Segni di prostatite cronica

Prevenzione

In contrasto con altre forme di malattie infiammatorie dei sistemi genitali ed escretori negli uomini, la prostatite cronica nelle fasi iniziali di solito procede sullo sfondo della quasi completa assenza di sintomi caratteristici. Questo fattore è spesso la ragione per cui il paziente non consulta uno specialista a causa della mancanza di disturbi fisici, il che complica un ulteriore trattamento.

I sintomi principali della prostatite cronica si manifestano pienamente quando la malattia diventa acuta, mentre nei periodi di remissione i sintomi possono essere completamente assenti. Al fine di evitare il verificarsi di complicazioni, consultare un medico per diagnosticare la malattia è necessario in presenza di cambiamenti anche minimi nella salute generale.

I primi segni della malattia

I sintomi della prostatite cronica nelle prime fasi possono variare leggermente e cambiano a seconda della causa iniziale della malattia. Quindi, ad esempio, due fattori principali sono prevalentemente distinti, la cui presenza causa la manifestazione di sintomi del disturbo.

La prima e principale ragione è l'infezione dell'organismo con virus e batteri patogeni, ai quali è necessario includere quelli trasmessi attraverso l'intimità. In tali casi, il processo di infiammazione si verifica inizialmente nell'area genitale, diffondendosi attraverso il flusso di linfa e sangue alla ghiandola prostatica.

A causa delle peculiarità di questa forma della malattia, i suoi sintomi principali sono dolore, prurito, bruciore nella zona della ghiandola prostatica e organi di riproduzione. Inoltre, c'è una diminuzione della potenza, così come il rilascio di pus durante la minzione e l'eiaculazione.

Durante il periodo di esacerbazione della malattia negli uomini, c'è spesso un generale peggioramento del benessere fisico, un significativo aumento della temperatura, perdita di appetito e debolezza. Tutti questi sintomi indicano la presenza di un ascesso purulento nel corpo e sono la ragione per un trattamento urgente a uno specialista.

La forma allergica della prostatite è caratterizzata dal fatto che la causa principale della malattia è la presenza di congestione nel corpo. Questa patologia si sviluppa in assenza di regolare vita intima, buona alimentazione e attività fisica.

In questo caso, oltre ai principali segni di malattia infiammatoria della prostata, il paziente può essere disturbato da tali sintomi come una malattia sistematica delle feci, vertigini ricorrenti, debolezza e deterioramento della digestione.

Le fasi principali della prostatite cronica

È noto che eliminare completamente i principali segni e sintomi di una malattia di qualsiasi tipo è molto più facile quando la diagnosi e la prescrizione del trattamento appropriato sono state fatte nelle fasi iniziali. Per la prostata cronica negli uomini sono caratterizzati da tre fasi principali dello sviluppo della malattia:

  • Il primo In questa fase di sviluppo del processo infiammatorio, non ci sono quasi segni caratteristici. Tuttavia, un numero significativo di uomini ha ancora alcuni cambiamenti negativi nel corpo, ad esempio: indolenzimento, sensazione di bruciore al momento dell'eiaculazione, mancanza di desiderio sessuale, diminuzione della funzione produttiva, così come maggiore necessità di usare il bagno.
  • Il secondo stadio della malattia è caratterizzato dalla presenza di alterazioni patologiche nella ghiandola prostatica, i tessuti sani sono sostituiti da neoplasie a forma di cicatrice, a causa della quale il corpo non riesce più a svolgere pienamente le sue funzioni originali. Durante il corso di questo stadio, c'è un significativo deterioramento della potenza negli uomini, o una totale mancanza di erezione, una sudorazione sistematica aumentata, l'insorgere di forti dolori e prurito nel processo di minzione.
  • Il terzo stadio è caratterizzato come la forma più avanzata della malattia. Durante questo periodo, la prostata perde quasi completamente le sue funzioni naturali, i tessuti sani sono sostituiti da neoplasie patogene, che porta ad un aumento delle dimensioni della ghiandola. Questa patologia porta alla compressione delle vie di escrezione delle urine e della vescica. Per questo motivo, il paziente non avverte quasi nessun dolore transitorio nell'area genitale e una sensazione di pienezza nella vescica. La completa eliminazione dei segni della malattia negli uomini in questa fase della malattia è possibile solo con l'uso di una terapia complessa, che deve essere applicata per un lungo periodo di tempo.

Disturbo urinario

Sullo sfondo dello sviluppo del processo infiammatorio nella prostata, cambiamenti patologici si verificano anche nella zona del sistema escretore maschile. I tessuti sani della ghiandola prostatica sono parzialmente o completamente sostituiti dalla formazione di cicatrici, a causa della quale la pressione sulla vescica aumenta di parecchie volte. Questo aspetto contribuisce alla manifestazione dei seguenti sintomi della forma cronica di prostatite:

  • Il paziente sente il bisogno costante di visitare, tuttavia, dopo aver eseguito l'atto della minzione, la sensazione di trabocco della vescica non scompare.
  • L'orinazione è spesso accompagnata da dolore acuto, sensazione di prurito e bruciore. Questi sintomi diventano più evidenti man mano che la malattia progredisce.
  • Nei casi più avanzati, il paziente può notare la presenza nell'urina di secrezioni sanguinarie o purulente, che indicano la presenza di un'infiammazione nella vescica. In questo caso, l'urina diventa torbida, quasi completamente perde la sua trasparenza e acquisisce un pronunciato odore sgradevole.
  • La maggior parte degli uomini ha notato uno scarico involontario di una quantità insignificante di urina durante i periodi tra le visite al bagno.

Disfunzione riproduttiva

Uno dei sintomi più sgradevoli della prostatite cronica è un disturbo del sistema riproduttivo negli uomini, che si esprime nella comparsa delle seguenti patologie:

  • Diminuzione della libido, cioè mancanza di desiderio sessuale.
  • La diminuzione della quantità media di tempo della durata del rapporto sessuale, nonché l'aumento dell'intervallo di tempo tra di loro.
  • La comparsa di dolore, bruciore, prurito direttamente nella commissione di un atto intimo. Anche il disagio indicato può verificarsi dopo la vicinanza.
  • Potenza ridotta in generale o indebolimento significativo della funzione riproduttiva. La maggior parte dei pazienti riferisce di impotenza nelle prime fasi della malattia.
  • Eiaculazione involontaria. Nella maggior parte dei casi, se c'è un processo infiammatorio negli organi pelvici, l'eiaculazione avviene entro pochi minuti immediatamente dopo l'inizio del rapporto sessuale, o prima che si verifichi.

Sintomi locali

Oltre ai principali sintomi della prostatite sopra descritti, la maggior parte degli uomini è anche preoccupata per i sintomi aggiuntivi causati dallo sviluppo del processo infiammatorio, ad esempio:

  • Prurito e bruciore della pelle nella prostata e nei genitali. Di solito, i rimedi locali vengono utilizzati per eliminare questi segni: creme, gel, unguenti. Tuttavia, se il disagio si manifesta solo in questo modo, può anche indicare una reazione allergica del corpo a fattori negativi esterni.
  • Dolore nella ghiandola prostatica. Inoltre, il dolore può apparire nelle cosce, nell'addome, nei genitali. Nella prostatite cronica, questi sintomi sono più pronunciati nel periodo di esacerbazione della malattia.
  • Il paziente può anche essere disturbato dalla scarica periodica dai genitali, che può contenere pus o strisce insanguinate. Di solito, questo sintomo è caratteristico delle forme avanzate della malattia, specialmente in assenza del trattamento necessario.

Aspetti psicologici

Alcuni disturbi nel comportamento abituale del paziente possono anche essere caratterizzati come i principali sintomi della prostatite cronica. Dolori sistemici, bruciore, prurito, disturbi della minzione e impotenza causano stati depressivi e disturbi nervosi.

In assenza di un aiuto psicologico tempestivo, e anche sullo sfondo di stress sistematici, la condizione generale del paziente si deteriora in modo significativo, l'uomo diventa più nervoso, irrequieto e irritabile. Inoltre, l'appetito peggiora, appare l'insonnia.

Per stabilizzare le condizioni del paziente e prevenire i disturbi mentali, il paziente deve fornire un'atmosfera confortevole. È anche possibile usare determinati farmaci con effetto sedativo.

Segni aggiuntivi

Il processo infiammatorio acuto è spesso accompagnato da un significativo peggioramento del benessere generale, febbre, senso di debolezza generale. Questi sintomi sono caratteristici della prostatite cronica in fase acuta, tuttavia, le loro manifestazioni non sono escluse nelle prime fasi dello sviluppo della malattia.

Come puoi prevenire lo sviluppo di prostatite cronica - questo lo imparerai qui sotto:

prostatite

La prostatite è una malattia urologica accompagnata da infiammazione dei tessuti della prostata. Il danno alla prostata può essere causato da un'infezione che si trasmette attraverso sangue, linfa o durante rapporti sessuali non protetti. Lo sviluppo della prostatite negli uomini è favorito da lesioni e insufficiente apporto di sangue agli organi della pelvi, persistente ipotermia, bassa attività fisica, squilibri ormonali e altri fattori. La prostatite può essere accompagnata da vesciculite, uretrite e altre malattie infettive e infiammatorie degli organi riproduttivi e urinari.

Statistiche di morbilità

La prostatite è una delle malattie più diffuse del sistema genitourinario maschile nel mondo. Secondo varie fonti, è osservato nel 60-80% degli uomini sessualmente maturi. Secondo le statistiche mediche ufficiali, in Russia oltre il 30% dei giovani in età riproduttiva soffrono di prostatite cronica. In circa un terzo dei casi, si verifica negli uomini di età superiore a 20 anni e sotto i 40 anni. Secondo l'OMS, gli urologi diagnosticano la prostatite cronica in ogni decimo paziente.

La percentuale di uomini che soffrono di prostatite cronica (%), secondo uno studio di Mehik A. et al., 2010

La dipendenza della prevalenza di tutte le categorie di prostatite nell'età (numero di casi per 1000 persone-anno) secondo uno studio di Roberts R. et al. 2008

Cause di prostatite

L'infezione. I batteri patogeni e condizionatamente patogeni entrano nella prostata attraverso il sistema linfatico e i vasi sanguigni. L'infezione secondaria della prostata è spesso una complicazione delle malattie infiammatorie del retto e dell'uretra.

  • ascendente - i microbi salgono alla ghiandola dall'apertura uretrale esterna;
  • discendente - i microbi entrano nella prostata insieme alla corrente di urina infetta.

Microrganismi condizionatamente patogeni che scatenano la malattia (secondo l'Institute of Urology 1997-1999)

Indebolimento dell'immunità. Una delle cause dell'infiammazione della prostata è l'indebolimento delle difese immunitarie del corpo. Questo può contribuire a stress frequenti, dieta squilibrata, superlavoro, fumo, alcolismo. Con una ridotta immunità, il corpo è più vulnerabile alle infezioni che portano allo sviluppo della malattia della prostata.

Disturbi del flusso sanguigno. Lo sviluppo della prostatite cronica può essere una conseguenza di uno stile di vita sedentario e sedentario. Con una costante assenza di attività motoria, i sistemi endocrino, cardiovascolare e nervoso sono disturbati, così come la circolazione del sangue negli organi pelvici. Il risultato è la carenza di ossigeno nel tessuto prostatico.

Attività sessuale irregolare L'aspetto della prostatite può contribuire sia all'astinenza sessuale prolungata che all'attività sessuale illimitata. Numerosi esaurimenti, squilibri ormonali, ridotta secrezione delle ghiandole sessuali e progressiva estinzione della potenza sono osservati in molti uomini che hanno una vita sessuale violenta. Il rapporto sessuale interrotto ha un effetto negativo sulla salute della prostata.

Lesione cronica della prostata La prostatite cronica può svilupparsi a causa di frequenti traumi ai tessuti molli della prostata. Molto spesso questo si osserva nei pazienti la cui attività professionale è legata alla guida. La causa della prostatite in questo caso è costante agitazione, vibrazione e eccessivo stress sui muscoli del perineo.

Le principali sindromi di prostatite

Pain. Con la prostatite, gli uomini provano dolori acuti e doloranti nell'addome inferiore e nella parte bassa della schiena, nonché dolori in tutto il corpo. Questo sintomo può aumentare con l'eiaculazione, specialmente durante il rapporto dopo un'astinenza prolungata.

Disuria. Tipici segni di prostatite negli uomini sono minzione frequente, bruciore e bruciore quando si svuota la vescica, tirando dolore dopo la minzione nella regione perineale. Un altro sintomo di infiammazione della prostata è la difficoltà a urinare. Se non trattata, può verificarsi una ritenzione urinaria acuta.

Disturbi sessuali Con la prostatite non complicata, vi è un'eiaculazione accelerata, l'usura delle sensazioni orgiastiche, dolore durante l'eiaculazione, diminuzione parziale o completa del desiderio sessuale. Il sintomo della prostatite cronica è anche un'erezione prolungata durante la notte.

Manifestazioni esterne Con la prostatite, alcuni pazienti hanno una secrezione purulenta o chiara dall'uretra, che è più abbondante al mattino. I pazienti possono anche notare un tale sintomo come la presenza nelle urine di fiocchi bianchi o fili.

Tipi di prostatite

Batterica acuta. La prostatite acuta si sviluppa a causa dell'infezione della ghiandola prostatica con Staphylococcus aureus, Escherichia coli, Enterococcus e altri batteri patogeni. Se non trattata, la malattia può scatenare un'infezione del sangue. In questo caso, l'uomo deve essere urgentemente ricoverato in ospedale.

I sintomi osservati in questo tipo di malattia da prostatite:

  • brividi e febbre (38 ° C e oltre);
  • dolori acuti o fastidiosi all'inguine, alla zona lombare e al perineo;
  • minzione frequente;
  • minzione dolorosa;
  • difficoltà a urinare e ritenzione urinaria acuta;
  • scarico bianco o incolore dall'uretra.

Batterica cronica La forma ricorrente della malattia si verifica in seguito alla penetrazione nella ghiandola dell'infezione. Lo sviluppo della prostatite è favorito dall'ipotermia cronica, dall'astinenza sessuale prolungata e dalla minzione prematura. La prostatite cronica in assenza di trattamento può provocare cistite, poiché il punto focale dell'infiammazione nella prostata è un serbatoio di batteri che agiscono sul tratto urinario.

Sintomi di prostatite cronica:

  • dolore allo scroto, basso addome, perineo;
  • disuria;
  • violazioni di potenza.

Non batterico cronico. Le cause della malattia includono virus o batteri che entrano nella prostata (bacillo tubercolare, trichomonas, clamidia), processi autoimmuni, penetrazione di urina nella ghiandola. La prostatite cronica rappresenta fino al 95% di tutti i tipi di infiammazione della prostata.

I segni di prostatite sono:

  • dolore pelvico cronico (preoccupato per un uomo da almeno 3 mesi);
  • dolore intermittente all'inguine;
  • nessun sintomo di infiammazione nelle urine, sperma e secrezione della prostata.

Asintomatico cronico La prostatite cronica asintomatica non è associata a infezione batterica e sindromi prostatiche sintomatiche. Si presume che la malattia sia una caratteristica fisiologica dell'età.

Sintomi di prostatite cronica di questo tipo:

  • mancanza di sindromi da malattia grave;
  • alto contenuto nelle urine di leucociti e batteri.

Il principale sintomo della malattia - la presenza di un'infezione nella ghiandola - può essere rilevato solo mediante una biopsia o durante operazioni chirurgiche nel trattamento di varie patologie prostatiche (adenoma, cancro).

Stagnante. La prostatite si sviluppa non solo sullo sfondo di cambiamenti anatomici e fisiologici del sistema venoso e di altri organi. La causa principale della malattia è la vita sessuale non ritmica.

  • dolore doloroso nel perineo, irradiato all'osso sacro;
  • minzione frequente al mattino;
  • lieve difficoltà nel deflusso di urina (il sintomo è osservato nella forma cronica della malattia);
  • indebolimento dell'erezione;
  • diminuzione della libido;
  • "Pallore" di sensazioni orgiastiche durante l'eiaculazione.

Diagnosi di prostatite acuta e cronica

Per scegliere il metodo corretto di trattamento, il medico prescrive una diagnosi completa della condizione del sistema genito-urinario, compresi i seguenti metodi.

Esame rettale digitale Se si sospetta una malattia della prostatite, l'urologo effettua un esame digitale. La superficie posteriore della prostata è adiacente al retto, quindi quando si inserisce un dito nell'ano, il medico può determinare la condizione della ghiandola. Nel corso dello studio vengono stabilite le dimensioni, la consistenza e la forma, le condizioni della superficie e il dolore.

I segni di prostatite negli uomini includono:

  • consistenza morbida, non elastica della prostata;
  • dolore con la palpazione;
  • dimensione della ghiandola allargata;
  • rigidità della mucosa rettale oltre la prostata.

Esame ecografico L'ecografia della prostata viene prescritta prima dell'inizio del trattamento in caso di prostatite acuta, al fine di rilevare / eliminare un ascesso della ghiandola e, nel caso di un decorso cronico della malattia, al fine di rilevare cisti e calcoli della prostata, nonché il grado di compressione dell'uretra. Il metodo più efficace è l'ecografia attraverso il retto.

Uroflussometria. Questo metodo per la diagnosi di prostatite viene utilizzato per studiare gli indicatori del processo di minzione: la durata di questo atto fisiologico e il tasso di deflusso delle urine. Se la velocità è di 15 ml / sec. O più, questo indica una normale pervietà dell'uretra. Un segno di prostatite è una diminuzione di questo valore inferiore a 10 ml / s. Questa velocità è una conseguenza della scarsa permeabilità del tratto urinario.

Prostatite cronica - sintomi e trattamento

La prostatite cronica è un'infiammazione a lungo termine della ghiandola prostatica, ei sintomi sono spesso assenti, motivo per cui la maggior parte della popolazione maschile non conosce la malattia.

Lo sviluppo della forma cronica di prostatite è una conseguenza del processo acuto, sebbene in pratica sia piuttosto raro. Di norma, la prostatite infiammatoria cronica inizia gradualmente, senza spiacevoli sintomi e sensazioni, spesso il decorso della malattia viene rilevato in un paziente per caso, durante un esame ecografico.

Sia i giovani che le persone di mezza età sono soggetti a forme croniche. Inoltre, la prostatite è minacciata da coloro che, per la natura delle loro attività, conducono uno stile di vita a bassa attività fisica, sentono un eccessivo sforzo fisico sul perineo, osservano l'astinenza sessuale.

classificazione

Secondo la moderna classificazione della prostatite, sviluppata nel 1995, ci sono diverse categorie della malattia:

  1. La prostatite batterica acuta (OBP) è il tipo più comune e facilmente diagnosticabile di prostatite. Di solito è causato da un'infezione batterica ed è facilmente diagnosticato a causa di sintomi tipici. La prostatite batterica acuta può verificarsi a qualsiasi età. I sintomi includono minzione dolorosa, incapacità di svuotare completamente la vescica, dolore all'addome inferiore, alla regione posteriore o pelvica. Ci può essere febbre, accompagnata da brividi.
  2. La prostatite batterica cronica è una malattia con sintomi tipici di infiammazione cronica e un numero maggiore di batteri e leucociti nelle urine e nella secrezione della prostata dopo il massaggio.
  3. La prostatite cronica (CP) è la forma più comune di prostatite. Nella maggior parte dei casi è una conseguenza della prostatite batterica acuta (non trattata o mal curata). Se ci sono sintomi, si manifestano sotto forma di dolore nei genitali o nella regione pelvica, difficoltà nella minzione urinaria o dolorosa e nell'eiaculazione.
  4. Prostatite infiammatoria asintomatica - con questa forma di malattia non ci sono sintomi classici di prostatite e la malattia stessa viene rilevata per caso, quando si contatta la clinica per un altro motivo.

Alla presenza di una componente infettiva parlano di prostatitis cronico batterico (infettivo); in assenza di patogeni microbici - prostatite non batterica (non infettiva). Si ritiene che nel 90-95% di tutti i casi la prostatite cronica non batterica abbia luogo e solo il 10-5% di essi sia batterico.

motivi

L'emergere di prostatite cronica può contribuire a una serie di fattori. Prima di tutto, è:

  1. Le IST: clamidia, ureaplasma, micoplasma, virus dell'herpes, citomegalovirus, trichomonas, gonococco, un fungo del genere Candida, E. coli (Escherichia coli) possono infettare l'uretra e essere rilevate nel tessuto prostatico;
  2. Violazione della circolazione sanguigna negli organi pelvici (congestione della prostata porta all'infiammazione);
  3. Stile di vita sedentario (autisti, impiegati, funzionari);
  4. Astinenza sessuale prolungata, rapporti sessuali interrotti o rapporti sessuali artificialmente prolungati;
  5. Ipotermia regolare (amanti del relax estremo: immersioni, surf, kayak e sci alpino);
  6. Stress: sovraccarico mentale e fisico.

Per lo sviluppo della prostatite cronica, non è tanto la presenza e l'attività dei microrganismi patogeni come la condizione degli organi pelvici e della circolazione sanguigna in essi, la presenza di malattie associate, il livello dei meccanismi protettivi.

Sintomi di prostatite cronica

Più spesso con lo sviluppo della forma cronica di prostatite, i sintomi sono quasi senza disturbare l'uomo. In questo caso, tutti i segni di prostatite acuta non si manifestano o si manifestano in misura molto minore.

I sintomi più comuni della prostatite cronica negli uomini sono:

  • dolore e disagio ricorrenti nel perineo;
  • disagio durante la minzione e la minzione;
  • irradiazione all'ano, alla coscia, ai testicoli;
  • scarico dall'uretra.

I cambiamenti nel corso della malattia, che non sono già molto brillanti, possono essere così insignificanti che i pazienti con prostatite cronica non prestano particolare attenzione a loro.

Esacerbazione della prostatite cronica

L'esacerbazione della malattia è solitamente accompagnata dai seguenti sintomi:

  • dolore e bruciore nell'uretra;
  • aumento della voglia di urinare;
  • dolore nell'addome inferiore, nel perineo e nel retto;
  • segni di una diminuzione dell'attività sessuale maschile;
  • dolore durante la defecazione.

Secondo alcuni medici, è anche possibile identificare i sintomi psicologici della prostatite cronica, che includono irritabilità, ansia, affaticamento, irascibilità, disturbi del sonno, ossessione e depressione.

Determinare immediatamente tutti i sintomi in un paziente è quasi impossibile, poiché gli uomini di solito mostrano solo 2-3 segni della malattia. Ad esempio, i più comuni sono la disfunzione erettile e il dolore nell'addome inferiore.

Perché la prostatite può causare infertilità?

Il fatto è che la ghiandola prostatica produce un segreto speciale che garantisce la vitalità dello sperma. Durante l'infiammazione, la funzione secretoria della ghiandola prostatica si deteriora, il che inevitabilmente influisce sulla qualità dello sperma.

Inoltre, la prostata è attivamente coinvolta nella regolazione della produzione di testosterone e del processo di costruzione. Ecco perché la prostatite cronica provoca una diminuzione della funzione erettile, anche dell'impotenza. Tuttavia, questi scenari per lo sviluppo della malattia possono essere evitati se viene effettuato un trattamento tempestivo e competente.

diagnostica

Le seguenti procedure sono necessarie per aiutare a stabilire / confutare la diagnosi:

  • esame rettale;
  • microscopia della secrezione della prostata;
  • secrezione della prostata per la sensibilità antibiotica;
  • test per malattie sessualmente trasmissibili;
  • ecografia transrettale.

A volte vengono eseguiti anche studi endoscopici e urodinamici.

Come trattare la prostatite cronica

Se un uomo ha la prostatite cronica, il trattamento è sempre lungo e difficile. La sua durata dipende dallo stadio della malattia, durante il quale il paziente si è rivolto a uno specialista. La terapia implica un approccio integrato, cioè una combinazione di più metodi contemporaneamente:

  • terapia antibatterica;
  • massaggio della prostata;
  • fisioterapia;
  • correzione della dieta e dello stile di vita;
  • l'uso di rimedi popolari;
  • trattamento chirurgico

Inoltre, gli agenti antinfiammatori e antispastici sono usati nella terapia della forma cronica della malattia.

Trattamento farmacologico

La scelta dei farmaci dipende dalla causa e dai sintomi della malattia. Per curare l'eziologia infettiva da prostatite cronica utilizzati farmaci antibatterici:

Analgesici e farmaci antinfiammatori non ormonali sono usati per eliminare l'infiammazione e il dolore.

Anche negli ultimi anni, il trattamento della prostatite cronica avviene con l'uso di farmaci non precedentemente utilizzati per questo scopo: alfa1-bloccanti (terazosina), inibitori della 5-a-riduttasi (finasteride), inibitori delle citochine, immunosoppressori (ciclosporina), farmaci che influenzano il metabolismo dell'urina (allopurinolo) e citrati.

fisioterapia

Alcune procedure fisioterapeutiche, quali: laserterapia, elettroforesi, ipertermia a microonde transrettale, fonoforesi ultrasonica e altri, aiutano a migliorare il trofismo dei tessuti prostatici e accelerano il processo di guarigione.

Inoltre, in caso di prostatite cronica, possono essere prescritti bagni caldi terapeutici, fangoterapia e clisteri speciali.

Massaggio della ghiandola prostatica

Migliora il drenaggio della secrezione della prostata e la microcircolazione a livello di questo organo, che a sua volta contribuisce al rapido recupero del paziente.

Il massaggio della prostata non deve essere effettuato in prostatite acuta, emorroidi, ragadi rettali. Il massaggio prostatico è solitamente combinato con la terapia antibiotica. Numerosi studi clinici hanno dimostrato un'elevata efficacia di tale trattamento.

operazione

Forse intervento chirurgico per rimuovere le aree colpite dei batteri della prostata.

  • La resezione transuretrale è un'operazione eseguita in anestesia epidurale o endovenosa con barbiturici. Il periodo di recupero postoperatorio dura non più di una settimana.

Modi che riguardano il trattamento della prostatite cronica, determina l'urologo sulla base delle informazioni diagnostiche e della sua esperienza pratica. Condurre una terapia indipendente a casa basata sulle recensioni su Internet è irto di conseguenze.

Prostatite cronica: segni, sintomi e trattamento, pillole e metodi

La ghiandola prostatica è l'organo più vulnerabile nel corpo maschile. Le malattie della prostata si verificano in ogni uomo di età compresa tra 20 anni. In questo caso, l'iperplasia prostatica e l'adenoma, che portano a problemi di erezione, sono spesso il risultato di prostatite cronica. Ecco perché dovresti conoscere le caratteristiche della prostatite cronica e come trattarla.

Prostatite cronica - che cos'è?

La prostatite cronica è un processo infiammatorio a lungo termine nella prostata. Il termine combina diverse forme della malattia, manifestate da sintomi clinici simili.

Categorie di prostatite cronica:

  1. Infettivo - innescato da batteri, funghi o virus;
  2. La sindrome da dolore pelvico non infettivo (stagnante) - altrimenti chiamata, si manifesta con o senza segni di infiammazione;
  3. Asintomatico - in completa assenza di manifestazioni cliniche, l'infiammazione viene rilevata solo con un attento esame della prostata.

Nel 95% dei casi viene diagnosticata una prostatite cronica non infettiva. Allo stesso tempo, la stagnazione della prostata - il suo segreto o la circolazione del sangue nelle vene - arriva alla ribalta dello sviluppo dell'infiammazione.

Il rischio di prostatite cronica è aumentato nelle persone:

  • condurre una vita sessuale irregolare, praticando regolarmente l'interruzione dei rapporti sessuali al fine di evitare un partner in gravidanza;
  • impiegati e conducenti (lavoro sedentario provoca ristagni di sangue nella pelvi);
  • preferire indossare biancheria intima stretta;
  • abusare di alcol e fumo.

Prostatite cronica: segni di esacerbazione

La prostatite cronica si sviluppa gradualmente e per molti anni non può causare preoccupazione. Periodicamente, un uomo può notare:

  1. Sensazioni spiacevoli nella zona perineale;
  2. Dolore di intensità minima con irradiazione caratteristica del sacro, del retto, dei genitali;
  3. Alcuni minzione frequente con il verificarsi di dolore e scarso scarico patologico dal canale uretrale, flusso di urina debole;
  4. Dolore al glande dopo l'eiaculazione (scompare entro 30 minuti);
  5. Bruciore nell'uretra, l'insorgenza di dolore durante il rapporto sessuale.

Stress, ipotermia, infezione, che porta ad un indebolimento dell'immunità, e il consumo di cibo / alcool piccante può provocare una esacerbazione della prostatite cronica. Allo stesso tempo, l'intensità delle manifestazioni dolorose aumenta e assomiglia all'infiammazione acuta.

Con lo sviluppo della malattia e il coinvolgimento dei nervi nel processo patologico, la disfunzione erettile sta diventando sempre più pronunciata, il che influenza significativamente lo stato psicologico del paziente.

Tuttavia, la prostatite cronica non è solo una violazione della potenza - un'erezione debole, una diminuzione delle sensazioni durante l'orgasmo o la loro completa assenza, eiaculazione precoce.

Spesso la malattia porta allo sviluppo di cistite, pielonefrite e infiammazione dei testicoli, aggravando il corso della patologia sottostante. Inoltre, il rischio di formazione di calcoli nella prostata, l'adenoma o la comparsa di un tumore maligno aumenta significativamente. Con prolungata prostatite cronica si sviluppa infertilità.

Sintomi di prostatite cronica in forme e stadi

I sintomi della prostatite cronica dipendono dalla forma della malattia e dallo stadio della malattia (esacerbazione o remissione).

Prostatite cronica batterica

I segni di prostatite cronica causata da microflora patogena si verificano periodicamente con intensità diversa. Durante l'esacerbazione, i sintomi dell'infiammazione sono più pronunciati. La prostatite infettiva e cronica si verifica:

  • Comuni segni di infiammazione nel corpo - febbre, debolezza, brividi, dolore muscolare (si verificano durante esacerbazione);
  • sindrome da infiammazione locale - dolore nel basso addome, aggravato dai rapporti sessuali, dopo defecazione e minzione, con una lunga assenza di intimità;
  • Violazioni del sistema genito-urinario: minzione intermittente, alterata erettilità;
  • Anomalie di laboratorio - rilevamento di batteri / funghi nella secrezione della prostata e analisi delle urine, segni di infiammazione nel test del sangue (leucocitosi, aumento della VES) e delle urine (leucocituria, proteine).

L'infiammazione esterna, i segni di prostatite cronica vengono cancellati. I reclami del paziente indicano più minzione, diminuzione del desiderio sessuale e altri disturbi erettili, causando un nervosismo pronunciato.

Prostatite cronica non infettiva: sindrome da dolore pelvico cronico

Il nome stesso indica che il sintomo prevalente in questo tipo di prostatite cronica è il dolore. A causa della bassa intensità del dolore, la prostatite cronica di natura non infettiva viene spesso trascurata.

Nel tempo, il dolore è un po 'aggravato e nel quadro clinico compaiono sintomi di alterazione della funzione sessuale, dovuti alla progressione della congestione e ad una diminuzione del tono muscolare del pavimento pelvico e dello sfintere uretrale.

Spesso la malattia è assolutamente asintomatica. La diagnosi di prostatite cronica è fatta quando ci sono segni di infiammazione della prostata e della sua iperplasia durante gli studi diagnostici. Nell'analisi delle urine, leucocitie possono essere periodicamente registrate.

Metodi di trattamento per prostatite cronica

In ogni caso, il trattamento della prostatite cronica richiede una selezione individuale di un regime terapeutico. Questo tiene conto della causa della malattia (infezione, ristagno della secrezione o sangue venoso), della durata del corso e della presenza di patologia aggravante.

Terapia farmacologica:

  • Farmaci antibatterici - trattamento antibiotico (Ciprofloxacina, Amoxicillina, Azitromicina, Levofloxacina, Claritromicina) è indicato solo per grave infiammazione, la rilevazione di un agente batterico nella secrezione delle urine o della prostata. Il trattamento antibiotico dura 2-8 settimane. Alla fine del corso, i sintomi della malattia spesso persistono per intero, sebbene il fattore infettivo sia completamente eliminato.
  • I bloccanti alfa-adrenergici (Terrazonina, Tramsulosina, Alfuzosina) - sono prescritti con una maggiore pressione intrauretrale, ipertonia dei muscoli della vescica. Il loro uso non ha alcun effetto sulla violazione dell'innervazione dei muscoli e della distrofia muscolare del pavimento pelvico.
  • Trattamento sintomatico della prostatite cronica - I FANS (Diclofenac, Ketorolac) sono spesso usati in compresse per alleviare il dolore, spesso antidepressivi selettivi (Imipramina, Fluoxetina) sono raccomandati per l'eliminazione dell'ansia.
    Terapia ormonale - il trattamento con antiandrogeni e androgeni viene effettuato in accordo con le deviazioni del livello ormonale.
  • Gli immunostimolanti - sono prescritti solo con una comprovata immunodeficienza di laboratorio.
  • Gli agenti regolatori dell'acido urico sono raccomandabili solo in presenza di calcoli nella prostata. Il più delle volte, il medico prescrive l'allopurinolo. Tuttavia, il farmaco è efficace solo contro gli urati.
  • La terapia vitaminica - il mezzo di scelta nel trattamento della prostatite cronica sono disponibili complessi vitaminico-minerali. Sostituirli con gli integratori alimentari pubblicizzati non porta a risultati curativi, tranne che per lo spreco di denaro.

Trattamento chirurgico della prostatite

A seconda del processo patologico che ha provocato la prostatite cronica, viene utilizzata la resezione transuretrale della prostata (che spesso sostituisce la chirurgia aperta), il drenaggio endoscopico di una cisti della prostata che si è formata e la correzione chirurgica delle vescicole seminali con secrezione compromessa.

Con la sclerosi comune, viene eseguita la prostatectomia. Con l'iperplasia prostatica, i metodi di ablazione sono efficaci: termoterapia a microonde e ablazione laser.

Altri trattamenti per prostatite cronica

Alcuni medici prescrivono attivamente vari metodi di trattamento fisico della prostata a pazienti con prostatite cronica. Comunque, la maggior parte di loro ha parecchie controindicazioni e sono nominati solo in casi certi:

  • Il massaggio alla prostata (solo una piccola parte della ghiandola è disponibile) con alterazioni iperplastiche nell'organo può provocare ritenzione urinaria acuta e contribuisce alla diffusione del processo infiammatorio (fino allo sviluppo della sepsi). Inoltre, il massaggio non può essere eseguito con pietre e cisti della prostata, espressa congestione venosa. Il rilascio della prostata dalla secrezione stagnante si verifica meglio durante l'eiaculazione naturale.
  • Ginnastica per la vescica - esercizi speciali per allungare gli intervalli tra la minzione fino a 4-5 ore sono efficaci nel rompere il tono muscolare della vescica e il suo sfintere. Tuttavia, la loro efficacia è marcatamente ridotta nella sindrome miofasciale causata da cambiamenti neurodistrofici.
  • Instillazione: l'iniezione profonda di farmaci nell'uretra è molto dolorosa ed è piena di complicazioni.
  • La stimolazione elettrica, l'ecografia transrettale e la fonoforesi, la terapia magnetica e altri metodi di stimolazione muscolare sono consigliabili solo con un ridotto tono muscolare del pavimento pelvico. La fisioterapia fornisce solo un sollievo temporaneo e si ottiene un effetto duraturo eliminando la causa della malattia.
  • Metodi popolari: le ricette fatte in casa (semi di zucca con miele, infuso di alcool di corteccia di pioppo e altre) vengono utilizzate solo con l'approvazione del medico andrologo e non sostituiscono in alcun modo la terapia farmacologica.

Prognosi: può essere curata la prostatite cronica?

La prognosi per la prostatite cronica dipende direttamente dalla tempestività del paziente per cercare un aiuto qualificato. Come potete vedere, i sintomi e il trattamento della prostatite cronica negli uomini sono strettamente correlati - in assenza di cambiamenti iperplastici nella ghiandola e nella neurodistrofia, con il trattamento complesso, è possibile ottenere un miglioramento duraturo della condizione.

Allo stesso tempo, è importante riconsiderare radicalmente la propria vita: eliminare i fattori che provocano stagnazione, eliminare le cattive abitudini e mangiare pienamente.

Prostatite cronica

La prostatite cronica (codice ICD 10 - N 41.1) è la malattia più comune dei genitali maschili. La patologia è un processo infiammatorio nella ghiandola prostatica che si verifica sullo sfondo di processi stagnanti o infezione di un organo con vari microrganismi.

La prostatite cronica può essere primaria e secondaria, spesso è una complicanza della prostatite acuta, che è stata curata in modo errato o fuori dal tempo. La malattia è più comune negli uomini di età matura, di età superiore ai 50-60 anni. Ma nei casi più gravi, la patologia viene diagnosticata in pazienti di età fertile: da 30 a 50 anni.

Cause di prostatite cronica

C'è un enorme elenco di cause e fattori che possono provocare prostatite cronica. Prima di tutto, queste sono malattie infettive della ghiandola prostatica e cambiamenti legati all'età, processi di congestione nella prostata.

La prostatite acuta molto spesso diventa la causa dello sviluppo della forma cronica della malattia. Il fatto è che gli uomini nella maggior parte dei casi non osano rivolgersi a un andrologo per il dolore al bacino. Di conseguenza, il processo infiammatorio può andare via da solo, se l'immunità fa fronte o provoca suppurazione. In ogni caso, c'è una complicazione sotto forma di processo di cronizzazione.

Nei pazienti più anziani, la prostatite cronica è associata ad alterata circolazione del sangue nella pelvi, alla mancanza di vita sessuale. La prostata secerne uno speciale segreto che entra nell'eiaculato durante l'eiaculazione. Se un uomo non si impegna nel sesso e non si masturba, il liquido ristagna, si addensa, la ghiandola prostatica si degrada. Lo stesso accade con insufficiente circolazione del sangue, la prostata è priva di sostanze nutritive.

I processi congestizi nella prostata possono essere scatenati da rapporti sessuali interrotti, stimolazione non realizzata. Se un uomo ha un'erezione, la sintesi del succo di prostata aumenta, ma l'eiaculazione non si verifica - il liquido in eccesso ristagna.

I medici identificano una serie di fattori che contribuiscono allo sviluppo della prostatite cronica negli uomini:

  • Stile di vita passivo - un percorso diretto verso la formazione di processi stagnanti nella pelvi, alterata circolazione sanguigna, comparsa di aderenze.
  • Pessima nutrizione, abbondanza di cibi grassi e nocivi, obesità.
  • Sesso sbagliato
  • Ipotermia dei genitali.
  • Processi infiammatori cronici nel corpo, compreso il tratto respiratorio superiore, carie, infezioni urogenitali nella storia, ecc.
  • Costipazione cronica.
  • Disturbi endocrini, disturbi ormonali.
  • Lesioni ai genitali.
  • Immunità indebolita, carenza di vitamine.
  • Sovraccarico cronico, depressione.

Aumenta il rischio di prostatite cronica e l'uso regolare di alcool e fumo. Il fatto è che queste sostanze provocano uno spasmo del sistema vascolare, interrompendo la circolazione sanguigna. Se ciò accade costantemente, le navi cessano di funzionare normalmente e gli organi interni non ricevono nutrimento.

Segni di prostatite cronica negli uomini

I sintomi della prostatite cronica si manifestano in vari gradi. Durante la remissione, i sintomi possono essere molto deboli, quindi i pazienti non si precipitano dal medico. L'esacerbazione della prostatite cronica è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • Dolore nel perineo e nell'addome inferiore, che danno al pene e al retto.
  • Dolore durante l'eiaculazione.
  • Varie forme di disturbi della minzione: frequente stimolo, ritenzione urinaria, crampi e bruciore, flusso lento di urina.
  • L'adesione dell'infezione è accompagnata da febbre, un generale peggioramento della salute.
  • L'infertilità durante l'anno può essere un segno di prostatite cronica, poiché la malattia interrompe il processo di produzione dello sperma.
  • La forma trascurata della malattia è accompagnata da varie forme di disfunzione erettile: eiaculazione rapida, indebolimento dell'erezione nel processo di rapporti sessuali, impotenza.

Durante la remissione, i pazienti lamentano dolore sordo, soprattutto dopo uno sforzo fisico attivo, una dura giornata di lavoro. Mentre la patologia progredisce, i sintomi diventano più pronunciati.

Se, al primo stadio, le violazioni del sistema escretore sono praticamente impercettibili, c'è solo minzione frequente, l'uomo inizia ad alzarsi in bagno durante la notte. A 2-3 stadi della malattia, i pazienti iniziano a spingere attivamente per iniziare l'urina. L'ultimo stadio della malattia è accompagnato da una ritenzione urinaria acuta.

La stessa cosa succede con la funzione erettile. Nella fase iniziale della malattia, sono visibili solo piccole deviazioni: la durata dei rapporti sessuali diminuisce, l'erezione a volte è insufficiente se l'uomo è stanco. All'ultimo stadio della prostatite cronica, i pazienti si lamentano di completa impotenza, anche se non si verificano inquinamenti.

Trattamento della prostatite cronica con farmaci

Molti uomini sono sicuri che la prostatite cronica è per sempre, quindi, non è necessario trattarla, è solo uno spreco di soldi e tempo. Questa è un'illusione completa. È necessario trattare la prostatite cronica ed è meglio iniziare a farlo il prima possibile.

Certo, nessuno può garantire che dopo un ciclo di pillole la prostatite passerà e non disturberà mai più. Qualsiasi processo cronico richiede un monitoraggio costante, un trattamento adeguato. Ma è sicuro dire che l'approccio corretto alla terapia aiuterà a ripristinare la normale minzione, ripristinare una sana funzione erettile per un uomo.

Il trattamento della prostatite cronica è un processo lungo e piuttosto laborioso. Al paziente vengono prescritti farmaci, una visita a un trattamento fisioterapico, una dieta, un sanatorio e il riposo in una località, e una regolare vita sessuale. È necessario riconsiderare il tuo stile di vita, iniziare a mangiare bene, fare esercizi, prestare attenzione alla tua salute psicologica.

Prima di tutto, al paziente viene prescritto un farmaco. Se viene rilevata un'infezione batterica, vengono prescritti antibiotici per la prostatite cronica:

Per il dolore e lo spasmo, gli antispastici sono prescritti:

Per la normale eliminazione del liquido prostatico, vengono mostrati alfa-bloccanti:

Si sconsiglia vivamente di utilizzare questi gruppi di farmaci per l'autotrattamento. È molto importante scegliere i mezzi giusti e scegliere il dosaggio, altrimenti la terapia potrebbe non solo essere inefficace, ma anche molto danneggiare il corpo. Va ricordato che tutti i farmaci hanno effetti collaterali e anche l'assunzione incontrollata di acido ascorbico può causare gravi complicazioni.

Nel complesso trattamento della prostatite cronica sono necessarie vitamine e immunomodulatori. Questo è necessario per compensare la mancanza di nutrienti. Se ci sono problemi con la circolazione del sangue, sono indicati i farmaci venotonici, agenti fluidificanti del sangue. La decisione sulla nomina di tali farmaci è presa dal medico in base ai risultati dei test.

Massaggio per prostatite cronica

Il passo più importante nel trattamento della prostatite cronica è il massaggio prostatico e la fisioterapia. Va notato immediatamente che tali metodi sono utilizzati esclusivamente nel periodo di remissione. Durante l'esacerbazione della prostatite cronica, con infiammazione infettiva, in presenza di cisti, tumori, calcoli, massaggio non può essere fatto. La stimolazione della prostata in tali casi può portare ad un aumento del dolore, gonfiore della ghiandola, al suo danno.

Puoi passare un massaggio prostatico a casa, ma non dovresti provare a farlo da solo, è meglio chiedere a tua moglie o andare in un istituto medico. Per molti uomini, questa procedura è piuttosto sgradevole, perché il massaggio viene eseguito attraverso l'ano.

Un uomo si spoglia fino alla cintola, giace su un fianco, si tira le ginocchia allo stomaco, o prende una posizione di ginocchio-gomito. Il massaggiatore si infila un guanto, si infila un gel di petrolio medicinale.

Il dito viene inserito delicatamente nel retto, mentre il paziente è meglio rilassarsi il più possibile. Se l'ano è teso, il massaggio sembrerà molto doloroso. Per un paio di minuti, il massaggiatore accarezza delicatamente l'area della prostata.

Se un uomo è categoricamente contrario a questo metodo di trattamento, puoi massaggiare la prostata attraverso il perineo, ma questo metodo è meno efficace. È anche possibile migliorare il deflusso del liquido e la circolazione del sangue nella piccola pelvi con l'aiuto di esercizi sul muscolo pubico-coccigeo, attraverso il ciclismo attivo e le lunghe passeggiate.

Il trattamento di fisioterapia aiuta a migliorare la circolazione del sangue, migliorare l'immunità locale, contribuisce alla distruzione dei processi adesivi. Nella prostatite cronica, vengono utilizzate le seguenti terapie:

  • magnete;
  • laser;
  • Terapia ad ultrasuoni;
  • Stimolazione elettrica, ecc

Il medico curante sceglie un metodo di terapia e presta attenzione allo stadio della malattia, la causa della sua insorgenza.

Trattamento popolare della prostatite cronica

Nel complesso trattamento della prostatite cronica, le ricette della medicina tradizionale sono ampiamente utilizzate. Ma non possono essere utilizzati per esacerbazione di prostatiti, tumori, malattie infettive, anche una controindicazione è intolleranza personale ai componenti dello strumento.

Ricette per prostatite cronica:

  • Sin dai tempi antichi, i semi di zucca sono usati per trattare la prostatite e l'impotenza. Per accelerare il recupero, devi mangiare 30 grammi di semi sbucciati ogni giorno. Possono essere aggiunti all'insalata e utilizzati come snack salutari.
  • Nella prostatite cronica, la composta di frutta pera è molto utile. Ma prima di usare questa composta, devi assicurarti che sia cotta senza zucchero.
  • Si consiglia 3 volte a settimana di tenere bagni terapeutici con decotti di erbe e sale marino. Per cucinare il brodo, puoi usare salvia, camomilla, calendula, aghi di pino. L'erba viene prodotta in acqua bollente, filtrata e quindi versata in un bagno con acqua calda. La durata della procedura è di 15 minuti. È molto importante ricordare che l'acqua non dovrebbe essere calda, non dovrebbe essere permesso di surriscaldare i genitali.
  • I semi e il succo di prezzemolo sono molto utili e puoi anche aggiungere erbe fresche a vari piatti. Il prezzemolo contiene molte vitamine benefiche e ha anche un effetto positivo sul sistema riproduttivo.
  • Un rimedio ben noto è la supposta rettale con propoli. È necessario mescolare la propoli con burro di cacao, formare candele e conservarle nei frigoriferi. Il mese deve essere introdotto nell'ano per 1 candela prima di coricarsi.

Ricette popolari per la prostatite - questa non è una panacea per tutte le malattie. Nella prostatite cronica, possono essere utilizzati solo in terapia complessa previa consultazione con l'andrologo.

Prevenzione della prostatite cronica

La prevalenza della prostatite cronica solleva interrogativi sulla necessità di prevenire la malattia. Per prevenire tale patologia, è necessario seguire i seguenti consigli:

  • Ai primi segni di prostatite, dovresti consultare immediatamente un medico. Quanto prima inizia il trattamento, tanto meno è probabile che il processo venga cronicizzato.
  • Conduci uno stile di vita sano e attivo.
  • Abbandonare alcol, droghe e tabacco.
  • Fai sesso regolarmente, e quando si verifica l'eccitazione, cerca di soddisfare i tuoi bisogni.
  • Evita i rapporti sessuali dubbi, proteggiti con i preservativi.
  • Trattare tempestivamente tutte le malattie infettive.
  • Rafforzare l'immunità.
  • Vestito per il tempo.

Queste raccomandazioni dovrebbero essere seguite da tutti gli uomini, in particolare quelli che sono già stati diagnosticati.

conclusione

La prostatite cronica non è una frase. Molti uomini vivono con una tale patologia per molti anni, e io non conosco i problemi, tutti dovuti a un trattamento tempestivo, all'atteggiamento responsabile nei confronti della loro salute. Per preservare la potenza il più a lungo possibile, è necessario essere regolarmente esaminati da un andrologo e affrontare in modo responsabile il trattamento delle malattie rilevate.

Cos'è la prostatite? I primi segni e sintomi della prostatite, così come il trattamento degli stadi acuti e cronici

La prostatite è una malattia puramente maschile. Si riferisce alle lesioni più comuni degli organi del sistema genito-urinario e accompagna circa l'80% degli uomini e 4 di essi si verificano all'età di 40 anni.

La malattia non è un processo isolato: causa traumi agli organi vicini e avvelena anche l'intero corpo.

Come si sviluppa la prostatite?

L'essenza del processo è l'infiammazione della prostata o della ghiandola prostatica.

La prostata si trova nella pelvi, distesa sul fondo della vescica. È un organo non appaiato che sembra una castagna. Attraverso di essa passa l'uretra. Dietro la ghiandola c'è il retto, e di fronte c'è il pube.

La prostata svolge le seguenti funzioni per il corpo:

La prostatite si sviluppa quando il processo infiammatorio inizia nella ghiandola. Allo stesso tempo, aumenta di dimensioni schiacciando il canale urinario. Questo causa difficoltà a urinare.

Inoltre, la prostata ingrandita è "incorporata" nella vescica, schiacciandola. Per questo motivo, l'evacuazione delle urine da esso è disturbata, ristagna, causando l'infiammazione ora nella vescica. Il prolungato ristagno del fluido urinario nel suo "serbatoio" porta alla intossicazione dell'intero organismo con prodotti metabolici nella sua composizione.

Fattori contributivi

La principale causa di prostatite è l'infezione. Questo può essere stafilococco, enterococco, Klebsiella, Pseudomonas aeruginosa ed E. coli, Proteus. Il più delle volte, la prostatite è una conseguenza delle malattie a trasmissione sessuale: sifilide o gonorrea, clamidia, tricomoniasi.

Le cause meno comuni della malattia sono processi infettivi di altri sistemi: influenza, tubercolosi, tonsillite e altri. Batteri e virus entrano nella prostata con il flusso di linfa e sangue, così come attraverso il contatto sessuale. Molto spesso, la flora patogena viene introdotta nella ghiandola lungo il percorso ascendente dall'uretra o verso il basso dalla vescica con l'urina infetta.

Altri fattori che provocano l'infiammazione della ghiandola includono:

  • disturbi circolatori nella pelvi. Ciò può portare a uno stile di vita sedentario, a un eccesso di peso e a lesioni pelviche. I conducenti che sono costantemente in posizione seduta, subiscono vibrazioni e pressione sulla zona del cavallo sono un particolare gruppo di rischio. La ridotta circolazione del sangue nella pelvi provoca processi stagnanti e una mancanza di ossigeno nella ghiandola prostatica, che provoca anche lo sviluppo di infezioni;
  • ipotermia;
  • squilibrio ormonale;
  • problemi con la secrezione di urina;
  • attività sessuale irregolare - vita sessuale "violenta", astinenza, interruzione del processo sessuale;
  • costipazione cronica;
  • infiammazione del retto;
  • ridotta immunità, causando l'organismo a diventare suscettibile agli agenti infettivi.

Tipificazione e sintomi della malattia

Nel mondo moderno, la divisione della prostatite in specie viene effettuata secondo la classificazione del National Institutes of Health degli Stati Uniti nel 1995. Si basa su dati clinici, nonché sulla presenza di leucociti e flora patogena nel liquido seminale, nella secrezione della prostata e nelle urine:

  1. Prostatite batterica acuta.
  2. Prostatite batterica cronica
  3. CPPS - sindrome da dolore pelvico cronico o prostatite cronica non batterica.
  4. Prostatite asintomatica

La prostatite acuta è contagiosa. Ci sono diverse fasi:

  • Febbre catarrale degli ovini. Accompagnato da minzione frequente e dolorosa. Il dolore dà al sacro e al cavallo;
  • Follicolare. L'intensità del dolore aumenta. Appare durante i movimenti intestinali. Diventa difficile urinare - l'urina viene fuori in un flusso sottile o gocce. Ipertermia fino a 38 °;
  • parenchimale. Caratterizzato da ritenzione urinaria acuta e problemi con i movimenti intestinali. Forte dolore nel perineo, nella parte bassa della schiena e sopra l'utero. La temperatura corporea sale a 38-40 °. Si sviluppa un'intossicazione dell'organismo, i cui sintomi sono debolezza generale, nausea, aumento del battito cardiaco.

All'esame con un urologo, una ghiandola prostatica ingrossata e densa è palpabile, calda e dolente al tatto. Nelle urine è determinato da un gran numero di leucociti e batteri.

La prostatite cronica può svilupparsi in conseguenza della malattia acuta o come malattia separata. La diagnosi viene stabilita se il processo dura 3 mesi o più.

La prostatite cronica si manifesta in 3 principali sindromi:

  • il dolore. È interessante notare che la stessa prostata non contiene recettori del dolore. Il dolore si verifica quando il processo infiammatorio cattura le fibre nervose del bacino, in cui ce ne sono molte. Lei è diversa Può essere insignificante o brusco e forte, disturbando anche di notte, diminuendo e rinnovando di nuovo. È localizzato nel sacro, nello scroto, nella parte bassa della schiena e nel perineo.
  • dizurichesky. La voglia di urinare sta diventando più frequente. Diventa pigro, c'è la sensazione di una vescica pesante, non completamente svuotata. Quindi il processo potrebbe migliorare a causa di un aumento compensatorio dei muscoli della vescica, ma riprenderà presto. Dall'uretra appare scarico durante i movimenti intestinali.
  • disturbi sessuali - un aumento delle erezioni notturne o una diminuzione di esso, un orgasmo sfocato, dolore durante l'eiaculazione e la sua accelerazione. L'aggravamento dei disturbi sessuali, che alla fine portano all'impotenza. Esiste il concetto di dispotensione psicogena, quando un uomo si ispira che nel suo stato di perturbazione nella sfera intima sono inevitabili. E in realtà stanno sviluppando. Con lo sviluppo della disfunzione sessuale, anche l'umore di un uomo cambia: diventa irritabile, depresso.

La diagnosi di CPPS viene effettuata se sono presenti manifestazioni cliniche di prostatite, ma gli agenti causali della malattia non si trovano nei fluidi biologici (urina, eiaculazione e secrezione della prostata). Anche i leucociti sono determinati.

Il criterio principale per la diagnosi è il dolore, che non diminuisce entro 3 mesi.

La sindrome del dolore pelvico cronico è divisa in 2 categorie: infiammatoria e non infiammatoria.

CPPS infiammatorio è determinato quando un gran numero di leucociti si trovano nei fluidi biologici. Nessun batterio viene rilevato.

La CPPS non infiammatoria è caratterizzata dall'assenza di fluidi biologici e leucociti, flora patogena.

In entrambi i casi persistono i sintomi della prostatite.

La forma asintomatica della malattia è caratterizzata dall'assenza di segni di infiammazione della prostata. Viene rilevato per caso nell'istologia dei tessuti della ghiandola nel caso in cui al paziente sia stata prescritta una biopsia prostatica. Una procedura simile è prescritta, ad esempio, con un aumento del PSA.

La malattia, indipendentemente dal suo tipo (tranne la forma asintomatica), si manifesta, soprattutto, disturbi della minzione:

  • dolore durante la rimozione di urina;
  • flusso debole o escrezione urinaria goccia a goccia;
  • sensazione di vescica non completamente vuota.

Come riconoscere la malattia

Il criterio principale per fare una diagnosi è il quadro clinico e le lamentele del paziente.

Ma, per confermarlo definitivamente, è necessario sottoporsi a una serie di test e sondaggi:

  1. Esame dell'urologo. Il medico deve condurre un esame rettale della prostata. Si tiene con un dito attraverso il retto. È consigliabile svuotare gli intestini prima dell'esame. Con l'aiuto della manipolazione determina la forma e le dimensioni della ghiandola, nonché la sua consistenza. La procedura aiuta a stabilire la presenza di tumori e infiammazioni nella prostata. La ricerca delle dita ti consente di raccogliere la secrezione della prostata.
  2. Analisi delle urine Esaminare 2 porzioni: l'urina raccolta all'inizio della minzione e l'urina che è stata raccolta alla fine del processo. 1 porzione indica lo stato dell'uretra, 2 - i reni e la vescica. La presenza di leucociti nelle urine sopra la norma (15 nel campo visivo) indica un'infiammazione.
  3. Dopo aver raccolto l'urina, la prostata viene massaggiata e, come risultato, si ottiene il suo segreto. Se è troppo piccolo e non si distingue dall'uretra, ma rimane sulle sue pareti, raccogli l'urina dopo il massaggio. È anche informativo, come lo sono le secrezioni prostatiche stesse. Qui determinano anche i leucociti (non dovrebbero esserci più di 10) e, inoltre, i grani di lecitina, i corpi amiloidi. Se la prima analisi del segreto della ghiandola non ha mostrato anomalie, questo non indica ancora l'assenza di un processo. Il succo di prostata può essere troppo viscoso e intasare il lume dei dotti interessati. Quindi lo scarico secretorio sarà prodotto da cellule ghiandolari sane. Pertanto, è necessario passare più volte un'analisi simile. Inoltre, le secrezioni di urina e prostata sono fatte per identificare l'agente eziologico della malattia e per determinare la sensibilità agli antibiotici.
  4. Analisi del sangue generale
  5. Analisi per la presenza di malattie a trasmissione sessuale.
  6. Ultrasuoni dei reni, della vescica, della TRUS, che consentono di valutare a fondo le condizioni della prostata;
  7. Urofluometriya. Con il suo aiuto, sono stimati il ​​tasso e il tempo di escrezione urinaria. Viene eseguito da un apparato speciale, costituito da sensori e capacità. Tutto ciò che è necessario al paziente è di urinare in esso nel solito modo.
  8. Blood for PSA è un antigene prostatico specifico. È un indicatore della presenza di formazione di tumore nella ghiandola prostatica - adenoma o cancro;
  9. Biopsia della prostata Condotto quando sospettato la presenza di formazioni oncologiche.

Terapia della prostatite acuta e cronica

La prostatite acuta senza complicazioni viene solitamente trattata in regime ambulatoriale. Il ricovero è indicato per grave intossicazione o lo sviluppo di complicanze.

Il trattamento della prostatite acuta inizia con l'uso di antibiotici. Se la condizione è bruscamente interrotta, la loro introduzione è fatta, senza attendere i risultati dell'analisi. Utilizzare gruppi di farmaci antibatterici in grado di penetrare in profondità nei tessuti della ghiandola prostatica. Agiscono sui tipi di batteri che più spesso causano l'infiammazione in esso. Questi antibiotici comprendono fluorochinoloni: ciprofloxacina, levofloxacina.

Quando si ricevono i test, la terapia antibiotica può essere regolata in modo diverso. Tutto dipende dall'agente patogeno e dalla sua sensibilità al farmaco. La terapia viene modificata anche se dopo 2 giorni non viene osservato alcun effetto.

In caso di infiammazione acuta della ghiandola prostatica, la somministrazione di farmaci analgesici è indicata: Analgin, Chetoni, Tempalgin, nonché farmaci anti-infiammatori non steroidei: Ibuprofene, Indometacina. Oltre agli agenti orali, vengono utilizzate anche candele, che hanno anche un effetto analgesico e anti-infiammatorio: Vitaprost, supposte di propoli.

Nei casi di intossicazione grave, viene eseguita la terapia di disintossicazione. Per fare questo, utilizzare soluzioni di glucosio, Ringer, hemodez.

Prescrivere i rimedi che migliorano la circolazione sanguigna della prostata: Cavinton, Trental. Forniscono una partenza della linfa dalla ghiandola, rimuovono il suo gonfiore, contribuiscono alla rimozione delle tossine.

Il trattamento della prostatite cronica dipende dallo stadio della malattia.

Nella forma acuta si usano antibiotici. In remissione, la terapia è diretta al mantenimento della normale funzionalità delle ghiandole:

  1. Farmaci che normalizzano la microcircolazione degli organi.
  2. Farmaci anti-infiammatori
  3. È importante mantenere la funzione immunitaria del corpo, che diminuisce sotto l'influenza di cicli di antibiotici. Per questo, ai pazienti vengono prescritti immunostimolanti.
  4. In caso di disfunzione sessuale, possono essere prescritti antidepressivi e sedativi.
  5. Massaggio alla prostata
  6. fisioterapia:
    • laser;
    • ultrasuoni;
    • elettroforesi rettale;
    • ipertermia a microonde transrettale;
  7. Esercizio terapeutico

Le procedure fisiche per la prostata aiutano ad aumentare il tono dei muscoli del pavimento pelvico e ridurre il dolore.

Massaggio della prostata: l'obiettivo e la tecnica

Il massaggio con le dita della prostata ha diversi obiettivi.

Il metodo più comune di questa procedura è transrettale. In questo caso, il paziente viene posizionato sul lato destro con le gambe piegate alle ginocchia. Il medico inserisce l'indice nell'ano, facendolo avanzare nel retto. Quindi si esegue il massaggio: colpi regolari di ogni lobo della ghiandola attorno ad esso e lungo i dotti. Alla fine della procedura, i solchi sono impastati tra i lobi per rilasciare il fluido secretorio.

È necessario concentrarsi sui sentimenti del paziente: non ci dovrebbe essere dolore durante la manipolazione. La procedura dura 1 minuto, il corso completo è di 15 sessioni.
Un indicatore di un massaggio di qualità è il rilascio di alcune gocce di secrezione delle ghiandole.

Una tale manipolazione, prima di tutto, aumenta la circolazione sanguigna nella prostata. Accelera la riparazione dei tessuti e migliora il passaggio dei farmaci, elimina il ristagno e riduce l'infiammazione.

Oltre al transrettale, c'è un metodo di instillazione e un massaggio sul bougie.

Il metodo di instillazione inizia con l'introduzione di una soluzione terapeutica attraverso l'uretra. Quindi viene bloccato e il massaggio prostatico viene eseguito con il metodo delle dita. In questo caso, la soluzione terapeutica penetra nella ghiandola, migliorando l'effetto della procedura. Alla fine, l'uretra non è chiusa, si consiglia di attendere un po 'per la minzione. Reinietti il ​​farmaco nell'uretra.

Il massaggio sul bougie viene eseguito attraverso l'uretra con l'aiuto di bougies, strumenti speciali per l'espansione e l'esame degli organi tubulari. Il paziente è in posizione sul lato destro. Bougie viene inserito nell'uretra e viene tenuto con una mano. La lancetta dei secondi produce carezze e pressature sul pene da cima a fondo. La durata della procedura è di 1 minuto, dopo che la somministrazione di farmaci è stata somministrata per via intrauricolare. Questo massaggio è supportato dalla terapia antibiotica.

Massaggio alle dita della prostata - manipolazione medica, che viene effettuata da uno specialista per una chiara indicazione.

Come con qualsiasi manipolazione, il massaggio della ghiandola prostatica ha le sue controindicazioni:

  • infiammazione acuta della prostata;
  • cancro o adenoma della ghiandola;
  • emorroidi;
  • pietre, formazioni cistiche nell'organo prostatico.

Una procedura eseguita professionalmente aiuterà a ripristinare la struttura della prostata e le sue funzioni, e la stimolazione dei punti sensibili eliminerà la disfunzione sessuale.

Prostatite e medicina tradizionale

Insieme con i farmaci per aiutare a far fronte all'infiammazione della prostata e metodi tradizionali. Combinando questi 2 tipi di trattamento, accelererai il processo di guarigione e libererai le sensazioni sgradevoli.

Ci sono molte ricette fatte in casa che aiutano nella lotta contro la prostatite. Ecco alcuni di loro:

  • 500gr di semi di zucca crudi sbucciati passano attraverso un tritacarne e si mescolano con 200 g di miele. Dalla massa risultante per fare piccole palline. Mangiare prima dei pasti 2 volte al giorno, lentamente, masticare e succhiare accuratamente. I semi di zucca contengono grandi quantità di zinco, che è essenziale per la salute dell'uomo;
  • Il mirtillo ha un effetto anti-infiammatorio. Mangiare 200gr di questa bacca al giorno sosterrà la salute maschile;
  • il prezzemolo, soprattutto, è famoso come spezia culinaria. Ma oltre a questo, contiene anche molti nutrienti, compresi quelli necessari al corpo maschile. Prendi il succo di prezzemolo per il 1 °. l. 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti. Questo aiuterà ad alleviare l'infiammazione e migliorare la vita sessuale;
  • Prendi la buccia verde delle castagne con le spine, trita e versa acqua bollente. Utilizzare sotto forma di tè;
  • Tritare 300 g di cipolla ad una consistenza pastosa, aggiungere 100 g di miele, 600 ml di vino secco. Mantieni 1 settimana in un luogo buio e fresco, mescola periodicamente. Strain. Da utilizzare su 2st.l. 3 volte al giorno prima dei pasti. Efficace nel trattamento della prostatite cronica.

Aiuterà ad accelerare il recupero di alcuni esercizi. Stimolano la circolazione del sangue nella regione pelvica e, di conseguenza, nella prostata.

  1. Squat profondo sotto le ginocchia. Il numero ottimale di volte è 100. Esegui 3 volte a settimana. Se finora questo numero non può essere fatto in una volta, fare squat in diversi approcci con interruzioni.
  2. Forbici. Siediti sul pavimento con le mani sul pavimento dietro di te. Tira le gambe di fronte a te, strappale dal pavimento. Incrociali insieme. I movimenti assomigliano al lavoro delle forbici.
  3. Sdraiato sulla schiena, piega le ginocchia, porta al petto. Avvolgere le braccia intorno a loro. Tenere la posa per un massimo di 20 minuti.
  4. Anche il camminare normale elimina perfettamente il ristagno.

È possibile integrare questo complesso con altri esercizi che attivano e riscaldano i muscoli.

Prostatite adolescenziale

È difficile da credere, ma la prostatite, che era considerata la maggior parte della mezza età e della vecchiaia, ora è considerevolmente più giovane e può essere trovata anche tra gli adolescenti. Colpisce negativamente lo stato dell'intero organismo, così come l'abilità riproduttiva dei giovani.

Pertanto, è importante capire le ragioni che portano alla prostatite adolescenziale:

  • prima vita sessuale e analfabetismo sessuale. Il sesso non protetto contribuisce al benessere delle infezioni trasmesse sessualmente che possono causare l'infiammazione batterica della prostata;
  • l'ipotermia è un fattore che contribuisce allo sviluppo della prostatite. Lo sbilanciamento della temperatura riduce l'immunità e espone l'organismo a un attacco infettivo;
  • le tendenze della moda - indossare abiti troppo stretti e biancheria intima interrompe la circolazione sanguigna nella pelvi e porta a processi stagnanti in quest'area;
  • stile di vita sedentario: lavorare al computer della gioventù di oggi sostituisce lo sport, il camminare e altri passatempi attivi;
  • l'eccessiva attività sessuale prosciuga letteralmente la ghiandola. Le sue funzioni sono ridotte e la piccola quantità di secrezione secreta, il deterioramento della sua qualità lo rende più suscettibile alle infezioni.

Manifestazione della prostatite nei giovani in modi diversi. Alcuni si preoccupano dei sintomi evidenti: ipertermia, forte dolore all'inguine, irradiazione agli organi vicini e urinazione. Per gli altri, i sintomi sono in una forma usurata. Compaiono debolezza generale, diminuzione dell'attività, febbre di basso grado e scarico dall'uretra.

È molto importante non ignorare i segni della malattia, ma iniziare il trattamento in tempo. Il processo patologico avviato lascerà un'impronta sullo stato dell'organo e sulla vita dei giovani uomini.

Misure preventive

Qualsiasi malattia è meglio prevenire che curare. Le misure di prevenzione della prostatite sono abbastanza semplici e non è difficile rispettarle.

Prima di tutto, rivedi la tua routine quotidiana. Se hai un lavoro sedentario, assicurati di entrare nel programma degli sport "cinque minuti". Schiaccia il tuo corpo, spostati di più. Questo è necessario per far correre il sangue più velocemente attraverso i vasi. Allo stesso tempo, evitare uno sforzo fisico eccessivo che impoverisce il corpo.

Smetti di fumare. Il fumo di tabacco spasma i vasi sanguigni e interrompe la circolazione sanguigna, riducendo il flusso di ossigeno alla ghiandola prostatica. Limitare l'assunzione di alcol.

Evitare l'ipotermia e la tensione nervosa.

Dovrebbe essere dosato mangiare piatti marinati, così come spezie e sottaceti, salse piccanti.

È necessario osservare la regolarità della vita sessuale e l'adeguatezza degli atti sessuali.

Come puoi vedere, la malattia è abbastanza insidiosa. E, nonostante tutta la delicatezza del problema, non dovresti rimandare il trattamento. Blocca il processo nelle prime fasi del suo sviluppo: solo in questo caso salvi la tua salute e la forza maschile.