Marmara, Goldstein e operazioni di laparoscopia per varicocele del testicolo sinistro

Prevenzione

Il varicocele del testicolo sinistro negli uomini è una malattia comune. Secondo le statistiche, circa il 30% degli uomini sul pianeta soffre di patologia.

L'espansione del cavo spermatico è un problema particolare per i giovani che vogliono avere figli. Negli uomini con malattia lieve, i sintomi clinici non si verificano, non ci sono lamentele, quindi una donna che desidera una gravidanza è sottoposta a numerosi esami. Solo dopo l'assenza di patologia nelle donne la spermatogenesi è stata rivelata negli uomini.

Se vengono rilevate infezioni, un'altra patologia della sfera riproduttiva nel gentil sesso, viene eseguito un trattamento a lungo termine, aumentando il tempo per diagnosticare correttamente la causa di infertilità della coppia.

Varicocele del testicolo sinistro: chirurgia di Marmara - il gold standard

La chirurgia del varicocele di Marmar è il gold standard per il trattamento di una malattia. Alcuni anni fa, l'escissione chirurgica secondo il metodo di Ivanissevich era la più comune, ma gli esperti hanno osservato molti effetti collaterali e difetti estetici dopo la manipolazione. L'introduzione della tecnologia moderna ha permesso di portare alla ribalta l'operazione di microchirurgia Marmara.

I mezzi conservativi per eliminare l'espansione del cavo spermatico non sono possibili. Con l'aiuto di farmaci, è possibile alleviare l'infiammazione, eliminare infezioni batteriche, gonfiore, ristagno. Dopo la cessazione della terapia farmacologica, la patologia ritorna di nuovo, poiché la causa della malattia non è stata eliminata.

Legatura dei testicoli con il metodo di Marmara - il corso dell'operazione

La microchirurgia di Marmara prevede l'accesso attraverso un'incisione cutanea sopra lo scroto lungo circa 2 cm, quindi il canale del seme viene rimosso sotto l'area inguinale. Usando il controllo microscopico chirurgico, le vene dilatate del testicolo sono isolate. Nella successiva legatura con intersezione. L'operazione è completata la sutura strato per strato della ferita, l'imposizione di una sutura cosmetica.

Quando si esegue la manipolazione in anestesia locale, il paziente può essere trasferito a un trattamento ambulatoriale entro 1-2 ore. Riducendo il tempo di intervento, la possibilità di anestesia locale riduce il numero di effetti collaterali, la recidiva della malattia. Va notato che l'operazione di Marmara è più costosa rispetto ad altri metodi. Ancora più costoso quando si usano attrezzature speciali per differenziare accuratamente la vena e l'arteria.

Vantaggi dell'operazione Marmara:

  • Viene eseguito su base ambulatoriale;
  • Porta alla normalizzazione degli indicatori di sperma a lungo termine;
  • Il numero minimo di recidive, effetti collaterali.

Analogo di Marmara - operazione di Goldstein, che viene eseguita secondo uno schema simile, ma le vene sono cucite ai vasi venosi vicini dell'estremità. Con un ampio input di lavoro e vantaggi di costo con questo approccio non è stato trovato. Anastomosi vascolari spesso trombizzano immediatamente dopo l'intervento chirurgico. La procedura è difficile da eseguire in anestesia locale.

Altri metodi di trattamento chirurgico del varicocele:

  • L'operazione tradizionale di Ivanissevich - la vena dilatata è ligata, intersecata, tolta. Le incisioni cutanee sono di circa 5 cm;
  • La sclerosi della vena femorale viene effettuata attraverso un catetere inserito nell'orifizio cavo, renale, inferiore delle vene testicolari. Il catetere è riempito con sostanza sclerosante consegnata direttamente a destinazione;
  • Laparoscopia del varicocele - il metodo è popolare a causa della rapida implementazione e di piccoli difetti estetici, ma il prezzo a Mosca è piuttosto alto, e gli effetti a lungo termine sono simili al metodo di Ivanissevich;
  • L'escissione endoscopica viene eseguita attraverso 3 punture di pancia. L'endoscopio viene inserito attraverso il primo ingresso e la vena viene ligata. La durata della manipolazione è di 20 minuti.

Gli svantaggi delle operazioni descritte sono la possibilità di ricorrenza, ristagno del fluido linfatico, alta frequenza di idrocele. Il metodo microchirurgico o laparoscopico include la violazione dell'integrità dell'arteria seminale, atrofia testicolare, perdita della funzione riproduttiva. La chirurgia moderna comporta un gran numero di recidive dopo l'esecuzione della manipolazione.

Varicocele testicolare: gradi

Il varicocele a sinistra è un fenomeno comune. Gli esperti spiegano la localizzazione sinistra della patologia dell'afflusso della vena renale nella vena testicolare ad angolo retto. I sintomi clinici dipendono non solo dal grado di espansione del cordone spermatico, dal testicolo, ma anche dal fattore dannoso:

  • Cambiamenti di congestione nelle vene, che portano a disordini metabolici;
  • Aumento della temperatura nella vena renale di parecchi gradi in più a causa del surriscaldamento del testicolo;
  • Il contenuto di veleni nella vena renale, che porta all'avvelenamento.

Quando varicocele si verifica avvelenamento testicolare, che viola il processo di spermatogenesi.

  • Grado 1 - nessun sintomo. La malattia è determinata dalla palpazione quando si preme la cavità addominale;
  • 2 gradi - le vene dilatate sono osservate visivamente. Il sistema venoso ha un carattere contorto che ricorda il "movimento dei lombrichi". La struttura del testicolo non è cambiata, la dimensione non è aumentata in modo significativo;
  • Grado 3 - dilatazione significativa delle vene porta ad una consistenza sciolta del testicolo, riducendo le dimensioni dell'organo.

Varicocele 2, 3 gradi è determinato visivamente. Appaiono prevalentemente nei ragazzi durante la pubertà. La formazione della sfera riproduttiva nella patologia è più lenta di quella dei coetanei.

Varicocele 2 gradi negli uomini adulti procede inosservato. Con nosologia puoi vivere senza problemi. Solo se si desidera avere un bambino sono possibili difficoltà, dal momento che la spermatogenesi nella maggior parte dei casi è difficile. La condizione patologica è ostacolata dagli effetti negativi delle comorbidità che si accumulano nella vecchiaia.

Il varicocele 3 gradi negli uomini è accompagnato da sintomi gravi. Dolore, gonfiore creano difficoltà non solo durante l'attività sessuale, ma anche quando si cammina. Con questa patologia viene effettuato un trattamento chirurgico. Anche dopo la manipolazione chirurgica, è possibile eliminare la spermatogenesi compromessa in solo il 15-20% dei pazienti. In questo caso, la causa e la durata della patologia influenzano il ripristino della funzione riproduttiva.

Varicocele negli uomini: trattamento senza chirurgia

L'operazione Marmara, Ivanisevich, l'indurimento è un metodo efficace per affrontare l'espansione delle vene del cordone spermatico. Dopo aver eseguito le manipolazioni, ci sono conseguenze negative. C'è una certa probabilità di una ricaduta.

Se le vene varicocele rimangono dopo l'operazione o il testicolo viene ingrandito, questa non è una ricaduta. Questa condizione può essere spiegata dall'edema. Esiste una certa probabilità di trombosi vascolare il primo giorno di trattamento con il metodo Golyustein.

Nonostante la presenza di conseguenze a lungo termine, i prezzi del varicocele a Mosca sono piuttosto alti. Tuttavia, la chirurgia è il metodo principale per sbarazzarsi della patologia.

Senza chirurgia, i costanti effetti tossici dei metaboliti dei tessuti distrutti contribuiscono all'avvelenamento degli spermatozoi. Quando si esegue il processo non aiuta la stimolazione Spermaktin o Speman. La terapia ormonale porta ad un aumento del numero di spermatozoi difettosi che non sono in grado di fecondare.

Agenti folcloristici, medicinali e terapeutici sono inefficaci. Il trattamento senza chirurgia porta alla progressione della patologia della sfera riproduttiva. Ogni anno vengono ridotte le possibilità di recupero dei testicoli di un uomo.

Una domanda frequente dei lettori è: "È possibile trattare il varicocele senza chirurgia e concepire l'uso della FIV?". Ha condotto molti studi clinici su questo argomento. È stato dimostrato che durante l'operazione di varicocele, il periodo postoperatorio procede senza complicazioni serie. Allo stesso tempo, le probabilità di concepimento naturale aumentano nel 30% degli uomini. Fecondazione in vitro (IVF), la probabilità di aborto spontaneo è piuttosto elevata, che è la ragione per la fecondazione dell'uovo con uno spermatozoo difettoso.

Esistono studi che dimostrano che la chirurgia varicocele con il metodo di Marmara aumenta significativamente la probabilità di una gravidanza spontanea. Gli studi tedeschi indicano che con una malattia la probabilità di rimanere incinta aumenta in media di circa il 40%. L'efficienza totale aumenta di circa il 40%.

Il trattamento senza chirurgia è accompagnato da una serie di effetti negativi: il sangue ristagna in una zona. Le conseguenze sono accompagnate da complicazioni. Il blocco dello scroto è attraente. Non ci sono modi efficaci per la terapia patologica conservativa! Solo una prevenzione competente può impedire la necessità di un intervento chirurgico.

In caso di espansione patologica delle vene nei ragazzi con patologia congenita o acquisita, è necessaria la consultazione dell'urologo. La malattia di grado 1 deve essere diagnosticata in tempo. Che porta gradualmente alla progressione della patologia. Secondo le statistiche, varicocele 2 gradi può essere rintracciata nel 10% dei ragazzi. Anche con un esame visivo degli organi genitali, vi è un decorso convoluto delle vene dello scroto, gonfiore.

Il varicocele in un adolescente di 14 anni è più spesso una manifestazione della malattia che si è manifestata nell'infanzia o nella patologia congenita. Fino al terzo anno, la nosologia non è un problema, quindi non viene prestata attenzione. Molto spesso c'è un varicocele a sinistra, quindi raccomandiamo di prestare molta attenzione alla parte sinistra dello scroto. Se sospetti qualcosa, contatta il tuo urologo.

Varicocele: effetti dopo l'intervento

Gli effetti del varicocele di Marmara sugli adolescenti dopo l'intervento sono minimi, ma esistono. Gli effetti collaterali tradizionali delle procedure chirurgiche per patologia includono: sanguinamento, infiammazione, suppurazione della superficie della ferita. Effetti non specifici:

  • Embolizzazione della vena seminale;
  • Linfostasi a sinistra;
  • Sindrome del dolore;
  • Hydrocele (testicolo idropico);
  • Atrofia, ipotrofia testicolare;
  • Varicocele ricorrente

L'emergere dei moderni metodi microchirurgici e laparoscopici a Mosca ha ridotto la probabilità di effetti collaterali dopo le operazioni sul varicocele, ma i loro prezzi sono piuttosto alti. Se una persona paga un sacco di soldi, vuole vedere il risultato ottimale.

La linfostasi dello scroto a sinistra è una complicazione precoce. La ragione è la legatura dei vasi linfatici.

Gonfiore e dolore dopo l'intervento chirurgico vengono osservati per 5 giorni.

Atrofia, l'ipototropia testicolare è una delle complicanze più gravi della chirurgia. La conseguenza è accompagnata da una diminuzione del numero di spermatozoi, un aumento del numero di forme patologiche. L'aspetto di questo sintomo porta a una perdita della funzione riproduttiva, che causa disturbi psicologici nei giovani.

La frequenza dell'idrocele dopo l'intervento chirurgico arriva al 9% dei casi. La conseguenza remota appare in 5-24 mesi.

La probabilità di recidiva di varicocele nei bambini - fino all'87% e negli uomini - fino al 9%.

La conseguenza dei metodi endoscopici:

  • Dolore temporaneo nella regione iliaca;
  • Reazione allergica;
  • Perforazione delle pareti;
  • Tromboflebite del plesso uterino.

La prognosi del trattamento del varicocele con l'infertilità è determinata da una serie di fattori: età del paziente, gravità, qualità della spermatogenesi, squilibrio ormonale. Migliorare le caratteristiche quantitative e qualitative dopo l'intervento chirurgico è considerato un fattore favorevole.

Quando varicocele controindicato diverse procedure di riscaldamento - bagni, saune, jacuzzi. Con cambiamenti stagnanti, la temperatura dell'organo aumenta, il che viola la spermatogenesi. Quando la patologia rivela microscopicamente non solo una diminuzione del numero di spermatozoi, ma anche forme degenerative. Teratoozoospermia (violazione della morfologia), cambiamenti nell'attività (astenozoospermia) sono alterazioni patologiche che danneggiano il tessuto testicolare, diminuiscono i livelli di testosterone - l'ormone sessuale maschile. La violazione della funzione erettile porta a problemi con i rapporti sessuali.

Dopo l'intervento chirurgico, varicocele ingrandito testicolo - che è

Il sangue venoso ristagna non solo nella vena testicolare, ma anche nel plesso della ghiandola prostatica negli uomini. Se viene eseguita un'operazione per eliminare il varicocele, può verificarsi un aumento del testicolo nel periodo postoperatorio. come risultato del rientro del sangue venoso dalla prostata e dell'aggiunta di batteri. Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione della prostata va via da sola dopo l'eliminazione della dilatazione del cordone spermatico viene eliminato, ma si verificano recidive della malattia.

Sfortunatamente, quando appare questa sindrome, sarà necessario eseguire una seconda operazione chirurgica. Se dopo l'intervento chirurgico per le vene varicocele rimangono, ma non c'è dolore, gonfiore, è necessario un trattamento conservativo.

Chirurgia per varicocele dei testicoli: tipi di intervento, pro e contro

Da questo articolo imparerai: perché con la chirurgia del varicocele è l'unico metodo di trattamento, i tipi di interventi chirurgici per questa malattia. Indicazioni e controindicazioni a loro, i loro pro e contro.

Il varicocele è una patologia in cui le vene dei testicoli si dilatano sotto forma di nodi, si torcono e si riempiono di sangue. La ragione di questo è un aumento della pressione nel sistema delle vene testicolari a causa del riflusso di ritorno del sangue (reflusso) da vene più grandi (renale, inferior inferiore) in cui cadono.

Clicca sulla foto per ingrandirla

L'operazione consente di interrompere questo reflusso mediante bendaggio, incrocio o rimozione delle vene dilatate. Tale intervento elimina completamente i problemi e le conseguenze associati al varicocele, restituendo alla salute l'uomo. Il trattamento non è complicato e viene eseguito da urologi o chirurghi in tutti gli ospedali urologici e chirurgici.

Perché l'operazione è l'unica via d'uscita

Le cause e i meccanismi di sviluppo del varicocele sono di natura puramente meccanica: la vena testata (spermatica) non è in grado di assicurare il deflusso di sangue venoso dal testicolo a causa di:

  • lesioni delle valvole situate all'interno del lume e responsabili di assicurare che il sangue si muova solo in una direzione - dal testicolo fino alle vene più grandi;
  • la presenza di un'ostruzione o di un aumento di pressione (ipertensione venosa) in quelle grandi vene in cui cadono i tubi spermatici, che ostacolano il flusso sanguigno e provocano il ristagno venoso;
  • debolezza e flaccidità delle pareti dei vasi.

Tutto ciò porta al fatto che il sangue non solo scorre dal testicolo, ma si accumula nei suoi plessi venosi a causa di un riflusso all'indietro (reflusso) da grandi tronchi vascolari. In condizioni di pletora venosa, il tessuto sensibile degli organi genitali perde la sua normale struttura, la capacità di produrre fluido seminale di grado elevato e ormoni.

Il meccanismo di circolazione del sangue nelle vene sane e varicose. Clicca sulla foto per ingrandirla

Dal momento che le vene varicose dei testicoli non sono vasi che trasportano il sangue, ma un deposito patologico per esso, l'unica soluzione è quella di rompere il legame vizioso tra loro, che eliminerà il reflusso e la stasi del sangue. Questo è lo scopo della chirurgia varicocele. Implica l'isolamento, la legatura, l'intersezione o la completa rimozione del gambo principale delle vene spermatiche al di sopra del livello della loro ramificazione in piccoli rami che formano intrecci tra loro.

Quindi, il ristagno patologico del sangue nei vasi e nei tessuti testicolari sarà eliminato senza pregiudizio della circolazione sanguigna. Il deflusso venoso dallo scroto si verificherà nel sistema di altri vasi, poiché la vena spermatica è la principale, ma non l'unica via per il flusso sanguigno. Inoltre, in condizioni di ristagno e aumento della pressione nella vena del seme, i percorsi di deflusso aggiuntivi per il momento dell'operazione sono già ben formati e continueranno a formarsi nel periodo postoperatorio.

Il trattamento chirurgico nell'80-85% viene eseguito per varicocele sul lato sinistro. Ciò è dovuto al fatto che la vena testicolare sinistra scorre nel rene e la destra nella vena cava inferiore. A causa della posizione anatomica, dell'angolo di ramificazione e di altre caratteristiche dei vasi renali di sinistra, la pressione al loro interno aumenta. Pertanto, la localizzazione sinistra del varicocele prevale su quella destra.

Schema comparativo della struttura di una vena testicolare sana e del varicocele interessato

Tipi di operazioni, indicazioni e controindicazioni a loro

Esistono due tipi principali di trattamento chirurgico per varicocele:

  1. Classico - attraverso l'incisione (operazione di Ivanissevich). Operazione Ivanisevich. Clicca sulla foto per ingrandirla
  2. Mininvasiva - attraverso punture (endoscopiche, microchirurgiche e endovascolari).

Chirurgia endovascolare per la rimozione del varicocele. Clicca sulla foto per ingrandirla

L'obiettivo di tutti i metodi è lo stesso: eliminare la scarica attraverso la vena testicolare, bloccandone il lume. Ci sono diversi modi per raggiungere questo obiettivo.

La tabella descrive le caratteristiche delle operazioni classiche e mini-invasive (sparing):

Rimozione del varicocele testicolare: anestesia

Vene varicose del cordone spermatico e dell'epididimo malattia abbastanza comune, che è affrontato dal 17% degli uomini, per lo più in giovane età. Il trattamento dipende dallo stadio della malattia e dal suo grado. Con evidenti segni clinici, quando le vene vengono osservate visivamente, c'è dolore e l'intervento chirurgico è indicato per la legatura delle vene infiammate poiché vi è una seria minaccia allo sviluppo della sterilità maschile.

Il varicocele testicolare viene rimosso - è anestetizzato (di solito locale) e in molti casi è necessaria l'anestesia generale. Quali metodi di terapia chirurgica sono utilizzati nella medicina moderna per il trattamento delle vene varicose del luko-plesso, quali sono le loro caratteristiche, vantaggi e svantaggi saranno discussi in questo articolo.

Cause della formazione di vene varicose

Le cause del varicocele sono divise in due tipi: primario e secondario. I sintomi primari comprendono l'insufficienza venosa, manifestata nella debolezza delle pareti venose e delle valvole, secondaria a tutti gli altri fattori la cui azione provoca un aumento della pressione arteriosa nelle vene testicolari, che porta allo sviluppo dell'insufficienza venosa. Il risultato di questi motivi è lo sviluppo delle vene varicose e la deformazione delle vene dello scroto. Consideriamo più in dettaglio come ciò accada.

Il varicocele ha diverse fasi, classificate in base al grado di deformazione delle vene varicose. Il primo è chiamato subclinico o preclinico perché la malattia è allo stadio di formazione, procede in modo latente, non ha segni e può essere rilevata solo con l'aiuto della diagnostica ecografica, che è piuttosto difficile in assenza di sintomatologia.

In questo momento, le valvole venose cessano di chiudersi completamente, c'è un rovescio di sangue. Questo fenomeno è chiamato reflusso. Porta ad un aumento della pressione intravascolare e influenza negativamente l'attività funzionale dei testicoli perché gli ormoni steroidei prodotti dalle ghiandole surrenali sono inviati ai testicoli con flusso di sangue inverso.

Bisogno di sapere. Nell'infanzia e nell'adolescenza, lo sviluppo del varicocele non è necessariamente la presenza di fattori che causano un aumento della pressione venosa, poiché l'insufficienza venosa ha una predisposizione genetica e viene ereditata. Pertanto, se ci sono casi di varicocele nella famiglia, è importante avere regolari visite mediche dei giovani prima della fine della pubertà.

L'aspetto dei primi segni indica la progressione della malattia e la sua transizione nella forma clinica. All'inizio, un uomo sente un debole, periodico dolore del carattere opaco o tirante, che inizialmente si verifica raramente e di solito dopo un considerevole sforzo fisico, sollevamento pesi o contatto sessuale.

Questi sono i sintomi del primo stadio del varicocele, in cui l'infiammazione delle vene è ancora insignificante e non solo non sono visibili visivamente, ma semplicemente afferrare lo scroto non è sufficiente per determinarli. Per stabilire la presenza della malattia durante la diagnosi fisica è possibile solo quando si esegue un test di Valsalva.

La sua essenza è che durante la palpazione il paziente ha teso gli addominali o ha deliberatamente tossito mentre il medico poteva rivelare la tensione nelle vene. Per una diagnosi più accurata, il paziente viene sempre inviato per la diagnostica ecografica utilizzando il doppler, che misurerà il diametro dei vasi sanguigni in punti delle vene varicose e stabilirà l'intensità del reflusso.

I dati ottenuti sono importanti non solo per chiarire tutti gli aspetti dello stato di malattia, il loro valore sta nel fatto che, sulla base dei dati primari ottenuti, è possibile monitorare il decorso della malattia e monitorare la situazione nel periodo di recupero dopo il trattamento chirurgico.

Il varicocele subclinico e di primo grado è il meno pericoloso per la salute dell'uomo, quindi in questo periodo di sviluppo della malattia è possibile utilizzare farmaci e medicine tradizionali per stabilizzare le vene varicose e mantenere la spermatogenesi al livello adeguato.

Ma nelle fasi successive, si creano condizioni estremamente sfavorevoli per il funzionamento dei testicoli e anche per la loro integrità anatomica, quindi, diagnosticare il secondo e specialmente il terzo stadio del varicocele è un'indicazione diretta per un intervento chirurgico immediato.

Il secondo grado di varicocele è caratterizzato da dolore persistente nello scroto, che può essere sia periodico che prolungato. Nascono non solo dopo lo sforzo fisico, ma anche alla fine della giornata. In questa fase, durante la palpazione, le vene infiammate sono già chiaramente identificate, ma solo in posizione eretta, sdraiate, cadono.

Il terzo stadio più pericoloso e facilmente diagnosticato. Un ampio plesso si sviluppa nello scroto dalle vene infiammate che sono chiaramente visibili visivamente, motivo per cui lo scroto acquista una sfumatura bluastra. I suoi tessuti, così come le strutture istologiche dei testicoli, a causa di insufficiente circolazione sanguigna, hanno problemi con il trofismo e lo scambio di gas, quindi la pelle dello scroto cambia, il testicolo malato diventa più piccolo e cede.

Il dolore è costante e piuttosto grave. Test di laboratorio mostrano una forte diminuzione della sintesi degli ormoni sessuali steroidei e il deterioramento dello spermogramma, che richiede un'operazione urgente per eliminare il varicocele. Per una piena comprensione di quale sia l'impatto negativo sul corpo dell'uomo nella prossima sezione, discuteremo brevemente la santificazione di questo problema.

Danno alla salute dell'uomo causato dal varicocele

Le vene varicose non comportano un pericolo significativo per la vita del paziente e rappresentano la principale minaccia principalmente al sistema riproduttivo, e hanno anche un effetto negativo sui processi endocrini, che a loro volta modifica il livello ormonale generale, diminuisce il desiderio sessuale e la potenza. La tabella 1 mostra gli effetti negativi che si sviluppano a causa delle vene varicose del cordone spermatico e dell'epididimo.

Tabella 1. Malattie associate allo sviluppo del varicocele:

L'effetto più evidente sul corso della spermatogenesi è un cambiamento di temperatura nello scroto verso l'alto. I testicoli sono posizionati appositamente al di fuori del peritoneo per garantire la temperatura ottimale a cui possono formarsi i gameti sessuali di alta qualità, di norma 34,5 gradi con leggere fluttuazioni ammissibili.

Lo scroto ha un muscolo speciale, il premaster responsabile per l'innalzamento o l'abbassamento dei testicoli, così come molti altri muscoli responsabili di stringere o rilassare gli strati della pelle. Questo garantisce una corretta termoregolazione. Con lo sviluppo delle vene varicose intorno al testicolo, si sviluppa una significativa rete di vene infiammate, quindi la temperatura aumenta invariabilmente con lo sviluppo del varicocele.

Nella fase terminale, può raggiungere i 37 gradi, con un effetto negativo sul testicolo sano e se il medico non interviene durante il decorso della malattia, lo sviluppo dell'infertilità si verifica nella maggior parte dei casi. Pertanto, il lettore dovrebbe essere la risposta ovvia alla domanda se sia necessaria o meno un'operazione per varicocele.

Oltre ad aumentare la temperatura, lo sviluppo delle cellule germinali è influenzato negativamente dal rallentamento della circolazione sanguigna, che danneggia i processi metabolici nelle cellule e rallenta il loro metabolismo. Insieme a questo, sono affamati di ossigeno.

Nelle aree di vene deformate si formano processi stagnanti, a causa dei quali si verifica una maggiore concentrazione di sostanze chimiche attive (ad esempio radicali liberi, ossidi di azoto, ecc.) Che sono la causa di processi chimici indesiderati. Tutto ciò porta non solo a una diminuzione del lavoro delle cellule, ma anche alla loro lisi, quindi le strutture istologiche sono degradate.

La barriera hematheskulyarny nei testicoli separa il luogo della sintesi dei gameti dalle cellule aggressive del sistema immunitario, che, una volta diluito, iniziano a passare attraverso di esso e distruggere gli spermatozoi, assumendoli come agenti alieni. È così che si sviluppa una reazione autoimmune, che è responsabile della formazione di una forte risposta immunitaria.

La funzione nutrizionale della barriera di analisi del sangue è associata alla localizzazione delle cosiddette cellule nanny o cellule di Sertoli, che assicurano il corretto trofismo degli spermatozoi in via di sviluppo e di nuova formazione.

In virtù delle loro specifiche, le cellule sessuali hanno perso parte degli organelli, quindi utilizzando ponti citoplasmatici, sono collegate alle cellule infermiere, che sono responsabili del metabolismo degli spermatozoi. Di conseguenza, una diminuzione del numero di cellule di Sertoli influenzerà negativamente la qualità delle cellule germinali maschili.

Gli stessi processi inibiscono l'attività delle cellule di Leydig responsabili della sintesi degli ormoni sessuali maschili steroidi, il principale dei quali è il testosterone, che è responsabile della manifestazione delle caratteristiche sessuali, della crescita muscolare, della potenza e del desiderio sessuale.

Dal momento che molte persone pensano che tutto sia così spaventoso, la chirurgia è necessaria per il varicocele, o ci sono casi in cui è possibile un trattamento conservativo? Considera questa domanda in modo più dettagliato.

Quando la chirurgia varicocele può essere ritardata

Di per sé, la presenza di una diagnosi confermata di varicocele è un'indicazione per l'operazione, ma non sempre viene eseguita.

Il motivo per il rinvio della chirurgia in un secondo momento potrebbe essere:

  • se la malattia è nelle fasi iniziali in una condizione significativamente stabile;
  • malattia a breve termine;
  • l'età del paziente (bambini e anziani);
  • la presenza di altre patologie che non consentono un intervento chirurgico;
  • se per un uomo l'inizio dell'infertilità non è terribile, per esempio, ci sono già abbastanza bambini;
  • rifiuto categorico del paziente dall'intervento chirurgico o mancanza di opportunità finanziarie.

Nelle prime fasi della formazione della malattia (subclinica e di primo grado), i processi negativi che si verificano nei testicoli sono piccoli, pertanto, di regola, lo spermogramma non mostra anomalie e le strutture istologiche rimangono invariate.

Pertanto, se il medico è fiducioso nella stabilità delle condizioni del paziente, è possibile un ritardo fino a quando la malattia inizia a progredire. Il trattamento è determinato per il paziente e vengono fornite istruzioni dettagliate sulle misure preventive. Venotonics, antiossidanti e farmaci per stimolare la meiosi (il processo di formazione delle cellule germinali) sono generalmente prescritti.

Il paziente deve rispettare alcune restrizioni relative alla prevenzione dell'aumento della pressione nello scroto, muoversi di più e aderire a una serie di suggerimenti, che sono illustrati nella sezione sulla prevenzione del varicocele dopo l'operazione di seguito, e anche nel video in questo articolo.

Il trattamento chirurgico non può essere eseguito affatto nel caso in cui la conservazione della funzione di portamento non è rilevante per un uomo, ad esempio, a causa della sua vecchiaia o se ha un numero sufficiente di bambini e non è più pianificato. Questa opzione è possibile se il varicocele è stabile, non vi è alcuna minaccia di distruzione della struttura istologica e la malattia stessa non provoca gravi disagi.

È importante Se il posticipo dell'operazione per la rimozione delle vene varicose dello scroto riguarda gli uomini in età fertile, allora è necessario monitorare costantemente l'urologo con la registrazione del paziente presso la clinica.

Un'alta percentuale di ritardo nell'operazione è caratteristica dei pazienti giovani. Di norma, nei bambini e negli adolescenti, il varicocele è determinato nella prima fase nel periodo di 13-16 anni. Il ritardo è dovuto a diversi motivi.

In primo luogo, le fasi iniziali della malattia non hanno un impatto negativo significativo e, in secondo luogo, i bambini hanno un'alta probabilità di sviluppare una recidiva postoperatoria poiché il sistema venoso non ha il tempo di adattarsi rapidamente all'organismo giovanile in rapida crescita.

Il bambino viene costantemente monitorato, gli viene somministrata una terapia di supporto farmacologica mirata a mantenere la malattia. L'operazione viene eseguita alla fine della pubertà o se si nota un peggioramento delle condizioni del paziente.

Ma questo approccio al trattamento dei bambini è un po 'obsoleto. In precedenza, per l'intervento chirurgico, utilizzavano principalmente la tecnica sviluppata da Ivanissevich, che si distingue per una semplice ma alta probabilità di sviluppare complicanze postoperatorie.

Pertanto, molti medici sono inclini a credere nella ragionevolezza della rimozione chirurgica delle vene malate del cordone spermatico nelle prime fasi della malattia, il che garantirà l'integrità di tutte le strutture istologiche e ridurrà al minimo il rischio di infertilità nel ragazzo quando crescerà.

Quando è necessario un intervento chirurgico

Il modo più sicuro per evitare la perdita della funzione di portamento è diagnosticare precocemente e eliminare immediatamente il problema rilevato.

Ci sono casi in cui la chirurgia è urgente:

  • vene varicose dello scroto 2 o 3 gradi;
  • forte dolore dei testicoli affetti da vene varicose;
  • cambiamenti patologici di sperma o il loro numero in sperma;
  • nell'analisi biochimica del sangue si riscontra una forte diminuzione dei livelli di testosterone;
  • riduzione dei testicoli dovuta alla degradazione della struttura tissutale dei testicoli.

È necessario sottolineare ancora una volta che non esiste un'alternativa al trattamento chirurgico. Tutti gli altri metodi di trattamento prescritti da un medico mirano a mantenere e stabilizzare la malattia.

Dovrebbe essere chiaro che, al momento, la medicina moderna non ha e nel prossimo futuro non avrà un modo conservativo per ripristinare le vene deformate e correggere le valvole che funzionano in modo improprio.

È importante! Il varicocele è completamente guarito, ma solo dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le vene infiammate.

Trattamento chirurgico del varicocele

Attualmente, è possibile rimuovere le vene testicolari infiammate in più di cento modi, ma nella pratica effettiva non vengono utilizzati più di dieci metodi e le loro varianti. In questa sezione, confrontiamo le operazioni con il varicocele, tenendo conto delle loro caratteristiche positive e negative.

Indipendentemente dal metodo scelto, l'essenza del trattamento è di eliminare la circolazione del sangue attraverso le vene deformate, il testicolo sarà alimentato attraverso i vasi rimanenti sani, che è sufficiente per garantire tutti i processi fisiologici che si verificano nei testicoli.

Operazioni di Ivanissevich e Palomo

Nel 1924, un chirurgo argentino Ivanissevich propose una tecnica per la rapida rimozione delle vene varicose attraverso l'accesso retroperitoneale. Da allora fino ad oggi, questo tipo di operazione è stata dominante poiché gli aspetti positivi sono il prezzo più basso e la tecnica semplice, e per il suo funzionamento non richiede particolari condizioni nella sala operatoria o la disponibilità di strumenti speciali.

Una nota Per lungo tempo, l'operazione classica di Ivanisevich è stata praticamente il metodo principale di trattamento chirurgico del varicocele, ma recentemente la preferenza è stata data a tecniche più moderne realizzate principalmente attraverso il micro-accesso o utilizzando sonde speciali.

Nonostante al momento esistano già abbastanza nuovi metodi di trattamento minimamente invasivi, le operazioni classiche rimangono ancora nelle prime posizioni, principalmente a causa della mancanza di attrezzature chirurgiche speciali nella maggior parte delle cliniche del nostro paese che consente di eseguire operazioni moderne con elevata precisione con le navi.

Il principio dell'operazione varicocele secondo Ivanissevich è il seguente. Sul corpo nell'area del peritoneo nella regione iliaca sinistra a livello della spina anteriore anteriore dell'ioum, la cute, il tessuto sottocutaneo e il tessuto muscolare sono sezionati parallelamente al corso del canale inguinale.

I negativi della metodologia nella valutazione complessiva dominano il positivo. Questa è, in primo luogo, una significativa probabilità di recidiva e complicanze, poiché una parte delle anastomosi della vena testicolare spesso passa inosservata e re-infiammata, e in secondo luogo, il danno tissutale, in particolare i muscoli, guarisce per un lungo periodo, quindi il periodo di recupero completo dura almeno sei mesi.

I tipi di operazioni per varicocele Ivanissevich e Palomo sono abbastanza simili a causa del fatto che il secondo era uno studente del primo. La differenza sta nella proposta di Palomo simultaneamente alla vena testicolare di sopprimere l'arteria con lo stesso nome.

Per molto tempo, questo ha portato a polemiche tra sostenitori e oppositori di questo metodo di rimozione del varicocele, dal momento che alcuni ritenevano che il testicolo non avrebbe ricevuto la circolazione sanguigna necessaria, altri hanno mostrato l'assurdità del giudizio perché ci sono molte anastomosi tra i vasi e in pratica i medici spesso legavano sia l'arteria che la vena che ha causato conseguenze negative.

Ciononostante, il metodo proposto da Polomo non ottenne ampia accettazione nel tempo e l'operazione secondo Ivanisevich fu l'operazione principale per la rimozione del varicocele fino agli anni '90.

Una nota L'alto livello di complicazioni dopo aver operato con questi metodi ha costretto i medici a modificare le operazioni classiche ed escludere i vasi linfatici durante la legatura, riducendo la probabilità di sviluppo postoperatorio di edema idrocele ed edema testicolare.

Prestare attenzione alla tabella 2 dove in una breve forma vengono date le caratteristiche comparative delle operazioni cavitarie classiche secondo i metodi di Ivanissevich e Palomo.

Tabella 2. I lati positivi e negativi delle operazioni di Ivanissevich e Palomo.

  • basso costo del trattamento;
  • anestesia spinale durante la chirurgia varicocele;
  • la durata non supera un'ora, di regola, 30-40 minuti.
  • le recidive e le complicanze si verificano nel 30-40% dei casi;
  • ospedalizzazione 7-14 giorni;
  • rimozione della sutura 7-8 giorni;
  • rimane una notevole cicatrice postoperatoria;
  • lungo periodo di recupero - almeno 6 mesi;
  • il dolore dopo lo scarico dell'anestesia persiste per diversi giorni.

Varicocemia dalla microdisciplina subingua utilizzando il metodo di Marmar

La tecnica è essenzialmente simile alle operazioni addominali di cui sopra, ma viene utilizzata una tecnica diversa. L'intero processo di funzionamento avviene con uno zoom ottico, quindi un microscopio speciale dovrebbe essere installato in sala operatoria, in alternativa, i chirurghi utilizzano speciali lenti di ingrandimento.

Ciò consente al medico di eseguire manipolazioni molto più corrette durante la legatura delle vene, mentre le fibre nervose e linfatiche e l'arteria testicolare rimangono intatte. Allo stesso tempo, non solo viene soppressa la vena spermatica, ma anche i suoi collettori, che riduce significativamente il rischio di recidiva.

L'accesso sottinventinale comporta un'incisione nell'area dell'anello inguinale esterno a circa un centimetro di distanza dalla base del pene, quindi il tessuto muscolare peritoneale non è danneggiato per raggiungere le vene del cordone spermatico, e questo accorcia il periodo di riabilitazione.

Dopo la dissezione, si forma un piccolo foro operativo di non più di 4 centimetri, attraverso il quale vengono estratte le vene, che possono essere ispezionate in lunghezza meglio che con le tecniche classiche. Prima della legatura, tutti gli altri vasi e tessuti sono necessariamente distinti e accantonati, il che esclude la lesione.

Dopo la legatura e la soppressione di tutte le vene infiammate trovate, la ferita viene suturata. La rimozione della sutura avviene di solito in una settimana, e se la cucitura è cosmetica, si risolverà da sola.

Pertanto, la tecnica operativa per varicocele secondo la tecnica di Marmara consente non solo di trattare efficacemente l'infiammazione delle vene varicose del plesso pterigio-simile, ma anche di ridurre significativamente i tempi di recupero. Il trattamento non richiede il ricovero in ospedale e il paziente è a casa la sera dell'operazione. Prestare attenzione alla tabella 3, dove sono indicati i tratti distintivi di questa tecnica.

Tabella 3. I lati positivi e negativi della varicocelecomia con il metodo di Marmara:

  • durata: 30-40;
  • anestesia locale;
  • ricovero in ospedale un giorno;
  • Incisione di 3-4 cm;
  • cicatrice postoperatoria debolmente visibile nascosta sotto i pantaloncini;
  • la probabilità di complicanze - 5%, recidiva fino al 7%;
  • vena testicolare soppressa insieme ai suoi collettori;
  • maggiori possibilità di ispezione dei vasi vascolari del plesso;
  • brevi periodi di recupero, fino a un mese.
  • alto costo;
  • presenza di un microscopio operatorio.

È importante Quando si opera secondo il metodo Marmara, non è necessario il ricovero!

Chirurgia laparoscopica o endoscopica

Ha iniziato a utilizzare nella pratica chirurgica di recente, circa 30 indietro. La sua apparizione ha prodotto uno sfogo veramente significativo in medicina, dal momento che è diventato possibile operare senza sezionare i tessuti della cavità addominale, e l'accuratezza delle procedure eseguite è aumentata in modo significativo.

Un laparoscopio è un tubo con una microcamera e una sorgente di luce fredda alla fine, che consente di visualizzare l'immagine sullo schermo del monitor, in modo che il medico non solo possa monitorare tutto il lavoro in tempo reale, ma anche aumentare l'immagine risultante, fare screenshot, ecc.

Ci sono molti vantaggi di questo tipo di operazioni, che è spiegato da una visualizzazione più dettagliata, la capacità di ispezionare le navi su entrambi i lati per tutta la loro lunghezza.

Fai attenzione. La chirurgia laparoscopica è l'unico modo per eliminare contemporaneamente il varicocele bilaterale e il migliore per il trattamento delle recidive.

Le vene del paziente vengono ricercate e ligate utilizzando i microtools. L'intero processo dura in media un'ora e mezza, dopodiché il paziente viene consegnato al reparto. Di regola, non ci sono problemi dopo lo scarico dell'anestesia perché le complicanze postoperatorie sono improbabili e l'uomo lascia la clinica il secondo o il terzo giorno. Maggiori dettagli su tutte le sfumature sono mostrati nella tabella 4.

Tabella 4. Lati positivi e negativi della chirurgia laparoscopica:

  • senza tagli, i micro strumenti sono inseriti attraverso piccoli fori;
  • visualizzazione dell'operazione sul monitor;
  • tasso di recidiva non superiore al 2%, le complicanze sono estremamente rare;
  • la capacità di esaminare le vene per tutta la loro lunghezza;
  • ricovero in ospedale per due giorni in media;
  • brevi periodi di riabilitazione;
  • dopo l'anestesia, il dolore è debole, non dura a lungo;
  • la possibilità di trattare le vene varicose sinistra e destra allo stesso tempo, il modo migliore per eliminare le recidive.
  • anestesia generale;
  • durata 1,5-2 ore;
  • alto costo;
  • sala operatoria appositamente attrezzata;
  • disponibilità di determinate esperienze e capacità del chirurgo.

Embolizzazione e sclerotizzazione della vena testicolare

Il vantaggio dell'operazione per varicocele in questo modo è la differenza fondamentale da tutti gli altri metodi di rimozione chirurgica delle vene varicose. In questo caso, le vene non sono legate e non vengono soppresse, ma vengono bloccate con l'ausilio di sostanze o dispositivi speciali (agenti venosi-adesivi, staffe in titanio, spirali, ecc.) Quindi la circolazione sanguigna in esse si ferma e le vene malate si dissolvono col tempo.

Il flusso sanguigno viene gradualmente ripristinato ai collaterali in misura sufficiente a soddisfare i bisogni fisiologici del testicolo.

L'agente occludente viene consegnato alla vena giusta usando un catetere speciale inserito per primo in un vaso più grande e tutte le manipolazioni sono monitorate mediante apparecchiature a raggi X, pertanto le complicanze postoperatorie sono completamente escluse.

La quota di recidive durante la sclerotizzazione è fino al 7%, che può verificarsi per i seguenti motivi:

  • fissazione insufficiente dell'agente di incapsulamento nella nave;
  • conservazione del riflusso a causa di una sovrapposizione incompleta del lume venoso;
  • Blocco selezionato in modo errato.

L'operazione per varicocele negli adulti con questo metodo dura circa 1-1,5 ore senza ospedalizzazione e ha il tempo di riabilitazione più breve. Nella tabella 5 puoi trovare una descrizione comparativa del metodo descritto.

Tabella 5. Lati positivi e negativi dell'embolizzazione della vena testicolare con varicocele:

  • diagnosi preliminare autoradiografica obbligatoria;
  • dal diametro dell'apertura chirurgica non rimangono alcuni millimetri di tracce sul corpo;
  • anestesia locale;
  • il trattamento è quasi indolore;
  • nessuna complicanza postoperatoria;
  • il rischio di recidiva non è superiore al 7%;
  • il trattamento viene effettuato su base ambulatoriale;
  • il più breve periodo di riabilitazione.
  • alto costo;
  • la sala operatoria deve essere equipaggiata di conseguenza;
  • per l'esecuzione di tali operazioni con navi richiede l'esperienza e le competenze del personale medico;
  • il paziente riceve una dose di raggi x.

È importante Questo metodo di trattamento del varicocele è di grande importanza per quegli uomini che sono controindicati nell'intervento chirurgico.

Rivascolarizzazione della vena testicolare

L'essenza di questa operazione microchirurgica è quella di rimuovere la nave infiammata e cucire al suo posto una vena sana, passando nelle immediate vicinanze. Per lo shunt usiamo solitamente la vena epigastrica. L'operazione è piuttosto complicata dal punto di vista tecnico, viene eseguita in anestesia generale, poiché anche un movimento minimo complica notevolmente la sua implementazione.

L'incisione non è più di 6 centimetri, è fatta nella zona del canale inguinale in parallelo ai vasi seme di raggiungere. Dopo la fine, i punti vengono messi sulla ferita, che vengono rimossi dopo una settimana. Il periodo di riabilitazione è piuttosto lungo e un recupero completo richiede almeno tre mesi.

Un chiaro vantaggio di questa tecnica è il rapido ripristino del flusso sanguigno testicolare in pieno, che ha un effetto positivo sul lato fisiologico. Ma a causa della elevata complessità nell'implementazione di questa tecnica è attualmente raramente utilizzato perché ci sono metodi più semplici ed efficaci di trattamento del varicocele.

Inoltre, nel posto di smistamento esiste la possibilità di coaguli di sangue, la loro separazione e migrazione lungo il flusso sanguigno. La Tabella 6 mostra i principali vantaggi e svantaggi di questa procedura operativa.

Tabella 6. Punti positivi e negativi di rivascolarizzazione delle vene testicolari nel trattamento del varicocele:

  • la circolazione viene ripristinata immediatamente e per intero;
  • la probabilità di complicazioni e recidive non è grande.
  • elevata complessità di implementazione;
  • rischi di coaguli di sangue;
  • dopo il trattamento, vengono applicati punti e rimane una cicatrice;
  • anestesia generale;
  • ricovero in ospedale;
  • tempo di recupero completo di almeno tre mesi;
  • alto costo

Shunting o rivascolarizzazione della vena testicolare

Se non si entra in una particolare terminologia medica, l'essenza dell'operazione è che si crea uno shunt dalla vena testicolare tagliata, che viene suturata in una vena localizzata. In questo caso, il sangue inizia immediatamente a circolare, il flusso sanguigno è completamente ristabilito, il che va bene da un punto di vista fisiologico.

Microequipment è utilizzato per effettuare manipolazioni sulle vene e tutte le azioni sono controllate dalla telecamera per garantire un'elevata precisione.

Descrivere brevemente come la correzione chirurgica. Per l'accesso alle vene, viene praticata un'incisione nel peritoneo di circa 5-6 cm, attraverso la quale le vene testicolari ed epigastriche vengono rimosse su tutta la loro lunghezza al fine di asportare completamente il vaso varicoso, al posto del quale la vena epigastrica viene suturata. Dopo che la rivascolarizzazione è completata, le vene vengono posizionate e l'incisione strato per strato viene suturata.

Fai attenzione. Il principale vantaggio dell'operazione è il rapido ripristino del flusso sanguigno al testicolo, che crea buone condizioni per la normalizzazione del suo funzionamento. Tra i lati negativi va notato il rischio di coaguli di sangue al posto dello shunt.

Caratteristiche del bypass

Come tutti gli altri metodi, la rivascolarizzazione del testicolo ha le sue caratteristiche distintive:

  1. Per l'operazione, il paziente ha bisogno di anestesia generale;
  2. La vena varicosa viene rimossa immediatamente e non si dissolve per un po 'di tempo, quindi il flusso sanguigno si normalizza rapidamente, il che è favorevole per la fisiologia del testicolo;
  3. La tecnica si riferisce alla microchirurgia, per la sua implementazione di microinstrumentari e un microscopio sono necessari;
  4. La prescrizione di farmaci nei primi giorni ha principi generali, come con altri metodi: antidolorifici, antibiotici, antinfiammatori, immunomodulatori e vitamine;
  5. In una sezione ho messo dei punti. Nei primi giorni viene applicata una medicazione sterile, che dopo due giorni viene sostituita e così via fino alla guarigione;
  6. Di solito, i punti vengono rimossi il settimo o l'ottavo giorno, dopo l'operazione, ci sarà una cicatrice sul corpo.

Le complicazioni possono essere simili a quelle nel caso di operare secondo il metodo di Ivanissevich, con la differenza che la probabilità del loro verificarsi è molto più bassa. Ci sono anche i prerequisiti per la formazione della trombosi.

A causa della complessità dell'implementazione e del rischio di effetti collaterali, lo smistamento viene utilizzato sempre meno nel trattamento del varicocele. L'emergere di tecniche più avanzate ha ulteriormente ridotto l'uso della rivascolarizzazione per eliminare le vene varicose sui testicoli.

In breve, la tabella riassume le principali caratteristiche delle tecniche operative descritte che più spesso interessano i pazienti.

Tabella comparativa delle operazioni per eliminare il varicocele

Altri metodi di trattamento chirurgico del varicocele

Le operazioni di cui sopra sono le più popolari e più comunemente usate nella medicina moderna, ma ci sono molti altri metodi per la pronta rimozione del varicocele, che dovrebbe essere menzionato. In precedenza, erano più diffusi, ma oggi sono stati superati con successo dai metodi moderni e meno traumatici.

Queste operazioni includono:

  1. Operazione di legatura del varicocele. Questo metodo è anche noto come operazione Goldstein per varicocele. Il trattamento in questo caso comporta la legatura non solo delle vene testicolari, ma anche del cremasterico. La linea di fondo è l'evacuazione del testicolo attraverso la ferita operativa, la cui dimensione dipenderà dalla dimensione del testicolo, quindi il condotto seminale e la sua arteria vengono rilasciati, e tutte le vene e i loro collettori infiammati vengono lisati. Allo stesso tempo, viene prestata particolare attenzione al rilascio di nervi e dotti linfatici al fine di prevenire le loro lesioni. L'operazione richiede una tecnica di ingrandimento (un microscopio operatorio o occhiali speciali). Dopo l'operazione, la ferita viene suturata a strati e viene applicata una medicazione antisettica. I rischi di recidiva o complicanze sono all'incirca uguali a quelli del caso di varicocelecomia da un microgestito subgengivale.
  2. Operazione Yakovenko con varicocele. La sua tecnica è stata proposta nel 1955. La linea di fondo è vestire la vena cremasterica. Secondo la tecnica dell'operazione, l'operazione non è difficile, non dura a lungo sotto l'influenza dell'anestesia locale, ma la probabilità dello sviluppo di recidiva o complicazione postoperatoria è alta. L'incisione viene effettuata direttamente sullo scroto sulla parte del testicolo del paziente, dopo di che il cordone spermatico viene trascinato nella ferita chirurgica, viene identificata una vena cremasterica infiammata. La medicazione viene eseguita all'inizio e alla fine dell'area deformata, quindi le vene varicose vengono asportate. È importante selezionare tutti i rami infiammati e fare le stesse manipolazioni con loro. Dopo il completamento, la ferita viene suturata strettamente.
  3. Operazione di Kocher per varicocele. Infatti, assomiglia alla manipolazione del varicocele con il metodo di Yakovenko, ma con la differenza che tutte le vene infiammate sono legate, e l'incisione scrotale non è fatta dal lato, ma attraverso la commessura centrale dello scroto, che è coperta dal pene, che è più vantaggiosa dal lato estetico. L'operazione viene eseguita in anestesia locale e, di regola, viene eseguita in quei casi in cui non c'è altro modo di arrivare alle vene infiammate, anche se con l'avvento delle tecniche moderne questo non è molto rilevante.

Possibili complicazioni

Nessuno dei metodi operativi fornisce una garanzia assoluta di protezione contro lo sviluppo di complicanze postoperatorie. Ciò si applica in gran parte alle operazioni classiche cavitarie aperte e meno ai metodi endoscopici di trattamento del varicocele.

Si basa su varie cause, come la colpa del medico, ad esempio, la legatura di non tutti i collettori, la debole legatura delle vene, la passione per il lato cosmetico, ecc., E la colpa del paziente che non segue le regole del recupero postoperatorio.

Tra le conseguenze negative più probabili ci sono:

  1. La recidiva si verifica quando la legatura venosa è insufficiente o quando i rami delle vene testicolari non vengono notati. A volte il medico può confondere e bendare erroneamente i vasi sbagliati;
  2. L'edema del testicolo (idrocele) si forma in caso di danno ai vasi linfatici a causa di alterazione della circolazione linfatica;
  3. L'atrofia testicolare è possibile con danni all'arteria testicolare;
  4. Intorpidimento della pelle, di solito sulla superficie interna della coscia. Questo succede quando si taglia il nervo innervante.

Complicazioni compaiono in un breve periodo di tempo dopo il completamento del trattamento e le recidive possono verificarsi sia immediatamente che dopo un periodo di tempo più lungo. Sono trattati sia chirurgicamente che con idrocele, è possibile eliminare la patologia mediante puntura.

La ragione immediata per cercare un medico per l'aiuto sarà la manifestazione dei seguenti sintomi:

  • l'aspetto della temperatura;
  • la comparsa di edema, arrossamento, gonfiore o scarico liquido di natura torbida con un odore sgradevole nel sito dell'incisione;
  • la comparsa di macchie di sangue o aumento incessante dell'ematoma;
  • segni di infiammazione dello scroto, aumentando di dimensioni;
  • aumento del dolore o di altri disturbi che causano preoccupazione.

Caratteristiche di riabilitazione

I termini del periodo di riabilitazione e il recupero completo dipendono principalmente dalla procedura operativa e meno dalla conformità del paziente alle istruzioni prescritte. La maggior parte del tempo per la riabilitazione andrà dopo i classici metodi di trattamento a cavità aperta secondo i metodi di Ivanissevich e Palomo.

I pazienti si sentono più a loro agio dopo interventi endoscopici e microchirurgici. Tutto dipende non tanto dal regolare flusso sanguigno e dalla guarigione delle vene, quanto dal ripristino di altri tessuti, la cui dissezione era necessaria per accedere alle vene malate.

Il paziente operato deve seguire rigorosamente le regole della riabilitazione. Al fine di non avere una ricaduta o l'integrità delle cuciture viene violato, la cosa principale è prevenire i carichi e aumentare la pressione intra-addominale.

Per fare questo, abbandonare:

  • qualsiasi sforzo fisico pesante;
  • fino a quando il medico non ti permette di sollevare oggetti pesanti oltre i 10 kg non dovrebbe essere;
  • gli sport leggeri sono consentiti, ma vale la pena di astenersi da una corsa prolungata o intensa, e anche di non andare a cavallo o a cavallo;
  • prevenire il verificarsi di stitichezza o diarrea perché crea un carico sulle vene;
  • evitare raffreddori ed evitare malattie del tratto respiratorio con tosse prolungata.

I primi giorni il paziente deve rispettare il riposo a letto. Dopo un breve periodo, puoi e dovresti muoverti di più, camminare o fare atletica, il che aumenterà la circolazione sanguigna negli organi pelvici. Rifiuto obbligatorio di cattive abitudini.

Non ci sono requisiti speciali per il rispetto delle diete, ma è auspicabile escludere gli alimenti grassi contenenti colesterolo per il periodo fino al completo recupero e la preferenza è data a frutti di mare, pollo, cibi vegetali ricchi di vitamine e fibre. E la cosa più importante è non dimenticare di visitare il dottore in tempo per monitorare il processo di recupero.

conclusione

Pertanto, quando si confrontano i metodi operativi per la rimozione del varicocele, l'opzione migliore è la varicocelectomia dal metodo mini-accesso Marmar e la chirurgia laparoscopica.

La maggior probabilità di complicanze e recidive postoperatorie sono tutte operazioni addominali eseguite in modo classico. L'efficacia del trattamento dipende non solo dal metodo scelto per rimuovere il varicocele, ma anche dalle caratteristiche della diagnosi, dello stadio e della durata della malattia.