noti inoltre che il tumore sanguina facilmente quando viene toccato.

Quando si esegue l'uretrografia, a causa della sostanza contrastante e dell'aspetto del difetto di riempimento del canale urinario, è possibile giudicare la localizzazione del focus del cancro, la sua forma, dimensione e grado di restringimento dell'uretra.

Utilizzando l'ecografia, viene valutato il grado di prevalenza locale del processo maligno e lo stato dei linfonodi regionali.

Per individuare foci distanti di screening (metastasi), si raccomanda che:

  • radiografia del torace - per la visualizzazione di metastasi nel tessuto polmonare, nei bronchi o nelle strutture ossee;
  • computer o risonanza magnetica - per la ricerca di tumori nella cavità addominale, nella pelvi e nello spazio retroperitoneale;
  • Le scansioni ossee vengono eseguite solo in presenza di disturbi del dolore nell'area di alcune strutture ossee.

È possibile confermare la diagnosi con l'aiuto dell'esame citologico del materiale prelevato durante la biopsia. La conclusione istologica si ottiene dopo l'esame del tumore rimosso mediante un intervento chirurgico, sulla base del quale la diagnosi viene infine confermata o confutata.

Trattamento moderno del cancro uretrale negli uomini

La scelta delle tattiche di trattamento dipende dalla posizione della formazione del tumore e dallo stadio del processo del cancro. Il volume dell'intervento chirurgico può essere la rimozione completa o parziale dell'uretra.

Inoltre, viene discusso il problema della radioterapia nel periodo pre-postoperatorio. È anche possibile rimuovere organi adiacenti e linfonodi con un processo oncologico diffuso.

Con la sconfitta degli organi e dei tessuti pelvici, è possibile condurre la chemioterapia e le radiazioni. Se è possibile interrompere e limitare il processo del cancro in modo che il tumore diventi operabile, viene eseguita la chirurgia.

Il dosaggio e la durata della chemioterapia sono determinati in base al tipo di cellule alterate e ai risultati di citologia o istologia.

Prognosi della malattia

La sopravvivenza e la prognosi dipendono dallo stadio della malattia maligna alla quale è stato rilevato il cancro, dalla presenza di metastasi, dalla gravità della patologia concomitante e dal tipo di trattamento. Quindi, il cancro dell'uretra negli uomini dà una sopravvivenza di circa il 37%, ma questo è il dato medio senza tener conto della fase della malattia.

Sintomi e segni del cancro uretrale negli uomini: diagnosi e trattamento

Neoplasie maligne nell'uretra maschile sono estremamente rare (fino all'1% dei casi di cancro del sistema urogenitale). La malattia è spesso asintomatica, quindi è determinata solo quando il tumore cresce nelle fasi 3-4. Inoltre, l'esame professionale annuale con studio strumentale dettagliato permette di rivelare il problema.

Caratteristiche della malattia e cause

In rari casi, sotto l'influenza di danni meccanici, processi patologici e altri fattori, la composizione cellulare della parete del canale urinario cambia. Sulla superficie compaiono strutture e nodi atipici che provocano la crescita di un tumore maligno.

Gradualmente, il cancro dell'uretra negli uomini si diffonde ai tessuti e alle pareti circostanti, agli organi interni, colpisce il sistema riproduttivo e metastatizza ai linfonodi (ileale, pelvico e inguinale).

Di regola, questo tipo di oncologia è osservato negli uomini anziani (dopo 50-55 anni) con la presenza di malattie concomitanti del sistema urogenitale.

Le cause esatte del cancro dell'uretra non sono state ancora determinate. Gli scienziati parlano di processi paralleli che provocano patologia (ad esempio leucoplachia).

L'epitelio viene modificato sotto l'influenza di una serie di fattori:

  • oncologia di altri organi del sistema urogenitale (ad esempio, vescica, reni, ghiandole surrenali, ecc.);
  • processi infettivi e infiammatori nell'area specificata, malattie croniche;
  • lesioni alla mucosa e danni meccanici;
  • area di congelamento, ecc.

L'educazione si infiltra nella membrana mucosa dell'uretra, si rompe attraverso il corpo cavernoso, che causa un ritardo nelle urine. Successivamente, il tumore si diffonde allo scroto e al perineo, i canali della prostata, cattura le strutture vicine, provoca la malignità dei tessuti dell'urea, dei reni e di altri organi. L'oncoprocessore si diffonde rapidamente ai linfonodi regionali.

Diffondendosi attraverso i vasi insieme al sangue, le cellule maligne si depositano nei polmoni, nel fegato, nelle ossa e persino nel cervello. Possono anche causare trombosi linfonodale, che causerà grave gonfiore degli arti inferiori e dell'area pelvica.

Ci sono due forme macroscopiche di oncologia dell'uretra negli uomini: infiltrative e villose.

sintomi

I sintomi clinici del cancro uretrale non esistono, specialmente nei primi 2 stadi. Di regola, gli uomini lamentano sintomi tipici di malattie infettive e infiammatorie:

  • minzione difficile e incompleta;
  • nessuna minzione (lume del canale escretore ostruito da un tumore ingrossato);
  • prurito, bruciore e dolore nell'uretra;
  • disagio nell'addome inferiore;
  • scarico naturale dal canale (muco, pus, proteine ​​e impurità insanguinate);
  • consolidamento in un'area facilmente percettibile attraverso la pelle;
  • l'apparizione di altre formazioni attorno all'uretra (fistole, ascessi, cisti, ecc.);
  • dolore e disagio durante l'erezione.

Anche nel caso del cancro dell'uretra, i linfonodi si gonfiano in modo significativo, diventano densi e immobili e sono combinati con i tessuti circostanti. I nodi possono essere sondati in modo indipendente.

Nelle fasi successive, il tumore è liberamente sentito, le fistole compaiono nel sito del collasso della formazione, attraverso il quale l'urina emana fuori, scariche purulente e sanguinolente.

diagnostica

Prima di tutto, l'urologo esamina i reclami e i sintomi soggettivi del paziente. Durante la palpazione della zona genitale, area sovrapubica e perineo, si trova un sigillo, che può indicare la prevalenza del tumore.

Se si sospetta il cancro uretrale, l'urologo prescrive un rimando a un oncologo, che determina inoltre la posizione del tumore, le sue dimensioni, la struttura, la condizione del tessuto epiteliale, il grado di metastasi in altre aree. Per questo, può essere assegnata una procedura di uretrocistoscopia. Nel processo, viene visualizzata una neoplasia maligna con una base densa, una superficie ulcerata di una tonalità rossastra o rosa. Quando fai clic sull'area del tumore, inizia a sanguinare.

Utrohrografiya con contrasto rivela un difetto che riempie il canale urinario, che permette di determinare la posizione del tumore e il grado di restringimento del lume dell'uretra.

Inoltre, viene assegnata un'ecografia degli organi pelvici, che consente di valutare il grado di diffusione del processo maligno, la presenza di metastasi nei linfonodi regionali.

Per rilevare la diffusione di oncoprocess in aree remote e organi interni sono inoltre assegnati:

  • radiografie della cavità toracica (sono determinate metastasi ai polmoni, ai bronchi e alle ossa);
  • CT, RM (ricerca di entità nell'area del tratto gastrointestinale, spazio retroperitoneale);
  • scansione ossea (in caso di disagio e dolore);
  • radiografia del pene durante l'erezione;
  • prostatography;
  • cistografia, ecc.

Una delle fasi più importanti è la biopsia del tessuto tumorale. L'esame citologico del materiale consente di confermare una diagnosi deludente.

Dopo la rimozione del tumore, il materiale viene inviato anche per l'analisi istologica.

La diagnosi differenziale del tumore dell'uretra viene effettuata con la sifilide. Per escludere la malattia, la reazione di Wasserman è stata assegnata. È anche richiesto di escludere le stenosi, la tubercolosi e il cancro alla prostata, il calcolo, le neoplasie benigne.

Trattamento e prognosi

L'oncologo determina la tattica del trattamento, a seconda della posizione del tumore, delle sue dimensioni, del grado di metastasi e dello stadio della malattia. La radioterapia è prescritta prima e dopo l'operazione.

La pronta rimozione della formazione implica l'amputazione totale o parziale dell'uretra. La resezione transuretrale viene eseguita nelle prime fasi della malattia. In caso di propagazione del processo nella parte sospesa del canale, il pene viene rimosso e l'operazione di Ducken viene eseguita. Potrebbe anche essere necessario rimuovere i testicoli e lo scroto, seguito dall'uso obbligatorio di radiazioni e chemioterapia. In una fase avanzata, durante la germinazione delle metastasi nella vescica e nelle ossa, viene eseguita la resezione delle ossa pubiche, seguita dalla rimozione della sinfisi. La probabilità di un esito letale e di recidiva nel primo mese aumenta.

Quando la ritenzione di urina e la presenza di aperture fistolose per lo scarico del fluido impongono fistola della vescica sovrapubica.

In caso di metastasi del tumore ai linfonodi regionali e agli organi vicini, è necessaria la loro rimozione, che può richiedere una ricerca urgente di un donatore.

Se sono coinvolti organi pelvici e tessuti in oncoprocess, sono prescritti radioterapia e chemioterapia. Questo rallenterà la crescita del cancro e prescriverà un intervento chirurgico. Il tipo di farmaco chemioterapico, il corso della somministrazione e il dosaggio sono prescritti solo dai risultati dell'esame citologico o istologico.

La prognosi di sopravvivenza in questo caso dipenderà dallo stadio della malattia, dalla presenza e dall'estensione delle metastasi, da ulteriori patologie e patologie.

È noto che nelle fasi iniziali e nella localizzazione limitata del tumore, la radioterapia a fuoco ravvicinato ha un effetto positivo.

Secondo le statistiche medie, circa il 37% degli uomini sopravvive dopo un trattamento adeguato e tempestivo del cancro uretrale.

La migliore previsione è fatta per i pazienti nei quali si è formato un tumore nell'area dell'apertura esterna del canale. Il tasso di sopravvivenza per il carcinoma perineale-scrotale è inferiore.

Cancro dell'uretra

Una neoplasia maligna che colpisce solo l'1% dei pazienti con cancro nel sistema urinario è chiamata tumore dell'uretra. Una percentuale così bassa di vittime ha determinato l'assenza di un approccio ben pianificato per il trattamento di questa malattia. E questo, come è noto, non predice una previsione arcobaleno nella sua terapia.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore regolare si è liberato dei problemi renali con un metodo efficace. Ha controllato su se stessa - il risultato è al 100% - completo sollievo dal dolore e problemi con la minzione. Questo è un rimedio naturale alle erbe. Abbiamo controllato il metodo e abbiamo deciso di consigliarlo a te. Il risultato è veloce. METODO EFFICACE.

classificazione

La classificazione delle formazioni tumorali si basa sul tipo di cellule che sono state sottoposte a mutazioni e trasformate in un tumore. Se parliamo della parte distale dell'uretra, che consiste in un epitelio squamoso, in essa appare una neoplasia squamosa. Nel sito prossimale, costituito dall'epitelio transitorio, vi è una crescita delle cellule di transizione.

Il cancro dell'uretra è classificato in base al sesso. Il cancro negli uomini è formato dalle cellule ghiandolari della prostata e nelle donne dalle ghiandole parauretrali. Questo è il tipo più comune di disturbo, che è chiamato adenocarcinoma. Ci sono anche casi di sarcoma e melanoma dell'uretra.

In accordo con il classificatore TNM, ci sono tali gradi di cancro invasivo, indipendentemente dal sesso:

  • T1 - questo è il modo in cui il tumore del tessuto connettivo subcellulare è segnato.
  • T2 - questo grado è caratterizzato dalla diffusione dell'oncologia al tessuto muscolare periuretrale, al corpo spugnoso e alla prostata.
  • T3 - la sconfitta della formazione maligna della prostata, capsula prostatica, corpo cavernoso, pareti della vagina, cervice del tratto urinario.
  • T4 - distribuzione delle cellule tumorali agli organi vicini.
  • N1 è l'unica metastasi con dimensioni inferiori a 20 mm nel linfonodo vicino.
  • N2 è l'unica metastasi o alcune di esse nei linfonodi più grandi di 20 mm.
  • M0 - metastasi in aree remote del corpo non sono state trovate.
  • M1 - metastasi in aree difficili da raggiungere identificate.

Esiste anche una classificazione del cancro dell'uretra a livello di differenziazione (G): altamente differenziato, moderatamente differenziato, scarsamente differenziato e indifferenziato.

A seconda della tipologia di crescita di un tumore, il tumore è diviso in esofitico, polipo, ulceroso e infiltrato.

A seconda del metodo di irradiazione delle metastasi, si distingue un meccanismo linfogeno ed ematogeno. Nelle metastasi di disseminazione linfatica interessano i linfonodi localizzati nella regione inguinale e iliaca. Ematogena - la malattia colpisce lo scheletro, i polmoni, il fegato, le ghiandole surrenali, il cervello.

motivi

La medicina e la scienza non sono ancora esattamente determinate che provocano esattamente la mutazione delle cellule del corpo, che porta allo sviluppo di tumori oncologici. Tuttavia, ci sono diversi fattori che aumentano la probabilità di cancro uretrale:

  • in presenza di una neoplasia maligna nella vescica;
  • processi infiammatori cronici;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • infiammazione frequente del sistema urinario;
  • età oltre 60 anni;
  • appartenente alla razza bianca (le donne della razza bianca sono più sensibili di altre);
  • lesione al canale mucoso;
  • leucoplachia.

sintomi

I sintomi del cancro uretrale sono abbastanza difficili da determinare, dal momento che ci sono molti fattori che influenzano la tipologia e il tipo di cancro. Inoltre, la malattia colpisce i sintomi, a causa dei quali è apparso il tumore. Inoltre, a seconda del sesso del paziente, i segni saranno diversi.

Negli uomini

I sintomi trovati negli uomini sono i seguenti:

  • la comparsa di spotting;
  • disagio;
  • problemi con la rimozione di urina dal corpo, a volte anche con una sovrapposizione completa del canale;
  • aree densificate palpabili;
  • lunghi periodi di erezione dolorosa, non associati all'eccitazione sessuale;
  • comparsa di fistole periuretrali e ulcere.

Nelle donne

I principali sintomi dello sviluppo della malattia nelle donne sono:

  • scarica abbondante;
  • comparsa di un tumore rilevabile nella zona dell'apertura esterna dell'uretra;
  • problemi con la minzione;
  • dolore nell'uretra e nel perineo;
  • sono possibili segni di incontinenza urinaria;
  • formazione di fistola nell'uretra o nella vagina;
  • sanguinamento irragionevole dalla vagina.

Inoltre, il 35% dei pazienti ha linfonodi ingrossati nella regione inguinale. Possibile gonfiore della parte inferiore del corpo a causa del blocco dei vasi del sistema linfatico nella zona pelvica e inguinale.

Se il tumore si è diffuso agli organi vicini, in particolare quelli parenchimali, i pazienti hanno i sintomi corrispondenti.

diagnostica

Diagnosticare il cancro del canale urinario in una donna non è difficile, il che non può essere detto sugli uomini, se la neoplasia maligna si trova non al di fuori dell'apertura uretrale, ma lungo il percorso dell'uretra. Queste difficoltà sono causate dall'assenza di sintomi pronunciati della malattia nelle fasi iniziali e da troppa diversità nel secondo. Il medico curante può sospettare una malattia completamente diversa per 1,5 anni dopo che il tumore è cresciuto.

I compiti principali delle misure diagnostiche sono la ricerca di tumori, la diagnosi della sua malignità, la determinazione della struttura, il livello di differenziazione dei tessuti, la posizione del tumore, nonché la presenza e la posizione delle metastasi.

I principali strumenti per diagnosticare:

  • Raccogliere informazioni chiedendo al paziente sintomi, la presenza di ematuria iniziale (un importante indicatore in caso di tumore dell'uretra), sangue nelle urine o sanguinamento, così come altri segni caratteristici del cancro.
  • Esame esterno per determinare la presenza di un tumore sul lato visibile dell'uretra o nella fossa scafoidea (negli uomini). Per ispezionare la fossa navicolare, lo specialista produce l'apertura delle ganasce dell'apertura esterna del canale. Per esaminare l'area distale delle donne, le pinzette chiuse vengono inserite nell'apertura esterna e, una volta inserita, le chele dello strumento vengono allentate, accompagnate dall'espansione dell'uretra.
  • Esame endoscopico con l'uretroscopio. Questo dispositivo consente di ispezionare la mucosa del canale per tutta la sua lunghezza e rilevare i tumori oncologici.
  • Palpazione dell'uretra Questo metodo di diagnosi viene effettuato nelle donne attraverso la parete anteriore della vagina, e negli uomini palpando l'interno del pene e inserendo un dito nell'ano mentre si sonda la zona anteriore del perineo.
  • Cistologia di strisci Questa tecnica non è efficace e funge da strumento ausiliario nella diagnosi del cancro uretrale.
  • Biopsia della neoplasia. Utilizzando un uretroscopio o una resezione transuretrale, viene raccolto un campione di tessuto sospetto.

Oltre ai principali metodi diagnostici sopra menzionati, gli oncologi ricorrono a studi quali cistoscopia, cistografia, prostatografia. Offrono l'opportunità di rilevare la presenza di metastasi. Se un paziente ha fistole, allora gli viene prescritta la fistulografia. Per cercare una lesione nei linfonodi vicini, viene utilizzata la linfangiografia e in quelli remoti vengono utilizzati roentgenoscopy, radiografia, urografia escretoria, ecografia degli organi interni e risonanza magnetica.

trattamento

Di grande importanza nelle procedure terapeutiche è lo stadio e la posizione dei tumori del cancro. A causa della rara forma della malattia, oggi non ci sono standard per il trattamento. I metodi più comuni nel trattamento del cancro uretrale sono i seguenti:

  • In caso di piccole formazioni nella zona distale, la TUR viene eseguita o una resezione aperta, folgorazione, distruzione con un laser al neodimio o carbonio carbonio.
  • In caso di neoplasie di grandi dimensioni, viene eseguita la terapia interstiziale o la chemioterapia è combinata con la radiazione.
  • In una crescita oncologica classificabile come T3, l'exenterazione anteriore dell'area pelvica viene eseguita con o senza radiazione.
  • Quando i linfonodi inguinali palpabili vengono immediatamente rimossi e attentamente esaminati per la presenza di metastasi. Se questo è confermato, viene eseguita la linfoadenectomia ipsilaterale.
  • La presenza di grandi tumori serve come resezione della sinfisi.
  • Se il tumore ha una dimensione non superiore a 20 mm e si trova nell'area prossimale, gli esperti possono prescrivere radiazioni, interventi chirurgici o un insieme di misure combinate.
  • Una TUR o una resezione aperta, folgorazione, distruzione con un laser al neodimio o carbonio carbonio viene applicata a un tumore situato nel sito distale.
  • I tumori invasivi nella fossa navicolare portano alla rimozione della testa.
  • Se sono infiltrativi (T1-T3), situati nella parte prossimale, allora l'intero pene viene rimosso con una rientranza di 20 mm dai bordi della neoplasia.
  • Nel caso di neoplasie localmente avanzate, la sinfisi viene rimossa.
  • Il cancro comune del canale urinario porta alla nomina della chemioterapia. Se la risposta a questo tipo di trattamento è positiva, allora c'è la probabilità di un successivo intervento chirurgico.

prevenzione

Le principali misure preventive del cancro sono il trattamento tempestivo di una varietà di uretrite, malattie sessualmente trasmissibili, consultazione tempestiva con uno specialista quando anche i sintomi più insignificanti appaiono come problemi di segnale nel sistema urinario.

Cosa causa il cancro uretrale

Il trattamento tardivo del cancro uretrale porta alla diffusione di metastasi in tutto il corpo del paziente, che a sua volta può essere fatale.

Questo tipo di cancro ha una prognosi di sopravvivenza del 40% per cinque anni. I sintomi favorevoli sono la diagnosi precoce della malattia, la localizzazione superficiale di una neoplasia maligna, la formazione di un tumore nella parte distale del canale e un complesso trattamento combinato.

È possibile sconfiggere la malattia renale grave!

Se i seguenti sintomi ti sono familiari di prima mano:

  • mal di schiena persistente;
  • difficoltà a urinare;
  • violazione della pressione sanguigna.

L'unico modo è un intervento chirurgico? Aspetta e non agire con metodi radicali. Cura la malattia è possibile! Segui il link e scopri come lo specialista consiglia il trattamento.

Cancro uretrale, cause, tipi, diagnosi e trattamento del cancro uretrale

Questa malattia è una specialità: oncologia, urologia, oncologia.

1. Che cosa significa la diagnosi di cancro dell'uretra?

I tumori uretrali secondari si formano sullo sfondo del cancro della vescica, infezioni urogenitali croniche e con costante danno all'epitelio della superficie interna dell'uretra.

Gli uomini sono meno suscettibili allo sviluppo di questa patologia e, in generale, si ammalano dopo 50 anni. Nelle donne, il cancro uretrale è più spesso rilevato dopo la menopausa. A causa del fatto che i tumori uretrali sono una patologia rara, non esiste un singolo protocollo per la gestione di tali pazienti. Generalmente vengono applicati i principi generali dell'oncologia, ma non si può dire che dia sempre risultati prevedibili positivi.

2. Cause e fattori di rischio

La diffusione secondaria del cancro da organi vicini è l'unica spiegazione che può essere definita una possibile causa dei tumori uretrali. Il processo maligno primario può iniziare senza prerequisiti. Sono stati identificati numerosi fattori patogeni, ma nessuno di questi è assolutamente dominante. La probabilità di sviluppare il cancro uretrale è più elevata nelle seguenti condizioni:

  • storia di malattie oncologiche, soprattutto se il tumore primario si trovava nella vescica o nella prostata;
  • se ci sono infezioni croniche, comprese malattie veneree e asintomatiche (clamidia, micoplasma, HPV);
  • danno permanente all'epitelio del canale urinario;
  • vecchiaia

3. Sintomi, tipi di tumore e metastasi

I sintomi del cancro dell'uretra sono diversi nelle donne e negli uomini. Per molto tempo, i pazienti di entrambi i sessi potrebbero non avere alcuna patologia. Questo porta al rilevamento di un tumore solo nelle fasi successive, quando il trattamento non è così efficace.

Possibili sintomi del cancro uretrale nelle donne:

  • minzione difficile o dolorosa;
  • incontinenza urinaria;
  • dolore lombare;
  • dolore doloroso all'addome;
  • linfonodi ingrossati;
  • la presenza di sangue nelle urine.

Segni di possibile cancro uretrale negli uomini:

  • scarico purulento o sanguinante;
  • ulcere, fistole e rash cutanei purulenti;
  • palpazione della compattazione;
  • dolore, specialmente durante l'erezione;
  • difficoltà a urinare;
  • gonfiore del pene e scroto;
  • pigmentazione della pelle;
  • un aumento dei linfonodi inguinali.

Il cancro può essere sotto forma di polipi, ulcerazioni o il tumore reale con segni di morte dei tessuti. Nella fase di sviluppo mastatico, si sviluppano i sintomi somatici generali caratteristici delle malattie oncologiche: grave debolezza, apatia, dolore, febbre di basso grado.

4. Diagnosi e trattamento del cancro uretrale

Diagnosi del cancro uretrale

Con questi sintomi, il paziente di solito va dall'urologo. Il medico gli chiede quali sono i sintomi di disturbo, raccoglie dati anamnestici, apprende la presenza di fattori di rischio. Ispezione e palpazione degli organi genitali esterni, perineo, uretra, linfonodi. Se si sospetta un tumore, un ulteriore piano diagnostico e tattiche di trattamento vengono sviluppati insieme all'oncologo.

L'esame dell'uretra viene eseguito utilizzando un uretroscopio, che consente di esplorare la mucosa, identificare ulcere, tumori, per valutare le dimensioni, la struttura, il tipo di crescita e la localizzazione. Può anche essere indicata biopsia e cistografia.

Quando si conferma la presenza di una neoplasia maligna, la diagnostica ecografica della cavità addominale e degli organi pelvici, così come la radiografia del torace, viene eseguita per prevenire la metastasi ad altri organi.

Trattamento e prognosi del cancro uretrale

I metodi combinati mostrano la massima efficacia nel trattamento del cancro uretrale. Una serie di farmaci e procedure mediche dipende dallo stadio dello sviluppo del tumore, dal tipo, dalla dimensione e dalla posizione.

Anche il trattamento chirurgico è applicabile. Può essere giustificato sia per le donne che per gli uomini. Il suo volume e tipo sono determinati sulla base di dati diagnostici. Il cancro uretrale femminile richiede solo la rimozione dell'uretra. Negli uomini, fino a poco tempo fa era anche necessario rimuovere il pene, la vescica e la ghiandola prostatica. I moderni metodi di resezione transuretrale consentono l'escissione del tumore direttamente sul lato interno delle pareti dell'uretra.

Il trattamento chirurgico è completato da un ciclo di trattamenti di chemioterapia e laser.

La prognosi per i risultati del trattamento è favorevole se il tumore dell'uretra viene rilevato nelle fasi iniziali ed è caratterizzato da bassi tassi di crescita. L'assenza di metastasi dà anche speranza per una cura. Il tasso di sopravvivenza dei pazienti con cancro uretrale entro 5 anni è di circa il 40%.

Cancro dell'uretra negli uomini e nelle donne: sintomi e segni, diagnosi, tutti i tipi di trattamento

Il tumore primitivo dell'uretra è una malattia estremamente rara e rappresenta meno dell'1% dell'incidenza totale dei tumori maligni.

Per questo motivo, ci sono alcune difficoltà nel trattamento del cancro primario dell'uretra. Poiché molti centri urologici sono stati riscontrati solo in casi isolati per diversi anni, le informazioni disponibili sulla malattia sono presenti in studi retrospettivi.

Inoltre, le differenze nell'anatomia dell'uretra di uomini e donne alterano le opzioni di trattamento disponibili e, di conseguenza, la prognosi. La diagnosi stabilita richiede un approccio individuale per ogni paziente.

La diagnosi precoce, come nella maggior parte dei tumori, offre le migliori possibilità di recupero. Dopo la scoperta del carcinoma uretrale invasivo, è indicato un trattamento radicale, sebbene la prognosi in questo caso sia grave.

Il cancro dell'uretra negli uomini e nelle donne ha alcune sfumature anatomiche e istologiche.

In generale, il processo oncologico si sviluppa localmente e solo successivamente si diffonde ai tessuti e agli organi vicini.

Per il cancro uretrale, la metastasi a distanza non è tipica.

Se guardiamo le statistiche, solo il 14% delle donne con neoplasie maligne dell'uretra hanno evidenza della presenza di metastasi a distanza.

Nelle donne, il cancro uretrale si diffonde molto spesso alle grandi labbra, alla vagina e alla cervice; negli uomini, i vasi dei corpi cavernosi e dei tessuti periuretrali e profondi del perineo, il diaframma urogenitale, la prostata, il pene e la pelle dello scroto, dove può provocare lo sviluppo di ascessi e fistole.

epidemiologia

Secondo gli esperti americani, il cancro uretrale si trova nell'1,6% per 1 milione. uomini e lo 0,6% per le donne.

L'incidenza tende ad aumentare con l'età e raggiunge tassi elevati nei pazienti di età pari o superiore a 75 anni.

La rilevabilità nella razza afroamericana è 2 volte superiore.

Secondo i primi studi, il carcinoma a cellule squamose era il sottotipo istologico più comune del cancro uretrale. Secondo i nuovi dati, la maggior parte del 55 - 77,6% del tumore primario dell'uretra può essere la forma uroteliale (altrimenti chiamata carcinoma a cellule transizionali).

Altri sottotipi istologici includono carcinoma a cellule squamose (11,9 - 21,5%), adenocarcinoma (5 - 16,4%) o altri sottotipi istologici (5,5%).

È difficile fornire dati accurati in epidemiologia, poiché è difficile distinguere tra carcinoma uretrale primario e carcinoma uroteliale della vescica.

In letteratura ci sono dati sul melanoma dell'uretra, ma è piuttosto casuistico.

Il cancro uretrale viene diagnosticato 3 volte più spesso negli uomini, può svilupparsi a qualsiasi età, ma più spesso accade nella settima decade di vita.

eziologia

L'eziologia del cancro uretrale non è chiara. Alcuni esperti considerano i fattori seguenti come fattori predisponenti:

  • il fumo;
  • contatto con ammine aromatiche;
  • abuso di alcuni antidolorifici.

Quanto sopra sono anche fattori di rischio per lo sviluppo del carcinoma a cellule transizionali della vescica, ei pazienti con carcinoma della vescica hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro uretrale.

Secondo i risultati della ricerca, i diverticoli, i polipi uretrali e le infezioni croniche, incluse le IST, possono essere considerati come potenziali fattori nello sviluppo del cancro uretrale a causa di effetti irritanti.

Il papillomavirus umano (HPV) è anche associato ad alcuni casi di cancro uretrale. Nel 1992 è importante! Wiener e colleghi hanno confermato la presenza di DNA di papillomavirus umano in 4 (29%) di 14 casi di tumore primitivo dell'uretra.

L'infiammazione cronica, come fattore eziologico del cancro dell'uretra, è altamente controverso, ma uno studio ha mostrato che l'88% degli uomini con tumori maligni dell'uretra aveva stenosi della genesi infiammatoria; un altro studio ha trovato una correlazione solo nel 16% dei casi.

Nelle donne, i fattori predisponenti includono il trauma all'uretra durante il parto, il contatto sessuale e le malattie infettive e infiammatorie delle basse vie urinarie.

fisiopatologia

Il rapido rinnovamento cellulare della mucosa dell'uretra innesca i processi di displasia e neoplasia.

Infiammazioni, infezioni e irritazioni possono impedire i meccanismi naturali di recupero del DNA nelle cellule della mucosa uretrale. Il tumore di solito si trova in profondità e metastatizza agli organi adiacenti.

Poiché il tumore uretrale viene diagnosticato più spesso negli stadi avanzati, la chirurgia radicale e la chemioterapia e il trattamento con radiazioni diventano impossibili.

Segni e sintomi del cancro uretrale

Non ci sono segni e sintomi patognomonici del cancro uretrale. In una fase iniziale, i sintomi sono causati dallo sviluppo di una stenosi uretrale:

  • flusso lento di urina;
  • getto durante la minzione;
  • disturbi disurici (minzione frequente, nicturia, crampi).

Tra i sintomi successivi del cancro uretrale includono:

  • incontinenza urinaria dovuta a tracimazione della vescica dovuta a ostruzione infartuale dovuta a stenosi uretrale;
  • ritenzione urinaria dovuta alla progressione della stenosi uretrale;
  • scarico anormale: purulento, offensivo o acquoso;
  • l'aspetto del sangue nello sperma;
  • dolore nella regione sovrapubica, perineo, nell'uretra;
  • gonfiore;
  • falsa voglia di urinare;
  • priapismo;
  • ematuria macroscopica;
  • disagio durante i rapporti sessuali.

In alcuni casi, sia negli uomini che nelle donne, il tumore dell'uretra può essere completamente asintomatico.

L'intervallo tra l'inizio dei sintomi e la diagnosi può essere di circa 3 anni. Ciò è dovuto a errori nella diagnosi e al rinvio tardivo dei pazienti per un consiglio medico.

Di norma, con questi sintomi, viene stabilita una diagnosi di iperplasia prostatica benigna o infezione del tratto urinario. Ulteriori studi vengono nominati se non vi è alcun effetto dalla terapia o i processi infiammatori diventano ricorrenti in natura. Un'ulteriore difficoltà nella diagnosi viene creata dalla posizione del tumore uretrale in un luogo inaccessibile.

È obbligatorio indagare ulteriormente su un uomo anziano con una stenosi uretrale, segni di ascesso, necrosi o fistole.

Misure diagnostiche

La diagnosi preliminare include quanto segue:

  • esame e palpazione degli organi genitali, compreso il perineo e l'uretra;
  • palpazione della prostata;
  • ricerca di linfonodi regionali ingranditi.

Diagnostica strumentale:

Inoltre, vengono eseguite radiografie dei polmoni, ecografia dei reni, vescica e organi addominali, ecografia transvaginale e scintigrafia delle ossa pelviche.

L'urografia escretoria con cistografia chiarirà ulteriormente la condizione del tratto urinario superiore e inferiore.

Una biopsia viene mostrata nell'imaging diretto se sono presenti i seguenti cambiamenti:

  • vaghezza dei confini;
  • eritema chiazzato o papulare;
  • difetto erosivo;
  • violazione dell'integrità del tessuto.

La linfoadenopatia nel tumore dell'uretra dipende dalla posizione del tumore primario.

La comparsa di linfonodi ingrossati nel cancro uretrale primario presenta una prognosi infausta.

In quali condizioni si può sospettare il cancro uretrale

Un esame clinico e urologico completo è indicato se il paziente / paziente ha la seguente patologia:

  • fistola uretrale (pene uretrale, scrotale uretrale negli uomini e uretrovaginale nelle donne;
  • diverticoli dell'uretra;
  • ascessi periuretrali o aree di necrosi tessutale;
  • infezioni ricorrenti del tratto urinario;
  • linfoadenopatia;
  • neoplasia palpabile lungo l'uretra.

trattamento

La chirurgia diagnostica (biopsia) è indicata per confermare la diagnosi di tumore dell'uretra. La chirurgia più estesa viene eseguita dopo aver valutato le dimensioni della neoplasia, la localizzazione, la prevalenza e le condizioni generali del paziente.

Il tumore nell'uretra viene asportato, seguito da esame istologico.

La resezione transuretrale è anche utile in termini di informazioni diagnostiche. Le lesioni non invasive sono adatte per TUR. A volte, con il cancro uretrale ricorrente, vengono eseguite alcune resezioni transuretrali.

Le lesioni invasive richiedono un intervento chirurgico più avanzato.

L'intervento chirurgico è anche usato come misura palliativa.

Controindicazioni per il trattamento del cancro uretrale

Non ci sono controindicazioni assolute per il cancro uretrale.

La tattica dipende dallo stadio clinico della malattia al momento della diagnosi. Data la natura estremamente aggressiva del tumore dell'uretra, si raccomanda la chirurgia radicale per aumentare la sopravvivenza a 5 anni.

Se esiste una grave patologia concomitante che costituisce un ostacolo all'anestesia e al trattamento chirurgico, è possibile utilizzare la chemioterapia e la radioterapia come misura palliativa. Va notato che questi metodi hanno le loro complicazioni. La radioterapia può portare all'ischemia locale, e in seguito allo sviluppo di necrosi, ascesso e fistola uretrale e la chemioterapia in un paziente indebolito può peggiorare la condizione.

Radioterapia per il cancro dell'uretra

La radioterapia per il cancro dell'uretra è utilizzata nelle seguenti qualità:

  • come terapia primaria;
  • come misura palliativa,
  • in combinazione con chemioterapia e / o chirurgia,
  • come trattamento adiuvante per la recidiva locale dopo l'intervento chirurgico.

La radioterapia come metodo primario di trattamento è stata proposta come l'equivalente della chirurgia nelle prime fasi di un tumore uretrale.

Scienziati americani (Kuntz et al.) Hanno dimostrato che la radioterapia è il metodo ottimale di trattamento nelle prime fasi di un tumore che colpisce solo l'uretra distale.

Pertanto, i tumori distali nello stadio T2 e meno possono essere controllati mediante radioterapia in monoterapia o in combinazione con l'escissione chirurgica.

Per i tumori uretrali prossimali, la radioterapia non è applicabile come unico trattamento.

La radio e la chemioterapia sono utilizzate con moderato successo come terapia adiuvante indipendentemente dal sesso.

chemioterapia

Si ritiene che la chemioterapia possa essere utile da sola o in combinazione con la radioterapia per forme localmente avanzate della malattia.

Metotrexato, Vinblastina, Doxirubicina e Cistplastin sono usati.

Lo schema ha mostrato efficacia nel carcinoma della vescica delle cellule di transizione ed è usato nel carcinoma uroteliale metastatico.

La terapia combinata è la base del trattamento per aumentare l'aspettativa di vita senza segni di malattia. Sebbene i pazienti con stadi precoci dimostrino una buona sopravvivenza dopo aver usato solo la radioterapia, ci sono studi che dimostrano che i pazienti con una fase più elevata del cancro uretrale hanno una migliore qualità di vita e longevità mentre usano trattamenti complessi sotto forma di chemioterapia con radioterapia o chemioterapia neoadiuvante con radioterapia prima dell'intervento.

Trattamento chirurgico del cancro uretrale

Nel cancro dell'uretra, vengono utilizzate le principali operazioni:

  • resezione locale;
  • penectomia parziale;
  • penektomiya totale;
  • rimozione dell'uretra con il tumore, la parete anteriore della vagina, gli organi genitali esterni, il collo della vescica con epicystostomy;
  • rimozione chirurgica come una singola unità di tutti gli organi interessati con una decisione sul problema dell'urina.

Il trattamento endoscopico (resezione elettrica transuretrale o terapia laser transuretrale) viene utilizzato con tumori uretrali localizzati nelle fasi iniziali (stadio clinico inferiore a T2) in uomini e donne.

Gli svantaggi di TOUR nel cancro dell'uretra comprendono il rischio di recidiva e la probabilità di stenosi uretrale.

Tra gli aspetti positivi degli interventi transuretrali endoscopici figurano un basso tasso di infortuni, un periodo di recupero veloce.

Chirurgia aperta in uomini e donne

La resezione segmentale con ricostruzione è un'altra alternativa per il carcinoma uretrale localizzato negli uomini, ma è considerata ingiustificata nelle donne (con l'eccezione della posizione distale del tumore).

Sotto la ricostruzione si fa riferimento alla creazione di condizioni per lo spreco di urina. Una delle opzioni per la derivazione di urina dopo l'intervento chirurgico per il cancro dell'uretra è l'ipospadia.

Se la resezione dell'uretra è troppo estesa, in alcuni casi viene eseguita l'ureterostomia perineale.

Penectomia parziale comporta l'escissione del tumore con una deviazione di 2 cm dai bordi del tumore. Questo metodo di trattamento è utilizzato solo per la localizzazione distale del tumore.

Penectomia completa o radicale comporta la rimozione del pene e la sua radice, l'uretra. Queste operazioni vengono utilizzate per lesioni che non sono suscettibili di peniectomia parziale, vale a dire cancro infiltrativo nell'uretra prossimale.

Resezione come una singola unità negli uomini

Questa operazione viene eseguita per i pazienti con stadio di malattia T2NXM0 o superiore, con tumori nella parte bulbare-membranosa o prostatica dell'uretra. Questo intervento offre le migliori opportunità per il controllo a lungo termine della malattia.

L'operazione include la linfoadenectomia pelvica, la penectomia, la vescicectomia prostatica con cistectomia, la deviazione delle urine e l'escissione dei tessuti circostanti. Parti dello scroto e del perineo, della pelle e dei tessuti molli possono richiedere un'asportazione se queste strutture sono coinvolte in un processo volumetrico.

Quando un tumore è localizzato nell'area dell'apertura esterna dell'uretra in una donna, è giustificata una resezione circolare del neoplasma all'interno del tessuto sano.

Resezione di una singola unità nelle donne

Nelle fasi comuni, oltre a rimuovere il tumore dall'uretra e dalla vescica, dalla parete anteriore della vagina, escono i genitali esterni, seguiti dall'uretereutanostomia (innesto uretero) o l'urina viene deviata verso l'intestino.

Linfadenectomia inguinale in uomini e donne con tumore dell'uretra viene eseguita durante un processo di cancro comune.

Secondo le statistiche, solo il 40% dei pazienti sperimenta la pietra miliare di 5 anni.

Mishina Victoria, urologa, revisore medico

1,040 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi