Colica renale

Cistite

La colica renale è una sindrome di dolore che si verifica quando il tratto urinario superiore viene bloccato con un calcolo (pietra), sangue o coagulo purulento, respinto da tessuti necrotici o tumorali.

Informazioni generali

Nell'infanzia e nell'adolescenza, questa colica renale è relativamente rara, come negli anziani. Il fenomeno più comune nei pazienti di 30-50 anni. I sintomi della colica renale richiedono un trattamento, perché comportare un fallimento delle principali funzioni del rene. Il dolore con colica renale è uno dei più intensi, confinante con lo shock doloroso e talvolta richiede analgesici narcotici.

motivi

La causa principale della colica renale è il blocco dell'uretere nell'ICD (urolitiasi) con una pietra. Tra gli altri fattori sono chiamati:

  • la chiusura del lume dell'uretere coagulare epiteliali, cellule batteriche e leucociti (durante il processo infiammatorio);
  • idronefrosi;
  • malattia renale neoplastica;
  • tubercolosi renale;
  • malattie ginecologiche (annessite, mioma); l'uretere viene compresso all'esterno mediante l'espansione delle aderenze;
  • surriscaldamento generale del corpo;
  • violazione del regime idrico o di una dieta rigida;
  • attività fisica significativa;
  • un mochetochnik si piega a una colica renale;
  • farmaci ormonali o antistaminici.

classificazione

Distinguere unilaterale (destra e sinistra) e bilaterale.

I sintomi della colica renale

Il sintomo principale della colica renale è l'intenso dolore pulsante, spesso unilaterale, nella regione lombare. Può essere riflesso nell'iliaco e nell'inguine. Dà anche al pube, l'interno coscia, i genitali esterni. Non dipende dalla posizione (seduto, sdraiato, in piedi). Il paziente, cercando di alleviare la sua condizione, cambia spesso posizione, tenendo la mano sulla regione lombare, geme. L'ansia è osservata. L'attacco di dolore può durare da alcuni minuti a giorni.

Oltre al dolore, ci sono:

  • Ematuria, cioè la presenza di sangue nelle urine; può essere visibile ad occhio nudo o rilevato mediante esame di laboratorio;
  • Nausea e vomito (di solito una volta), brividi, debolezza e tremore delle estremità. Questi sintomi indicano intossicazione causata da disturbi del deflusso di urina;
  • Aumento della minzione per urinare, spesso doloroso;
  • Paresi dell'intestino, cioè violazione della sua peristalsi: gonfiore, ritenzione di gas, disturbi delle feci;
  • Bradicardia, cioè diminuzione della frequenza cardiaca, aumento della pressione sanguigna.

diagnostica

Gli esami dovrebbero essere condotti il ​​più rapidamente possibile per eliminare la probabilità di altre patologie acute. Il quadro clinico della colica renale è spesso simile ad appendicite acuta, aborto tubarico (in gravidanza ectopica), apoplessia (rottura dei vasi sanguigni) dell'ovaio.

Prima di tutto, il medico esaminerà e interroga il paziente. Quindi potresti aver bisogno di:

  • Ultrasuoni dei reni;
  • analisi delle urine;
  • urografia escretoria (esame radiografico dopo l'iniezione di un mezzo di contrasto nel sangue);
  • esame ginecologico (per le donne) e transrettale (per gli uomini).

Ulteriori misure diagnostiche includono cistoscopia, ureteropyelography retrograda o urografia dell'infusione, così come la laparoscopia.

trattamento

Sollievo dal dolore Il trattamento di emergenza ha lo scopo di alleviare il dolore. Spesso, anche prima di andare dal medico, il paziente assume analgesici e antispastici. Da un lato, questo può alleviare un po 'la sua condizione, d'altra parte, può complicare la diagnosi e il calcolo della dose di anestesia, se necessario.

Il trattamento della colica renale include anche il ripristino della pervietà del tratto urinario. Il 98% delle pietre fino a 5 mm di dimensioni è in grado di lasciare l'uretere da solo. Se ciò non si verifica, sarà necessaria la litotripsia a distanza (frammentazione della pietra) o la chirurgia.

È anche necessario aiutare il rene a sbarazzarsi delle urine accumulate. Per fare ciò, eseguire la cateterizzazione della vescica, dell'uretere o della nefrostomia percutanea.

Dopo la rimozione dell'attacco, con la colica da combattimento, gli sforzi dei medici dovrebbero essere diretti al trattamento delle malattie e alla prevenzione di casi ripetuti.

prevenzione

La migliore prevenzione dell'insorgenza della colica renale è un trattamento complesso delle malattie che lo causano, prima di tutto, l'ICD. Ulteriori misure includono:

  • Modalità di bere bilanciata. La mancanza di liquidi nel corpo porta ad un carico eccessivo sui reni, un'eccessiva concentrazione di urina e sedimenti (ad es. Sabbia o pietre). Ma se bevi molto, aumenta il carico sui reni, che influisce anche negativamente sulla loro funzionalità.
  • Dieta. Rifiuto dall'uso di cibi grassi e piccanti, alcool, caffè, cacao, cioccolato. Restrizione di alimenti proteici. L'attenzione è rivolta agli alimenti contenenti carboidrati.
  • Limitare l'assunzione di sale.
  • Evitare il surriscaldamento.
  • Prevenzione e trattamento tempestivo delle malattie infettive che causano complicanze renali.

prospettiva

Dopo la colica renale, le condizioni del paziente sono, molto spesso, soddisfacenti. Sebbene il dolore sordo possa persistere per qualche tempo.

A volte si può osservare un danno all'uretere, alla sua infezione e alla stenosi (restringimento) dopo la guarigione.

Poiché la colica renale non è una malattia indipendente, la prognosi è in gran parte associata alle malattie che l'hanno causata. Il trattamento tempestivo e completo di ICD, pielonefrite, ecc., Ti consentirà di evitare le ricadute.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Cistite (dal greco κύστις, che tradotto come "bolla") - è un'infiammazione della mucosa della vescica. In urologia, questo termine è accettato.

Colica renale - forme, cause, sintomi e trattamento

Il dolore acuto di natura spontanea nella zona dei reni in medicina è classificato come colica renale. Tale attacco è una conseguenza di una violazione del deflusso di urina o una violazione acuta della circolazione del sangue nei reni. Il più delle volte, la colica renale viene diagnosticata sullo sfondo della urolitiasi.

Forme di colica renale

I reni sono un organo associato, quindi, ci sono tre forme di colica renale:

  1. Lato sinistro - tutti i sintomi saranno intensamente espressi sul lato sinistro, ma potrebbe esserci un'irradiazione nella regione lombare destra.
  2. Lato destro - la gravità dei sintomi è indicata sul lato destro, è consentita la radiazione alla regione lombare sinistra.
  3. Doppia faccia - tutti i sintomi sono pronunciati, il paziente non può indicare chiaramente la localizzazione dell'attacco doloroso.

Indipendentemente dalla forma della colica renale, i sintomi, le cause e le cure mediche saranno identiche.

Cause della colica renale

La sindrome considerata non può apparire da sola - è solo una conseguenza di qualsiasi processo patologico nel corpo. I medici identificano diverse malattie che possono scatenare lo sviluppo della colica renale:

  • tumori renali progressivi;
  • danno renale;
  • calcoli renali o ureteri - urolitiasi;
  • neoplasie maligne / benigne di organi strettamente localizzati - retto, utero, ghiandola prostatica, ma solo se c'è una diffusione agli ureteri;
  • restringimento del lume dell'uretra - stenosi dell'uretra;
  • prolasso renale - nefroptoz;
  • tumori della vescica benigni / maligni;
  • tubercolosi renale;
  • restringimento del lume dell'uretere - stenosi dell'uretere.

I sintomi della colica renale

L'unico sintomo che viene sempre pronunciato brillantemente e sorge spontaneamente, con colica renale, il dolore acuto è così intenso che anche gli uomini forti perdono conoscenza. Ma oltre a questa sindrome, la seguente malattia è tipica per:

  • Irradiazione del dolore all'inguine, al perineo o al lato dal lato opposto del rene malato;
  • nausea e vomito - il secondo è estremamente raro;
  • c'è sangue nelle urine;
  • feci instabili - il paziente può avere diarrea o costipazione;
  • mancanza di escrezione di urina - questo accade solo con colica renale in un rene singolo (il secondo, per esempio, è stato rimosso) o con colica bilaterale;
  • la minzione frequente è possibile solo se c'è un'ostruzione del flusso di urina nell'uretere (nella sua parte inferiore).

Diagnosi della colica renale

Nonostante i gravi sintomi della malattia in questione, ai primi segni sopra, si dovrebbe cercare immediatamente un aiuto medico. E il dottore non farà una diagnosi solo dalle parole del paziente - prescriverà un esame completo. Come parte delle attività diagnostiche vengono svolte:

  1. Indagine paziente. I seguenti punti sono chiariti:
  • se c'è una storia di malattie infiammatorie / infettive dei reni e / o delle vie urinarie;
  • ci sono stati feriti precedenti dei reni;
  • C'è una storia di urolitiasi?
  • per quanto tempo il dolore acuto è apparso nella posizione anatomica dei reni (o uno di essi);
  • se la chirurgia renale è stata rinviata nel recente passato.
  1. Esame del paziente. Un urologo esegue la palpazione dell'addome - è possibile identificare i punti ureterali dolorosi: una proiezione della posizione anatomica degli ureteri sulla parete anteriore dell'addome. Inoltre, si consiglia di eseguire una serie di leggeri picchietti nella zona della posizione anatomica dei reni dalla parte posteriore - questo può provocare un aumento del dolore.
  2. Test di laboratorio. Questa procedura richiede necessariamente il sangue - rivelerà un aumento dei livelli di creatinina e leucociti (questo sarà un segno dello sviluppo di un processo infiammatorio acuto), così come un alto contenuto di urea, una sostanza tossica che durante la normale funzione renale viene escreta dal corpo. Nello studio degli esperti di urina identificare la presenza di globuli rossi - globuli rossi.
  3. Studi strumentali. Ciò implica le seguenti procedure:
  • ultrasuoni: uno specialista identifica la presenza di calcoli renali o ureteri, alterazioni patologiche nella struttura dei tessuti dell'organo;
  • urografia escretoria - le immagini radiografiche sono ottenute usando un mezzo di contrasto, in cui si vedrà il restringimento dell'uretere o la presenza di una pietra;
  • tomografia computerizzata dei reni, della vescica e degli ureteri - la struttura tissutale di tutti questi organi è studiata a strati.

Solo dopo aver ricevuto tutti i risultati di un esame così completo, il medico può prescrivere un trattamento per la malattia in questione.

Trattamento colica renale

La condizione in esame è il risultato della progressione di una malattia, quindi, prima di tutto, è necessario condurre un trattamento completo della patologia sottostante. Ma la colica renale non darà al paziente l'opportunità di attendere con calma i risultati della terapia farmacologica - il dolore acuto lo costringe ad agire in caso di emergenza.

I medici per ridurre l'intensità del dolore nella colica renale consigliano:

  1. Fai un bagno caldo o applica una piastra riscaldante sulla parte bassa della schiena - questo aiuterà a rilassare i muscoli, a ridurre la sensazione acuta.

Nota: in nessun caso si dovrebbero usare procedure di riscaldamento se la temperatura corporea è elevata o se i tumori benigni / maligni sono stati diagnosticati in precedenza.

  1. Prendere antidolorifici e / o farmaci antinfiammatori, ma solo se precedentemente prescritti dal medico curante.
  2. Assumi l'azione antispasmodica dei farmaci: aiuteranno ad alleviare lo spasmo nell'uretere, a rilassare i muscoli. Ma ancora una volta - questa raccomandazione è rilevante solo se in precedenza il paziente è stato prescritto tali fondi dal medico curante.
  3. Bere molto liquido - può essere acqua normale (bollita e calda), decotto di rosa canina, composta di frutta secca, ma è severamente vietato usare acqua minerale e bevande gassate dolci.

Hai bisogno di urinare in un contenitore o una garza speciale - questo aiuterà a rilevare immediatamente la pietra che è uscita dai reni / uretere.

Nota: se le azioni di cui sopra non apportano sollievo, una grande quantità di sangue è comparsa nelle urine, è aumentata la sensazione di nausea, il vomito si è aperto - questo significa che è necessario cercare immediatamente un aiuto medico.

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico in questo stato è consigliabile da eseguire solo in casi specifici. Questi includono:

  • idronefrosi;
  • urolitiasi con complicazioni;
  • nessun effetto entro 1-3 giorni dopo l'assunzione di farmaci;
  • pietra più di 1 cm di diametro, che non è uscito da solo entro 3 giorni dopo l'inizio della colica.

Poiché il più delle volte la colica renale si verifica sullo sfondo della urolitiasi, il compito del chirurgo è quello di rimuovere la pietra dalla chirurgia.

Trattamento di rimedi popolari colica renale

Se la colica renale non si verifica per la prima volta, il paziente sa già cosa fare e come alleviare la condizione. Oltre a farmaci specifici, è possibile rimuovere un attacco doloroso forte e metodi popolari. I trattamenti efficaci alle coliche renali includono:

  1. equiseto. È schiacciato, versato acqua bollente nella proporzione di 2 cucchiai di equiseto per 500 ml di acqua, insistere per 30 minuti in un luogo caldo. Quindi il brodo viene versato in un bagno caldo - la procedura dura 20 minuti. Questo brodo può essere consumato anche nella tazza 3 volte al giorno.

Nota: dovresti iniziare a prendere il decotto di equiseto in campo subito dopo il primo attacco di colica renale, e anche dopo l'arresto dell'attacco, una pietra uscirà dal rene o dall'uretere, non dovresti smettere di usare questo medicinale - bere per 2 giorni nei dosaggi consigliati.

  1. Ravanello e miele È necessario ottenere il succo di rafano - per fare questo, grattugiare il vegetale su una grattugia (o tritare in un frullatore) e spremere in una garza. Quindi il succo e il miele vengono mescolati in rapporto 1: 1 e prendono un cucchiaio ogni 60 minuti.
  2. Raccolta di erba. È necessario prendere 1 cucchiaio di camomilla essiccata, salvia e centauro, mescolare e versare 300 ml di acqua bollente. Farmaco infuso per 1 ora in un luogo caldo, preso 1 cucchiaino da tè ogni 90-120 minuti.

Nota: La stessa collezione di erbe è raccomandata per il trattamento di molte malattie dei reni e del sistema urinario. Se lo prendi regolarmente, allora un corso non dovrebbe superare le 3 settimane, quindi assicurati di fare una pausa di 10 giorni. E in questa pausa, in nessun caso si può usare il rimedio indicato anche per alleviare un attacco di colica renale.

Prevenzione della colica renale

Al fine di prevenire lo sviluppo dello stato in questione, gli esperti raccomandano:

  • consumare abbastanza vitamine A e D;
  • reintegrare regolarmente il calcio nel corpo - questo viene fatto con l'aiuto di speciali complessi vitaminici e minerali;
  • è necessario consumare almeno 2 litri di acqua al giorno - questa è acqua pura, non tenendo conto di succhi, composte e primi piatti;
  • le malattie diagnosticate dei reni e del sistema urinario devono essere trattate;
  • non escludere l'esercizio

È necessario evitare:

  • ipotermia;
  • stile di vita inattivo;
  • uso di bevande alcoliche;
  • infezioni urologiche;
  • eventuali malattie virali;
  • lesione lombare nella posizione anatomica dei reni;
  • correnti d'aria.

Se al paziente è stata precedentemente diagnosticata la urolitiasi, allora deve seguire scrupolosamente le prescrizioni / i consigli dei medici, ad esempio seguire una dieta rigorosa.

La colica renale è una sindrome abbastanza grave che comporta la ricezione di cure mediche. Di solito, quando una tale sindrome si manifesta per la prima volta, i pazienti volontariamente "corrono" letteralmente ai medici. Ma se la colica renale è diventata quasi un luogo comune, non correre all'ospedale. Naturalmente, è possibile alleviare il disturbo a casa, ma se si osservano sintomi insoliti (molto sangue nelle urine, dolore troppo acuto fino alla perdita di coscienza a breve termine, inefficacia degli antidolorifici), questo dovrebbe essere un motivo per chiedere aiuto agli specialisti.

Yana Alexandrovna Tsygankova, revisore medico, medico generico della più alta categoria di qualificazione.

4,323 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

Colica renale

Colica renale è un attacco di dolore acuto che si verifica quando una violazione acuta della pervietà delle vie urinarie (pelvi, uretere).

Colica renale si verifica nei disturbi acuti di deflusso delle urine, che possono verificarsi a causa di ostruzione delle vie urinarie superiori. L'ostruzione può essere causata da un calcolo, un conglomerato di sali urinari, coaguli di muco, sangue, pus, tessuti necrotici rifiutati, masse caseose, così come la flessione dell'uretere, lo spasmo dell'uretere e la pelvi renale.

Colica renale si verifica con alterata circolazione del sangue nel rene, uretere, disturbi funzionali delle alte vie urinarie, durante il trattamento con farmaci glucocorticoidi, con reazioni allergiche e altre malattie.

Le cause più comuni sono:

• Tumori di organi vicini (retto, utero, ghiandola prostatica) quando sono distribuiti agli ureteri;

• Tumore alla vescica (violazione del deflusso delle urine a livello della vescica);

• Nefroptosi (prolasso renale);

• Anomalie dello sviluppo del tratto urinario;

• un episodio di urolitiasi in passato (la probabilità di un episodio ricorrente è del 60%);

• aumento dell'attività fisica;

• lavoro associato a surriscaldamento prolungato;

• presenza di malattie che predispongono allo sviluppo di calcoli (acidosi renale tubulare, rene policistico, iperparatiroidismo, sarcoidosi);

• aumento della perdita di liquidi (malassorbimento, ileostomia);

• assunzione di farmaci scarsamente solubili.

I sintomi della colica renale

L'attacco della colica renale di solito si verifica all'improvviso. Caratterizzato da forte dolore al taglio nella parte bassa della schiena. La sindrome del dolore può durare a lungo (fino a 10-12 ore). Il dolore può essere dato all'addome inferiore, ai genitali, ai fianchi, all'inguine. La voglia di urinare diventa più frequente, la minzione è difficile. Spesso, la colica renale è accompagnata da vomito, feci molli e flatulenza.

I sintomi della colica renale si verificano spesso con movimenti attivi: corsa, camminata veloce, guida in moto, auto, sport.

Il dolore diventa rapidamente insopportabile, il paziente non riesce a trovare un posto per se stesso, geme rumorosamente.

Quando si urina dopo un attacco, parti di pietre (pietre), sale e sangue possono essere rilasciati.

• Emocromo completo: segni di infiammazione;

• Esame del sangue biochimico: aumento della concentrazione di creatinina, urea;

• Ecografia (ecografia) dei reni: individuazione di cambiamenti strutturali nei reni, calcoli;

• Radiografia topografica dei reni;

• Ureteropyelography retrograda (per determinare il livello di ostruzione).

• TAC (tomografia computerizzata) dei reni, della vescica, degli ureteri: consente di studiare questi organi a strati, per rilevare la causa della colica renale.

Si distinguono le seguenti forme di colica renale:

Se si verifica una colica renale, è necessario consultare immediatamente un medico.

Con lo sviluppo di coliche a causa di urolitiasi, si raccomanda di urinare attraverso una garza o in un contenitore per notare l'uscita della pietra.

Seguire la dieta numero 10 o numero 6 (con urolitiasi urato). Alleviare il dolore aiuterà

procedure termali: bagno caldo (temperatura 40-50 ° С), bottiglia di acqua calda sulla regione lombare.

Dovrebbe prontamente svuotare la vescica, seguire attentamente le regole di igiene personale.

Trattamento colica renale

Il trattamento principale è l'eliminazione della causa della colica renale, la terapia della malattia che ha portato alla colica (tumore, urolitiasi, ecc.).

Per eliminare il dolore, utilizzare il calore locale (bottiglia di acqua calda, bagno caldo), ma solo in assenza di alta temperatura corporea, il sospetto della presenza di tumori. Usare antidolorifici - farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, nimesulide, diclofenac, ecc.), Antispastici (drotaverina, papaverina). Mostra un consumo abbondante.

In alcuni casi, è necessario un trattamento chirurgico.

• pielonefrite acuta ostruttiva;

• formazione di stenosi ureterale.

Prevenzione della colica renale

Si consiglia di bere molti liquidi (2,5 litri di liquidi al giorno) per mantenere l'urina in uno stato diluito; dieta equilibrata; assunzione di sale limitante; utilizzo di succo urologico a base di erbe, cowberry e mirtillo.

Trattamento domiciliare

Cosa fare con la colica renale?

I sintomi della colica renale

  • forte dolore addominale lungo l'uretere a destra o sinistra;
  • aumento del dolore nella zona lombare e laterale, nell'area del rene interessato;
  • frequenti solleciti in bagno;
  • escrezione di urina in piccole porzioni;
  • incapacità di urinare;
  • a volte nausea, vomito, flatulenza;
  • tremore febbrile delle membra;
  • crescenti segni di intossicazione.

Cosa fare con la colica renale?

Come trattare la colica renale?

Il primo stadio di trattamento per la colica renale è il sollievo dal dolore. Con la colica renale, il dolore deve essere immediatamente interrotto.

La sindrome da sollievo dal dolore si ottiene con l'uso di varie combinazioni dei seguenti farmaci:

Il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente quando si verifica il dolore. Va ricordato che il diclofenac riduce il livello di filtrazione glomerulare in pazienti con insufficienza renale, nei pazienti con funzionalità renale normale questo non si verifica.

Raccomandazioni per la colica renale

Quando si sceglie un farmaco di prima scelta, si dovrebbe, per quanto possibile, dare la preferenza ai FANS.

La prima linea di terapia: la terapia dovrebbe iniziare con la nomina di FANS come diclofenac sodico, indometacina, ibuprofene.

Se l'anestesia non può essere raggiunta con i farmaci e non vi è alcun effetto dalla terapia conservativa eseguita, è necessario ricorrere a metodi chirurgici di drenaggio delle alte vie urinarie o disintegrazione di pietra.

Per le pietre ureterali con sintomi di colica renale, la rimozione urgente della pietra è accettabile come terapia di prima linea.

Può un calcolo renale uscire da solo?

Si stima che il 95% delle pietre fino a 4 mm di dimensioni escano da sole entro 40 giorni. Tuttavia, attualmente in letteratura non ci sono dati precisi e convincenti sulla probabilità di autoscaricamento delle pietre, a seconda delle loro dimensioni.

In particolare, la probabilità di scarica di pietre ureterali di taglia 5 (n = 104)

Colica renale

Come può una persona essere aiutata se ha avuto un attacco di colica renale, e non trova un posto per se stesso dal dolore, facendolo a pezzi? La colica renale non viene curata a casa, ma è necessario sapere cosa fare per alleviare significativamente la condizione del paziente e cercare di alleviare gli spasmi acuti del dolore che lo tormenta. La colica nei reni può essere causata da una varietà di ragioni e le misure di primo soccorso dovrebbero essere note agli amici e ai parenti di una persona affetta da patologie patologiche del sistema genito-urinario, in modo da non soffrire di shock doloroso nella fase acuta della colica.

Cos'è la colica renale?

Il dolore acuto risultante nella regione lombare, una compromissione acuta della funzionalità renale, si chiama colica. L'attacco inizia improvvisamente, in qualsiasi momento del giorno o della notte. La colica si sviluppa quando il calice del rene trabocca a seguito di un flusso ritardato di urina. Lo stiramento del rene e un aumento della pressione contribuiscono all'emergere di una sindrome del dolore forte, che è una conseguenza della patologia che ne deriva. Un tale attacco può durare da alcuni minuti a una settimana, trasformando la vita di una persona in tormento in assenza di misure terapeutiche.

I sintomi della colica renale

La sindrome da disfunzione renale può essere accompagnata dai seguenti sintomi:

  • dolore acuto nella colonna lombare su uno o entrambi i lati;
  • la presenza di sangue, sospensione di sabbia nelle urine;
  • minzione frequente, dolore durante lo svuotamento della vescica;
  • la diffusione di lesioni dolorose sulle parti inferiori del corpo - le zone inguinali, la superficie interna delle cosce;
  • mancanza di minzione;
  • distensione addominale;
  • nausea, vomito, debolezza;
  • diarrea, o viceversa, costipazione;
  • comportamento irrequieto.

Assunzione di sangue compromessa per il rene, la perdita delle sue funzioni porta ad acuti e acuti attacchi di dolore, la cui localizzazione può manifestarsi in diversi punti - nella parte bassa della schiena con il lato destro o sinistro. Il dolore si irradia (si estende) nella zona inguinale, nel basso addome, nei genitali esterni, nelle cosce interne. Ci sono sindrome del dolore renale lato sinistro e lato destro. Se riesci a rimuovere l'attacco, l'intensità del dolore diminuisce, tuttavia persistono sensazioni dolorose deboli.

Nei bambini

Nei bambini che non possono ancora parlare, la colica può essere riconosciuta da una maggiore ansia, pianto lacrimoso e una pancia gonfia. L'attacco può durare 5-15 minuti, compare qualche bambino che vomita. Se il bambino è in grado di parlare, allora quando si interroga sul luogo di localizzazione del dolore, sono indicate le regioni ombelicali, lombari e inguinali. Dal momento che il dolore cramping può indicare gravi patologie che sono piene di gravi complicanze, il bambino deve essere immediatamente mostrato al medico.

motivi

La colica può verificarsi nelle seguenti patologie:

  • l'accumulo di calcoli renali e il blocco del tratto urinario da parte loro;
  • agli eccessi e al restringimento dell'uretra, all'uretere (osservato negli uomini);
  • nelle donne incinte, il feto può causare il pizzicamento del rene;
  • prolasso renale (nefroptoz);
  • pielonefrite acuta e altre malattie renali;
  • tumori degli organi interni;
  • colite;
  • struttura anormale del sistema urinario;
  • allergie sullo sfondo dell'assunzione di vari farmaci;
  • danno tubercolare ai reni.

diagnostica

Al fine di identificare la patologia che ha causato la sindrome acuta del dolore, il medico dovrebbe fare una storia della malattia, fare una diagnosi differenziale, chiedere al paziente la natura del dolore, il momento della sua comparsa, localizzazione, sintomi associati (se c'era sangue nelle urine, problemi con la minzione). Inoltre, un nefrologo può chiedere informazioni sulle malattie che sono state vissute durante la vita, che sono state accompagnate da interruzione del sistema urogenitale, presenza di pielonefrite, quanto liquido il paziente beve e se ha una dipendenza da piatti salati.

Dopo aver compilato la storia della malattia, il medico procede a metodi diagnostici pratici:

  • Viene eseguito un esame visivo primario del paziente, viene eseguita un'attenta palpazione dell'area dolorosa.
  • Il sangue e l'urina vengono prelevati per l'analisi. Un aumento del numero di leucociti nel sangue e nelle urine, la presenza di creatinina nelle urine e globuli rossi può indicare un processo infiammatorio acuto.
  • Viene eseguito uno studio ecografico dei reni per identificare la posizione, la struttura, la localizzazione del calcolo in questi organi.
  • L'esame di ureografia è in corso.
  • A volte fanno la tomografia computerizzata degli organi urinari per identificare la causa della colica.

trattamento

Per alleviare le coliche con disfunzione renale, è necessario sapere quale patologia ha causato questa sindrome ed eliminarla. La semi-svenimento del paziente, la nausea, il vomito richiedono il ricovero immediato e il ripristino della capacità renale in un ospedale. Se non ci sono prove di appendicite, colica biliare, allora i medici prendono misure per alleviare il dolore ed eliminare la causa della malattia.

Al paziente possono essere prescritti farmaci, urina alcalinizzante e pietre sciolte, una dieta speciale. Dovrai bere complessi multivitaminici, diuretici, che eliminano la probabilità di calcoli renali. Se la causa della colica era la tubercolosi dei reni, allora vengono prescritte medicine speciali per liberarsi della patologia. L'intervento chirurgico invasivo è indicato in assenza dell'effetto del trattamento farmacologico.

Colica renale: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

La colica renale è un complesso di sintomi che si verificano quando la rimozione di urina dai reni è difficile o impossibile. Di conseguenza, la pelvi renale è piena di urina, le sue pareti sono stirate sotto pressione, i muscoli lisci degli ureteri si contraggono convulsamente, provocando spasmi, i tessuti si gonfiano, i vasi sanguigni che alimentano il contratto renale e il rene soffre di mancanza di ossigeno, il che aggrava la situazione. Una persona avverte dolore acuto. Si ritiene che il dolore nella colica renale sia uno dei più gravi che una persona sia in grado di sperimentare e che superi anche il parto in intensità di esposizione.

Come si sviluppa la colica renale

Fase acuta. Colica renale si verifica all'improvviso. Se il paziente è addormentato in questo momento, si sveglia con dolore. Se sveglio, il paziente può di solito dire l'ora esatta dell'inizio della colica renale. L'insorgenza di colica renale non dipende dall'attività fisica, ma una grande quantità di liquido bevuto il giorno prima, l'assunzione di diuretici, lo stress sperimentato da una persona, una strada che sobbalza o un cibo abbondante possono contribuire al suo aspetto.

Il dolore è costante, può aumentare con il tempo. A poco a poco, l'intensità del dolore aumenta fino all'apogeo in poche ore dall'insorgenza della colica renale. Il livello di dolore dipende dalla sensibilità individuale della persona, così come il tasso di aumento della pressione del fluido nella pelvi renale e nell'uretere. Se la frequenza delle contrazioni ureterali aumenta e l'ostacolo che causa la ritenzione urinaria si muoverà, il dolore può aumentare o ripresentarsi.

Fase costante Quando il dolore raggiunge il suo limite, rimane a quel livello per molto tempo. Di solito questa fase, che è molto dolorosa per il paziente, dura da una a quattro ore, ma in alcuni casi (per fortuna, abbastanza rari) può durare fino a dodici. Di regola, è durante la fase costante che i pazienti vanno dal medico o vanno all'ospedale.

Fase di attenuazione Durante questo periodo, il dolore diminuisce fino a fermarsi del tutto e la persona finalmente si sente meglio. Il dolore può cessare in qualsiasi momento dopo l'insorgenza della colica renale.

I sintomi della colica renale

Come distinguere la colica renale dal dolore causato da altre malattie? Il segno più importante della colica renale è la natura del dolore. Il dolore con colica renale avviene sempre improvvisamente, bruscamente. Primo, una persona avverte un attacco di dolore nel lato, nella parte bassa della schiena o vicino alle costole inferiori della colonna vertebrale. A poco a poco, il dolore aumenta, la sua localizzazione cambia: dal luogo iniziale della ricorrenza scende ai genitali, può interessare il retto e la parte superiore delle gambe. Spesso più basso è il dolore, più forte è. I pazienti spesso affermano di provare dolore costante con attacchi acuti e forti. Una persona non è in grado di trovare una posizione in cui non proverebbe dolore ed è costretta a camminare avanti e indietro anche nell'ambulatorio del medico. Un dolore con colica renale è di lunga durata, un attacco può durare da tre a diciotto ore.

A seconda della malattia che ha causato la colica renale, i sintomi che lo accompagnano possono variare. Di norma, i pazienti hanno una frequente voglia di urinare, con urine minime o assenti, si avvertono dolori lancinanti nella vescica e uretra. La bocca del paziente si asciuga, si sente male, vomita, ma né la nausea né il vomito portano sollievo. La pressione aumenta, la frequenza delle contrazioni del cuore aumenta. Come risultato dell'accumulo di gas nell'intestino, lo stomaco si gonfia, il paziente sperimenta l'impulso di defecare. La temperatura sale leggermente, una persona può essere colpita da brividi.

Dolore molto grave con colica renale può portare a shock da dolore. Il paziente diventa pallido, la frequenza del battito cardiaco diminuisce, il sudore freddo appare sulla pelle.

Dopo la fine di un attacco doloroso, un grande volume di urina viene escreto. Tuttavia, a causa della presenza di sangue nelle urine, il suo colore può diventare rossastro. Ma anche se l'urina è apparentemente ordinaria, tracce di sangue possono essere rilevate al microscopio.

Colica renale nei bambini

A differenza degli adulti, nei bambini piccoli, il dolore con colica renale si fa sentire nella zona dell'ombelico. L'attacco non dura a lungo, 15-20 minuti, il bambino ha paura, piange, vomita, la temperatura corporea sale leggermente.

Colica renale in donne in gravidanza

Spesso durante la gravidanza, le malattie croniche sono esacerbate e la malattia renale non fa eccezione. Di norma, nelle donne in gravidanza, la colica renale si sviluppa nel terzo trimestre. Il dolore di solito inizia nella parte bassa della schiena, può essere dato ai fianchi e ai genitali. Se hai esperienza di colica renale, dovresti consultare immediatamente un medico, poiché esiste il rischio di parto prematuro.

Cause della colica renale

Una delle cause più comuni di colica renale è l'ostruzione meccanica al passaggio delle urine. Nella maggior parte dei casi, il calcolo del rene (pietra) è bloccato nell'uretere. Nella pielonefrite invece della pietra, l'uretere si sovrappone ai prodotti dell'infiammazione - coaguli di muco o di pus e nella tubercolosi del tessuto renale - morto. In nephroptosis, distopia del rene, stenosi, l'uretere può girare, piegarsi, o il suo lume è così piccolo che l'uscita di urina è difficile. A volte, l'uretere può essere colpito dall'esterno, pizzicandolo, tumori dei reni, dell'uretere, della prostata, così come gli ematomi dopo l'infortunio o la chirurgia.

A volte colica renale si verifica quando l'infiammazione del tratto urinario, per esempio, idronefrosi, periouretrina, prostatite e così via. Anche la trombosi venosa renale, l'infarto renale e l'embolia possono essere accompagnate da colica renale. E, naturalmente, i difetti alla nascita nel sistema urogenitale, causati da alterazioni dello sviluppo fetale nell'utero, possono anche contribuire allo sviluppo della colica renale.

In caso di colica renale consultare un medico

Ai primi sintomi della colica renale (specialmente se si verifica sul lato destro) si consiglia di chiamare immediatamente un'ambulanza, altrimenti c'è un alto rischio di gravi complicazioni, inclusa la morte di un rene, l'insorgenza di insufficienza renale cronica e persino la morte di una persona. Si consiglia di non assumere farmaci, poiché possono macchiare il quadro clinico e impedire al medico di diagnosticare la malattia che ha causato la colica renale.

Che dottore andare per colica renale

In primo luogo, il paziente verrà inviato a un medico generico che, in base ai risultati dell'esame, invia il paziente a uno specialista, nefrologo o urologo. Si riferiscono a un nefrologo per insufficienza renale, urolitiasi, malattia del rene policistico, quando la chirurgia non è necessaria, ma è sufficiente fare con i farmaci. L'urologo è uno specialista più generale, si occupa del sistema urogenitale nel suo insieme e può applicare metodi di trattamento chirurgico. In alcuni casi, è necessario consultare un gastroenterologo (se vi è il sospetto di colecistite, ulcera gastrica o ulcera duodenale, gastrite) e un ginecologo (per le malattie infiammatorie pelviche, la rottura di una cisti ovarica e l'algomenorrea).

Diagnosi di malattie che hanno causato colica renale

La diagnosi di colica renale sospetta non è facile. La letteratura medica riporta dati secondo cui solo un quarto del numero totale di pazienti portati in ospedale con sospetta colica renale ne soffre. In tre quarti dei casi, la causa del dolore sono altre malattie.

Prima di tutto, quando si effettua una diagnosi, il medico interroga il paziente, esamina la sua storia medica, misura la temperatura e la pressione sanguigna e conduce una visita medica, cioè, palpazione (sensazione) e percussione (lieve spillatura) dell'addome, della vita, del torace. Uno dei sintomi della colica renale è il dolore nella regione lombare e tocca il bordo inferiore delle costole sul lato destro. L'intensità del dolore dipende dallo stadio di sviluppo della colica renale - quando è in fase acuta o permanente, la sensazione è forte, quando si abbassa - il debole. E se l'attacco è finito, il paziente potrebbe non provare alcun dolore. La palpazione aiuterà a identificare dove i muscoli addominali sono tesi, indicando il processo patologico in questo luogo. In alcuni casi, riesce persino a brancolare il rene malato ingrandito.

All'esame, il medico può porre le seguenti domande:

  • Quando si è verificato esattamente il dolore? (Il dolore nella colica renale può comparire improvvisamente, in qualsiasi momento della giornata, ed è debolmente correlato all'attività fisica di una persona).
  • Quando il dolore scompare? Riappare, e se sì, dopo che ora? (Il dolore in caso di colica renale può riprendere in qualsiasi momento.)
  • Dove è iniziato il dolore? Dove si diffonde? (Se la causa della colica renale è l'ostruzione meccanica o la spremitura degli ureteri, allora il dolore si fa sentire in questo punto e successivamente il dolore può scendere all'inguine, ai genitali e alle cosce interne.)
  • Quando aumenta il dolore e quando diminuisce? (Non ci sono fattori facilitanti in caso di colica renale, cambiare la posizione del corpo non influenza il grado di dolore, il dolore può peggiorare se viene bevuta una grande quantità di liquido).
  • Il paziente si preoccupa di nausea, vomito? (Con la colica renale di un paziente, vomita il contenuto dello stomaco, il vomito non porta sollievo.)
  • Qual è la pressione del paziente? (Solitamente nel caso di colica renale, la pressione aumenta).
  • Qual è la temperatura del paziente? (Nella colica renale, la temperatura è solitamente leggermente elevata, da 37 ° a 37,9 °.)
  • Com'è il processo di minzione? (Con colica renale, la difficoltà a urinare con sensazioni dolorose è caratteristica).
  • Il paziente o la sua famiglia immediata soffrono di urolitiasi? (Nella maggior parte dei casi, la colica renale è causata dal blocco meccanico degli ureteri con pietre o altre formazioni).

Malattie che possono essere confuse con colica renale

Appendicite acuta. Molto spesso, la colica renale è confusa con l'appendicite, nella misura in cui il 40% dei pazienti affetti da calcoli renali o ureteri sono stati sottoposti alla rimozione dell'appendice. La causa degli errori è la vicinanza dell'appendice all'uretra destra. Una delle principali differenze tra colica renale e appendicite è la natura del vomito (nella colica renale, si verifica immediatamente, in appendicite, molto tempo dopo l'insorgenza della malattia) e nella posizione assunta dal paziente. Se i pazienti con appendicite sono relativamente immobili, il paziente con colica renale modifica costantemente la posizione del corpo nel tentativo di alleviare il dolore.

Colica epatica La percentuale di errori in questo caso è inferiore - quelli che hanno sofferto di colica renale sono stati trattati per il fegato nel 5% dei casi. La colica renale, oltre che epatica, è caratterizzata da dolore acuto e grave che si verifica nello stesso punto. Tuttavia, se nel caso di colica renale si diffonde fino all'inguine e ai genitali, sale e dà sul petto, sulla scapola e sulla spalla destra. Inoltre, il medico può facilmente stabilire un legame tra disturbi della dieta e un attacco di colecistite, mentre con colica renale, il cibo non influisce direttamente sul suo sviluppo.

Pancreatite acuta. Quando la pancreatite fa male allo stomaco e restituisce, nella regione lombare (dove c'è la colica renale). Come la pancreatite, la colica renale può essere accompagnata da flatulenza e gonfiore, oltre a nausea e vomito. Tuttavia, con la pancreatite, la pressione scende, mentre con la colica renale è normale.

Ostruzione intestinale Questa condizione è facilmente confusa con la colica renale, se è complicata da gonfiore e flatulenza. La principale differenza tra l'ostruzione intestinale e la colica renale è la natura del dolore; con quest'ultimo, è costante, e con il primo, è angusto e dipende dalla frequenza delle contrazioni muscolari dell'intestino. La seconda differenza è una temperatura elevata con peritonite sviluppata a causa dell'ostruzione, mentre con la colica renale la temperatura non supera i 37,9 °.

Aneurisma dell'aorta addominale. In questa malattia lo stomaco fa male, i dolori sono dati nella regione lombare. Come la colica renale, l'aneurisma può essere accompagnato da distensione addominale, nausea e vomito. La differenza è bassa, fino al possibile sviluppo di shock, pressione durante l'aneurisma.

Herpes zoster. L'eruzione cutanea caratteristica di questa malattia virale non appare immediatamente, il che può rendere difficile la diagnosi. Con l'herpes zoster, il dolore non cambia la posizione della sua localizzazione, in contrasto con la colica renale, che si diffonde nella parte inferiore del corpo.

Radiculite lombosacrale. La natura del dolore con radicolite è simile alla colica renale: sono forti e taglienti. Tuttavia, il paziente non ha nausea, vomito o ritenzione urinaria. E con la colica renale, l'intensità del dolore non dipende dalla posizione del corpo del paziente, come con la radicolite.

Infiammazione delle appendici. Spesso, con questa malattia ginecologica, il dolore dà nella parte bassa della schiena, in modo che possa essere confuso con colica epatica. Tuttavia, a differenza di quest'ultimo, quando una donna sviluppa un'infiammazione delle appendici, sente dolore nella zona del sacro e dell'utero, che il medico può facilmente verificare con la palpazione.

Analisi ed esami per colica renale

Esame del sangue Di norma, di solito con colica renale, non vi è un aumento del numero di leucociti nel sangue (la loro presenza indica piuttosto processi infiammatori acuti che si verificano nel corpo). D'altra parte, l'urea sierica può aumentare quando, a causa del blocco del tratto urinario superiore e del conseguente aumento della pressione, l'urina può entrare nel sangue.

È anche necessario effettuare un esame del sangue biochimico per valutare la funzione renale, il grado di disidratazione, l'equilibrio acido-base, la quantità di calcio e gli elettroliti. Vale anche la pena controllare il livello ormonale della ghiandola paratiroidea, se vi è il sospetto di iperparatiroidismo come causa di ipercalcemia.

Analisi delle urine Nelle urine si possono rilevare coaguli di sangue, proteine, sali, leucociti, globuli rossi ed epitelio. Se il numero di leucociti è maggiore degli eritrociti, è possibile un'infezione del sistema urinario.

Nella stragrande maggioranza dei casi con colica renale, vi è sangue nelle urine, a volte visibile ad occhio nudo. Tuttavia, se l'uretere di un rene malato è bloccato ermeticamente, un test delle urine può essere normale, perché l'urina proviene solo da un rene sano. Lo sviluppo di ematuria (sangue nelle urine) può dire molto sulla causa della colica renale - se il sangue nelle urine viene dopo un attacco di dolore, allora è probabile un'ostruzione meccanica nell'uretere o nella pelvi. E se il sangue appare prima dell'attacco del dolore, significa che un tumore ha causato colica renale.

Un livello di acidità delle urine superiore a 7,5 può indicare la presenza di un'infezione batterica e / o di calcoli di struvite, mentre un'acidità inferiore a 5,5 indica la possibilità di calcoli da sali di acido urico. Se ci sono cristalli nelle urine, dal loro tipo si può intuire la presenza e la composizione dei calcoli renali.

Analisi giornaliera delle urine. Con un'analisi giornaliera dell'urina, tutta l'urina prodotta da una persona entro 24 ore (ad eccezione della primissima porzione mattutina) viene drenata in un unico grande contenitore, che viene quindi inviato per l'analisi. Questo metodo aiuta il medico a determinare quale tipo di disturbo metabolico ha causato la comparsa di calcoli renali e, di conseguenza, colica renale, per identificare se i calcoli sono rimasti dopo il trattamento, per determinare l'insufficienza renale o la presenza di calcoli in entrambi gli ureteri.

Radiografia della cavità addominale e del sistema urinario. Sulla radiografia addominale, è possibile determinare se il paziente soffre di patologia addominale acuta, pneumatosi intestinale, quali cambiamenti patologici si sono verificati nel rene - se il rene è malato, di solito appare più scuro nella foto rispetto a uno sano. L'edema renale può essere determinato dalla presenza di una linea chiara che separa l'ombra del rene dai tessuti renali. Nella stragrande maggioranza dei casi, la presenza di pietre può essere vista nella fotografia (un'eccezione è se le pietre sono costituite da acido urico o cristalli di cistina).

Urografia endovenosa. In questo esame, il paziente viene posto sul tavolo dei raggi X, dove una sostanza radiopaca viene iniettata nella vena. Quindi, dopo un periodo specificato dal medico, viene eseguita una serie di raggi X. A volte al paziente viene chiesto di alzarsi e scattare foto in posizione eretta.

L'urografia è indispensabile per valutare il funzionamento dei reni (questo è evidente dal tasso di escrezione dell'agente di contrasto), determinando i cambiamenti nella struttura del rene, i contorni delle coppe e del bacino, e la pervietà e la funzione degli ureteri. Consente di determinare la presenza di nefrolitiasi, calcoli, idronefrosi e altre malattie che hanno causato la colica renale. Funziona bene in tandem con i raggi X addominali e ti permette di trovare a quale particolare sistema di organi si annida l'oscuramento sospetto nell'immagine.

È vero, l'urografia ha un grave svantaggio: l'agente di contrasto usato può causare reazioni allergiche e persino compromissione della funzionalità renale.

Cystochromoscopy. Quando si esegue la cromoscopia, il medico esamina la condizione della mucosa delle vie urinarie, della vescica e degli ureteri con l'aiuto di un tsitoskop. Quindi il paziente viene iniettato per via endovenosa o intramuscolare indigo carminio medico. Il farmaco è completamente innocuo; l'unica cosa che fa è colorare l'urina blu. Quindi il dottore riprende il citoscopio e valuta per quanto tempo apparirà la tintura nell'uretere e nella vescica, in che modo esattamente l'urina colorata penetra nell'uretere e nelle condizioni generali degli orifizi ureterali. Di norma, in caso di malfunzionamento del rene, l'aspetto dell'urina colorata può essere ritardato; con un ritardo di oltre 15 minuti, possiamo parlare di gravi violazioni nel lavoro dei reni, per esempio, edema, una pietra bloccata o un'emorragia. Sebbene la cromocroscopia non richieda attrezzature speciali, sia semplice da eseguire e sicura per il paziente, è piuttosto dolorosa, pertanto viene eseguita in anestesia.

Ultrasuoni dei reni e della vescica. Ti permette di determinare la condizione delle vie urinarie, il grado di espansione degli ureteri e della pelvi renale, la condizione del tessuto renale, e anche di scoprire se il paziente ha calcoli renali e ureteri, quali dimensioni e dove si trovano. Tuttavia, se le pietre si trovano nel terzo medio dell'uretere, è più difficile determinare la loro presenza usando gli ultrasuoni a causa dell'ostruzione delle ossa pelviche.

Esame ecografico della cavità addominale e della pelvi. Viene eseguito se vi è il sospetto di un addome acuto - un complesso di sintomi che indicano gravi malattie degli organi interni della cavità addominale. La causa della condizione può essere appendicite, perforazione dell'ulcera gastrica, rottura dell'intestino dopo lesione, gravidanza ectopica e così via. L'addome acuto è un'indicazione per un intervento chirurgico immediato.

Tomografia computerizzata Se né gli esami a raggi X, né gli ultrasuoni non aiutano a determinare se ci sono calcoli renali nel corpo del paziente, è possibile ricorrere alla tomografia computerizzata dello spazio retroperitoneale e della pelvi. Quando invece della solita immagine tridimensionale modellata bidimensionale del corpo del paziente, e il medico ha l'opportunità di esaminare la parte interessata del corpo da diverse angolazioni. Il grado di affidabilità della TC è molto elevato, quindi la TC viene spesso utilizzata in casi difficili o quando si pianifica un intervento chirurgico.

L'urolitiasi come una delle cause più comuni di colica renale

Malattia renale (nefrolitiasi o urolitiasi) è una malattia comune che colpisce dal 5 al 15% della popolazione. Si chiama calcoli renali, o pietre, che, se bloccate, scendendo dal rene all'uretere, possono causare una colica renale. L'ICD si distingue per l'alta ricorrenza: circa la metà del numero totale dei casi è suscettibile alla riformazione delle pietre, se non si impegna nella prevenzione della malattia. Più del 70% dei casi di colica renale causata da calcoli si verifica in persone dai 20 ai 50 anni, negli uomini più spesso rispetto alle donne (rapporto 2 a 1). Ci sono diversi prerequisiti per la possibile formazione di pietre.

I più frequenti sono i seguenti:

  • Emissione di urina insufficiente. Se la quantità di urina prodotta dal paziente è pari a non più di 1 l al giorno, l'urina diventa più concentrata, può ristagnare, il che porta alla sua sovrasaturazione con sostanze disciolte e, di conseguenza, alla formazione di calcoli.
  • Ipercalciuria. Le cause del suo verificarsi non sono ancora state studiate. Si presume che questa condizione possa essere il risultato di un aumento dell'assorbimento di calcio da parte del sangue, un aumento del livello ematico, ipervitaminosi D, iperparatiroidismo, consumo di cibi con una grande quantità di proteine ​​o acidosi sistemica. L'ipercalciuria aumenta la saturazione delle urine con sali di calcio, come ossalati e fosfati, che porta alla formazione di cristalli. Circa l'80% dei calcoli renali contiene calcio.
  • Elevati livelli di acido urico, ossalato, sodio urato o cistina nelle urine. Le pietre con sali di acido urico costituiscono dal 5 al 10% del numero totale di calcoli renali. Spesso, una tale composizione di urina è una conseguenza della nutrizione con una grande quantità di proteine, sali ed esteri di acido ossalico (ossalati), o una malattia genetica che causa un aumento dell'escrezione.
  • L'infezione. Batteri che assimilano l'urea (Proteus o Klebsiella spp.) Causali. Distruggono l'urea nelle urine, aumentando così la concentrazione di ammoniaca e fosforo, che contribuiscono alla formazione e alla crescita delle pietre. Le pietre di questo tipo sono chiamate miste (perché contengono fosfati di magnesio, ammonio e calcio).
  • Insufficiente livello di sali di acido citrico (citrati) nelle urine. Il ruolo dei citrati nelle urine è simile al ruolo degli idrocarbonati nel siero. Riducono l'acidità delle urine, ma rallentano anche la crescita e la formazione dei cristalli. Il livello ottimale di citrati nelle urine va da 250 mg / l a 300 mg / l.
  • Obesità, ipertensione, diabete. Tutte queste malattie contribuiscono alla formazione di calcoli renali e, di conseguenza, alla comparsa di colica renale negli esseri umani.

Complicazioni della colica renale

Mentre la pietra si muove fuori dal vaso e dal sistema pelvico, può danneggiare l'uretere, contribuendo così alla formazione di stenosi in esso, bloccarlo e causare idronefrosi e un attacco di colica renale, ridurre il tasso di motilità ureterale e favorire la ritenzione e ristagno di urina nei reni. Questo a sua volta porta ad una diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare delle urine da parte del rene interessato e un aumento del carico su quello sano. Completa ostruzione dell'uretere per causare uno stato di insufficienza renale acuta. Se non viene trattato entro una o due settimane, il danno può essere irreversibile. Inoltre, vi è il rischio di rottura del calice renale con lo sviluppo di un urinoma (pseudocisti urinario, quando l'urina è circondata da una capsula fibrosa e sembra un tumore). Un'infezione nel rene interessato può causare ansia ancora maggiore, che si traduce in pielonefrite ostruttiva (si verifica approssimativamente in un quarto del numero totale di casi di colica renale) o infiammazione purulenta dei reni, la pironefrosi. Nei casi gravi, l'urosepsis può svilupparsi, che può essere fatale.

Prognosi per colica renale

Condizionatamente favorevole se il paziente è andato dal medico dopo i primi sintomi della comparsa di colica renale e la malattia che lo ha causato non ha avuto complicazioni. Altrimenti, tutto dipende dalla gravità della malattia, dall'età e dalle condizioni del paziente.

Ricovero di emergenza per colica renale

Il paziente deve essere urgentemente spedito all'ospedale se, nonostante tutti gli sforzi, non è possibile ridurre il dolore durante la colica renale, il paziente ha entrambi i reni affetti o solo uno è disponibile, quando l'essudato viene rilasciato (fluido, con infiammazione che entra nei tessuti dai vasi sanguigni), crisi ipercalcemica.

Inoltre, è necessario un trattamento urgente se la pietra che ostruisce l'uretere è infetto. Questa pietra agisce come fonte di infezione e causa il ristagno di urina, che riduce le probabilità del paziente di resistere in qualche modo all'infezione. Queste pietre devono essere rimosse immediatamente e completamente per prevenire la reinfezione e la formazione di nuove pietre.

Trattamento colica renale

Nel trattamento della colica renale, il medico ha due compiti: in primo luogo, è necessario alleviare il dolore; in secondo luogo, curare la malattia che ha causato l'insorgenza della colica renale e normalizzare il lavoro del sistema urinario.

Antidolorifici per colica renale

  • Trattamenti termici Per ridurre il dolore in caso di colica renale, è possibile applicare un impacco riscaldante su una piastra riscaldante calda sulla parte bassa della schiena o sullo stomaco. Il paziente può fare un bagno sitz con acqua sopra la temperatura corporea (fino a 39 °) con una lunghezza di 10-15 minuti. Attenzione! Se la colica del rene è accompagnata da processi infiammatori nel corpo, ad esempio la pielonefrite, allora le procedure termiche non possono essere eseguite - possono solo peggiorare la situazione.
  • Droga. Per ridurre lo spasmo delle vie urinarie, alleviare il dolore causato da esso e riprendere il passaggio delle urine, il medico può suggerire che il paziente prenda antidolorifici - analgesici non steroidei o, in caso di dolore severo, oppioidi. L'uso di analgesici non steroidei può uccidere due piccioni con una fava. In primo luogo, riducono la secrezione dei derivati ​​dell'acido arachidonico, che fungono da mediatori nei recettori del dolore, che aiuta ad alleviare il dolore di allungare le pareti della capsula renale. Inoltre, gli antidolorifici non steroidei determinano una diminuzione della filtrazione glomerulare e una diminuzione della pressione del fluido sul glomerulo. Poiché i pazienti spesso non possono assumere farmaci per via orale a causa di dolore e vomito, possono essere somministrati analgesici per via endovenosa o intramuscolare - ad esempio, Revalgin (metamizolo sodico, pitofenone, fenpiverinio bromuro), ketorolac, atropina, drotterina, analgin con platyfillin e altri. Per il dolore grave, si possono usare oppiacei, come la morfina solfato. Tuttavia, dovrebbero essere usati con attenzione - oltre alla depressione respiratoria e alla sedazione, il paziente può sviluppare dipendenza. Più tardi, quando la sua posizione migliora, il paziente può prendere alcuni farmaci da solo, per esempio, pillole no-shpy, spazdolzin sotto forma di candele, cstenal sullo zucchero sotto la lingua, pillole di cistifellea e così via.
  • Per i dolori gravi, il medico può bloccare il cordone spermatico negli uomini o la connessione circolare dell'utero nelle donne quando un paziente viene messo nell'organo interessato con una siringa novocaina. Blocco perirenale, quando la soluzione di novocaina viene iniettata nel tessuto renale, con colica renale non è raccomandata - può solo ulteriormente ferire il rene e ostacolare il suo lavoro. Se il dolore persiste anche dopo il blocco, il paziente deve essere portato urgentemente in ospedale.
  • Cateterismo dell'uretere. Se i farmaci non sono in grado di portare sollievo al paziente, viene indicata la cateterizzazione dell'uretere. Se sei riuscito a portare il catetere all'uretere ostruito ed evitarlo, puoi rimuovere immediatamente l'urina accumulata, che porta immediatamente sollievo al paziente e allevia la colica renale. Al fine di evitare lo sviluppo di infezioni, al paziente dovrebbero essere somministrati antibiotici.

Trattamento della malattia della colica renale

Viene selezionato dal medico individualmente, a seconda della malattia e delle condizioni del paziente, che ha causato la colica renale. Se il motivo è un blocco dell'uretere, la barriera può essere rimossa con i farmaci (per dissolversi o farlo uscire da solo). Se ciò non è possibile, viene utilizzata la litotripsia a onde d'urto distanti (quando le onde d'urto distruggono un ostacolo e le piccole particelle restanti lasciano l'urina in modo indipendente), contattare la litotrissia (distruzione di una pietra mediante endoscopio) o nefrolitotripsia transcutanea (quando un endoscopio viene inserito attraverso una piccola incisione nella pelle ).

Se la colica renale causava il sovrasfruttamento dell'uretere quando veniva omesso un rene (nefroptosi), nelle fasi iniziali della malattia si consiglia al paziente di indossare una benda per prevenire la lussazione renale, di esercitare per rafforzare la struttura muscolare. Se queste misure non aiutano o la situazione è complicata da pielonefrite, calcoli e ipertensione, il rene viene riportato chirurgicamente nel sito.

La stenosi (restringimento del canale) dell'uretere può essere corretta solo chirurgicamente. Se la stenosi è piccola, viene rimossa dalla chirurgia endoscopica. Se un vaso sanguigno preme sull'uretere, durante un'operazione di chirurgia laparoscopica, il medico può tagliare l'uretere, spostare la nave sulla sua superficie posteriore e ri-cucire l'uretere. Se le aree interessate sono così grandi che l'escissione non è possibile, i frammenti interessati vengono sostituiti con frammenti dei tessuti intestinali del paziente stesso.

Per i tumori nella cavità addominale, una delle conseguenze della quale è un'inflessione o torsione dell'uretere e della colica renale, è indicata la terapia chirurgica. Se il tumore è benigno, viene rimosso in modo che non subisca malignità (cioè, in modo che le cellule benigne non diventino maligne). Per i tumori di grandi dimensioni, viene utilizzata una combinazione di chirurgia e radioterapia, e se il cancro non può essere rimosso chirurgicamente, viene utilizzata la chemioterapia.

Trattamento ambulatoriale per colica renale

Le persone giovani e di mezza età possono essere curate a casa e visitare un medico da soli, se la loro condizione è generalmente stabile e non causa preoccupazione, la colica renale è senza complicazioni, il dolore non è forte, la risposta del corpo all'introduzione di antidolorifici è buona. E, naturalmente, il paziente dovrebbe essere in grado di fare regolarmente la strada da casa all'ospedale.

In questo caso, il paziente deve osservare la modalità di casa, se necessario per eseguire procedure termiche per il sollievo dal dolore (bottiglia di acqua calda, bagno caldo). Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle condizioni del sistema genito-urinario: visitare la toilette in tempo utile, provare a svuotare completamente la vescica, lavarsi le mani con acqua e sapone prima e dopo aver usato il bagno. Il paziente deve urinare di volta in volta nel contenitore ed esaminarlo per la comparsa di calcoli nelle urine. Un altro requisito è osservare rigorosamente la dieta specificata dal medico. Di solito, con colica renale, è prescritto il tavolo di trattamento n. 10 o n.

Non è consigliabile assumere contemporaneamente diversi farmaci analgesici - possono rinforzare gli effetti collaterali l'uno dell'altro. Se si osserva anuria (ritenzione urinaria), non cercare di stimolare la minzione e bere un diuretico - questo può solo provocare un nuovo attacco di colica renale.

Se il paziente sente ancora dolore con colica renale, la temperatura sale, si sente male, vomita, la minzione è difficile, e la situazione generale peggiora, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza.

Riabilitazione e prevenzione della colica renale

Dopo il sollievo del dolore nella colica renale e il trattamento della malattia che lo ha causato, inizia il processo di riabilitazione. Il modo in cui viene scelto dal medico per il paziente, in base alla natura della malattia, l'età e le condizioni del paziente, la presenza di complicazioni della malattia e cambiamenti patologici nel corpo. Ma in caso di malattie del sistema urogenitale, si consiglia di visitare un urologo o un nefrologo per un esame di routine, fare un test delle urine e fare un'ecografia pelvica almeno una volta all'anno. Per i pazienti sottoposti a rimozione del tumore, questo è particolarmente importante.

Un ruolo importante nella prevenzione della riformazione delle pietre, che può causare un nuovo attacco di colica renale, è la dieta. Una delle sue principali condizioni è il consumo di un liquido in un volume di almeno 2,5 litri al giorno, che può ridurre significativamente la concentrazione di sali nelle urine. Di norma, quando la dieta riduce la quantità di consumo di proteine ​​animali, dolci, grassi, sale. A seconda del tipo di calcoli renali, il medico può limitare ulteriormente i prodotti contenenti sostanze che favoriscono la formazione di questo tipo di pietre, ad esempio ossalati (trovati in albicocche, pomodori, farina di mais, ecc.) O purine (birra, fagioli, fegato, lievito). Un paziente che ha sofferto di pielonitrite è consigliato di non mangiare cibi fritti, grassi, cotti, piatti con un alto contenuto di sale e spezie, così come pane fresco.

In caso di nefroptosi, si consiglia al paziente di seguire la dieta in modo che cambiamenti improvvisi di peso non conducano a una ricaduta della malattia, oltre a rafforzare la struttura muscolare con un regolare esercizio fisico. Di solito si consiglia di seguire la dieta n. 7 e regolarla individualmente per conto proprio. Con la nefroptosi, è importante avere abbastanza calorie in modo che la mancanza di grasso non causi un nuovo prolasso renale e un'altra colica renale.