Cisti sul rene - cosa fare, cosa curare?

Prevenzione

Cisti renali: una malattia del sistema renale che colpisce i pazienti di tutte le età. Con l'uso di nuovi metodi di diagnosi, la rilevazione di una cisti sul rene non è particolarmente difficile.

Le misure terapeutiche possono salvare una persona dalla malattia e successivamente mantenere la sua salute al livello adeguato. Abbiamo solo bisogno di sapere cosa fare quando viene diagnosticata una cisti renale?

Diagnosi della malattia

La maggior parte dei pazienti, quando rilevano sintomi, compresi quelli dei reni, si rivolgono prima al terapeuta. È lo specialista di questo profilo che deve distinguere tra malattie e dirigere una persona verso un medico a profilo stretto.

Nel caso di una tale malattia come una cisti renale, è possibile fare riferimento a un nefrologo o ad un urologo.

Ciò dipenderà dall'istituzione medica in cui il paziente può rivolgersi per ottenere aiuto.

I compiti del nefrologo comprendono la diagnosi e il trattamento delle malattie del rene, sia nelle prime fasi che nell'insufficienza renale. Nonostante una gamma così ampia di profili, la nefologia è una specialità terapeutica. Un nefrologo può curare con successo una cisti allo stadio di inizio, sviluppo o infiammazione.

Un paziente con una cisti renale può anche arrivare all'urologo su appuntamento del terapeuta o di sua iniziativa. Qui la gamma di malattie è molto più ampia. E l'urologo conduce un paziente con una cisti non solo nelle fasi iniziali, ma anche con un aumento della cisti, con complicanze, così come con il coinvolgimento di altri organi del sistema urinario.

Il metodo più ecologico e sicuro per diagnosticare le cisti nei reni è un metodo ecografico. Con gli ultrasuoni è possibile visualizzare tutte le strutture renali in toni di grigio o con l'uso della colorazione.

La cisti è spesso arrotondata o di forma ovale, con contorni chiari e uniformi, con un processo semplice, con pareti sottili. La cisti è una fiala riempita con un fluido omogeneo, quindi sullo schermo sarà dipinto di nero. Quando un rene è macchiato in una cisti, non vi sarà alcun colore, poiché non vi è flusso sanguigno.

La diagnosi differenziale delle cisti viene eseguita con le cosiddette piramidi, tazze allargate, formazioni tumorali e ascessi. Una chiara definizione dei tipi di educazione qui aiuterà:

  • la forma della cisti è rotonda o ovale, mentre la piramide è di forma triangolare, e il calice è per lo più lineare;
  • la cisti è separata da tutti gli elementi del rene, è difficile non accorgersene, poiché le piramidi e il calice, anche se espanse, sono strutture renali normali;
  • i chiari confini della cisti sono anche uno dei fattori che distinguono da altri elementi simili;
  • le cisti, a differenza delle coppe, non ripetono il corso dell'intero sistema di placche a coppa;
  • le cisti possono raggiungere dimensioni enormi e estendersi oltre il rene, il che non è il caso di altre vescicole simili.

Dall'ascesso e dalla cisti tumorale si distingue l'uniformità del contenuto, l'anecogenicità e la mancanza di flusso sanguigno.

Cisti multicamera - patologia embrionale. Fondamentalmente, è una lesione dell'organo da un lato. Manifestato sotto forma di diverse cavità separate da setti fibrosi. Le strutture renali non sono coinvolte.

Operazioni cisti

Nei casi in cui la formazione cistica ha una piccola dimensione (fino a 5 centimetri di diametro), non causa disturbi dai reni e non influenza il funzionamento del sistema urinario, la gestione del paziente è medicamentosa e tiene conto delle raccomandazioni di un nutrizionista.

Allo stesso tempo, l'ecografia regolare (una volta ogni sei mesi o un anno) è necessaria per monitorare segnali quali:

  • la dimensione della formazione cistica, il suo tipo e il tasso di crescita;
  • tendenza alla malignità;
  • condizione delle pareti;
  • possibili inclusioni: setto, emorragia, elementi purulenti, educazione aggiuntiva;
  • funzione renale.
al contenuto ↑

Indicazioni per la chirurgia

Anche in assenza di disturbi o lamentele, le indicazioni per la chirurgia sono:

  1. Crescita della cisti oltre 5 centimetri.
  2. La presenza di elementi di sangue rosso nelle urine.
  3. Lo sviluppo di complessi di sintomi di terze parti o malattie come l'ipertensione.
  4. Complicazioni come ICD, deflusso del fluido compromesso o insufficienza renale.

L'elenco delle operazioni include: trattamento della puntura, una procedura basata sull'indurimento, laparoscopia, che include la marsupializzazione della formazione cistica, la resezione e la rimozione del rene. In rari casi è necessario un intervento addominale.

foratura

Una puntura è una puntura di una cisti da un ago di piccolo diametro e pompaggio del contenuto liquido dalla sua cavità. La procedura deve essere eseguita sotto il controllo di ultrasuoni o metodo CT. Le pareti della formazione si restringono e si forma una cicatrice. Occasionalmente, si verificano infezioni o recidive di incidenza cistica.

Controindicazioni alla puntura:

  • diametro superiore a 10 centimetri;
  • aumento del tono della parete, che può portare alla rottura;
  • setti in cisti;
  • sanguinamento renale;
  • possibile presenza di parassiti nella cavità dell'educazione.
al contenuto ↑

scleroterapia

Per escludere l'infezione e le recidive cistiche, l'alcol etilico può essere introdotto nella cisti con una miscela di proprietà antisettiche e una preparazione antimicrobica. Allo stesso tempo, le cellule della parete della cisti muoiono, e dopo la formazione della cicatrice, una nuova crescita è impossibile.

Trattamento laparoscopico

Il metodo laparoscopico è la rimozione di una cisti renale da un intervento chirurgico poco invasivo. L'accesso alla cavità addominale è possibile attraverso fori da tre a cinque millimetri per l'introduzione di un laparoscopio e altri strumenti. La procedura viene eseguita utilizzando l'anestesia generale.

Il vantaggio dei metodi laparoscopici è l'assenza di recidive di cisti.

In questo metodo, il processo di escissione delle pareti cistiche. Se la formazione cistica causa sospetto di malignità, allora ricorrono alla resezione o alla completa rimozione dell'organo.

La marsupializzazione è un tipo speciale di chirurgia che utilizza l'accesso laparoscopico per rimuovere le grandi cisti.

Durante l'operazione, è necessario prima separare l'educazione dalle strutture renali, quindi inserire un ago e rimuovere il liquido addominale. Nella fase finale, la parete della cisti viene asportata e rimossa, seguita dalla cauterizzazione del letto cistico.

Trattamento farmacologico

I farmaci sono necessari quando si verifica una cisti renale, sia a destra sia a sinistra, per alleviare i sintomi. Farmaci usati come:

  • Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE). Questi includono: enalapril, kapoten, enap. I farmaci sono usati per abbassare la pressione sanguigna.
  • Analgesici per il dolore nell'area renale.
  • Farmaci diuretici, al fine di non sviluppare l'urolitiasi.
  • Agenti antinfiammatori e antimicrobici.
al contenuto ↑

Metodi di trattamento basati sulla medicina tradizionale

Sono utilizzati nelle fasi iniziali della malattia e nel processo non complicato, sia nelle donne che negli uomini. I vantaggi dell'utilizzo di metodi tradizionali sono: un effetto di risparmio sul corpo, nessun effetto collaterale, eliminazione dei sintomi con l'uso a lungo termine di farmaci curativi.

Come risultato del loro uso, è possibile assicurarsi che la cisti alla fine si sia risolta. L'elenco di tali fondi comprende:

  • tè verde. È diluito nel latte e il miele è aggiunto in proporzioni di due o tre pizzichi per litro di latte più un cucchiaio di miele. Usare 2 volte al giorno;
  • polvere di corteccia di pioppo Un cucchiaio prima dei pasti;
  • bardana: radici e foglie. Cinque cucchiai di materie prime versano acqua bollente, cuocendo per mezz'ora. Quindi il prodotto si raffredda per un'ora, filtrato e consumato durante il giorno, 40-60 grammi;
  • i baffi d'oro sono un rimedio popolare universale per numerosi disturbi. La tintura viene utilizzata al mattino a stomaco vuoto e la sera mezz'ora prima di cena;
  • Celidonia - spremuta di erba spremuta, si usa il succo di una goccia, diluito in un cucchiaino d'acqua, aumentando ogni giorno la dose di una goccia al giorno. Il corso dura dieci giorni. Quindi una pausa di dieci giorni.
al contenuto ↑

Trattamento delle cisti renali nei bambini

A causa del fatto che i casi di rilevamento delle cisti nei bambini sono diventati frequenti al momento, un programma di screening è stato appositamente sviluppato per loro, compreso un esame ecografico dei reni in determinati periodi della vita, a partire dal primo mese dopo la nascita.

Se un bambino ha inclusioni cistiche nel rene, anche in assenza di manifestazioni e disturbi, è necessario sottoporsi a esami regolari all'anno.

Il trattamento delle cisti dei bambini, così come negli adulti, dipende dalle dimensioni, dalla forma e dal tipo di educazione, dalla presenza di condizioni complicate. Questo è importante da considerare prima di eseguire misure terapeutiche. L'osservazione della dinamica viene effettuata con una massa cistica fino a cinque centimetri.

Le cisti che vanno oltre i cinque centimetri sono soggette ad intervento chirurgico. Le medicine qui sono anche usate per ridurre il grado di condizioni dolorose.

Dieta cistica renale

La dieta è progettata per creare una base favorevole per il processo di guarigione, per migliorare l'effetto del trattamento, per ridurre i problemi con il deflusso di liquidi.

In primo luogo, con questa malattia è necessario ridurre l'uso di sale da cucina. Questa condizione è particolarmente importante per quei pazienti che sviluppano complicanze corticali sullo sfondo delle cisti.

Controllare l'acqua che si beve è molto importante per identificare o trattare una cisti renale, in quanto è la principale sostanza coinvolta nel metabolismo dei reni.

È fondamentale ridurre la quantità di componenti proteici nella dieta, poiché quando vengono consumati più della norma, inizia il meccanismo di formazione delle sostanze tossiche: azoto, acido urico e altri elementi tossici.

Prodotti non adatti all'uso nella cisti renale:

  • caffè, cioccolato;
  • frutti di mare e pesce di mare;
  • fumo attivo e passivo.

Quale dieta seguire per glomerulonefrite, leggi il nostro articolo.

Un menu di esempio assomiglia a questo:

  • Zuppa non salata e, preferibilmente, di verdure.
  • Carne in piccole quantità solo dopo due settimane di dieta.
  • I prodotti ittici sono grassi.
  • Latticini, verdure, prodotti a base di frutta, verdure, tè in forma debole.

Il numero di pasti - 4-5 volte al giorno. L'apporto calorico al giorno è di circa 2200 kcal.

Per le cisti nei reni, vedi il trasferimento con il nefrologo "Consigli utili":

1 commento

Quando avevo 15 anni, fu trovata una cisti renale. A 19 anni è cresciuta fino a 5 cm e sono andato a fare un'operazione. Come qualcosa di simile alla scleroterapia. E sull'operazione stessa si è scoperto che è un diverticolo del rene. Il giorno dopo, ha avuto un intervento chirurgico addominale. L'operazione era di 5,5 ore.

Formazione nefrotica o una cisti sul rene: trattamento e da ciò che è apparso, raccomandazioni utili per i pazienti

Una cisti renale è una crescita benigna che si sviluppa per molte ragioni. Un tumore è congenito (fino al 5% dei casi) e acquisito (nella maggior parte dei pazienti). La cavità è rotonda o di forma ovale riempita di liquido, le pareti sono elastiche.

Nella maggior parte dei casi, una cisti sul rene si verifica in un organo nella parte inferiore o superiore del polo renale. L'educazione è piccola - 1 o 2 cm, alcuni tumori crescono fino a 10 cm. Dopo aver identificato una cisti, è importante scoprire da dove proviene, diagnosticarlo, prescrivere un trattamento.

Cause probabili

Spesso è difficile per i medici capire quale fattore abbia dato impulso allo sviluppo dell'educazione cistica. A volte i tumori compaiono con predisposizioni ereditarie, ma le specie acquisite spesso sorgono sullo sfondo di varie patologie dei reni e di altri organi.

Possibili cause di cisti renali:

  • necrosi midollare;
  • tubercolosi dei reni e di altri organi;
  • glomerulonefrite;
  • ha subito un attacco di cuore;
  • malattie parassitarie;
  • pielonefrite;
  • tumori in altri organi;
  • disordini metabolici;
  • focolai di infezione nel corpo.

Codice CST del rene ICD-10 - N 28.1 (acquisito), Q 61.9 (tipo di istruzione non specificato), Q 61.0 (singolo congenito).

Scopri le cause della cistite con il sangue nelle donne e i metodi di trattamento della patologia.

A proposito di deviazioni e il tasso di urea nel sangue degli uomini, leggere a questo indirizzo.

Segni e sintomi caratteristici

I sintomi negativi dipendono direttamente dalla dimensione della zona di formazione e localizzazione. Con la comparsa di pus nella cavità, un processo infiammatorio attivo sviluppa la sindrome del dolore.

I sintomi principali di una cisti sul rene:

  • con una piccola dimensione del tumore, la natura benigna del paziente non avverte disagio;
  • maggiore è la dimensione della cisti, prima la persona nota i segni negativi nell'organo problematico;
  • dolore opaco e fastidioso nella regione lombare o sotto le costole. Il disagio è aggravato dallo sforzo fisico;
  • la pressione aumenta spesso;
  • si sviluppa ematuria totale;
  • con una grande dimensione della cisti, può essere rilevata dalla palpazione del rene;
  • durante l'accumulo nella cavità di masse purulente, il rafforzamento del processo infiammatorio del paziente soffre di forti dolori. La rottura di una cisti è accompagnata da un forte disagio: è necessaria l'assistenza immediata di un chirurgo.

classificazione

Il medico dovrebbe conoscere quante più informazioni possibili sull'educazione cistica. Le cisti si distinguono per molti indicatori.

Per categorie:

  • il primo I tumori benigni sono facilmente rilevabili durante un'ecografia dei reni. La guaina della cisti è piuttosto morbida, non c'è infezione all'interno della cavità;
  • il secondo All'interno delle formazioni benigne ci sono piccoli cambiamenti e membrane. I sali di calcio si accumulano in alcune formazioni, si sviluppa un processo infiammatorio;
  • il terzo Tumori soggetti a malignità (degenerazione nel cancro del rene). Le cisti in questa categoria hanno membrane, il guscio è più rigido. Se tali formazioni vengono rilevate, è obbligatoria un'operazione per rimuovere i tumori.

Dalla natura del danno renale:

Per localizzazione area:

  • okololohanochnaya. L'educazione si trova vicino alla pelvi renale, ma non viene a contatto con essa;
  • subcapsular. Il tumore si trova sotto la capsula del rene;
  • multi-camera;
  • cisti parenchimale del rene. L'educazione è nel parenchima o nel sinus dell'organo associato. Il secondo tipo è una cisti sinusale del rene;
  • Corticale. L'area di localizzazione è lo strato corticale.

Dal numero di tumori:

  • cisti singola;
  • cisti multiple.

diagnostica

Quando il disagio compare nella regione lombare, l'urologo esamina il quadro clinico della patologia, chiarisce la storia, prescrive un'ecografia dei reni. Se si sospetta una cisti soggetta a malignità, viene eseguita una risonanza magnetica.

Inoltre, il paziente dona sangue e urina per l'analisi: è importante controllare gli indicatori, scoprire se il processo infiammatorio si sta verificando, se ci sono leucociti, proteine, batteri nelle urine. Con la penetrazione dell'infezione aumenta il livello di ESR, spesso aumenta il numero di globuli bianchi.

Regole generali e metodi di trattamento efficaci

Come trattare una cisti sul rene e cosa fare? Il medico sviluppa uno schema terapeutico su base individuale. Non si possono prendere pillole, applicare decotti a base di erbe su consiglio di persone lontane dalla medicina: un trattamento improprio spesso accelera la crescita della formazione cistica, influisce negativamente sui processi metabolici.

Nella scelta del metodo ottimale, l'urologo prende in considerazione:

  • tipo di educazione;
  • dimensione della cisti sul rene;
  • tasso di crescita del tumore;
  • propensione di una neoplasia alla malignità.

Visualizza una selezione di trattamenti efficaci per l'idronefrosi renale negli adulti e nei bambini.

La lista e le regole per l'uso delle candele per il trattamento della cistite possono essere viste in questo articolo.

Vai a http://vseopochkah.com/lechenie/preparaty/furosemid.html e scopri gli effetti e le caratteristiche dell'uso del farmaco diuretico Furosemide.

I principali metodi di trattamento delle cisti renali:

  • osservazione. Se il diametro del tumore è inferiore a 5 cm, i medici spesso non toccano la cisti, è prescritto un esame ecografico (una volta ogni 6 o 12 mesi) per controllare la formazione. È importante sapere: ci sono cambiamenti nella cavità, c'è pus o emorragia, il tumore cresce, ci sono dei septum, come funzionano i reni? Con gravi deviazioni, la crescita della cisti prescrive la rimozione della formazione;
  • smettere di fumare, moderare l'esercizio (ginnastica senza l'uso di pesi), prevenire l'ipotermia;
  • dieta con una cisti renale. Elemento obbligatorio per salvare la funzione renale, ridurre il carico su nefroni e altri tessuti. È importante ridurre la quantità di alimenti proteici, non consumare brodi forti, rinunciare a cioccolato, caffè, alcool, arrosti, grassi, legumi. Il volume giornaliero di liquido è selezionato dal medico per un particolare paziente, tenendo conto della gravità della malattia, contro cui è comparsa una formazione cistica;
  • farmaci per alleviare i segni negativi. Preparati per la riduzione e la stabilizzazione della pressione arteriosa: Kapoten, Enap, Enalapril. Nomi di piante per dissoluzione e rimozione di pietre: Urolesan, Canephron. Antibiotici nella rilevazione di infezioni batteriche, a seconda del tipo di agente patogeno. Antispastici e analgesici per il sollievo dal dolore: No-spa, Drotaverin. Con una sindrome del dolore pronunciata, si raccomanda il riposo a letto.

Intervento chirurgico

Anche in assenza di disturbi, i medici prescrivono un'operazione per rimuovere una cavità con un liquido, se la dimensione della formazione supera i 5 cm Altre indicazioni: problemi con deflusso delle urine, diametro del tumore 8-10 cm, suppurazione, dolore severo, rischio di rottura del tumore, propensione alla neoplasia. A seconda dei sintomi, della natura della formazione, viene utilizzato un metodo minimamente invasivo o viene eseguita un'operazione standard di accesso aperto.

Metodi chirurgici di rimozione della cisti renale:

  • foratura. La procedura a basso impatto riduce la pressione sul rene e sugli organi situati nelle vicinanze. Il contenuto della cisti viene pompato fuori dalla cavità usando un ago speciale. Attraverso il drenaggio, il liquido esce, gradualmente le pareti della formazione si restringono, si verifica cicatrizzazione dei tessuti. Il materiale dalla cavità viene inviato alla citologia. Svantaggi: alto rischio di recidiva - fino all'80%, possibile infezione;
  • laparoscopia. La chirurgia mini-invasiva viene eseguita con una grande dimensione del tumore, un'alta probabilità di infezioni parassitarie, il rischio di rottura, sanguinamento nella cavità renale. Nella cavità addominale, il medico fa tre punture, attraverso di esse il chirurgo inserisce un laparoscopio e altri strumenti. Il processo avviene sotto il controllo di una videocamera e una lampadina in miniatura, il medico rimuove completamente una cisti, raramente si verificano recidive. La laparoscopia è un'alternativa adatta alla chirurgia classica, se non ci sono complicazioni in cui sia impossibile la rimozione intracavitaria del tumore;
  • chirurgia renale aperta. Con un processo infiammatorio attivo, la natura maligna del tumore, la perforazione della cisti, i medici prescrivono immediatamente la chirurgia addominale. A seconda del grado di danno, rimuovere la parete del tumore, un'area specifica del rene o completamente l'organo. La chirurgia aperta spesso provoca complicazioni, il periodo di riabilitazione è lungo, specialmente all'età di 60 anni o più. Il metodo è utilizzato con bassa efficacia di laparoscopia e puntura.

Rimedi popolari e ricette

Con una piccola dimensione della cisti, gli urologi consigliano di seguire le raccomandazioni sulla corretta alimentazione, i cambiamenti dello stile di vita e il rafforzamento dell'immunità. È importante fare gli ultrasuoni ogni anno o ogni 6 mesi, per controllare le dinamiche dello sviluppo dell'istruzione.

Il trattamento delle cisti renali a casa è inefficace. Le tisane aumentano la protezione immunitaria, riducono il rischio di recidiva nelle patologie infiammatorie delle vie urinarie, lavano i tubuli renali, rimuovono sabbia e piccoli calcoli renali.

Sotto l'influenza di infusioni e unguenti domestici, le cisti non si dissolvono, l'uso di composti irritanti spesso causa danni e provoca un aumento della crescita benigna. Per questo motivo, il paziente deve coordinare tutte le azioni con l'urologo, prendere i decotti a base di erbe solo con il permesso del medico.

Quando una cisti appare nei tessuti del rene, il paziente deve scoprire di cosa si tratta, perché è sorta la formazione. È importante collaborare con l'urologo, assumere farmaci, seguire una dieta, venire regolarmente per un esame, fare un'ecografia per monitorare lo stato del tumore.

Ulteriori informazioni utili sul trattamento delle cisti renali possono essere trovate dopo aver visto il seguente video:

Cisti renale

Una cisti renale è una neoplasia benigna, che è una cavità piena di liquido con una guaina di tessuto connettivo sottile. I sintomi soggettivi di patologia sono spesso assenti, con lo sviluppo di complicanze o un aumento delle dimensioni della formazione ci sono lamentele di mal di schiena, sangue nelle urine, stanchezza, febbre. La diagnostica viene eseguita utilizzando tecniche a ultrasuoni (ultrasuoni dei reni), imaging a risonanza magnetica e computerizzata, studi di radioisotopi sulle funzioni del sistema escretore. Il trattamento include l'aspirazione di puntura dei contenuti, la scleroterapia della cisti, in alcuni casi - l'escissione del neoplasma.

Cisti renale

La cisti renale è una delle condizioni più comuni in Nefrologia. Si presume che i cambiamenti cistici di varia gravità si verificano in quasi un quarto delle persone di età superiore ai 45 anni. Particolarmente predisposto allo sviluppo della patologia di uomini affetti da obesità, ipertensione arteriosa, malattie infettive del sistema urinario, urolitiasi. Disturbi dei reni vengono rilevati solo in un terzo dei pazienti, in altri casi si osserva un decorso asintomatico. I tipi congeniti di cisti che si trovano nei bambini sono di tipo separato.

Cause delle cisti renali

Le formazioni cistiche nei reni sono un gruppo abbastanza vario di condizioni patologiche. La causa diretta della malattia è considerata displasia dei tessuti epiteliali e connettivi (interstiziali) causati da danni o processi infiammatori. Lo sviluppo di alcune escrescenze cistiche è dovuto a anomalie congenite del sistema urinario o alle caratteristiche genetiche dell'organismo. I principali fattori predisponenti sono:

  • Danni al tessuto renale. I processi infiammatori (glomerulo o pielonefrite), la tubercolosi, le lesioni ischemiche (infarto), i tumori possono provocare uno sviluppo compromesso del tessuto epiteliale dei tubuli del nefrone. Di conseguenza, una cavità a pareti sottili si forma principalmente nel midollo dei reni.
  • L'età cambia La comparsa di cisti in persone di età superiore a 45 anni è dovuta ad un aumento del carico sul sistema escretore e al meccanismo di "accumulo di violazioni". Quest'ultimo si verifica a causa della gravità minore, ma di molteplici processi patologici che aumentano l'influenza l'uno dell'altro.
  • Fattori congeniti A volte le cisti sono il risultato di disturbi dello sviluppo intrauterino delle gemme dei reni. Tali tumori si trovano solitamente durante l'infanzia, spesso hanno un carattere multiplo. Le mutazioni di alcuni geni aumentano la suscettibilità alla formazione di cavità cistiche nei reni.

Le condizioni sistemiche (ipertensione arteriosa, obesità, diabete mellito) contribuiscono alla progressione della malattia. Esse portano all'interruzione dell'afflusso di sangue e alla nutrizione degli organi del sistema urinario e, di conseguenza, alla proliferazione di tessuto connettivo meno impegnativo per l'ossigeno. Alcuni tipi di patologia non sono causati dall'emergenza e dalla crescita della formazione cistica, ma dal processo localizzato di distruzione del tessuto renale (con ascesso, carbonchio).

patogenesi

Lo sviluppo della "vera" cisti renale più comune si verifica a seguito di danni ai tubuli del nefrone. Un processo infiammatorio o sclerotico, un danno d'organo porta all'isolamento di un frammento di tubulo dal resto delle sezioni iniziali del tratto urinario. In determinate condizioni, non vi è sclerotizzazione dell'area isolata, ma rapida crescita dell'epitelio tubulare, con conseguente formazione di una piccola bolla (circa 1-3 millimetri). È riempito con un liquido che è simile nella composizione all'urina primaria o al plasma sanguigno filtrato. Con un'ulteriore divisione delle cellule dei tessuti connettivo ed epiteliale, una ciste cresce, raggiungendo talvolta dimensioni di 10-15 centimetri.

La crescita dei tumori è accompagnata dalla compressione delle strutture circostanti, a volte stimola lo sviluppo di crescite cistiche secondarie. Con una quantità significativa di cisti, il deflusso delle urine viene ostacolato, i vasi sanguigni che alimentano il rene vengono compressi e i fasci nervosi sono irritati. Ciò causa una serie di sintomi locali e comuni - dolore, fluttuazioni della pressione sanguigna, intossicazione del corpo. A volte c'è una malignità delle cellule epiteliali delle pareti del neoplasma.

classificazione

Esistono diverse opzioni per la classificazione delle bolle cistiche nei reni, in base alla loro struttura, posizione, origine, natura dei contenuti. Tradizionalmente, questa patologia include condizioni che non sono in realtà una cisti - per esempio, tumori dermoidi, ascessi renali, che hanno caratteristiche strutturali simili, ma una diversa eziologia. La classificazione, creata per quanto riguarda la struttura dell'istruzione e che include le seguenti opzioni, ha un significato clinico particolarmente elevato:

  • Cisti solitaria È il tipo più comune di malattia, si trova nel 70-80% dei casi. È una cavità a parete sottile a camera singola piena di fluido sieroso. Le dimensioni possono variare da pochi millimetri a 10-12 centimetri.
  • Cisti multiloculare La camera del tumore è divisa per setti in sezioni separate. È principalmente ereditario. Ossigenando più spesso di altre cisti.
  • Policistico. Viene diagnosticato quando si formano più cisti di varie forme e dimensioni, che spesso colpiscono entrambi i reni. Di solito il risultato di anomalie congenite del sistema urinario, diagnosticato nei bambini.

La localizzazione delle cavità cistiche può variare - sotto la capsula dell'organo (sottocapsulare), nello spessore dei suoi tessuti (intraparenchimato), nell'area del cancello o della pelvi renale. La posizione, la natura e le dimensioni della cisti sono le principali caratteristiche che influenzano la scelta dei metodi di trattamento e la prognosi della malattia.

I sintomi di una cisti renale

La patologia è spesso asintomatica, a causa della lenta crescita della neoplasia: i tessuti dei reni hanno il tempo di adattarsi alla sua presenza senza una notevole perdita di funzionalità. Con la crescita, la cisti inizia a esercitare pressione sui vasi sanguigni e stimola l'apparato iuxtaglomerulare. Questo si manifesta con un aumento e instabilità del livello di pressione sanguigna, che porta a mal di testa, palpitazioni e cardialgia. Sintomi locali - dolore nella regione lombare - si sviluppano con scompenso della funzione renale o con compressione dei tronchi nervosi vicini.

Le grandi dimensioni della cisti renale contribuiscono alla violazione dell'urodinamica a causa di una diminuzione del volume della pelvi o della compressione parziale dell'uretere. In questo caso, i sintomi associati a una diminuzione della quantità di urina, minzione frequente, ematuria. I dolori cominciano a irradiarsi all'inguine e ai genitali. Il ritardo e la compromissione della formazione delle urine causano l'intossicazione del corpo, che si manifesta con debolezza, aumento della fatica e talvolta - edema. Fenomeni di insufficienza renale (ritenzione di liquidi, odore di ammoniaca dalla bocca) si verificano nel caso di danno renale bilaterale o presenza di un solo organo.

Un forte aumento della temperatura, brividi, febbre, aumento del dolore durante una cisti nel rene spesso indicano l'accessione di un'infezione batterica secondaria e la suppurazione della neoplasia. Il dolore severo nella regione lombare, che appare soprattutto all'improvviso, sullo sfondo dello sforzo fisico, indica la possibilità di rottura della parete cistica. Una rottura può essere accompagnata da danni ai vasi sanguigni con lo sviluppo di emorragia nel rene e ischemia dei suoi tessuti. Un segno di sanguinamento è un improvviso ematuria, in rari casi il sangue si accumula nello spazio retroperitoneale.

complicazioni

Una delle complicanze più frequenti di una cisti renale è considerata la sua infezione con lo sviluppo di suppurazione, procedendo come un ascesso o grave pielonefrite. Un ruolo significativo nella penetrazione di microrganismi patogeni gioca una violazione dell'urodinamica - reflusso e ristagno di urina. È anche possibile la rottura della cisti con l'effusione dei suoi contenuti nel sistema coppa-bacino o nello spazio retroperitoneale. Può essere accompagnato da sanguinamento renale, infezione delle vie urinarie o comparsa di shock. A lungo termine, c'è il rischio di degenerazione maligna delle formazioni cistiche.

diagnostica

Il rilevamento di una cisti renale è complicato a causa di un lungo periodo di patologia asintomatica. Di conseguenza, la malattia viene spesso rilevata per caso. I primi segni sono cambiamenti non specifici nell'analisi delle urine, un aumento inspiegabile della pressione sanguigna. Con l'aiuto di varie tecniche diagnostiche, un urologo può non solo confermare la presenza di una neoplasia, ma anche determinarne il tipo, la dimensione e la posizione, nonché valutare l'attività funzionale del sistema urinario. A tal fine, sono nominati i seguenti studi:

  • Ultrasuoni dei reni La diagnosi ecografica è una tecnica diagnostica comune utilizzata per rilevare le cisti. Sono definiti come strutture aechogeniche con amplificazione "soundtrack" dietro le formazioni. A volte all'interno di partizioni e calcificazioni vengono rilevati. L'ecografia Doppler (USDG dei vasi renali) consente di valutare l'effetto di una cisti sull'offerta di sangue ai reni.
  • Scansione TC dei reni. Il metodo è usato per chiarire la diagnosi e la differenziazione delle cisti con tumori maligni. Le formazioni solitarie sembrano oggetti arrotondati con contorni chiari, pieni di varietà liquide e multiloculari - come una moltitudine di camere di varie dimensioni. L'introduzione del contrasto endovenoso consente di distinguere le cisti dai tumori, poiché queste ultime hanno la capacità di accumulare una sostanza radiopaca.
  • Ricerca funzionale Lo studio dell'attività del sistema escretore prodotto dal metodo dell'urografia escretoria, dalla scintigrafia dinamica, a volte dall'urografia RM e in altri modi. Queste tecniche ci permettono di stimare la velocità di filtrazione glomerulare, di identificare inoltre i cambiamenti nel sistema pelvi pelvico e le sezioni iniziali del tratto urinario.
  • Test di laboratorio Per le piccole formazioni cistiche, l'analisi generale delle urine rimane invariata. Aumentare le dimensioni di una cisti può provocare una diminuzione del volume della diuresi giornaliera, la comparsa di nicturia, la comparsa di sangue (ematuria) e proteine ​​(proteinuria) nelle urine.

Trattamento cisti renale

In presenza di cisti solitarie intraparenchimali o subcapsulari con una dimensione fino a 5 centimetri, il trattamento non è richiesto - è sufficiente osservare uno specialista per controllare la malattia. La necessità di misure terapeutiche si verifica quando si manifestano sintomi caratteristici (dolore lombare, disturbi della minzione, ecc.), Un aumento delle dimensioni della vescica cistica. Il trattamento è anche indicato per la natura multi-camera della cisti (a causa del rischio di malignità), la sua posizione alle porte e nella zona della pelvi renale. Di solito, l'eliminazione della formazione cistica viene eseguita mediante tecniche di puntura ed endoscopia, che includono:

  • Aspirazione percutanea di una cisti renale. Consiste nell'inserire un ago nella cavità cistica con un'ulteriore aspirazione (aspirazione) del contenuto. Di conseguenza, il volume della cisti diminuisce bruscamente, il tumore viene sclerotizzato. La tecnica viene applicata in presenza di una cisti a camera singola di non più di 6 centimetri. C'è un numero piuttosto elevato di recidive.
  • Scleroterapia delle cisti renali. È una modifica dell'aspirazione della puntura. Dopo aver rimosso il contenuto liquido, una soluzione di alcol etilico o composti di iodio viene introdotta nella cavità della bolla. Le medicine irritano la superficie interna della membrana cistica e attivano i processi di indurimento, riducendo il numero di recidive.
  • Escissione della cisti. Si riferisce a interventi radicali, è quello di rimuovere il tumore e suturare il tessuto renale normale rimanente. È usato per cisti di grandi dimensioni o multi-camera, rottura del guscio, sanguinamento, suppurazioni pesanti. Solitamente eseguito con strumentazione endoscopica, nei casi più gravi, può essere prescritto un intervento chirurgico a cielo aperto.

In presenza di grandi cisti e danni significativi al rene, ricorrere alla resezione o alla nefrectomia (soggetto alla normale funzionalità del secondo organo). Il trattamento ausiliario comprende misure sintomatiche - assunzione di antidolorifici, farmaci antipertensivi (ACE-inibitori), antibiotici per complicanze infettive.

Prognosi e prevenzione

La prognosi di una cisti renale dipende dalla natura della neoplasia, dalle sue dimensioni e localizzazione. Nella maggior parte dei casi, vengono rilevate vescicole cistiche a camera singola relativamente piccole con crescita lenta. La loro presenza è quasi asintomatica, caratterizzata da prospettive favorevoli. Il trattamento di tali forme di patologia non è richiesto, solo un esame periodico da parte di un nefrologo è necessario per il rilevamento tempestivo di possibili complicanze. Con le forme multicamera e policistiche, la prognosi peggiora quando aumenta il rischio di malignità e CRF. Tuttavia, con il trattamento radicale di questi tipi di patologia, le recidive e le complicanze sono registrate estremamente raramente. Non esiste una profilassi specifica di una cisti renale, le raccomandazioni sono ridotte al trattamento tempestivo delle malattie infiammatorie del sistema urinario, il controllo della pressione arteriosa e la visita medica periodica all'urologo dopo i 40 anni di età.

Cisti sul rene cos'è?

Una cisti renale è una violazione della struttura dell'organo del sistema urinario, che è caratterizzata dalla formazione di un fuoco incapsulato sulla superficie del rene, pieno di liquido. Una cisti può essere singola o multipla e si verifica più spesso negli uomini sopra i 45 anni.

La formazione delle formazioni cistiche viene posta nel periodo dello sviluppo prenatale o inizia sotto l'influenza di vari fattori predisponenti. A seconda di questi fattori, una cisti renale può essere congenita o acquisita. Che cosa ha causato una cisti sul rene, quali sono i suoi sintomi e metodi di trattamento? Capiamo!

Cause di cisti renali

È impossibile dare un nome preciso alla causa della formazione e dell'instaurarsi di una cisti renale nel periodo prenatale, tuttavia, gli esperti identificano una serie di fattori che possono contribuire a questa patologia. Questi includono:

  • l'uso di alcol da parte della madre in grandi quantità;
  • fumare durante la gravidanza;
  • contatto costante della donna incinta con sostanze chimiche (sali di metalli pesanti, cloro, piombo);
  • Esposizione ai raggi X durante la gravidanza;
  • lesione nella regione lombare durante la gravidanza;
  • trasferite malattie infettive degli organi del sistema urinario da una donna durante la gravidanza.

Le cisti renali acquisite si verificano sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • squilibrio ormonale;
  • lesioni alla regione lombare;
  • trasferito malattie infettive e infiammatorie dei reni che non sono stati curati fino alla fine o sono stati trattati in modo non corretto;
  • idronefrosi;
  • congestione nei reni;
  • displasia del tessuto connettivo nell'area renale;
  • ischemia del rene (insufficiente flusso di sangue all'organo).

Manifestazioni cliniche della cisti renale

Durante la formazione di una cisti renale, il paziente ha dolore nella regione lombare. È così forte e doloroso che costringe il paziente a cercare aiuto medico. Le manifestazioni cliniche caratteristiche delle cisti renali sono:

  • ipertensione;
  • scarico di sangue durante la minzione;
  • colorazione delle urine in un colore rossastro;
  • dolore e disagio durante la minzione;
  • sviluppo e progressione dell'anemia da carenza di ferro, che si verifica a seguito di ematuria macroscopica;
  • dolore nella regione lombare quando si tocca il bordo del palmo.

Un esame di palpazione della zona lombare da parte di un medico rivela lo spostamento del rene interessato dal suo letto, nonché un aumento delle dimensioni del corpo.

Tipi di cisti renali

A seconda della posizione della neoplasia patologica e della natura del danno renale, si distinguono i seguenti tipi di cisti:

  • singole cisti;
  • le cisti multiple di solito sono di piccole dimensioni, a volte possono fondersi l'una con l'altra.

A seconda della posizione delle cisti si distinguono:

  • cisti di entrambi i reni;
  • cisti del rene destro;
  • cisti del rene sinistro.

A seconda della struttura morfologica della cisti sono:

  • semplice;
  • parapelvico - localizzato vicino al seno renale;
  • multiloculare - caratterizzato dalla formazione di numerose cavità all'interno della cisti;
  • dermoide - sono le cisti formate durante l'embriogenesi, all'interno delle quali sono stati trovati gli inizi di capelli, unghie, ossa, tessuto adiposo.

C'è anche un termine come rene multi-cistico e rene spugnoso. In un rene multi-cistico, l'organo è infetto dall'interno con piccole cisti, a causa della quale la funzione renale è bruscamente compromessa. Con questa patologia, il paziente sviluppa insufficienza renale per un breve periodo di tempo.

Un rene spugnoso è caratterizzato dalla formazione di più piccole cisti nel condotto di raccolta. Questa condizione è congenita e si stabilisce anche nel periodo dell'embriogenesi. I bambini nati con tale diagnosi richiedono l'emodialisi, senza la quale l'insufficienza renale progredisce rapidamente.

Metodi per la diagnosi delle cisti renali

Quando si diagnostica una cisti renale, gli specialisti affrontano diversi compiti:

  • identificare direttamente la presenza di una formazione patologica nel tessuto renale;
  • test di funzionalità renale;
  • individuazione del processo infiammatorio nei reni.

Per identificare i processi patologici nei reni, incluse le cisti, utilizzare i seguenti metodi diagnostici:

  • Ultrasuoni dello spazio retroperitoneale;
  • TAC: consente di rilevare anche le cisti più piccole;
  • RM: consente di delineare chiaramente i confini della cisti e studiare il tumore da tutti i lati.

Per valutare il funzionamento dei reni sono prescritte analisi del sangue generali e biochimiche, in cui viene prestata particolare attenzione alla presenza e alla concentrazione delle seguenti sostanze:

In alcuni casi, al paziente viene inoltre prescritto di sottoporsi a un cardiogramma e di assumere un coagulogramma - questo studio consente di valutare la funzione di coagulazione del sangue. Questi ulteriori studi sono necessari quando il paziente è ricoverato in ospedale, soprattutto nel caso in cui vi sia una domanda sull'intervento chirurgico.

Cosa fare quando viene rilevata una cisti renale? Metodi di trattamento e dieta

Ogni paziente con una cisti renale diagnosticata ha una domanda ragionevole: cosa fare in questo caso e come trattare la patologia?

In assenza di una disfunzione d'organo e del normale benessere generale del paziente, i medici controllano semplicemente il corso della patologia. Un'ecografia viene eseguita regolarmente e vengono eseguiti esami del sangue e delle urine. Al manifestarsi di segni di progressione della cisti o di sviluppo di insufficienza renale, viene indicata una puntura percutanea della cisti e un pompaggio del liquido. Se per qualsiasi motivo non è possibile eseguire una tale procedura, al paziente viene mostrato un intervento chirurgico durante il quale la cisti viene rimossa insieme alla capsula circostante.

Nel caso in cui una cisti renale sia causata da una malattia infiammatoria-infettiva dell'organo, la terapia inizia con l'eliminazione della fonte di infiammazione e la correzione del funzionamento dell'organo. Per questo paziente è prescritto:

  • terapia antibiotica anti-infiammatoria o farmaci sulfa;
  • la nomina di una dieta speciale;
  • eliminazione delle complicanze.

In rari casi, una cisti renale può risolversi da sola, soprattutto se il suo sviluppo è stato causato da un processo infiammatorio nei reni.

La nutrizione dietetica è parte integrante del trattamento efficace dei reni. Il paziente nomina la tabella numero 7, i cui principi sono:

  • escludere dalla dieta cibi fritti, grassi, spezie, carni affumicate;
  • restrizione o completa eliminazione del sale;
  • evitare l'alcol e il fumo;
  • la forte limitazione del tè nero e l'esclusione del caffè;
  • cottura a vapore;
  • rispetto del regime di bere;
  • restrizione nell'alimentazione delle proteine ​​animali, che creano un onere aggiuntivo per i reni e l'arricchimento della tavola con i prodotti lattiero-caseari.

Complicazioni di cisti renale

Una cisti renale è pericolosa con il possibile sviluppo di complicanze in assenza di cure mediche tempestive. Le complicanze più comuni di una cisti renale sono:

  • lo sviluppo di insufficienza renale cronica;
  • idronefrosi (idropisia del rene);
  • pielonefrite purulenta;
  • accumulo di pus nella cavità della cisti;
  • rottura della cisti e peritonite;
  • anemia da carenza di ferro;
  • aumentare la pressione sanguigna.

Metodi per la prevenzione delle cisti renali

Al fine di ridurre il rischio di formazione di cisti nei reni, si dovrebbe fare attenzione alla loro salute fin dalla giovane età. Per evitare lo sviluppo di questa patologia, se si seguono semplici consigli:

  • consultare prontamente un medico in caso di disagio e dolore nella regione lombare;
  • evitare danni e lesioni alla vita;
  • trattamento tempestivo e specializzato di pyelonephritis;
  • riabilitazione di focolai di infezione cronica nel corpo, da cui la flora patologica può essere trasportata al flusso sanguigno;
  • pianificazione della gravidanza prima dell'inizio del concepimento da parte di una donna.

La prognosi del decorso della malattia è generalmente favorevole quando il paziente non ignora i sintomi e cerca immediatamente un aiuto medico.

Cause, sintomi e trattamento della cisti del rene destro e sinistro

Una cisti renale è una malattia urologica che è caratterizzata dalla formazione di una formazione di cavità circondata da una capsula di tessuto connettivo pieno di liquido. Ha la forma di un cerchio o un ovale, è formato più spesso da un lato, meno spesso - da due. Questa malattia è altrettanto comune tra i rappresentanti di entrambi i sessi, ma più tipica per le persone di età superiore ai quarant'anni. Questo è per lo più benigno ed è il tipo più comune di tumori renali (si verifica in circa il 70% dei pazienti). Con la crescita dell'istruzione può raggiungere i 10 centimetri o più.

C'è un aumentato rischio di sviluppare una cisti renale se sono presenti i seguenti fattori:

L'età del paziente anziano (avanzato, senile);

Ipertensione, distonia vascolare;

Ha subito un intervento chirurgico sui reni o altri organi del sistema urinario;

Malattie infettive del sistema genito-urinario.

Se un paziente ha una cisti solo a sinistra o solo nel rene destro, stiamo parlando di una singola formazione. Se ci sono diverse cisti in un rene in una volta, parlano di una lesione multi-cistica. Nel caso, se le formazioni si trovano su entrambi i lati contemporaneamente, stiamo parlando di malattia policistica.

Segni e sintomi di una cisti renale

I sintomi della presenza di formazioni cistiche nei reni non sono chiari. Il paziente potrebbe non avvertire alcun disagio o segni specifici. Un lungo periodo della malattia è asintomatico e la cisti stessa viene rilevata per caso durante un'ecografia.

Una persona sperimenta queste o altre sensazioni spiacevoli solo quando una cisti comincia a crescere a tal punto che sta già premendo su organi e tessuti vicini. I seguenti sintomi sono più spesso osservati:

Sensazioni dolorose nella regione lombare, che si aggravano dopo aver sollevato pesi o durante gesti improvvisi;

Ipertensione renale (aumento della pressione "inferiore");

La presenza di sangue nelle urine;

Disturbi circolatori nel rene colpito;

Fuoriuscita di urina disturbata dal rene malato;

Dolore sordo nell'uretere, vescica;

Se l'immunità del paziente è debole, un'infezione può unirsi e innescare un processo infiammatorio. In questo caso, il paziente avverte tutti i segni di una lesione infettiva del rene (pielonefrite): debolezza generale, minzione dolorosa e frequente, dolori persistenti alla cintura, febbre. Inoltre, nello studio delle urine, rivela un numero maggiore di globuli bianchi, possono anche essere identificati cilindri e globuli rossi.

In assenza di trattamento tempestivo adeguato, il paziente può sviluppare insufficienza renale cronica. Questa patologia si manifesta con poliuria (desiderio molto frequente di svuotare la vescica), debolezza, sete, pressione alta. Se la dimensione della cisti è abbastanza grande, può spremere non solo gli ureteri e la pelvi renale, ma anche i vasi importanti. Questo, a sua volta, nel tempo può portare a ischemia e atrofia dell'organo colpito.

Cause delle cisti renali

Nonostante il fatto che la cisti del rene destro e sinistro non sia una tale rarità, le cause di questa patologia non sono ancora completamente comprese da scienziati e medici. Più spesso - è una formazione congenita, ma possono essere formati dopo la nascita.

Si ritiene che ci siano cisti renali dovute a fattori ereditari, traumatici o infettivi. E la difficoltà di identificare in modo attendibile le cause è ulteriormente aggravata dal fatto che la malattia, come già detto, è priva di sintomi specifici.

Il processo di formazione della cisti si verifica a causa del loro sviluppo dai tubuli renali, che perdono il contatto con altre strutture simili, dopo il riempimento con liquido e aumentando di dimensioni fino a un paio di millimetri. Tali formazioni si sviluppano a causa di una maggiore crescita delle cellule epiteliali, che allinea l'interno dei tubuli renali.

Tipi di cisti renali

Classificare le cisti renali secondo vari criteri. Quindi, per origine sono:

Dalla natura della lesione del corpo:

Dalla qualità del fluido all'interno della formazione:

Emorragico (liquido mescolato con sangue);

Purulento (si sviluppa a seguito dell'aggiunta di infiammazione dovuta all'infezione).

Distinguere anche tra cisti semplici e complesse. Una semplice cisti renale è una cavità sferica riempita con un fluido chiaro. Questo tipo di cisti è più comune, e allo stesso tempo sono i più sicuri, poiché il rischio della loro trasformazione in cancro è estremamente basso. Questa patologia si verifica spesso in modo asintomatico. Le cisti complesse differiscono da quelle semplici in quanto vi sono diverse camere e segmenti in esse, e i contorni delle loro superfici non sono uniformi. Nel caso in cui vi siano partizioni ispessite nella cavità di tale cisti, aumenta il rischio di sua oncogenicità. Inoltre, i depositi calcificati non si trovano raramente in essi. Un'altra area specifica di una cisti complessa può fornire sangue. E poiché le navi di solito circondano i tumori del cancro, questo indica ancora una possibile degenerazione di una complessa cisti renale nel cancro.

Inoltre, ci sono le cisti, a seconda della loro struttura:

cisti del seno renale;

cisti parenchimale del rene;

cisti solitaria del rene.

Successivamente, considereremo in dettaglio ciascuna di queste specie.

Le cisti sinusali dei reni, che sono anche chiamate parapelvic, sono semplici cisti. Tali formazioni si trovano all'ingresso del seno renale (da cui il suo nome) o il rene stesso. Tale vescica patologica si forma come risultato di un aumento dei lumi dei vasi linfatici che attraversano il rene in un punto vicino al bacino, ma non ad esso adiacenti. Rappresentano una cavità riempita con un liquido giallastro chiaro, in alcuni casi con impurità del sangue. Perché le cisti sinusali sono formate non è completamente compreso. Questa patologia è più comune nelle donne di età superiore ai 50 anni.

Una cisti sinusale dei reni provoca un sintomo doloroso nel paziente, così come i disturbi della minzione, e l'urina stessa potrebbe essere rossa a causa della presenza di sangue in essa. Il paziente spesso soffre di ipertensione.

Una cisti parenchimale del rene è più spesso un'anomalia congenita, meno comunemente acquisita. Inoltre, se una persona è nata con questa educazione in un rene, allora può facilmente scomparire, dissolversi. Questa formazione, la cui telecamera si trova proprio nel parenchima del rene, è il motivo per cui il nome di questa cisti è apparso. Molto spesso, all'interno della camera c'è un fluido sieroso, in composizione e aspetto simile al plasma sanguigno. A volte, tuttavia, ci sono cisti parenchimali piene di contenuto emorragico (con impurità del sangue). Questo tipo di patologia cistica può anche essere singola, multicistica e policistica.

Le cisti parenchimali congenite si verificano più spesso in connessione con questi o altri disturbi nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza (embriogenesi), quando si verifica la formazione e l'inserimento di tutti gli organi, inclusi i reni. Inoltre, tali patologie congenite sono accompagnate da alcune altre malattie del sistema genito-urinario. Un altro motivo per lo sviluppo delle cisti parenchimali (congenite) è la displasia genetica, intrauterina del parenchima renale.

Le cisti parenchimali acquisite sono più comuni negli uomini di età superiore ai 50 anni. Possono svilupparsi a causa dell'ostruzione (ostruzione) dei nefroni dei nefroni da parte di micro-polipi, sali di urea o tessuto connettivo. Nei 2/3 dei casi, la cisti parenchimale non si manifesta con alcun sintomo.

La cisti solitaria di un rene è una delle varianti di una semplice cisti, che ha una forma arrotondata. Questa formazione non è associata al sistema di raccolta (escretore) del corpo, non ha inclusioni, partizioni. Tale cisti si trova nel parenchima (strato corticale) del rene, di solito in un rene. Ma ci sono anche cisti solitarie situate nello strato midollare dell'organo, che può avere contenuti emorragici o purulenti nel mezzo (in caso di una lesione renale).

Trattamento cisti renale

Prima della nomina di un particolare tipo di trattamento, il medico, se si sospetta una cisti renale, invia al paziente un esame completo. La diagnosi viene stabilita sulla base dei reclami del paziente. Il policistico è determinato dalla palpazione, come in questo caso, dalla dimensione dei reni, e hanno una struttura nodulare. Quando si eseguono test di laboratorio, l'anemia e una diminuzione delle proteine ​​funzionali sono rilevate nel sangue e la creatinina e l'urea aumentano. Nelle urine, si trovano i leucociti e gli eritrociti, come è stato detto, la percentuale di urina diminuisce a causa dell'insufficienza renale.

Il modo principale e indispensabile per identificare le cisti nei reni oggi è l'ecografia. È questo metodo che consente di identificare la localizzazione delle formazioni, le loro dimensioni, il numero e la connessione con gli organi adiacenti. Se necessario, può essere proposta una diagnosi differenziale con tumori renali, un metodo di diffrazione a raggi X di contrasto (angiografia, urografia escretoria). In questo caso, la cisti si manifesta come una formazione priva di vasi. Uno dei metodi moderni che possono essere ulteriormente applicati è la tomografia computerizzata (CT).

Solo un urologo specializzato con piena conoscenza del caso sarà in grado di spiegare dettagliatamente al paziente qual è il pericolo delle formazioni cistiche nei reni. Ma, in generale, il rischio principale che questa patologia comporta è la possibilità di altre malattie.

Il trattamento farmacologico conservativo di una cisti renale è piuttosto limitato nelle sue capacità, ma in questo modo la condizione generale del paziente può essere corretta senza rimuovere la cisti stessa. Il più delle volte, viene effettuato un trattamento sintomatico, che consiste nel prendere farmaci che abbassano la pressione sanguigna, alleviare il dolore nella regione lombare, alleviare l'infiammazione e normalizzare il normale flusso di urina. In caso di infezione batterica, gli antibiotici sono prescritti al paziente.

In assenza del trattamento necessario, una cisti renale può provocare complicanze piuttosto gravi - suppurazione, rottura della capsula, emorragia. In questo caso, è necessaria un'operazione di emergenza. Se il diametro della formazione non supera i 5 cm e non causa una violazione del deflusso dell'urina e della circolazione sanguigna, si osserva semplicemente una tale cisti. La chirurgia pianificata è offerta in questi casi:

L'età del paziente è giovane o media;

La cisti provoca forti dolori;

La dimensione della cisti è grande, schiaccia gli organi adiacenti;

Il paziente ha ipertensione arteriosa;