Pyelonephritis and Prevention

Potenza

Lascia un commento 2,012

In medicina, c'è una cosa come prevenzione primaria e secondaria di pyelonephritis. L'uso di misure preventive consentirà di evitare un grave processo infettivo-infiammatorio del tessuto renale, del sistema pelvico renale e dei tubuli renali. Di conseguenza, il paziente è affetto da disfunzione renale, morte tessutale e infezione dell'intero organo.

Chi ne ha bisogno prima?

È particolarmente importante evitare lo sviluppo di pyelonephritis e portare a termine misure preventive ai gruppi seguenti di persone:

  • donne la cui struttura anatomica del sistema genito-urinario non è normale;
  • uomini anziani con urolitiasi e prostatite;
  • a età da bambini fino a 7 anni, siccome il loro sistema immunitario è incapace di resistere completamente a un'infezione;
  • pazienti dopo l'intervento chirurgico sugli organi del sistema genito-urinario;
  • donne incinte che sono sotto pressione dall'utero in crescita sulla vescica e sui reni.
Torna al sommario

Raccomandazioni generali per donne e uomini

Gli specialisti hanno riunito i punti principali delle misure preventive, alcuni di essi sono anche in grado di prevenire il rischio di sviluppare complicanze della pielonefrite:

  • La prima cosa da fare è eliminare le cattive abitudini, ovvero il fumo e l'abuso di alcool.
  • Per la prevenzione della pielonefrite, è importante eliminare i focolai infettivi in ​​tutto il corpo per impedire l'ingresso di cellule infette nel sangue e da esso nei reni. Pertanto, i medici raccomandano fortemente il trattamento tempestivo di carie, gastrite, lesioni ulcerative, colite e disturbi del tratto respiratorio superiore.
  • Per prevenire il verificarsi di pielonefrite nelle donne, negli uomini e nei bambini piccoli a rischio, è necessario condurre regolarmente test di laboratorio su sangue e urina.
  • La routine giornaliera organizzata ridurrà al minimo il rischio di pielonefrite, in cui ci sarà un buon riposo e sonno. Un corpo impoverito non sarà in grado di combattere batteri e virus, quindi sarà quasi impossibile evitare la malattia infiammatoria dei reni.
  • Per prevenire la pielonefrite, è importante mangiare correttamente. Nella dieta dovrebbe essere una grande quantità di vitamine e sostanze nutritive che renderanno le difese del corpo più forti e lo aiuteranno a resistere al disturbo.
  • Se è stato prescritto un trattamento, è meglio portarlo fuori con medicinali contenenti ingredienti naturali.
  • Per proteggere il corpo dalla pielonefrite, si consiglia di utilizzare una quantità sufficiente di liquidi al giorno - questo normalizza il flusso di urina. Inoltre, si dovrebbe evitare l'ipotermia, osservare l'igiene personale e non urinare a lungo.
Torna al sommario

Prevenzione primaria

Attività che impediscono lo sviluppo della pielonefrite, suddivise in primarie e secondarie. La prevenzione primaria include il trattamento di processi patologici che possono portare a infiammazione nei reni. Per le malattie che richiedono un trattamento tempestivo - è l'adenoma prostatico, infezioni focali, urolitiasi e altri disturbi, caratterizzati dal deflusso di urina dai reni. Inoltre, condurre attività volte a migliorare il sistema immunitario.

secondario

Le misure preventive secondarie si basano sul rilevamento di batteri nelle urine durante la visita medica e sulla nomina di un trattamento speciale che prevenga il ripetersi della pielonefrite. Lo schema terapeutico è il seguente:

  • I primi 7 giorni all'inizio di ogni mese sono una pausa terapeutica, durante la quale usano il decotto di rosa canina.
  • La settimana numero 2 e il numero 3 prevedono l'uso di diuretici e antisettici.
  • La quarta settimana include l'assunzione di agenti antibatterici.

Le misure preventive per prevenire il ripetersi di malattie croniche vengono eseguite due volte - tre volte l'anno. La necessità di esami di follow-up dei pazienti con successivo trattamento aumenta fino a 3-4 volte l'anno, e in alcuni casi richiede una visita a uno specialista 4-6 volte in 12 mesi.

Prevenzione della pielonefrite acuta

Per non dover trattare la fase acuta del processo infiammatorio nei reni, devono essere seguiti i seguenti punti:

  • Alle persone a rischio si consiglia di eseguire regolarmente esami del sangue e delle urine.
  • Eliminare tempestivamente focolai infettivi cronici. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata allo streptococco.
  • Ai primi segni di cistite o uretrite, dovresti andare all'ospedale e non cercare di automedicare a casa.
  • Di tanto in tanto è importante che le donne visitino un ginecologo per escludere malattie infettive, che sono spesso asintomatiche.
Torna al sommario

Prevenzione della forma cronica di patologia

Quando la pielonefrite è peggiorata, è importante curarla completamente e prevenire lo sviluppo della sua forma cronica. A tal fine, gli specialisti specializzati raccomandano vivamente di non interrompere il corso del trattamento e di assumere i farmaci antibatterici prescritti fino alla fine. Se interrompe l'assunzione del farmaco in anticipo, aumenterà il rischio di sviluppare la forma cronica. Inoltre, tutti i pazienti, senza eccezioni, che hanno sofferto di una fase acuta di pielonefrite, devono essere tenuti presso il dispensario per un anno in modo che il medico possa valutare il livello di batteri e leucociti nel sangue. I pazienti il ​​cui lavoro è fisicamente ed emotivamente difficile, si consiglia di andare in un ambiente di lavoro leggero.

Come prevenire la malattia nelle donne durante la gravidanza?

Le misure preventive per prevenire la pielonefrite nelle donne nella situazione sono più importanti, poiché questo disturbo influenza negativamente non solo la salute della futura mamma, ma può anche influenzare lo sviluppo del bambino intrauterino. I medici consigliano, oltre alle regole di base, di utilizzare esercizi speciali che mirano ad alleviare la tensione nel bacino, nonché a rafforzare le pareti vaginali. Pertanto, per prevenire la pielonefrite durante la gravidanza, eseguire i seguenti esercizi:

  • Sdraiati sulla schiena, metti i piedi alla larghezza delle spalle e piegali sulle ginocchia - alza e abbassa il bacino.
  • Sdraiati sulla schiena, metti le mani sulla tua vita e sull'inalazione, solleva la testa con le spalle e tira le calze. All'espirazione, ritorna alla posizione di partenza.
  • Sdraiati su un lato, allungare le gambe in avanti e piegare le ginocchia. Leg, che è in cima, riprendere e tornare indietro.
  • Esegui un esercizio comune "forbici" stando sdraiato sulla schiena.
Torna al sommario

Posso rimanere incinta di pielonefrite?

Malattia infiammatoria renale infettiva - pielonefrite - non una frase per una donna che vuole concepire un bambino. Tuttavia, la gravidanza è permessa solo a condizione di uno stato positivo stabile del paziente, quando la malattia non è accompagnata da una pressione sanguigna elevata e da un lungo periodo senza esacerbazioni. La gravidanza nelle malattie renali è spesso accompagnata da complicanze ostetriche e richiede un taglio cesareo.

Prevenzione della malattia nei bambini

Con particolare responsabilità dovrebbe essere presa per prevenire la pielonefrite nei bambini piccoli. Questa malattia è pericolosa distruzione dei tessuti renali, che, alla fine, può portare a disfunzione renale e disabilità. Quindi, la prevenzione della pielonefrite nei bambini, in primo luogo include l'aderenza al giorno e una corretta alimentazione. Se il bambino ha peggiorato la pielonefrite, allora dovrebbe fornire un riposo a letto rigoroso e riempire la dieta con proteine ​​e prodotti vegetali. Il regime terapeutico comprende antibiotici e farmaci per alleviare il processo infiammatorio. Se la malattia è cronica, il trattamento dovrebbe essere più lungo.

Per prevenire l'esacerbazione della pielonefrite cronica nei bambini, è necessario trattare nel tempo le infezioni, l'influenza, le malattie respiratorie acute e altri disturbi dei bambini. È importante fornire al bambino il programma corretto della giornata, in cui dovrebbe essere concesso un tempo sufficiente per riposare, stare all'aria aperta e dormire bene. Se per la prevenzione della malattia descritta, i genitori vogliono usare ricette di medicina alternativa, quindi prima di fare questo, è necessario consultare il proprio medico.

Pielonefrite cronica

La pielonefrite cronica è un processo batterico non specifico cronico, che procede prevalentemente con il coinvolgimento del tessuto interstiziale dei reni e dei complessi renali pelvi. La pielonefrite cronica si manifesta con malessere, mal di schiena sordo, febbre di basso grado, sintomi disurici. Nel processo di diagnosi di pyelonephritis cronico, i test di laboratorio di urina e sangue, l'ultrasuono dei reni, la pielografia retrograda, la scintigrafia sono effettuati. Il trattamento consiste nel seguire una dieta e un regime delicato, prescrivere terapia antimicrobica, nitrofurani, vitamine, fisioterapia.

Pielonefrite cronica

In nefrologia e urologia, la pielonefrite cronica rappresenta il 60-65% dei casi dell'intera patologia infiammatoria degli organi urinari. Nel 20-30% dei casi, l'infiammazione cronica è il risultato della pielonefrite acuta. La pielonefrite cronica si sviluppa principalmente nelle ragazze e nelle donne, che è associata alle caratteristiche morfo-funzionali dell'uretra femminile, facilitando la penetrazione di microrganismi nella vescica e nei reni. La pielonefrite cronica più frequente è bilaterale, ma il grado di danno renale può variare.

Per il corso di pielonefrite cronica è caratterizzata da periodi alternati di esacerbazione e cedimento (remissione) del processo patologico. Pertanto, nei reni allo stesso tempo ha rivelato cambiamenti polimorfici - focolai di infiammazione in diversi stadi, aree cicatriziali, aree di parenchima invariato. Il coinvolgimento nell'infiammazione di tutte le nuove aree di tessuto renale funzionante causa la sua morte e lo sviluppo di insufficienza renale cronica (CRF).

Cause di pielonefrite cronica

Il fattore eziologico che causa la pielonefrite cronica è la flora microbica. Vantaggiosamente questo kolibatsillyarnye batteri (Escherichia coli e parakishechnaya), Enterococcus, Proteus, Staphylococcus, Pseudomonas aeruginosa, Streptococcus e associazione microbica. Un ruolo speciale nello sviluppo della pielonefrite cronica è giocato da L-forme di batteri, che si formano come risultato di una terapia antimicrobica inefficace e cambiamenti nel pH del mezzo. Tali microrganismi sono caratterizzati da resistenza alla terapia, difficoltà di identificazione, capacità di persistere a lungo nel tessuto interstiziale e di essere attivati ​​sotto l'influenza di determinate condizioni.

Nella maggior parte dei casi, la pielonefrite acuta è preceduta da un attacco acuto. infiammazione cronica contribuisce violazioni irrisolto deflusso di urina causata da calcoli renali, ureterale stenosi, reflusso vescico-, Nephroptosis, adenoma della prostata e t. D. Per mantenere l'infiammazione nei reni possono altri processi batteriche nel corpo (uretriti, prostatiti, cistite, colecistite, appendicite, enterocolite, tonsillite, otite media, sinusite, ecc.), malattie somatiche (diabete, obesità), condizioni di immunodeficienza cronica e intossicazione. Ci sono casi di una combinazione di pyelonephritis con glomerulonephritis cronico.

Nelle giovani donne, lo sviluppo della pielonefrite cronica può essere l'inizio dell'attività sessuale, della gravidanza o del parto. Nei bambini piccoli, la pielonefrite cronica è spesso associata ad anomalie congenite (ureterocele, diverticoli della vescica) che violano l'urodinamica.

Classificazione di pyelonephritis cronico

La pielonefrite cronica è caratterizzata dall'insorgenza di tre stadi dell'infiammazione nel tessuto renale. Allo stadio I, viene rilevata l'infiltrazione dei leucociti del tessuto interstiziale del midollo e l'atrofia dei dotti collettori; glomeruli intatti. Nella fase II del processo infiammatorio osservato lesione interstizio scar-sclerotica e tubuli è accompagnato da perdita di parti nefroni terminali e tubuli compressione. Allo stesso tempo, si sviluppano ialinizzazione e desolazione dei glomeruli, restringimento o obliterazione dei vasi. Nell'ultima fase III, la pielonefrite cronica, il tessuto renale viene sostituito dalla cicatrice, il rene ha dimensioni ridotte, appare rugoso con una superficie nodosa.

Secondo l'attività dei processi infiammatori nel tessuto renale nello sviluppo della pielonefrite cronica, si distinguono fasi di infiammazione attiva, infiammazione latente, remissione (recupero clinico). Sotto l'influenza del trattamento o in sua assenza, la fase attiva della pielonefrite cronica viene sostituita da una fase latente che, a sua volta, può passare in remissione o nuovamente in infiammazione attiva. La fase di remissione è caratterizzata dall'assenza di segni clinici di pielonefrite cronica e cambiamenti nell'analisi delle urine. Secondo lo sviluppo clinico della pielonefrite cronica, le forme cancellate (latenti), ricorrenti, ipertensive, anemiche, azotemiche sono isolate.

Sintomi di pyelonephritis cronico

La forma latente di pyelonephritis cronico è caratterizzata da manifestazioni cliniche scarse. I pazienti sono solitamente preoccupati per il malessere generale, l'affaticamento, il subfebrile, il mal di testa. La sindrome urinaria (disuria, mal di schiena, edema) è solitamente assente. Il sintomo di Pasternack potrebbe essere leggermente positivo. C'è una piccola proteinuria, leucocituria intermittente, batteriuria. La compromissione della funzione di concentrazione dei reni nella forma latente di pielonefrite cronica si manifesta con ipostenuria e poliuria. Alcuni pazienti possono mostrare lieve anemia e ipertensione moderata.

La variante ricorrente di pyelonephritis cronico si presenta in onde con attivazione periodica e soppressione di infiammazione. Le manifestazioni di questa forma clinica sono la gravità e il mal di schiena doloranti, i disordini disurici, le condizioni febbrili ricorrenti. Nella fase acuta, la clinica sviluppa una pielonefrite acuta tipica. Con la progressione della pielonefrite cronica ricorrente si può sviluppare una sindrome ipertensiva o anemica. In laboratorio, soprattutto quando la pielonefrite cronica viene esacerbata, si determinano grave proteinuria, leucocituria persistente, cilindruria e batteriuria e talvolta ematuria.

Nella forma ipertensiva della pielonefrite cronica, la sindrome ipertensiva diventa predominante. L'ipertensione è accompagnata da vertigini, mal di testa, crisi ipertensive, disturbi del sonno, mancanza di respiro, dolore al cuore. Nella pielonefrite cronica, l'ipertensione è spesso maligna. La sindrome urinaria, di regola, non è pronunciata o è intermittente.

La variante anemica della pielonefrite cronica è caratterizzata dallo sviluppo dell'anemia ipocromica. La sindrome ipertensiva non è pronunciata, urinaria - non permanente e scarsa. Nella forma azotemica della pielonefrite cronica, i casi vengono combinati quando la malattia viene rilevata solo nella fase della malattia renale cronica. I dati clinici e di laboratorio della forma azotemica sono simili a quelli con uremia.

Diagnosi di pyelonephritis cronico

La difficoltà di diagnosticare la pielonefrite cronica è dovuta alla varietà delle varianti cliniche della malattia e al suo possibile decorso latente. Nell'analisi generale di urina in pyelonephritis cronico, leykotsyriya, proteinuria e cylindruria sono scoperti. Un test delle urine secondo il metodo Addis-Kakovsky è caratterizzato dalla predominanza dei leucociti rispetto ad altri elementi del sedimento urinario. La coltura urinaria batteriologica aiuta a identificare la batteriuria, identificare i patogeni della pielonefrite cronica e la loro sensibilità ai farmaci antimicrobici. Per valutare lo stato funzionale dei reni utilizzati campioni Zimnitsky, Rehberg, esame biochimico del sangue e delle urine. Nel sangue della pielonefrite cronica, sono stati riscontrati anemia ipocromica, ESR accelerata e leucocitosi neutrofila.

Il grado di disfunzione renale viene raffinato mediante cromocistoscopia, urografia escretoria e retrograda e nefroscintigrafia. Riducendo le dimensioni dei reni e le modifiche strutturali nel tessuto renale vengono rilevati dagli ultrasuoni dei reni, CT, MRI. I metodi strumentali per la pielonefrite cronica indicano obiettivamente una riduzione delle dimensioni dei reni, la deformazione delle strutture del cotile-bacino, una diminuzione della funzione secretoria dei reni.

In casi clinicamente poco chiari di pyelonephritis cronico, è indicata una biopsia renale. Nel frattempo, una biopsia durante la biopsia del tessuto renale non affetto può dare un risultato falso negativo nello studio morfologico della biopsia. Nel processo di diagnosi differenziale, sono esclusi l'amiloidosi renale, la glomerulonefrite cronica, l'ipertensione, la glomerulosclerosi diabetica.

Trattamento di pyelonephritis cronico

I pazienti con pielonefrite cronica mostrano un regime benigno con l'eccezione di fattori che provocano l'aggravamento (ipotermia, raffreddore). Sono richieste terapie adeguate per tutte le malattie intercorrenti, monitoraggio periodico dei test delle urine, osservazione dinamica di un urologo (nefrologo).

Il consiglio dietetico include evitare cibi piccanti, spezie, caffè, bevande alcoliche, pesce e prodotti a base di carne. La dieta dovrebbe essere fortificata, contenente latticini, piatti a base di verdure, frutta, pesce bollito e carne. È necessario consumare almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno per prevenire un'eccessiva concentrazione di urina e per assicurare il lavaggio delle vie urinarie. Con esacerbazioni di pielonefrite cronica e con la sua forma ipertensiva, vengono imposte restrizioni sull'assunzione di sale da cucina. In pyelonephritis cronico utile succo di mirtillo, anguria, zucca, melone.

Esacerbazione di destinazione cronica pielonefrite richiede una terapia antibiotica proposta flora microbica (penicilline, cefalosporine, aminoglicosidi, fluorochinoloni) in combinazione con nitrofurani (furazolidone, nitrofurantoina), farmaco o acido nalidixico. La chemioterapia sistemica continua fino a quando la batteriuria non viene interrotta a causa dei risultati di laboratorio. Nella terapia farmacologica complessa di pyelonephritis cronico, le vitamine B, A, C sono usate; antistaminici (mebhydrolin, promethazine, chloropyramine). In forma ipertensiva, vengono prescritti farmaci ipotensivi e antispastici; con anemico - integratori di ferro, vitamina B12, acido folico.

Nella pielonefrite cronica, è indicata la fisioterapia. La terapia SMT, la galvanizzazione, l'elettroforesi, gli ultrasuoni, i bagni di cloruro di sodio, ecc., Si sono rivelati particolarmente buoni: nel caso dell'uremia, è necessaria l'emodialisi. La pielonefrite cronica molto avanzata, che non è suscettibile di trattamento conservativo ed è accompagnata da una riduzione unilaterale del rene, ipertensione arteriosa, è la base per la nefrectomia.

Prognosi e prevenzione della pielonefrite cronica

Con la pielonefrite cronica latente, i pazienti mantengono la loro capacità di lavorare a lungo. In altre forme di pyelonephritis cronico, la capacità di lavorare è bruscamente ridotta o persa. I periodi di sviluppo dell'insufficienza renale cronica sono variabili e dipendono dalla variante clinica della pielonefrite cronica, dalla frequenza delle riacutizzazioni, dal grado di disfunzione renale. La morte di un paziente può verificarsi da uraemia, disturbi acuti della circolazione cerebrale (ictus emorragico e ischemico), insufficienza cardiaca.

La prevenzione della pielonefrite cronica consiste nel trattamento tempestivo e attivo delle infezioni urinarie acute (uretrite, cistite, pielonefrite acuta), riabilitazione dei focolai di infezione (tonsillite cronica, sinusite, colecistite, ecc.); l'eliminazione delle violazioni locali dell'urodinamica (rimozione di pietre, dissezione di stenosi, ecc.); correzione dell'immunità.

Pyelonephritis cronico - prevenzione e trattamento

Le malattie croniche dei reni sullo sfondo di un aumento del numero totale di patologie croniche non fanno eccezione. Stili di vita malsani, in combinazione con condizioni ambientali sfavorevoli e scarsa qualità dell'acqua potabile stanno diventando le cause principali delle patologie renali.

La malattia renale è comune tra tutte le fasce d'età. Il più delle volte, le persone moderne soffrono di pielonefrite. Questa malattia è di natura infettiva e colpisce la sostanza corticale del rene, costituita da nefroni, vasi sanguigni e tessuto connettivo.

Pyelonephritis cronico e acuto

A seconda del decorso della malattia, ci sono forme acute e croniche di pielonefrite. La forma acuta è caratterizzata da uno sviluppo rapido e rapido con un brusco salto di temperatura a 39-40 ° C. Il paziente si sente molto debole, mal di testa e sudorazione.

Spesso questi sintomi sono accompagnati da nausea e vomito, non portando sollievo. Dolore alla schiena opaco unilaterale, può diffondersi all'addome inferiore o all'area inguinale. L'urina è torbida, spesso con una sfumatura rossa (sangue) e fetida. I sintomi della pielonefrite acuta includono anche minzione dolorosa (disuria).

La forma cronica di pielonefrite è estremamente comune. Le statistiche mediche sostengono la presenza di questa malattia ogni cinque, ma molti esperti ritengono che la cifra sia molto sottostimata. La pielonefrite cronica può svilupparsi in qualsiasi persona, indipendentemente dall'età o dal sesso. Questa malattia può essere indipendente o verificarsi a causa di altre malattie. I sintomi caratteristici della pielonefrite cronica sono:

  • Dolore alla schiena doloroso, spesso asimmetrico. L'intensità del dolore può variare. Per la pielonefrite è caratterizzata dalla comparsa di dolore sul lato opposto del colpito. La sensazione di pesantezza e disagio nella parte bassa della schiena, che aumenta con il camminare e stare in piedi per molto tempo. I pazienti si lamentano che la schiena è fredda e cercano di vestirsi più caldi.
  • Aumento della temperatura la sera senza motivo apparente a 38 ° C.
  • Minzione frequente, soprattutto di notte.
  • L'aumento della pressione sanguigna. In remissione, rimane l'unico sintomo della malattia.
  • Debolezza e debolezza generale. Un guasto, di solito pronunciato al mattino, è accompagnato da mal di testa e depressione.
  • Moderato gonfiore mattutino del viso e delle mani, alla fine della giornata - piedi e gambe.

Prevenzione della pielonefrite cronica

La pielonefrite più frequente cronica si verifica sulla base di malattie renali esistenti che contribuiscono alla transizione dell'infezione alla forma cronica. I reni indeboliti non possono funzionare completamente a carichi elevati.

Ad esempio, in caso di raffreddori acuti, intossicazioni tossiche, ecc. Per prevenire la pielonefrite cronica, è necessario evitare le malattie che possono causarle. L'urolitiasi e altre condizioni in cui l'urina fuoriuscita dai reni è difficile, spesso portano a pielonefrite.

Raccomandazioni pratiche per la prevenzione della pielonefrite

Condurre uno stile di vita sano e attivo può ridurre significativamente il rischio di questa malattia. L'osservanza quotidiana di semplici regole, che è diventata un'abitudine, ti aiuterà a mantenere i tuoi reni in condizioni di lavoro:

  • Un adulto dovrebbe bere 25 g di acqua per 1 kg di peso al giorno. Con un tale volume di liquido, dovrebbero essere rilasciati circa due litri di urina e questa quantità è sufficiente per consentire ai reni di essere in uno stato attivo.
  • Mangia costantemente frutta e succhi che sono ricchi di vitamina C.
  • Svuotare regolarmente e prontamente la vescica, obbligatorio farlo prima di coricarsi e dopo un rapporto sessuale.
  • Seguire le regole dell'igiene personale dopo l'amministrazione dei bisogni naturali.
  • Non raffreddare troppo.
  • Contatta tempestivamente il tuo medico se ci sono problemi nell'area urogenitale.
  • Evitare l'uso frequente di analgesici non steroidei.
  • Osservare la modalità di lavoro e di riposo, evitare lo stress.
  • Non tenere la minzione durante la spinta.
  • Includere nella dieta angurie, mirtilli, uva, fragole.
  • Elimina l'alcol.

Per la prevenzione della pielonefrite si consiglia di prendere 1 cucchiaio. cucchiaio di succo di piantaggine tre volte al giorno.

In primavera bevi a stomaco vuoto la linfa di betulla (un bicchiere di succo prima di ogni pasto).

Puoi prendere un decotto di tanto in tanto: due cucchiai di foglie di ortica e un bicchiere d'acqua possono essere riscaldati per 15 minuti. a bagnomaria Prendi mezzo bicchiere prima di un pasto.

Trattamento di pyelonephritis cronico

Il trattamento della pielonefrite dovrebbe essere complesso e, insieme alla terapia antibiotica, includere l'eliminazione delle cause della malattia. Gli antibiotici alleviano l'infiammazione, ma dopo la loro cancellazione, dopo un po ', si verifica un nuovo aggravamento. Per molti di questi cicli, i batteri acquisiscono resistenza alla preparazione utilizzata.

Di conseguenza, l'uso di questo farmaco diventa inefficace o completamente inutile. Un antibiotico viene selezionato in base ai risultati della coltura di urina batterica con rilevamento della sensibilità a vari farmaci. La durata della terapia antibiotica è di almeno 2-3 settimane, anche se spesso i sintomi della malattia scompaiono dopo 3-4 giorni di trattamento.

Tra i farmaci più comunemente usati:

  • Biseptol
  • fluorochinoloni
  • ciprofloxacina
  • levofloxacina

Altri farmaci sono prescritti in caso di insensibilità o allergia a questi. Dopo aver completato il corso, è necessario un test di analisi delle urine per determinare l'efficacia del trattamento.

Il ricovero è necessario se presente:

  • Febbre alta, brividi
  • Vomito ripetuto
  • Minaccia di disidratazione

In questi casi, viene prescritta la somministrazione di antibiotici e la compensazione della perdita di liquidi per via endovenosa. Una febbre e brividi possono essere segni di infezione nel sangue, quindi dovresti prestare particolare attenzione a questo.

La pielonefrite è una malattia insidiosa e non sempre prevedibile. In assenza di malattie concomitanti, di solito non provoca gravi danni ai reni. Tuttavia, la transizione della pielonefrite alla forma cronica è causa dell'ansia più grave e del trattamento immediato.

Per i pazienti a rischio (bambini, diabetici, pazienti con insufficienza renale strutturale e problemi di regolazione nervosa della vescica) la pielonefrite cronica si trasforma piuttosto rapidamente in insufficienza renale, che è già seriamente pericolosa per la vita.

Prevenzione della pielonefrite

La pielonefrite è una malattia molto comune tra le donne. È un'infiammazione batterica delle aree dei reni responsabili dell'escrezione urinaria. La patologia acuta diventa spesso cronica, che tende a ripetersi periodicamente. Pertanto, la prevenzione tempestiva della pielonefrite svolge un ruolo importante nel trattamento della malattia. L'aderenza alle misure di infiammazione preventiva evita l'infezione primaria dei reni o l'esacerbazione della forma cronica della malattia.

Prevenzione standard di pyelonephritis affilato

Per prevenire l'infezione batterica del sistema urinario è facile se si seguono queste linee guida:

  1. Evitare l'ipotermia.
  2. Bere circa 2 litri di liquidi ogni giorno, comprese minestre, bevande, verdure e non meno di 0,5 litri di acqua pura filtrata senza gas.
  3. Osservare l'igiene personale.
  4. Monitorare la salute di denti, gengive e cavità orale in generale.
  5. Consumare succhi, bevande alla frutta e bevande ricche di vitamina C.
  6. Trattare prontamente un naso che cola, mal di gola.
  7. Almeno una volta all'anno per sottoporsi a una visita medica programmata con la consegna delle urine e l'ecografia dei reni.

Prevenzione efficace della pielonefrite cronica

  1. Organizza una dieta equilibrata con abbastanza vitamine.
  2. Ridurre al minimo l'assunzione di sale.
  3. Rispettare gli standard igienici generali.
  4. Eliminare immediatamente eventuali fonti di infezione (carie, gastrite, ulcera peptica, colite e altri).
  5. Se necessario, e secondo la prescrizione del medico, seguire cicli ripetuti di antibiotici.

È importante controllare regolarmente, una volta ogni 4-6 mesi, l'esame delle urine e un'ecografia dei reni e della vescica.

Preparati per la prevenzione della pielonefrite

La base della prevenzione della droga per la recidiva della malattia è considerata una terapia antibiotica. Inoltre, vengono utilizzati solfonammidi, agenti di acido nalidixico, nitrofurani. Più spesso prescritti questi farmaci:

  • cloramfenicolo;
  • sulfadimetoksin;
  • Urosulfan;
  • neri;
  • furagin;
  • Furadonin.

Come farmaco di supporto per la prevenzione della pielonefrite, Canephron è usato - una medicina antinfiammatoria e antispasmodica di origine vegetale a base di rosmarino, centauro e levistico.

Prevenzione della pielonefrite

Attualmente, la medicina condivide il concetto di prevenzione primaria e secondaria della pielonefrite. Le misure preventive prevengono lo sviluppo di processi infettivi del sistema genito-urinario e aiutano ad evitare gravi complicazioni - insufficienza renale acuta o ascesso renale.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore regolare si è liberato dei problemi renali con un metodo efficace. Ha controllato su se stessa - il risultato è al 100% - completo sollievo dal dolore e problemi con la minzione. Questo è un rimedio naturale alle erbe. Abbiamo controllato il metodo e abbiamo deciso di consigliarlo a te. Il risultato è veloce. METODO EFFICACE.

Le misure preventive per prevenire lo sviluppo di pielonefrite sono raccomandate ad alcune persone a rischio:

  • donne con patologie anatomiche del sistema genito-urinario;
  • uomini più anziani con prostatite o urolitiasi;
  • bambini sotto i 7 anni a causa del basso livello di immunità;
  • pazienti sottoposti a intervento chirurgico sugli organi del sistema urinario;
  • donne durante la gravidanza a causa della pressione dell'utero in aumento sugli ureteri o sulla vescica.

Esistono misure preventive generali che possono prevenire il verificarsi di complicanze nella pielonefrite acuta o cronica:

  • dovrebbe abbandonare completamente l'uso di bevande alcoliche e fumo;
  • trattare tempestivamente le malattie del cavo orale, del tratto gastrointestinale e del freddo per prevenire i processi infettivi;
  • per prevenire la pielonefrite negli adulti e nei bambini inclini a sviluppare malessere, si dovrebbe regolarmente sottoporsi a esami medici e test di laboratorio;
  • dovrebbe stabilire una chiara routine quotidiana con l'inclusione del tempo per il riposo e il sonno di 8 ore. Un organismo stanco non sarà in grado di resistere alle infezioni virali, il che aumenterà la probabilità di processi infiammatori;
  • La prevenzione della pielonefrite acuta e cronica implica una dieta e una dieta salutari. Nei piatti devono essere presenti vitamine e oligoelementi utili che possono migliorare l'immunità e aumentare le funzioni protettive del corpo;
  • il trattamento è fatto meglio con farmaci contenenti sostanze naturali e ingredienti naturali;
  • per normalizzare il deflusso di urina dovrebbe usare una quantità sufficiente di liquido;
  • è necessario avere paura dell'ipotermia, svuotare la vescica senza lunghi ritardi e anche seguire le regole dell'igiene personale.

Misure primarie

Le misure principali comprendono il trattamento di malattie che possono portare alla formazione di processi infiammatori negli organi appaiati. Questi includono urolitiasi, prostatite e altri disturbi infettivi, che causano difficoltà di deflusso delle urine. Inoltre, vengono svolte numerose attività per migliorare l'immunità.

secondario

Le misure secondarie sono mirate alla rilevazione di batteri nelle urine durante l'esame e comprendono la nomina di una terapia specializzata per prevenire il ripetersi della pielonefrite. Schema approssimativo del trattamento terapeutico:

  • la prima settimana del mese è il momento per bere il decotto di rosa canina;
  • le prossime due settimane - il periodo di prendere diuretici naturali e medicine antisettiche;
  • La scorsa settimana del mese - prendendo pillole antibatteriche.

Per prevenire il ri-sviluppo della pielonefrite devono essere eseguite misure preventive almeno due volte ogni sei mesi. L'ammissione al dispensario con ulteriore terapia viene effettuata tre volte l'anno. Una visita all'urologo aumenta in media fino a 5 volte l'anno.

Con pielonefrite cronica

Se si verifica una pielonefrite acuta, devono essere prese misure per prevenire lo sviluppo della forma cronica della malattia. A tale scopo, gli urologi raccomandano in nessun caso di interrompere l'assunzione di farmaci antibatterici e di non violare i termini del trattamento. Con il rifiuto delle droghe aumenta il rischio di forme croniche. Tutti i pazienti che hanno precedentemente sofferto di patologie acute devono essere registrati con un urologo per un anno per valutare la condizione e controllare il livello dei leucociti nel sangue del paziente. Se il paziente è impegnato al lavoro con una maggiore attività fisica, è necessario considerare l'opzione con condizioni di lavoro più leggere.

Pielonefrite acuta abbastanza spesso trabocca nella fase cronica, quindi, ai fini della profilassi, i pazienti che sono stati malati devono sottoporsi a una terapia adiuvante in un ospedale o in una clinica ambulatoriale, compresi sulfamidici e antibiotici. Si raccomanda al paziente di aumentare la dose di assunzione giornaliera di liquidi, limitare o eliminare l'uso di sale, concentrarsi su alimenti sani con un alto contenuto di oligoelementi e vitamine essenziali. È necessario svuotare prontamente la vescica, iniziare a mantenere uno stile di vita sano, migliorare l'immunità, rispettare i requisiti di igiene personale e, se possibile, evitare il raffreddore.

Durante la gravidanza

La malattia è più comune nelle donne a causa delle caratteristiche strutturali degli organi del sistema urogenitale, quindi la prevenzione è di grande importanza per gli organi urinari che hanno sofferto di malattie. Oltre alle misure generali, alcuni punti dovrebbero essere indicati per le donne che portano un bambino. Nella seconda metà periodo di compressione avviene in utero quantità crescenti di organi urine - vescica e dell'uretere, che si traduce in complicanza di urina deflusso e creare un ambiente favorevole per l'allevamento di batteri nocivi nei reni e la comparsa di pielonefrite. In caso di tossicosi tardive che si uniscono a questo processo, è possibile la possibilità di gravi complicanze, fino all'insorgenza dell'insufficienza renale, che minaccia l'insorgere di un pericolo per la salute della madre e del bambino.

Per la tempestiva diagnosi della malattia e l'adozione di misure urgenti per il trattamento, dovrebbe essere regolarmente monitorato nella clinica prenatale, sottoporsi costantemente a test di laboratorio, soprattutto per i pazienti che hanno precedentemente avuto malattie ginecologiche.

Lo sviluppo della pielonefrite nel periodo dei procreali senza sintomi visibili, ma può in seguito portare alla comparsa di insufficienza renale acuta.

Ginnastica per future mamme

Le misure preventive per prevenire lo sviluppo della pielonefrite nelle donne in gravidanza sono estremamente importanti a causa dell'impatto negativo della malattia sulla salute della madre e sullo sviluppo del nascituro. I professionisti raccomandano l'uso di esercizi speciali per alleviare la tensione negli organi pelvici e rafforzare i muscoli vaginali.

Descriviamo brevemente gli esercizi usati per prevenire la malattia durante la gravidanza:

  • Quando sei sdraiato, piega le ginocchia e allarga le gambe. Eseguire l'elevazione lenta del bacino verso l'alto con uno stop nella posizione estrema superiore.
  • Mantenendo la posizione iniziale, inspirando, tendiamo la testa verso le gambe, mentre espirando ci sdraiamo nuovamente sulla schiena.
  • In posizione prona, devi piegare le gambe, piantare la gamba libera verso la parte posteriore, quindi tornare indietro.
  • Nella posizione prona dovrebbe eseguire l'esercizio "forbici".

Durante l'infanzia

Le attività di prevenzione per i bambini richiedono un approccio più responsabile. Lo sviluppo della pielonefrite in età ridotta può portare ad insufficienza renale acuta e successivamente a disabilità. Pertanto, la prevenzione primaria è la conformità con la dieta e il regime giornaliero. In caso di esacerbazione di pielonefrite in un bambino, dovrebbe essere introdotto il riposo a letto e nella dieta dovrebbe essere inclusa una maggiore quantità di alimenti vegetali e proteici. Durante il trattamento vengono usati antibiotici e compresse per alleviare l'infiammazione. Nella forma cronica della malattia, richiede un periodo di tempo più lungo.

vaccinazione

Per prevenire l'insorgenza della pielonefrite acuta, la vaccinazione contro le malattie infettive, i virus dell'influenza e le malattie respiratorie deve essere effettuata in tempo. È necessario controllare la conformità del bambino con la routine quotidiana e prestare sufficiente attenzione al riposo, al sonno adeguato e più tempo in natura. È possibile utilizzare i metodi della medicina tradizionale con l'uso di erbe medicinali, ma solo con il permesso e la raccomandazione di uno specialista.

È possibile sconfiggere la malattia renale grave!

Se i seguenti sintomi ti sono familiari di prima mano:

  • mal di schiena persistente;
  • difficoltà a urinare;
  • violazione della pressione sanguigna.

L'unico modo è un intervento chirurgico? Aspetta e non agire con metodi radicali. Cura la malattia è possibile! Segui il link e scopri come lo specialista consiglia il trattamento.

Prevenzione della pielonefrite cronica

La proteinuria è generalmente piccola.

Hypostenuria (hypersenenuria è possibile in oliguria).

Microematuria (ematuria meno frequente, con necrosi delle papille renali).

Reazione alcalina delle urine (se infetto da Proteus, Klebsiella, Pseudomonas).

Esame batteriologico delle urine (semina)al fine di identificare l'agente patogeno e determinare la sua sensibilità agli antibiotici, è necessario effettuare nei seguenti casi:

Se si sospetta la pielonefrite, i risultati della diagnosi rapida sono negativi.

Con la ripetizione di pyelonephritis cronico sempre.

In degenza all'ammissione.

Nei pazienti ad alto rischio di complicazioni della pielonefrite: DM pazienti con anomalie e malattie del tratto urinario, le donne incinte, gli anziani, gli uomini con prostatite o iperplasia prostatica benigna, bambini sotto i 6 anni di età, i pazienti con immunodeficienza.

In un terzo dei pazienti, l'emocoltura per emocoltura consente l'identificazione dell'agente causale della pielonefrite (esacerbazione). Esegua a pazienti alla presenza di febbre o un leykopeniye, il sospetto sui centri remoti di un'infezione, a stati d'immunodeficienza.

Determinazione nel sangue della concentrazione di creatinina e urea (possibile aumento della pielonefrite complicata).

CRP (non può essere determinato in presenza di febbre e leucocitosi).

Test di gravidanza

Determinazione della glicemia.

Elettroliti del sangue (in grave pielonefrite, insufficienza renale, disidratazione, diabete, gravidanza).

Ultrasuoni dei reni consente di effettuare diagnosi differenziali con altre malattie dei reni (tumore, tubercolosi, ematoma), per identificare ostruzioni, focolai purulenti (ascesso, carbonchio).

Nella pielonefrite cronica - riduzione delle dimensioni, aumento di ecogenicità, deformità ed espansione del sistema di placcatura del calice-pelvi, tuberosità dei contorni renali, asimmetria delle dimensioni e dei contorni.

Cromocitoscopia in donne in gravidanza- il rilascio di urina torbida dalla bocca dell'uretere del rene interessato (o da entrambi i reni), lento o indebolito rilascio di carminio indaco sul lato interessato.

Diagnosi radiologica(radiografia generale, urografia escretoria, radiografia del radioisotopo, TC, RM), secondo indicazioni, rivelano cambiamenti strutturali nei reni e nel sistema urinario.

Radiografia del sondaggio: aumento o diminuzione di uno dei reni, rugosità dei contorni, a volte ombra di calcolo.

Urografia escretoria (eseguita solo nella fase inattiva, nella fase attiva solo per motivi di salute, se necessario, intervento urologico, controindicata in caso di malattia renale cronica, con sospette concrezioni). In pyelonephritis cronico - l'espansione e la deformazione delle tazze e il bacino.

Renografia radioisotopica: la dimensione dei reni è normale o ridotta, l'accumulo dell'isotopo è ridotto, la secrezione e le fasi escretorie della curva di renografia sono allungate.

Le scansioni TC e MRI vengono visualizzate con i cambiamenti nei dati ecografici o nella pielonefrite ricorrente e nei dati ecografici non informativi.

Malattie infettive con febbre (febbre tifoide, malaria, sepsi).

Idronefrosi: Ultrasuoni - un aumento del rene e l'espansione del sistema di placche a bacino-pelvico sul lato affetto, con urografia escretoria - un blocco del tratto urinario.

Infarto renale: ematuria, oliguria, paziente con setticemia, fibrillazione atriale, aterosclerosi, aortoarterite.

Colecistite o GIB: le donne di mezza età soffrono, batteriuria e piuria asintomatiche sono possibili, e l'ecografia della cistifellea rivela cambiamenti caratteristici.

Pancreatite acuta: determinazione dell'attività di amilasi e lipasi nel sangue, concentrazione sierica di acidi grassi liberi.

Aneurisma aortico di dissezione: si manifesta negli anziani con aterosclerosi, ipertensione maligna; l'auscultazione rivela un soffio sistolico, inoltre - cambia con l'ecografia, l'aortografia.

Glomerulonefrite: il dolore e la febbre non sono caratteristici, batteriuria eritrotsiturii assente predomina sulla leucocituria nei linfociti conta leucocitaria predominano, la capacità di concentrazione dei reni spezzate in ritardo ad ultrasuoni nessuna deformazione del sistema pyelocaliceal asimmetria cambia contorni dimensioni.

Ascesso tubo-ovarico: giovani donne con batteriuria e piuria asintomatiche, ecografia pelvica, TAC, esame endoscopico.

Tubercolosi renale: piuria "sterile", test positivo di Mantoux e analisi delle urine per un bacillo tubercolare; cambiamenti specifici durante l'ecografia - idronefrosi, calcificazioni, cavità, deformità cicatriziali del rene; Endoscopica urography - idronefrosi, pelvi renale sistema deformazione del tipo "Daisy", cavità, stenosi, difetti ulcera, uretere "perline", un sintomo di "boom allungata"; Dati CT.

Eradicazione del patogeno (abacteriuria, risultati negativi della coltura di batteriologia urinaria), nessuna recidiva.

A impossibilità di sradicamento (pyelonephritis cronico complicato) - normalizzazione di indicatori clinici e di laboratorio dell'attività del processo incendiario.

Prevenzione ed eliminazione delle complicanze.

Indicazioni per il ricovero in ospedale

L'impossibilità di assumere farmaci per via orale (nausea, vomito).

La presenza di complicanze (ipotensione arteriosa, shock, sepsi).

Ostruzione delle vie urinarie

La necessità di correzione urologica o intervento chirurgico.

Nel periodo della tabella di esacerbazione numero 7a. Consumo liquido 2-2,5 l / giorno, con oliguria e ipertensione - limitazione dell'assunzione di liquidi. Sale di restrizione, meglio - rifiuto di esso.

La terapia antibiotica empirica (senza identificazione dell'agente patogeno) viene eseguita su base ambulatoriale per 5-7 giorni. La scelta di farmaci antibatterici si basa sulla più alta frequenza di microrganismi uropatogeni e indicatori statistici di sensibilità agli antibiotici. Se il trattamento è inefficace per 5-7 giorni, viene prescritta una coltura di batteriologia urinaria.

Pielonefrite non complicata (esacerbazione)

Il trattamento è effettuato su una base ambulatoriale.

Farmaci antibatterici consigliati: cefalosporine di III generazione o fluorochinoloni (eccetto la gravidanza) # penicilline semisintetiche e aminopenicilline: amoxicillina (prima dose 2 g, poi 1 g 2 p / giorno per 9 giorni o 750 mg 3 p / giorno per 12 giorni), amoxicillina in associazione con netilmicina, piperacillina 25-200 mg / kg / die, penicilline protette # ticarcillina: amoxicillina / acido clavulanico 500 mg 3 r / giorno, ticarcilina / acido clavulanico # aminoglicosidi: gentamicina 1,5 mg / kg / giorno in / in o in / m, gentamicina in combinazione con cefoxitina.

L'ampicillina, il cotrimossazolo e le cefalosporine di prima generazione non devono essere utilizzate per la terapia empirica a causa dell'elevata resistenza di microrganismi ad essi.

Nel caso di multiresistenza di microrganismi, allergie multiple o con risposta clinica inadeguata al trattamento, è necessario condurre una terapia antibatterica combinata. Combinazioni favorevoli: penicilline + aminoglicosidi, fluorochinoloni + penicilline, fluorochinoloni + cefalosporine.

La durata standard della terapia antibiotica è 7-14 giorni.

La terapia empirica inizia con l'on / nell'introduzione di AB con la successiva transizione alla terapia orale. Durata: almeno 14 giorni.

Inizio parenterale con fluorochinoloni: ciprofloxacina 200-400 mg i.v., levofloxacina 250 mg / die i.v., quando si stabilizza e diminuisce la temperatura corporea, ciprofloxacina 250-500-1000 mg / die, norfloxacina 400-800 mg / die, ofloxacina. 200 mg / die, levofloxacina 250 mg / die.

Farmaci alternativi: penicilline protette (ampicillin-sulbactam 1,5-3 g / die i.v.) # cefalosporine III generazione: cefixima per via parenterale, cefuroxime (w / m 2-4 g / die), ceftriaxone, cefotaxime, cetrazidime o cefurosim per via orale # aminoglicosidi: gentamicina per infezioni miste gravi 5 mg / kg / die 1 volta al giorno, gentamicina + ampicillina, oxacillina o tobramicina IV, possono essere combinati con cefazolina o ampicillina, amikacina 10-15 mg / kg / die 2-3 una volta al giorno / m, in / in # vancomicina in / in una flebo in una dose di 0,5 g 4 volte / die per un'infezione da stafilococco # fluconazolo / in o Nutri 0,2-0,4 g / d oppure amfoteritsinV 250 mg / kg ogni due giorni per sospetta infezione fungina di trasferire alla terapia mirata dopo aver ottenuto i risultati delle colture batteriologiche.

Iniezione di liquidi in ipovolemia e disidratazione (poliuria, febbre, vomito).

Antispastici (platifillina, papverina cloridrato, estratto di belladonna, ecc.).

Quando oligouri - Diuretici.

Lotta contro shock, DIC - sindrome, disturbi elettrolitici, ARF.

Con anemia, preparazioni di ferro, trasfusioni di globuli rossi, eritropoietina umana ricombinante (record, eprex, epomax).

Trattamento fisioterapeutico - elettroforesi con novocaina, induttotermia, diatermia, diatermoterapia, fangoterapia, bagni di paraffina, terapia sinusoidale corrente, terapia di sanatorio-resort.

Si aggrava con l'aumento dell'esperienza di pielonefrite, con infezioni nosocomiali, presenza di complicanze purulente, resistenza dei microrganismi agli agenti antibatterici, ostruzione delle vie urinarie, stati di immunodeficienza, frequenti recidive. Il pieno recupero è possibile con la diagnosi precoce di esacerbazione, l'assenza di fattori aggravanti. Il 10-20% sviluppa insufficienza renale cronica. Nel 10% dei pazienti con ipertensione sviluppa la sua forma maligna.

Trattamento efficace dei focolai di infezione, indurimento razionale, rispetto delle regole di asepsi quando si lavora con cateteri urinari, trattamento tempestivo della prostatite, regolare test delle urine in donne in gravidanza.

Profilassi a lungo termine per 3-6-12 mesi dopo acuta o esacerbazione della pielonefrite cronica (indicata per disturbi urodinamici del tratto urinario, gravidanza, stati di immunodeficienza): nitrofurantoina 75 mg / die, co-trimoxazolo 100 mg / die, norfloxacina 200 mg / die Amoxicillina 750 mg / giorno; penicilline protette: amoxicillina / acido clavulanico 500 mg 3 volte al giorno, ticarcillina / acido clavulanico per 7-10 giorni di ogni mese. Efficace anche l'appuntamento con uroanteptics una volta a notte: co-trimoxazolo o nitrofurantoina 100 mg per notte 3 volte a settimana.

L'elenco delle conoscenze sui risultati della lezione.

Lo studente dovrebbe sapere: eziologia, patogenesi, clinica, diagnosi, trattamento, prognosi e prevenzione della pielonefrite cronica.

L'elenco delle competenze sulla base delle classi.

Lo studente dovrebbe essere in grado di:

Stabilire una diagnosi preliminare in pazienti con pielonefrite cronica attraverso esami fisici, metodi di ricerca strumentali e di laboratorio.

L'elenco delle abilità pratiche sulla base delle classi.

Lo studente deve avere abilità:

Esame fisico dei pazienti con pielonefrite cronica.

Decrittografia dei test delle urine (generale, secondo Nechiporenko, Zimnitsky, esame batteriologico), sangue (clinico e biochimico), revisione radiografie, radiografie durante la revisione e in / in urografia, conclusioni dell'ecografia dei reni, CT.

Pyelonephritis cronico in donne incinte.

Il controllo del livello finale della conoscenza viene effettuato con l'aiuto di test e problemi situazionali.

Controllo del test sul materiale dell'argomento (nelle attività di test è necessario scegliere una risposta corretta):

Quali combinazioni di farmaci antibatterici dovrebbero essere evitate nei pazienti con pielonefrite?

1) streptomicina con monomitsin

2) cloramfenicolo con furagina

3) gentamicina con cefalosporine

4) carbenicillina con acido nalidixico

5) gentamicina o ampicillina in forma pura

Quali farmaci non sono indicati per lo shock batterico nella pielonefrite acuta?

4) dopamina, prednisone

Quali principi non dovrebbero essere seguiti nel trattamento della pielonefrite cronica?

1) durata del trattamento

2) cambiamento frequente di preparazioni antibatteriche

3) considerazione della sensibilità della microflora

4) trattamento delle complicanze

5) uso precoce dei metodi di purificazione del sangue extracorporale

Quali farmaci antibatterici sono controindicati nella pielonefrite cronica con insufficienza renale dovuta a nefrotossicità?

1) Streptomicina in combinazione con aminoglicosidi

4) derivati ​​nitrofuranici

5) preparati di penicillina

Specificare la durata dei cicli successivi di terapia antibiotica per la pielonefrite cronica.

Un esempio di un compito situazionale

Il paziente N., 54 anni, ha rivolto un appello al medico di base con lamentele di disagio e pesantezza nella regione lombare, grave debolezza e aumento della fatica. Secondo il paziente 3 anni fa, dopo grave ipotermia, sono stati osservati sintomi simili. Su consiglio di un vicino è stato trattato con nitroxoline. Al dottore non si rivolse. Da allora, il paziente è spesso preoccupato per la cistite, a volte accompagnata da disagio nella regione lombare. Durante le esacerbazioni, assume anche la nitroxolina (entro 3-4 giorni - fino alla scomparsa dei sintomi). Questa esacerbazione entro 3 giorni dopo una leggera ipotermia (piedi bagnati nel paese).

Obiettivamente: lo stato è soddisfacente. Nutrizione normale Edema no, temperatura corporea 37,4 ° C. Nei polmoni respirazione vescicolare, senza respiro affannoso. I bordi del cuore non sono cambiati, i toni sono chiari, ritmici, 76 battiti al minuto. HELL - 160/95 mm RT. Art. L'addome è morbido, indolore. Il fegato e la milza non sono palpabili. Fare il giro della regione lombare è un po 'doloroso su entrambi i lati.

Esame del sangue: emoglobina 130 g / l, leucociti - 11.2 × 10 9 / l, ESR 25 mm all'ora.

Analisi biochimica del sangue - urea 7,5 mm / l, creatinina - 105 μM / l.

Esame batteriologico delle urine - viene seminato l'enterococco, la concentrazione di corpi microbici è 10 al 6 ° grado in 1 ml di urina.

Ultrasuoni dei reni: entrambi i reni sono ingranditi, il sistema pelvico-pelvico viene espanso e compattato su entrambi i lati.

Formulare una diagnosi dettagliata.

Qual è l'errore nel trattamento di questo paziente?

Assegnare un trattamento adeguato - elencare gruppi di farmaci.

Qual è la prevenzione delle recidive ricorrenti della malattia in questo paziente?

VI Makolkin, S.I. Ovcharenko "Internal Diseases" M., 1999 p.414-421.

"Malattie interne" a cura di A.I. Martynov, N.A. Mukhin, V.S Moiseev M., 2001, pp. 511-524.

"Malattie interne" di Tinsley R. Harrison. Il secondo libro, ed. E. Fauci, J. Braunwald, K. Isselbacher e altri, Praktika, Mosca, 2002, p. 1872-1878.

Linee guida cliniche. Standard per la gestione dei pazienti. Mosca, GEOTAR-K49 Media, 2005, p. 166-175.