Cosa dice la protuberanza sul pene?

Nelle donne

Un nodulo sul pene può nascondere ragioni completamente diverse per la sua origine: da una reazione allergica banale alla linfangite. Pertanto, al fine di escludere la presenza di una malattia grave, il pene con un nodulo (anche se piccolo) deve essere mostrato al medico per informazioni complete e, se necessario, per un trattamento completo. Cosa significa una protuberanza sul pene? Diamo un'occhiata più da vicino.

Causa meno pericoloso

  1. La manifestazione di dermatite da contatto. La dermatite da contatto è accompagnata da edema, desquamazione, prurito e il pene è caratterizzato da decolorazione. Questa malattia può essere provocata da sostanze contenute nel detersivo per lavatrice, prodotti per l'igiene intima, tessuti, contraccettivi. La causa dell'allergia alimentare è un certo tipo di cibo.
  2. Blocco dei dotti sebacei. Un altro motivo per lo sviluppo di formazioni dense come dossi sul pene può essere un fenomeno come l'ateroma. Questo nome descrive il processo di blocco dei dotti sebacei nelle ghiandole sebacee dello scroto e del pene. Questo tumore benigno ha una forma rotonda, posto in una capsula più spesso di una sfumatura giallastra. Il tumore pineale tende alla crescita progressiva. Rimosso chirurgicamente.
  3. La malattia di Peyronie. L'aspetto dei coni può avere una causa come la malattia di Peyronie. La sintomatologia di questa malattia è caratterizzata dall'infiammazione dei tessuti molli, sul cui sito si forma una cicatrice in futuro. La malattia nella fase delicata va da sei mesi a un anno. La malattia in una tale situazione è caratteristica di gonfiore sul pene. Il palco durato oltre un anno indica casi gravi di patologia, e qui stiamo parlando della forma cronica, che è caratterizzata da curvatura del pene, manifestazione di una sindrome del dolore forte, flessione del pene in una forma eretta, riduzione dell'elasticità della pelle.

Ragioni più serie

  1. Lesione del pene. Una protuberanza rossa sui genitali può indicare un trauma subito, con conseguente emorragia interna nel pene. Diagnosticalo con raggi X o ultrasuoni. Una placca fibrosa viene asportata dalla chirurgia. Dopo tale trattamento, potrebbe essere necessario l'intervento di un chirurgo plastico nel luogo in cui precedentemente era presente un nodulo. È anche possibile un trattamento conservativo. Quando è prescritto, vitamine (A, E), colchicina e altri sono somministrati per via orale, fisioterapia (elettroforesi), iniezioni intracavernose di interferone, lidocaina, idrocortisone.
  2. Linfangite di origine non venerea. Se la formazione sul pene è un vaso linfatico compatto e indolore, questa manifestazione è molto probabilmente un sintomo di linfangite non venerea. Coloro che si trovano di fronte a un tale disastro, lo descrivono come una "vena gonfia". La condizione della linfangite è transitoria nel tempo: un massimo di diversi giorni (a volte diverse ore), dopo di che questo fenomeno scompare completamente e spontaneamente. La ragione principale è la lesione e la successiva linfostasi del pene durante la masturbazione prolungata o il rapporto sessuale prolungato.
  3. Tumore maligno (cancro). Neoplasie maligne si presentano nel sito di cellule che non svolgono le loro funzioni. Il cancro al pene può avere tre forme: papillare, nodulare, ulcerativa.
  • ulcere;
  • sanguinamento e scarico di altro tipo;
  • escrescenze sulla testa del pene;
  • i linfonodi aumentano di dimensioni nella zona inguinale;
  • il sangue appare nelle urine;
  • dolore durante la minzione.

Il cancro del papillare colpisce la testa e la foglia interna del prepuzio. Il tumore consiste di villi che assomigliano a un cavolfiore. La superficie della neoplasia può essere coperta con ulcere aperte.

I sintomi del cancro nodulare potrebbero non manifestarsi per molto tempo. Con questo tipo di cancro, il tumore cresce gradualmente in tutte le direzioni. In una forma di cancro edematosa, appare prima la forma del nodo, che in seguito diventa un edema distinto.

Il cancro viene diagnosticato conducendo una biopsia di un sito cutaneo alterato dei linfonodi inguinali, dopo di che viene eseguito un esame istologico. Ciò include anche l'ecografia del pene, la risonanza magnetica degli organi pelvici, l'esame radiografico del torace. Il livello di calcio nel sangue viene rilevato.

Come viene trattato il carcinoma del pene?

Alla terapia conservativa sono inclusi i seguenti metodi di trattamento: laserterapia, crioterapia, brachiterapia, chemioterapia.

Tra i metodi operativi di trattamento includono: rimozione della lesione, linfonodi nell'inguine e pelvi, rimozione parziale della pelvi piccola, eliminazione di metastasi (se presenti).

I metodi di trattamento combinati sono: chirurgia in combinazione con chemioterapia, radioterapia e trattamento farmacologico.

La prevenzione del cancro è l'attuazione della circoncisione nell'infanzia, l'igiene personale.

Una protuberanza sul pene sotto forma di un sigillo sottocutaneo bianco può rappresentare un grappolo di smegma tra la testa del pene e la foglia di carne. La testa aperta offre l'opportunità di rimuovere queste formazioni. Se non ci sono lamentele e un restringimento del prepuzio, la rimozione può essere fatta in seguito.

In ogni caso, la protuberanza sul pene è la ragione per una visita immediata all'urologo, perché il ritardo nell'andare dal medico per vari motivi (anche psicologici) ha il rischio di sviluppare gravi complicanze.

Condividilo con i tuoi amici e condivideranno sicuramente qualcosa di interessante e utile con te! È molto facile e veloce, basta fare clic sul pulsante di servizio che usi di più:

Malattie pre-cancerose e tumori del pene

Malattie precancerose del pene

Ci sono molti precancerosi, cioè quelli che possono trasformarsi in cancro, malattie del pene:

  • Il corno cutaneo è una formazione derivante dall'aumento della cheratinizzazione dell'epitelio, che copre il glande del pene e il prepuzio. Spesso il corno della pelle si verifica nel sito di lesioni minori. Esternamente, il corno della pelle è una crescita densa (densità dell'unghia) di 2-3 cm, gialla o biancastra.
  • La balenite xerotica obliterante si verifica a causa di una compromissione dell'allocazione di smegma. La principale manifestazione di questa malattia è la comparsa di macchie bianche, che si trovano sul prepuzio e sulla testa del pene. Queste formazioni spesso portano ad un restringimento dell'apertura esterna dell'uretra.
  • Leucoplachia - è una lesione uniforme del glande a causa dell'aumento della cheratinizzazione dell'epitelio del glande e del prepuzio. La leucoplachia si verifica a causa della costante irritazione. La leucoplachia raramente si rigenera in un tumore canceroso.
  • Le verruche genitali sono una malattia virale causata da virus del papillomavirus umano (HPV). Questi stessi virus causano le verruche, l'erosione cervicale nelle donne. Le verruche genitali possono interessare sia la testa del pene che lo scroto, così come la regione perianale (l'area della pelle, vicino all'ano) e il tratto urinario. Le verruche genitali, chiamate anche verruche genitali, appaiono come crescite rosa a forma di grappolo di 2-4 cm di dimensione. Quando si palpano, queste formazioni sono indolori.
  • La papulosi bovovena è anche una manifestazione di un'infezione virale. Tuttavia, fino ad ora, gli scienziati suggeriscono solo una connessione tra papulosi bovidea e infezione da papillomavirus umano. Questa malattia spesso porta al cancro del pene. Esternamente manifestato sotto forma di eruzione papulare (papule - una piccola formazione che si erge sopra la superficie della pelle, non contenente liquido).
  • Il tumore di Buske Levinstein o delle verruche giganti assomiglia a verruche con punte, tuttavia, a differenza di loro, questo tumore può penetrare negli strati più profondi oltre l'epitelio del pene.
  • Il sarcoma di Kaposi è un oscuro, sanguinante, sensibile quando si toccano i papuli sulla pelle del pene. Di solito il sarcoma di Kaposi appare in pazienti con infezione da HIV nella fase di AIDS.

Urto sul pene: cause e metodi di trattamento

Una protuberanza sul pene è un problema estremamente spiacevole, ma abbastanza comune. Le neoplasie sugli organi genitali maschili possono avere diverse dimensioni e forme. Sì, e le cause dell'aspetto dei coni possono essere molto diverse, a cominciare dalle allergie, per finire con le malattie oncologiche.

Notando l'aspetto delle foche, non farti prendere dal panico, ma non puoi ignorare il problema: è meglio consultare immediatamente un medico. E per i principianti, vale la pena di saperne di più sulle principali cause della formazione e della crescita dei tumori.

Cause dei coni: dermatite da contatto

La compattazione del pene può essere il risultato di una dermatite da contatto progressiva. In realtà, si tratta di una reazione allergica che si sviluppa quando la pelle viene a contatto con sostanze chimiche. Potenziali allergeni possono essere contenuti in detersivi per bucato, saponi, prodotti per l'igiene intima, salviettine umidificate, preservativi.

La malattia è accompagnata da altri sintomi, in particolare irritazione e forte prurito. La pelle del pene è spesso rossa e gonfia. È imperativo scoprire esattamente cosa ha causato la dermatite e, se possibile, evitare il contatto con questa sostanza. Per quanto riguarda i farmaci, oggi gli antistaminici sono ampiamente usati per alleviare il gonfiore e il gonfiore. Nei casi più gravi, i farmaci ormonali (steroidi) vengono utilizzati sotto forma di compresse, gel e unguenti.

Ateroma e sue caratteristiche

A volte l'urto sul pene è ateroma. La causa della sua formazione è il blocco dei dotti sebacei. Gli ateromi possono apparire ovunque sul pene e sullo scroto, sono benigni. Le neoplasie sono rotonde e circondate da una capsula protettiva giallastra.

Nella maggior parte dei casi, l'ateroma non costituisce una particolare minaccia. Tuttavia, una ghiandola ostruita può rapidamente crescere di dimensioni, il che influisce sulla qualità della vita del paziente e sul funzionamento del sistema riproduttivo. È possibile sbarazzarsi di ateroma chirurgico - la procedura non è troppo complicata e la riabilitazione è veloce.

La malattia di Peyronie

Questa è una malattia relativamente comune, che è accompagnata dalla rapida formazione di placche nell'albume dei corpi cavernosi. Nella maggior parte dei casi, i sigilli appaiono sul retro del pene, almeno - sui lati.

Se non trattata, nel 30% dei casi la malattia di Peyronie porta alla formazione di una fibrosi massiva, che è associata alla crescita del tessuto cicatriziale. Tali cambiamenti nella struttura degli organi genitali influiscono sulla qualità della vita - i pazienti lamentano problemi di erezione e dolore severo durante il rapporto. A volte c'è una curvatura del pene, che, di nuovo, è associata alla formazione e alla crescita delle aree fibrose.

Il trattamento prevede l'assunzione di vitamine, calcio antagonisti e farmaci contenenti enzimi proteolitici. Se la terapia conservativa era inefficace, il medico può raccomandare la rimozione chirurgica delle aree interessate con ulteriore chirurgia plastica del pene.

Trauma genitale

Una protuberanza rossa sul pene può essere il risultato di un trauma genitale. La pelle sulla zona intaccata, di regola, arrossisce, e sotto di esso puoi sentire il sigillo, che è un luogo di accumulo di sangue. La diagnosi è abbastanza facile da eseguire dopo una radiografia o un'ecografia.

In caso di grave lesione, la placca fibrosa si forma nei tessuti molli. La terapia conservativa in questi casi include l'assunzione di vitamine E ed A, così come la "Colchicina". I pazienti possono anche ricevere iniezioni intracavernose di lidocaina, interferone o idrocortisone. Nei casi più gravi (se la placca non può essere smaltita con i farmaci), è necessario un intervento chirurgico.

Linfangite e suoi sintomi principali

In alcuni casi, la protuberanza sul pene non è altro che un linfonodo ingrandito. Se parliamo di linfangite di origine non venerea, allora il tumore al tatto assomiglia a un piccolo sigillo sottocutaneo o una vena gonfia sul pene. La palpazione del dolore del nodo è assente. La causa più comune è una lesione minore, che spesso si verifica, ad esempio, durante un rapporto prolungato o una masturbazione prolungata.

Questa condizione non rappresenta una particolare minaccia. Il sigillo scompare da solo dopo alcuni giorni e non richiede alcun trattamento speciale.

Neoplasie maligne sul pene

Sfortunatamente, la protuberanza sul pene può segnalare un grave pericolo. L'aspetto dei tumori nell'area genitale è talvolta il risultato del cancro.

Patologie simili sono accompagnate da altri sintomi che meritano attenzione. Sulla testa del pene appaiono foche e crescite. I linfonodi inguinali aumentano in misura significativa, a volte diventano dolorosi al tatto. L'elenco dei segni può essere attribuito alla comparsa di scariche non caratteristiche dall'uretra, a volte con sangue. Molti pazienti lamentano dolore durante la minzione, la comparsa di sangue nelle urine. In alcune forme di cancro, compaiono piaghe dolorose sulla pelle dei genitali. Uno dei sintomi è il gonfiore dei genitali esterni.

Se si sospetta il cancro, viene eseguita una diagnosi approfondita, che comprende un esame ecografico degli organi pelvici, una radiografia del torace e un esame del sangue per determinare il livello di calcio. La più informativa è una biopsia, durante la quale il tessuto viene prelevato dal tumore e dai linfonodi con ulteriori ricerche di laboratorio.

Il trattamento del cancro deve essere completo. Di regola, il medico rimuove il tumore, dopo di che il paziente viene sottoposto a un ciclo di chemioterapia. A volte è necessaria l'escissione dei linfonodi e anche alcuni organi della piccola pelvi, perché i tumori sono spesso accompagnati dalla formazione di metastasi.

Altre cause di sigilli genitali

Un grumo sul pene appare per altri motivi.

  • Una piccola neoplasia può essere una verruche genitali. L'aspetto di tali crescite indica la penetrazione del papillomavirus umano nel corpo. Tali sigilli talvolta passano da soli, in altri casi è necessaria la loro rimozione (radioterapia, rimozione laser, congelamento, cauterizzazione). È impossibile eliminare completamente l'infezione, ma l'assunzione di vitamine e il rafforzamento del sistema immunitario prevengono l'attivazione del virus e la formazione di nuovi papillomi.
  • Il mollusco contagioso è un'altra malattia virale che è accompagnata dalla comparsa di foche nell'area genitale.
  • Un piccolo grumo sulla testa del pene può apparire sullo sfondo della progressione del lichene brillante. Questa malattia è accompagnata dalla formazione di una piccola acne piatta. Questa neoplasia del colore e della forma della pelle è come una verruca.

Urto sul pene: cosa fare?

Se trovi un sigillo o qualsiasi altro cambiamento sulla pelle degli organi genitali, devi consultare un urologo il prima possibile. Per determinare la causa, è necessaria un'attenta diagnosi, che può includere diverse procedure: esami del sangue, PCR (per virus e anticorpi nel corpo), ecografia, tomografia computerizzata, e se il cancro è sospettato, e la biopsia.

Una protuberanza sul pene può essere pericolosa - in nessun caso non si può ignorare il problema o automedicare, perché può solo aggravare la situazione. Assicurati di contattare uno specialista per aiuto.

Cancro del pene

Il carcinoma del pene è un processo maligno che colpisce i tessuti del pene, di solito il prepuzio o la testa del pene. Il tumore del pene è caratterizzato dalla comparsa di formazione di tumore (nodo, ulcera, placca), dallo sviluppo di fimosi, da secrezioni patologiche e da un cambiamento nel colore della pelle. La diagnosi comprende un esame esterno, la biopsia della zona modificata, l'ecografia del pene, la risonanza magnetica. Il trattamento del carcinoma del pene può includere circoncisio o penectomia con dissezione linfonodale; radioterapia, brachiterapia, chemioterapia.

Cancro del pene

Il cancro del pene è un cancro piuttosto raro in urologia e andrologia. Tra le neoplasie degli organi urinari maschili, è circa il 2-4%. Più spesso, il cancro del pene si verifica negli uomini di età superiore ai 60 anni. Il decorso del carcinoma del pene è piuttosto aggressivo; la metastasi si trova in un terzo dei pazienti già al primo stadio di oncoprocesso.

Cause del cancro del pene

L'eziologia del carcinoma del pene è multifattoriale. Viene rilevata l'interrelazione tra fumo, abitudini igieniche, processi patologici locali e sviluppo del carcinoma del pene. I fumatori maschi hanno un rischio maggiore di tumori maligni del sistema genito-urinario. Ciò è dovuto all'effetto cancerogeno dei prodotti di combustione del tabacco sulle cellule degli organi urinari e genitali e all'indebolimento del sistema immunitario, che non è in grado di fornire protezione locale.

Il fallimento da parte di un uomo di igiene personale porta all'accumulo sotto la foglia del prepuzio del lubrificante prepuial (smegma) e delle cellule desquamate, che mantengono costante irritazione e infiammazione del glande del pene, che può in seguito causare il danno al cancro. Pertanto, per prevenire lo sviluppo del carcinoma del pene, sono necessarie procedure di igiene quotidiana. In un quarto dei pazienti, il cancro del pene è accompagnato da fimosi. È stato stabilito che la circoncisione - la circoncisione eseguita nell'infanzia riduce del 70% la probabilità di cancro del pene.

Importante nell'eziologia delle malattie oncologiche è legato all'igiene della vita sessuale: è noto che all'inizio (fino a 18-20 anni) l'inizio della vita sessuale e frequenti cambiamenti dei partner aumentano il rischio di sviluppare il cancro del pene di 4-5 volte. Le lesioni oncologiche del pene sono strettamente correlate alle malattie sessualmente trasmissibili che portano a balanopostite cronica. Nel 30-80% dei pazienti, il cancro del pene è causato dal papillomavirus umano, in particolare dai suoi ceppi oncogeni HPV-6, HPV-11 e HPV-16, HPV-18. Gli omosessuali con AIDS e gli uomini con sesso occasionale non protetto sono in un particolare gruppo a rischio.

Le lesioni precancerose del pene comprendono le corna cutanee, gli obliterani xerotici (lichene sclerosante), la malattia di Bowen, l'eritroplasia di Keir, la leucoplachia e le verruche genitali. È stato osservato che il carcinoma del pene può svilupparsi negli uomini sottoposti a terapia PUVA per la psoriasi con psoraleni in combinazione con radiazioni ultraviolette a onda lunga.

Classificazione del carcinoma del pene

Il cancro del pene può verificarsi in varie forme cliniche - ulcerative, nodulari (infiltrative), papillari ed edematose.

La forma ulcerosa più comune del carcinoma del pene è caratterizzata da una rapida crescita distruttiva, dall'invasione dei corpi cavernosi e dalla comparsa precoce di metastasi nei linfonodi regionali. Quando la forma nodulare si verifica nella crescita tumorale superficiale e infiltrativa, un decorso relativamente lento. La forma papillare del carcinoma del pene ha uno sviluppo più favorevole: un lungo corso e metastasi tardive. Per la forma più rara ed edematosa del cancro del pene, la rapida crescita del tumore, le prime metastasi ai linfonodi e agli organi distanti è tipica.

Istologicamente, la lesione del pene nel 95% dei casi è rappresentata dal carcinoma cheratinizzante piatto.

Per tipo di crescita, il cancro endofitico del pene (forme ulcerative, nodulari, edematose) e il cancro esofitico (forma papillare) è isolato.

Secondo la classificazione TNM, si distinguono le seguenti fasi del carcinoma del pene:

  • T1 - tumore limitato inferiore a 2 cm di diametro senza segni di crescita infiltrativa
  • T2 - un tumore di 2-5 cm di dimensione, che si estende alle strutture subepiteliali
  • T3 - un tumore più di 5 cm di diametro o un corpo cavernoso germinativo più piccolo
  • T4 - germinazione tumorale dell'uretra, della prostata e di altri organi vicini
  • N1 - singola metastasi al nodo inguinale superficiale
  • N2 - lesione multipla dei linfonodi inguinali superficiali su uno o due lati
  • N3 - affezione dei linfonodi profondi (ileale, pelvico)
  • M0 - nessuna metastasi a distanza
  • M1 - Le metastasi sono determinate in organi distanti.

Metastasi del cancro del pene, principalmente linfogene, con danno ai linfonodi inguinali e iliaci regionali. Le metastasi ematogene possono essere rilevate nei polmoni, nelle ossa, nel fegato, nel cervello e nel midollo spinale, nel cuore.

I sintomi del cancro del pene

In una fase precoce, si osserva un piccolo fuoco piatto o esofitico limitato. Molto spesso il tumore del pene è localizzato nella testa (85%), meno spesso nel prepuzio (15%), nel tronco del pene e nel solco coronarico (0,32%).

Un'area della pelle modificata nel carcinoma del pene può apparire come erosione, ulcere, placche, noduli, verruche, crescita di funghi sotto forma di "cavolfiore, macchie pigmentate, ecc. In futuro, l'attenzione patologica aumenta di dimensioni e si ispessisce, il che può portare a fimosi.

La presenza di un processo distruttivo locale è accompagnata dallo sviluppo di prurito, dolore, minzione dolorosa, sanguinamento da una focalizzazione alterata, dall'aspetto di uno scolo fetido purulento sciroppo dal sacco prepuziale. In una forma edematosa di cancro del pene, si manifestano linfostasi pronunciata e linfangite cancerosa, il dolore dei linfonodi inguinali allargati.

Negli stadi avanzati del carcinoma del pene, perdita di peso, debolezza, malessere cronico e progressione della fatica. Nei casi avanzati, può verificarsi un'auto-imputazione del pene.

Diagnosi del carcinoma del pene

Manifestazioni del carcinoma del pene non sono specifiche, quindi richiedono differenziazione con lesioni benigne del pene (angiomi, papillomi, nevi, ecc.), IST (herpes genitale, sifilide, ecc.) E allergie. L'esame di un uomo da un andrologo (urologo) o un oncologo, la palpazione del tumore, una valutazione della sua posizione, bias e dimensioni sono importanti.

I principali metodi per la diagnosi differenziale del carcinoma del pene includono l'esame citologico di un focus patologico staccabile, la biopsia del tessuto penile e una biopsia del linfonodo sentinella con una morfologia bioptica. Una biopsia della neoplasia consente di stabilire la forma e lo stadio del cancro del pene, per determinare le tattiche del trattamento successivo. Con la sconfitta del prepuzio si ricorse all'esecuzione della circucisio diagnostica.

Utilizzando una scansione ad ultrasuoni del pene, si stima la velocità di germinazione del tumore, la sua estensione al corpo cavernoso e il corpo spugnoso. In alcuni casi, mostra le prestazioni della prostata TRUS. Per escludere metastasi a distanza del cancro del pene, vengono eseguite TC (MRI) del bacino, ecografia addominale, radiografie del torace.

Trattamento del carcinoma del pene

Il trattamento chirurgico del carcinoma del pene può essere conservativo o radicale. Le tecniche di conservazione degli organi possono essere applicate per piccole lesioni non invasive della stessa carne e della testa. In questo caso, può essere eseguita la distruzione laser o criodistruzione del tumore, la sua rimozione all'interno dei tessuti sani, la circoncisione, lo scalping del pene seguito da un innesto plastico del tronco con un innesto di pelle scrotale.

Condurre le operazioni di conservazione degli organi porta ad un aumento regolare della frequenza delle recidive locali, quindi l'amputazione del pene - la penecomia è riconosciuta come un intervento standard per il carcinoma del pene. Inoltre, se solo la testa e la parte distale del tronco sono coinvolte nel processo, una penectomia parziale del pene è possibile 2 cm sotto il bordo del tumore. Dopo l'amputazione parziale, il moncone rimanente del pene può essere adatto per stare in piedi e svolgere la funzione sessuale.

Nel caso di una penectomia totale per l'attuazione della urinazione uretostomia perineale sovrapposta. Dopo l'intervento, è possibile eseguire la falloplastica ricostruttiva. Per sopprimere i focolai metastatici del carcinoma del pene, la radioterapia viene effettuata da fonti esterne ed interne di radiazione (brachiterapia), chemioterapia.

Prognosi e prevenzione del carcinoma del pene

La sopravvivenza complessiva entro 5 anni dopo vari tipi di trattamento è del 70-100% nello stadio T1N0M0; 66-88% con T2N1M0; 8-40,3% a T3N2M0 e meno del 5% a T4M1. Dopo la penectomia in assenza di metastasi, il tasso di sopravvivenza a 5 anni raggiunge il 70-80%. La crescita endofitica, la forma ulcerosa del carcinoma del pene, le metastasi regionali sono associate a una prognosi infausta.

Le misure per prevenire il cancro del pene dovrebbero includere il rispetto delle norme igieniche, l'esclusione del sesso occasionale e delle malattie sessualmente trasmissibili, la cessazione del fumo. Come profilassi specifica, ai ragazzi viene ora offerta la vaccinazione contro l'HPV.

Perché c'è gonfiore del pene e cosa può dire

Sotto edema si intende l'accumulo di liquido in qualsiasi area, risultante da violazioni del flusso di sangue e linfa. I meccanismi dell'edema sono diversi: aumento della pressione, pressione meccanica, aumento della permeabilità vascolare e così via. Gonfiore del pene si verifica nello stesso modo e causato da una serie di motivi.

Gonfiore del pene

L'edema penieno è uno dei motivi più comuni per cercare un urologo. L'edema, in particolare della testa del pene, influisce notevolmente sulla funzionalità: l'organo cresce di dimensioni, diventa dolorosamente sensibile, la minzione, di norma, si trasforma in un processo doloroso. Inoltre, qualsiasi danno al pene viene percepito dagli uomini in modo molto acuto, il che, fortunatamente, induce i pazienti a consultare un medico.

L'edema penieno non è una malattia indipendente. Questo è un sintomo che accompagna un'ampia varietà di danni, dai microtraumi alle malattie gravi. La causa più comune è l'infiammazione, poiché l'accumulo di liquido linfatico nell'area infiammata è una reazione naturale del corpo.

Tuttavia, una reazione allergica a un rimedio, o ipotermia, o anche una mancanza di vitamine può portare ad edema in un bambino.

L'edema può verificarsi in qualsiasi area - il più delle volte c'è un gonfiore della testa. I casi più gravi sono il gonfiore dello scroto e l'intero pene.

Perché sta succedendo

L'infiammazione e l'irritazione, a causa delle quali il pene si gonfia, sono causate da molte ragioni. Gli esperti più comuni ritengono che una reazione allergica.

Potrebbe derivare dal contatto:

  • con lattice;
  • con lubrificanti - lo strumento deve essere sostituito;
  • con cosmetici - sapone, gel doccia, polvere per bambini quando si tratta di un bambino;
  • nell'uso di certe droghe;
  • come risultato di mangiare cibi che causano una reazione allergica.

Il trattamento in questi casi è il più semplice - è necessario eliminare il fattore provocante e l'edema allergico scomparirà indipendentemente. In alcuni casi, avrai bisogno di un antistaminico.

Cause locali - più precisamente, traumatico. Questi includono:

  • lesioni lievi causate, ad esempio, dalla pelle che pizzica quando la chiusura lampo è fissata;
  • lesioni derivanti dalla masturbazione o dall'abuso di giocattoli sessuali, specialmente gli anelli. Abbastanza spesso, in questi casi, avviene la compressione, che termina con la comparsa di edema doloroso;
  • distorsioni - accompagnate dalla rottura dell'apparato legamentoso, che porta alla comparsa di edema;
  • Frattura del pene - Possibile danno dovuto ad un errato inserimento del pene nella vagina o eccessiva assertività durante l'atto.

Danni di questo tipo sono solitamente accompagnati da forti dolori ed ematomi. Il trattamento, tuttavia, è abbastanza semplice, anche se il recupero del pene dopo una frattura, ovviamente, richiede molto tempo.

Infiammazione - la causa più comune di edema non è sufficiente lavaggio accurato del pene. In questi casi, lo smegma si accumula sotto il prepuzio, che porta all'infezione dell'organo.

L'infiammazione è ugualmente osservata negli uomini e nei ragazzi adulti:

  • balanite - infiammazione della testa. La malattia inizia con la comparsa di prurito e bruciore. La testa è costantemente irritata, il che aumenta l'eccitabilità sessuale. Ma allo stesso tempo, l'apertura del prepuzio durante l'atto diventa sgradevole o addirittura dolorosa;
  • digiuno - infiammazione del prepuzio;
  • balanopostite - l'infiammazione passa facilmente dal prepuzio alla testa;
  • parafimosi - infiammazione a causa di lesioni. La testa del pene è limitata dal prepuzio ristretto. Di norma, si verifica in pazienti affetti da fimosi - restringimento congenito delle foglie del prepuzio. La parafimosi è accompagnata da edema grave, dolore severo, difficoltà a urinare e necessita di cure urgenti;
  • la sifilide è un'infiammazione di origine infettiva. L'edema accompagna la prima fase della malattia;
  • cavernite - l'infiammazione dei corpi cavernosi contribuisce anche alla comparsa di gonfiore;
  • membro tubercolosi - l'edema è uno dei segni caratteristici della malattia;
  • la tromboflebite è una violazione del flusso di sangue causato dall'infiammazione nel letto venoso;
  • gangrena - necrosi tessutale. Di regola, è il risultato di malattie infettive. L'edema si sviluppa forte, il pene diventa blu, poi nero.

In realtà, il rischio di urina e di pus che entrano nel sangue aumenta molte volte. E quest'ultimo facilmente porta a un'infezione generale fino alla necrosi dei tessuti. E in quest'ultimo caso c'è solo una via d'uscita: completare l'amputazione.

Alcune malattie sistemiche possono anche causare gonfiore.

In questi casi, vale la pena considerare il fenomeno come un segno di esacerbazione della malattia:

  • patologie dei reni - molti di questi portano alla rimozione delle proteine, che diventa la causa dell'edema;
  • insufficienza cardiovascolare - è caratterizzata da esacerbazione di gonfiore diffuso, che inizia con gli arti inferiori e acquisisce gradualmente il pene e lo scroto;
  • spremitura delle vene iliache - questo interrompe il deflusso di sangue, che porta all'accumulo di sangue venoso e linfa. Una delle cause della compressione può essere la formazione di linfonodi durante le metastasi, che richiede un intervento immediato.

Quadro clinico

Un sintomo causato da un microtrauma meccanico è abbastanza facile da distinguere dagli altri. Di norma, l'edema si risolve da solo entro 7-14 giorni e non è accompagnato da dolore, secrezione o difficoltà nella minzione.

Se la pelle del pene del ragazzo si è gonfiata, l'urologo dovrebbe essere trattato in ogni caso. In primo luogo, eventuali malattie in un bambino si sviluppano molto più velocemente. In secondo luogo, la possibilità di danni meccanici nei bambini è sensibilmente inferiore, ma l'infiammazione può essere osservata anche con semplice ipotermia o surriscaldamento.

I seguenti sintomi indicano disturbi gravi:

  • la comparsa di prurito e bruciore - il solito gonfiore di tali sintomi non causa, e, quindi, un aumento dell'organo, e ancora più arrossamento, è il risultato di infiammazione, una malattia infettiva o una reazione allergica;
  • scarico - una grande quantità di scarico, odore sgradevole, colore insolito, scarico purulento. Tutti questi sono segni di infezione secondaria;
  • decolorazione - la testa o l'intero membro è rosso o blu. Indica una violazione nel flusso di sangue. L'accumulo di sangue venoso può essere dovuto a trauma o causato da schiacciamento o restringimento del letto venoso;
  • mal di testa, scroto, pene intero - indica una ferita grave o infiammazione. Le allergie sono raramente associate;
  • febbre e altri segni di intossicazione generale - può essere un sintomo di patologia e infiammazione acuta, fino alla cancrena;
  • la comparsa di ulcere, crepe, erosione - indica lo sviluppo della malattia. Questi sintomi sono comuni, in quanto sono secondari all'edema e alla stasi del sangue;
  • difficoltà e minzione dolorosa, l'aspetto del sangue nelle urine - associato a processi infiammatori nell'uretra, infiammazione del prepuzio, testa, così come rottura della vescica e dei reni.

Sfortunatamente, è impossibile stabilire la causa esatta dell'edema senza ulteriori strumenti diagnostici. In generale, se l'edema è accompagnato da almeno qualche altro sintomo dall'elenco sopra riportato, l'urologo deve essere contattato immediatamente. In caso di malattia, uno specialista dovrebbe essere visitato quando appare l'edema stesso. Deve essere chiaro che il gonfiore non è una malattia indipendente: è solo un sintomo che indica un qualche tipo di malattia o lesione.

Sulla foto gonfiore del pene

Misure diagnostiche

La diagnosi inizia con un'ispezione visiva, la raccolta dei reclami dei pazienti - per quanto tempo l'edema esiste, in quali circostanze è apparso o è stato notato, se ci sono stati problemi con la minzione e così via.

L'urologo deve palpare l'organo per determinare la presenza o l'assenza di tumori o foche.

Quindi, a seconda dei risultati dell'esame e dei dati del paziente, viene assegnato un numero di studi:

  • analisi del sangue - biochimica. Sia l'infiammazione che la tromboflebite vengono diagnosticate mediante la sua composizione;
  • l'analisi delle urine è obbligatoria, poiché l'edema penieno può causare una varietà di patologie renali;
  • striscio urologico - quindi determinare la presenza di microflora patogena e stabilire l'agente patogeno;
  • Ultrasuoni dello scroto e del pene: uno studio consente di valutare lo stato dei vasi sanguigni e stabilire la presenza o l'assenza di tumori;
  • per un esame più dettagliato - in caso di sospetto di metastasi, viene prescritta la risonanza magnetica;
  • Raggi X: consente anche di stabilire la presenza di tumori e valutare la loro natura;
  • biopsia - viene eseguita quando vengono rilevate nuove crescite per diagnosticare la loro natura.

A seconda dei risultati dell'analisi, vengono consultate ulteriori consultazioni con gli specialisti appropriati: andrologi, oncologi e nefrologi.

trattamento

Il trattamento prevede l'eliminazione della causa primaria - la malattia, il trauma, il fattore che influenza. Di conseguenza, il corso terapeutico per sintomi simili può essere molto diverso. In ogni caso, è necessaria la consultazione con un urologo.

Terapia farmacologica

Il corso del farmaco viene selezionato esattamente in base alla causa dell'edema. Spesso il farmaco è accompagnato da procedure fisiologiche - ozono terapia, UHF e così via.

Il caso più semplice - gonfiore apparso dopo prolungata masturbazione o rapporti sessuali prolungati e intensi. La ragione è la più semplice: lo stress prolungato, e per l'organo è così, porta a una debole reazione infiammatoria, che provoca un certo gonfiore. Non c'è dolore Non ci sono problemi con l'esposizione della testa e la minzione. Il trattamento più semplice è 2-3 settimane di astinenza dal sesso e dalla masturbazione e un bagno con decotto di camomilla da 10 a 15 giorni.

La più stretta osservanza delle regole di igiene. Anche la pelle leggermente infiammata è molto sensibile e più debole protetta.

Se la causa del sintomo è una reazione allergica, il trattamento è mirato a sopprimerlo. Prescrivere antistaminici - suprastin, tsetrin. Il corso è determinato dal medico, ma raramente dura più di 2 settimane.

Danni alla pelle - pulizia del corpo con soluzioni antisettiche - clorexidina, ad esempio, e lubrificazione con crema anti-infiammatoria - solkoseril.

Gli unguenti e le soluzioni sono usati in quasi tutte le lesioni e le infiammazioni relativamente deboli, in quanto aiutano ad alleviare l'edema stesso, cioè a eliminare il sintomo:

  • Le reazioni infiammatorie sono comuni. Soppressa assumendo farmaci anti-infiammatori non steroidei. Quest'ultimo viene selezionato in base alla sensibilità individuale.
  • Con una combinazione di infiammazione e batteri patogeni - ad esempio, vengono prescritti balanopostiti, antibiotici e farmaci antifungini. Nei casi avanzati, il corso è integrato con anestetici e antistaminici.
  • Una varietà di malattie della pelle del pene, in cui si verifica gonfiore, sono guarite con corticosteroidi topici.
  • Gli infortuni richiedono un approccio speciale. L'infestazione della pelle, per esempio, richiede riposo, l'uso di soluzioni antisettiche e unguenti curativi. Ma per trattare una frattura del pene, è necessario un intervento chirurgico.

Patologie come disturbi renali, restringimento delle vene iliache, malattie oncologiche richiedono un trattamento a lungo termine e in più fasi. In questi casi, il corso viene sempre selezionato individualmente.

Metodi popolari

I rimedi casalinghi sono adatti solo come un ulteriore modo per alleviare i sintomi. I decotti alle erbe sono usati per alleviare il processo infiammatorio in casi semplici e per fornire un effetto calmante sulla pelle.

  • Decotto di camomilla - è usato per alleviare l'irritazione e lo sfregamento dopo una prolungata masturbazione. 2-3 cucchiai di camomilla versare un bicchiere di acqua bollente e infondere per un'ora o far bollire per 20 minuti, quindi infondere fino a raffreddato. La soluzione è usata per i bagni.
  • Unguento alla calendula: un cucchiaio di fiori di calendula viene riempito con 1/3 di tazza di olio d'oliva e infuso per 3 settimane. Le infusioni vengono filtrate e utilizzate come pomata al mattino e alla sera.
  • Piantaggine - un buon modo per alleviare il dolore nelle ferite di un membro. Foglia di piantaggine impastata e applicata al corpo. La procedura viene ripetuta ogni 4 ore fino all'eliminazione del gonfiore.

Nessuno di questi metodi è adatto per il trattamento di gravi lesioni: dislocazione, frattura, malattie infettive, disturbi causati da cambiamenti globali nei tessuti. Se almeno uno dei sintomi sopra elencati, in particolare pus o odore, è attaccato all'edema, consultare immediatamente un medico.

L'edema del pene si accompagna a lesioni lievi - irritazione della pelle, sfregamento e malattie più gravi - cancro, contagioso. Stabilire la verità della causa della malattia è possibile solo dopo una diagnosi approfondita. Quindi quando compare un sintomo, è imperativo che tu veda uno specialista.
Cause e trattamento dell'edema del pene:

Cancro del glande del pene: perché è formato, come rilevare, come trattare

Il processo oncologico può interessare qualsiasi parte del corpo, compresa la testa del pene. La malattia è estremamente rara e rappresenta fino al 5% dei casi di patologie degli organi urinari degli uomini. Gli uomini sopra i 60 anni hanno maggiori probabilità di soffrire.

Le formazioni tumorali possono avere diverse forme e gradi di sviluppo. La malattia si comporta in modo molto aggressivo. In un terzo dei pazienti le metastasi vengono diagnosticate nelle prime fasi del cancro della testa del pene. Questa parte del pene soffre di cancro più spesso (85%).

La patologia è classificata secondo vari criteri:

  • forma clinica - caratterizzata dall'apparenza;
  • tipo di crescita: la natura della germinazione e il tasso di sviluppo.

Forme cliniche

  • Ulcera: si forma una cronica patologia di forma rotonda sulla testa del pene. Difetto più spesso indolore. Le metastasi compaiono molto rapidamente, germinando nei linfonodi adiacenti. Questa forma si verifica più frequentemente.
  • Nodulare - La formazione maligna ha una forma arrotondata, superficie liscia. Non causa dolore La malattia si sviluppa sulla superficie della testa del pene, procede lentamente.
  • Papillare - la patologia ricorda un cavolfiore in apparenza. Si sviluppa per lungo tempo, ha successivamente metastasi.
  • Edematoso: prima educazione come piccola ulcera o nodulo. Nel corso del tempo, gonfiore si verifica alla testa del pene. Il cancro si sviluppa rapidamente e rapidamente metastatizzando in tutto il corpo. È la forma più rara.

Leggi di più sulla malattia in questo video:

Per tipo di crescita

  • Endofitico - il tumore si sviluppa in profondità nella testa dell'organo, si distingue per metastasi precoci. Il tipo endofitico è caratteristico della maggior parte delle forme di cancro del pene.
  • Esofitico - una neoplasia si sviluppa sulla superficie della testa dell'organo, il processo procede lentamente. Questo tipo di forma papillare.

motivi

Il cancro del glande appare per vari motivi. La malattia può provocare sia cattive abitudini sia patologie locali.

L'igiene è la misura preventiva più importante.

  • Trascuratezza delle procedure igieniche - il pene richiede una pulizia quotidiana di grasso e cellule morte con acqua. In caso contrario, si verifica un'irritazione costante sotto la foglia, appare il rossore sulla testa.
  • Phimis - Le statistiche mostrano che gli uomini, che durante l'infanzia tagliano il prepuzio, la malattia è molto meno comune. La quarta parte dei pazienti aveva un restringimento del prepuzio.

Fumo - secondo gli studi statistici, il processo oncologico del pene è più spesso rilevato negli uomini con dipendenza da nicotina. Quando viene bruciato, il tabacco rilascia sostanze cancerogene. Quando vengono ingeriti, sono in grado di provocare una mutazione di cellule normali.

La nicotina e il catrame hanno anche un effetto negativo sul sistema immunitario. L'esposizione al fumo di sigaretta è una doppia minaccia in presenza di papillomavirus nel corpo.

  • Papillomavirus di alcuni ceppi - circa l'80% delle patologie sono causate da questo virus. Il virus provoca lo sviluppo di papillomi in qualsiasi parte del corpo umano, incluso il pene. La patologia sulla testa del pene è asintomatica. HPV a trasmissione sessuale. Per non essere infettati dal virus, ci sono vaccini per i ragazzi. Falli tutti fino alla pubertà.
  • Infiammazione cronica - la vita sessuale incontrollata porta a molte malattie che possono essere asintomatiche. Dimostrato che in seguito balanite può portare al cancro di organi nel 9% dei casi.
  • La malattia di Bowen - sembra un piccolo sigillo con contorni sfocati di un tono rossastro. Una neoplasia benigna può degenerare in uno maligno.
  • Erythroplasia Keira - macchia rossastra con contorni chiari. La superficie della patologia è lucida o vellutata. Può anche svilupparsi in oncologia.
  • In questo articolo si parla di brachiterapia per il cancro alla prostata.

    palcoscenico

    Gli esperti identificano 4 fasi della malattia:

    1. La neoplasia si trova sulla superficie senza germinare in profondità.
    2. Il tumore si è diffuso all'interno del pene, riempito lo spazio, che nella sua struttura assomiglia a una spugna.
    3. Patologia raggiunge le pareti dell'uretra e della ghiandola prostatica, gonfiore dei linfonodi nella parte inguinale.
    4. Le cellule maligne germogliano ad una distanza considerevole dal fuoco principale. Compaiono neoplasie secondarie.

    Il processo di metastasi avviene con l'aiuto di vasi linfatici. Un aumento dei linfonodi regionali non significa sempre lo sviluppo di tumori secondari in essi. Possono gonfiarsi a causa del processo infiammatorio concomitante.

    Il cancro della testa del pene si diffonde attraverso i vasi sanguigni nelle ultime fasi. Le metastasi si sviluppano nei polmoni, nelle ossa e in altre parti del corpo.

    sintomi

    Nelle fasi iniziali, i sintomi sono molto deboli. Con la fimosi, l'intero processo è completamente nascosto sotto il prepuzio.

    I seguenti sintomi dovrebbero avvisare:

    • L'aspetto di un piccolo focolare - può essere piatto o nella forma di un sigillo. Formato in una fase iniziale.
    • L'aumento e la compattazione del focus patologico - erosione, ulcera, nodulo, verruca, crescita di funghi, placca, macchia pigmentata possono svilupparsi sulla testa del pene.
    • Prurito, dolore durante la purga, sanguinamento, scarico purulento-sumicolare con un odore percettibile - si sviluppano manifestazioni di un processo distruttivo.
    • L'aumento e la tenerezza dei linfonodi nell'inguine: la risposta del corpo al processo infiammatorio o alle prime metastasi.
    • Linfostasi (ritenzione del fluido linfatico nei tessuti) e linfangite (danni ai vasi linfatici) - si verifica quando la forma edematosa.
    • Perdita di peso, affaticamento costante, debolezza - si manifesta negli stadi successivi, quando il corpo è avvelenato dalle cellule tumorali.

    diagnostica

    Gli studi sono condotti per distinguere il cancro del glande da tumori benigni, reazioni allergiche, varie infezioni. La diagnostica può essere eseguita da un urologo, un oncologo, un andrologo.

    • Ispezione: uno specialista esamina e sonda la testa del pene, determinando il diametro della neoplasia e le dimensioni dell'organo stesso. Corregge anche il colore e i bordi del tumore, valuta il grado di ingrossamento del linfonodo nell'inguine.
    • La biopsia è una procedura che, insieme alla citologia, è fondamentale per la diagnosi del carcinoma del pene. Un piccolo frammento è preso dalla formazione sulla testa del pene. Anche sullo studio inviato linfonodi inguinali del tessuto.
    • Citologia: cellule del neoplasma e dei linfonodi della regione inguinale sono esaminate al microscopio per identificare il tipo di tumore, lo stadio del suo sviluppo.
    • Ultrasuoni del pene: il metodo consente di determinare il grado di penetrazione del tumore nel corpo del pene.
    • TRUSTE della prostata - l'organo viene esaminato mediante onde ultrasoniche. Un sensore è inserito nel retto. La procedura è indolore, non danneggia la salute. Prima di esaminare il paziente, è necessario svuotare l'intestino, riempire la vescica.

    terapia

    La terapia di oncologia del glande è finalizzata a preservare al massimo le funzioni dell'organo e il suo aspetto estetico. Con stadi avanzati, viene applicata un'amputazione dell'organo.

    In questo articolo, la prognosi della sopravvivenza del carcinoma della prostata.

    • Chirurgia per preservare l'organo - il metodo è utilizzato nel caso di piccole lesioni della testa con formazioni non invasive. Utilizzando un laser o crio-congelamento, l'area interessata viene rimossa strato dopo strato fino ai limiti del tessuto sano.

    Chirurgia radicale - se solo la testa dell'organo è coinvolta nel processo oncologico, una parte del pene viene rimossa 2 cm sotto la formazione maligna. Il paziente può ancora essere in grado di urinare stando in piedi e facendo sesso.

    Con la germinazione del tumore all'interno, viene eseguita un'amputazione completa dell'organo. È possibile condurre una successiva falloplastica ricostruttiva.

  • Chemioterapia - il metodo prevede l'introduzione di farmaci antitumorali nel corpo per distruggere le particelle del cancro.
  • Radioterapia: per il trattamento vengono utilizzati vari tipi di radiazioni ionizzanti. L'esecuzione della procedura richiede la circoncisione preliminare del prepuzio. La radioterapia può essere esterna o interna quando la sorgente di radiazioni viene precedentemente inserita nel pene.
  • prospettiva

    La sopravvivenza per 5 anni dipende dalla fase di oncologia del glande:

    • allo stadio 1, assenza di metastasi e dimensioni del tumore inferiori a 2 cm, il tasso di sopravvivenza è del 70-100%;
    • con lo stadio 2 e le singole metastasi del linfonodo - 66-88%;
    • con stadio 3 e lesioni multiple dei linfonodi inguinali - 8-40%;
    • allo stadio 4, la sconfitta dei linfonodi profondi e degli organi distanti - meno del 5%.

    Una prognosi sfavorevole per i pazienti con ulcera endofitica con metastasi regionali.

    Se non trattata, sono possibili le seguenti complicanze:

    • privazione di rapporti sessuali;
    • la diffusione di particelle tumorali in tutto il corpo;
    • sanguinamento dal neoplasma;
    • lo sviluppo di infezione nei reni a causa di un disturbo nello svuotamento della vescica;
    • completa ritenzione urinaria;
    • esito fatale.

    prevenzione

    Al fine di prevenire il cancro della testa del pene, devono essere seguite le seguenti regole:

    • condurre l'igiene quotidiana del corpo;
    • escludere il sesso occasionale;
    • visitare un urologo una volta all'anno (soprattutto dopo 40 anni);
    • eliminare la fimosi.

    In pratica, è stato dimostrato che la circoncisione del prepuzio quasi al 100% mette in guardia contro il verificarsi di un processo maligno sulla testa del pene.

    Tumore del pene

    La condizione dei genitali è molto importante per gli uomini. Dopotutto, ogni deviazione può portare a conseguenze fatali.

    Anche piccoli cambiamenti possono causare preoccupazione.

    Se si tratta della comparsa di un tumore sul pene, i rappresentanti del sesso più forte sollevano centinaia di domande: che tipo di educazione è, è pericoloso e come eliminarlo?

    Fortunatamente, non tutti i tumori del pene sono classificati come tumori maligni.

    Tuttavia, dovrebbero essere rimossi il prima possibile.

    Che cosa è un tumore del pene - i tipi e le forme di tumori sul pene

    I tumori del pene, indipendentemente dall'affiliazione di gruppo, appaiono come un tessuto o una macchia ingrossati localmente. La forma del tumore può essere diversa. Nella medicina clinica vengono descritti diversi tipi di tumori. Esternamente, possono assomigliare a un mais, una crescita fungiforme, una crescita arrotondata, liscia o una parvenza di edema localizzato.

    Come altri tumori, le neoplasie del pene sono divise in due gruppi.

    • verruche genitali - forme proliferative della forma multiferenziale, costituite da cellule epiteliali modificate dal virus HPV;
    • papillomi di origine non virale - crescite fungine su una base ampia, costituito da cellule epiteliali modificate;
    • fibromi - tumori situati in strutture fasciali, cavernose e spugnose del pene;
    • lipoma - tumori, meglio noti come adiposo, situati sotto l'epitelio e sono formazioni nodulari indolori di colore solido o bianco-giallastro;
    • emangiomi - tumori non epiteliali che sembrano formazioni piatte dai colori vivaci con un bordo frastagliato.

    I tumori maligni includono tumori che rappresentano un pericolo per la vita degli uomini.

    Questi includono:

    Questi tumori differiscono dalla struttura cellulare benigna e dalla struttura corporea del tumore. Sono più aggressivi, costantemente alla ricerca di divisione, penetrano nei tessuti sani, a volte situati lontano dalla lesione (metastasi).

    Inoltre, nella medicina clinica c'è un gruppo speciale di tumori del pene - condizioni precancerose, leucoplachia ed eritroplasia. Entrambi questi tipi di tumori sono più modesti di quelli dei tumori benigni, dimensioni.

    Questa è precisamente la caratteristica dei tumori più pericolosi del pene negli uomini - le strutture benigne sembrano sempre intimidatorie, mentre le lesioni maligne e precancerose non causano alcun timore per la loro salute.

    Video: "Cancro del pene"

    Cause ed effetti dei tumori del pene

    Attualmente, gli esperti hanno identificato diverse dozzine di ragioni per cui i tumori possono formarsi sul pene.

    Il più comune di questi è infezioni trasmesse sessualmente.

    Come risultato dell'attività vitale di parassiti, virus e batteri, il sistema protettivo del corpo viene indebolito, cambiano le funzioni del sistema riproduttivo, l'epitelio stesso e i tessuti più profondi del pene. La proporzione di tumori post-infettivi è in media del 60%.

    Al secondo posto, tra i fattori che hanno provocato la formazione di tumori nel pene, vi è il cambiamento nei processi metabolici e la sintesi degli ormoni. La proporzione di tali tumori è di circa il 15%. Nella maggior parte dei casi, tali patologie si sviluppano sullo sfondo di malattie sistemiche che sono passate nella forma lenta cronica.

    Inoltre, causare la formazione di tumori sul pene può:

    • l'effetto sul corpo delle emissioni radio;
    • intossicazione del corpo con metalli pesanti;
    • accumulo di sostanze cancerogene nel corpo;
    • mutazioni genetiche.

    Gli effetti dei tumori sul pene possono essere molto diversi - tutto dipenderà dal tipo di tumore, dalla velocità della sua progressione, dalla terapia utilizzata. I tumori benigni con terapia adeguata passano senza lasciare traccia e anche con le recidive non rappresentano una minaccia per la vita degli uomini.

    Molto diversa è la situazione con tumori maligni e condizioni precancerose. Possono portare a gravi conseguenze, tra cui il danneggiamento degli organi vitali da parte delle metastasi. La prognosi per tali malattie è estremamente sfavorevole.

    Sintomi e metodi di diagnosi di tumori del pene

    I segni dell'aspetto di un tumore nel pene sono quasi impercettibili. L'unico caso in cui la patologia può passare inosservata dal suo portatore è la presenza di tumori sotto il prepuzio sullo sfondo della fimosi.

    Il decorso clinico di tutti i tipi di tumori nell'80% dei casi è asintomatico, specialmente se è trascorsa una piccola quantità di tempo dalla loro formazione.

    Solo gli uomini più attenti possono rilevare piccoli gonfiori sull'organo sessuale, un cambiamento di colore in una determinata area e provare un certo disagio durante il contatto sessuale. I cambiamenti visibili sono espressi principalmente nella natura benigna dei tumori (papillomi, condilomi e lipomi).

    Se ci sono tumori sotto la piega del prepuzio sullo sfondo della fimosi, può essere accompagnato da un aumento del volume di secrezioni, bruciore e aumento dell'infiammazione. Il paziente può anche notare la comparsa di un odore sgradevole. Molto spesso è putrido, dolciastro, che indica la diffusione del processo necrotico.

    La comparsa di questi sintomi richiede un esame e un trattamento immediati, poiché la mancanza di adeguate misure mediche può portare alla cancrena e alla successiva amputazione del pene.

    Il modo principale per diagnosticare i tumori del pene è l'ispezione visiva. Già in questa fase, un medico esperto può fare una diagnosi accurata basata sull'aspetto del tumore.

    Per stabilire i dettagli è necessaria una serie di test:

    • PCR e ELISA - test che vengono utilizzati per tumori del pene di qualsiasi eziologia. Con il loro aiuto, è possibile identificare gli anticorpi contro le infezioni che hanno provocato la comparsa di tumori, così come gli antigeni, indicando la loro neoplasia.
    • Studi di screening per sospetta oncologia.
    • Biopsia del tessuto tumorale per istologia, che consente di determinare la struttura cellulare.

    Nel determinare il tipo e la cancerogenicità dei tumori sul pene, viene utilizzata anche la diagnosi differenziale. Prima di tutto, un uomo deve essere testato per tali infezioni sessualmente trasmesse come la sifilide. Inoltre, è necessario escludere il danno tubercolare ai tessuti dell'organo.

    Metodi di trattamento del tumore del pene

    La terapia patologica dipenderà da diversi fattori. Il ruolo principale nella scelta del trattamento del tumore è il suo aspetto. Nel caso di neoplasie benigne, è del tutto possibile fare a meno del trattamento strumentale e farmacologico, mentre i tumori di natura oncologica richiedono un lungo uso di una vasta gamma di mezzi e metodi per sopprimere la crescita del neoplasma.

    Trattamento farmacologico

    I farmaci vengono utilizzati non tanto come mezzo per eliminare il tumore in quanto tale, ma per rafforzare l'immunità degli uomini, soprattutto quando si tratta di tumori benigni - papillomi e verruche.

    Esternamente, i farmaci possono essere utilizzati per alleviare il disagio, nonché per eliminare il processo infiammatorio, se presente.

    Con una piccola quantità di tumori benigni (papillomi), è possibile utilizzare farmaci destinati alla loro rimozione non chirurgica, creme, soluzioni e unguenti. Tuttavia, i medici non raccomandano di applicarli alle mucose e alle parti del corpo con la pelle sottile.

    A questo proposito, è incoraggiato l'uso di agenti antivirali e immunomodulatori.

    Per i tumori maligni nel pene, la terapia farmacologica viene utilizzata solo come risorsa che indebolisce i sintomi e normalizza la funzione degli organi interni e dei sistemi.

    Trattamento chirurgico

    La rimozione chirurgica dei tumori viene utilizzata per ciascuna delle neoplasie precedentemente citate.

    I metodi più comuni di eliminazione delle patologie: