Pillole per aborto - gli aspetti positivi e negativi del loro uso

Potenza

Una delle cause principali di molte malattie ginecologiche e infertilità è l'interruzione artificiale della gravidanza. Particolarmente alto rischio di complicazioni e lesioni genitali sono caratterizzati da aborti, che sono accompagnati da dilatazione strumentale della cervice, aspirazione del vuoto, e in particolare il curettage.

L'interruzione della gravidanza con l'aiuto di pillole nelle prime fasi della gestazione evita traumatizzazione meccanica della cervice e del corpo dell'utero, riducendo significativamente i rischi di sanguinamento e processi infiammatori acuti e cronici, che spesso complicano gli aborti eseguiti con metodi chirurgici. Inoltre, l'aborto medico elimina completamente i rischi associati all'anestesia e riduce significativamente il grado di trauma psicologico.

Preparazione per l'aborto medico

Il metodo di interruzione medica della gravidanza nelle fasi iniziali si basa sull'uso di farmaci appartenenti a gruppi diversi che influenzano la funzione del corpo luteale (giallo) e aumentano la contrattilità del miometrio uterino. Questi includono:

  1. Derivati ​​sintetici delle prostaglandine.
  2. Antagonisti del progesterone (antiprogestina).

Derivati ​​alla prostaglandina

Questo gruppo comprende l'unico farmaco registrato in Russia "Misoprostol", prodotto in compresse alla dose di 200 mg, può anche essere sotto il nome commerciale "Mirolyut". È un analogo sintetico della prostaglandina E1. Misoprostolo avvia la riduzione delle fibre muscolari lisce, che non solo facilita l'apertura del canale cervicale e stimola la contrazione del miometrio, ma aumenta anche la forza e la frequenza delle contrazioni dell'utero, che porta all'espulsione dei contenuti della sua cavità.

Il meccanismo d'azione del misoprostolo è spiegato dal fatto che si lega, come l'ossitocina, a uno specifico apparato recettoriale delle cellule muscolari dell'utero, con il risultato che gli ioni di calcio vengono rilasciati dall'endoplasma di quest'ultimo, aumentando l'attività contrattile delle fibre muscolari lisce. Inoltre, contribuisce al miglioramento della trasmissione dell'impulso nella membrana presinaptica delle terminazioni nervose adrenergiche, che porta ad un aumento del rilascio di norepinefrina da parte loro.

Antagonisti del progesterone

Analogo sintetico della prostaglandina E1 Misoprostolo è usato in combinazione con il mifepristone antiprogestinico. Il nome delle pillole di aborto per questo gruppo è "Mifepriston", "Pencrofton", "Mifolian", "Mifegin", "Mifeprex". Tutti questi agenti, ugualmente efficaci, contengono 200 mg di mifepristone come principio attivo.

Quest'ultimo è un farmaco steroideo sintetico destinato alla somministrazione orale. Le pillole per aborto all'inizio della gravidanza, contenenti mifepristone, sono caratterizzate da un alto grado di affinità con i recettori del progesterone. Contattandoli, si determina uno specifico blocco dell'effetto del progesterone sui corrispondenti recettori localizzati nell'endometrio e nel miometrio. Il mifepristone provoca anche una significativa diminuzione del contenuto di progesterone nel sangue, che può essere dovuto all'effetto dannoso sul corpo luteo e alla sua capacità di ridurre il contenuto di sangue della gonadotropina corionica umana.

Tutto ciò, a sua volta, causa:

  • inibizione dello sviluppo delle cellule dello strato nutriente (trofoblasto) dell'embrione e necrosi dell'ovulo;
  • ipoplasia e necrosi dello strato funzionale trasformato dell'area della mucosa uterina (embrione deciduale) con il suo successivo rigetto;
  • la comparsa di contrazioni uterine e lo sviluppo di sanguinamento, simile al sanguinamento mestruale o leggermente superiore a quello nel volume del sangue, che (clinicamente) è l'essenza dell'aborto medico.

Inoltre, il mifepristone aumenta la sensibilità dello strato muscolare uterino agli effetti endogeni (propri) ed esogeni (introdotti anche sotto forma di misoprostolo), le prostaglandine. Pertanto, le droghe per l'interruzione della gravidanza nelle prime fasi del loro utilizzo fungono da sinergizzanti.

Lo schema principale dell'uso di Mifepristone e Misoprostolo

Consiste nel prendere tre compresse (600 mg) di mifepristone in presenza di un ginecologo in presenza di un ginecologo, dopo di che, 36-48 ore, il prostopreniolo viene assunto in una dose da 2 a 4 compresse (400-800 μg). Dopo aver preso quest'ultimo, la donna viene osservata dal medico per 2 o 4 ore. Il riesame da parte di un ginecologo con esame ecografico viene effettuato alla fine del secondo o a 3 settimane (14 giorni) dopo l'assunzione di mifepristone.

Effetti collaterali e complicanze

Quando si esegue un aborto medico nel 2-10% dei casi, sono possibili i seguenti effetti collaterali e complicanze dell'uso combinato di questi farmaci:

  • brividi e febbre (a volte a valori alti), che persiste, di regola, non più di 2 ore;
  • malessere generale e debolezza;
  • vertigini, mal di testa, svenimenti;
  • disagio e dolore minore, principalmente nel basso addome, associato a contrazioni uterine spastiche (a volte, nel 5-15%, il dolore può essere piuttosto intenso, richiedendo l'uso di farmaci analgesici e / o antispasmodici);
  • distensione addominale, nausea (50%), vomito (30%), diarrea (meno del 25%);
  • reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee (raramente);
  • aborto incompleto, a causa della mancanza di efficacia degli effetti dei farmaci - più lunga è la gravidanza, maggiore è il rischio di aborto incompleto;
  • sanguinamento dopo l'assunzione di droghe per porre fine alla gravidanza.

Il sanguinamento è la complicanza più seria e pericolosa. Di norma, questo sanguinamento è più lungo e più pronunciato rispetto al ciclo mestruale. Allo stesso tempo, non porta a una diminuzione del livello di emoglobina nel sangue. Tuttavia, a circa 0,2-2,6%, può essere piuttosto intenso. In questi casi, potrebbe essere necessario condurre una terapia emostatica, interrompere chirurgicamente il sanguinamento eseguendo un'aspirazione a vuoto o un curettage, trasfusioni di sangue sostitutivo, plasma sanguigno, massa di eritrociti.

I tempi dell'uso dei tablet

Le istruzioni di "Misoprostol" e "Mifepristone" registrate nella Federazione Russa, il loro uso per condurre una sospensione medica della gravidanza in regime ambulatoriale indicavano un limite ai tempi di utilizzo di 42 giorni senza mestruazioni. Allo stesso tempo, l'Organizzazione mondiale della sanità, questo periodo è limitato a 63 giorni. Inoltre, si notano la sicurezza e l'alto grado di efficacia di questi fondi.

A questo proposito, il periodo di 63 giorni di assenza delle mestruazioni adottato come normativa. I preparativi per la cessazione della gravidanza nei periodi successivi possono essere utilizzati esclusivamente nelle condizioni di un reparto ginecologico ospedaliero con la capacità di fornire assistenza medica nella quantità richiesta. Va ricordato che più lungo è questo periodo, minore è l'efficacia degli effetti dei farmaci.

Controindicazioni

Le controindicazioni assolute sono:

  1. Intolleranza individuale a uno dei farmaci o ai loro componenti ausiliari.
  2. L'assunzione della possibilità di una gravidanza extrauterina.
  3. Uso prolungato di farmaci glucocorticoidi a causa di una certa patologia concomitante e / o insufficienza surrenalica cronica.
  4. Insufficienza renale o epatica cronica
  5. Interruzione del metabolismo dei pigmenti, accompagnata da aumentati livelli di porfirine nel sangue (porfiria ereditaria).
  6. Gravi comorbilità di natura extragenitale, così come la presenza di glaucoma, ipertensione arteriosa, broncopneumopatia cronica ostruttiva, grave asma bronchiale.
  7. Formazioni tumorali dipendenti dall'ormone, così come la disfunzione delle ghiandole endocrine, incluso il diabete mellito.
  8. L'esaurimento.
  1. L'assenza di mestruazioni (con gravidanza confermata) è superiore a 63 giorni. La necessità di usare misoprostolo e mifepristone per un lungo periodo di gravidanza richiede il ricovero in ospedale nel reparto ginecologico.
  2. La presenza di fibromi uterini di dimensioni considerevoli, che è un fattore di rischio per lo sviluppo di sanguinamento. L'uso di droghe è possibile quando la dimensione del nodo del mioma dominante è di 4 cm e non vi è alcuna deformazione della cavità uterina da parte dei nodi miomatosi.
  3. Il contenuto iniziale di emoglobina nel sangue è inferiore a 100 g / l, il che aumenta il rischio di anemia ancor più pronunciata a causa della possibile perdita di sangue.
  4. Disturbi della coagulazione del sangue, tra cui l'assunzione di anticoagulanti e farmaci antinfiammatori non steroidei, che aumentano notevolmente il rischio di perdita di sangue.
  5. Infiammazione acuta dell'area genitale femminile (nonostante il fatto che l'aborto medico non aumenti il ​​rischio di sviluppare un'infezione ascendente, tuttavia, è auspicabile l'uso simultaneo di agenti antibatterici).
  6. Le donne che hanno più di 35 anni fumano perché sono a rischio di malattie cardiovascolari. Prima della nomina dei farmaci di cui sopra hanno bisogno di condurre un esame da un terapeuta.
  7. Periodo di allattamento al seno. Deve essere annullato per 7 giorni, a partire dal giorno in cui assume il mifepristone e per 5 giorni dal giorno in cui assume Misoprostolo.
  8. Lo sviluppo della gravidanza con l'uso di contraccettivi intrauterini. Il contraccettivo intrauterino deve essere rimosso prima di prendere il mifepristone e il misoprostolo.
  9. Uso a lungo termine di farmaci ormonali contraccettivi ormonali che aumentano il rischio di disturbi emorragici. Sebbene questa controindicazione sia relativa, tuttavia, è necessario uno studio preliminare del coagulogramma.

L'implementazione dell'aborto nelle prime fasi con l'uso di questi farmaci è caratterizzata da un sanguinamento più lungo e, spesso, da una sindrome dolorosa più lunga, rispetto a un aborto chirurgico. Tuttavia, le complicazioni derivanti dagli aborti medici sono molto meno comuni. Inoltre, psicologicamente è trasferito molto più facilmente.

È praticamente impossibile comprare pillole per la sospensione medica della gravidanza in farmacia, soprattutto senza prescrizione medica. Devono essere usati solo sotto la supervisione di un ginecologo e sono forniti principalmente a istituzioni mediche private specializzate o reparti ospedalieri ginecologici che hanno il permesso ufficiale di eseguire aborti e hanno la capacità di eseguire non solo l'infusione e la terapia trasfusionale, ma anche di fornire assistenza ginecologica e chirurgica d'emergenza o come ultima risorsa, consegna di emergenza della donna alle istituzioni mediche competenti.

Postinor - pillole per l'aborto d'emergenza

Al giorno d'oggi, la rete di farmacie offre la più ampia selezione di farmaci contraccettivi ormonali. Nonostante questo, non tutte le donne preferiscono questo metodo di protezione da una gravidanza indesiderata. Ma a volte può sorgere una situazione in cui è semplicemente necessario ricorrere al metodo di contraccezione d'emergenza. Per tali casi, ci sono pillole per la contraccezione di emergenza Postinor. Il farmaco Postinor (Postinor) è un contraccettivo ormonale postcoitale destinato alla somministrazione orale.

Controindicazioni all'uso di compresse Postinor

Prima di assumere il farmaco, leggi attentamente le controindicazioni al suo uso. Postinor non è raccomandato per prendere:

  • nelle malattie del fegato e delle vie biliari,
  • trombosi venosa e arteriosa,
  • sanguinamento genitale di eziologia sconosciuta,
  • mestruazione ritardata,
  • di gravidanza
  • quando allatti al seno
  • con intolleranza individuale al farmaco.

Non è consigliabile utilizzare questo strumento durante la pubertà. Durante l'allattamento al seno, un appuntamento è fatto secondo le severe indicazioni del medico.

Le seguenti linee guida sono linee guida specifiche:

Quando prendi un farmaco, ci sono molte domande relative all'accoglienza. Le domande più frequenti di seguito sono fornite una spiegazione dettagliata. [Annunci2]

Domanda: sto già assumendo pillole anticoncezionali ormonali, ma ho perso l'assunzione del medicinale, posso assumere Postinor?
Risposta: Sì, il farmaco Postinor è compatibile con le pillole anticoncezionali. In questo caso, per evitare il verificarsi di una gravidanza indesiderata, puoi assumere Postinor e continuare a prendere le contraccettive nel modo consueto.

Domanda: Posso utilizzare Postinor per l'aborto?
Risposta: il farmaco Postinor non è destinato all'aborto. L'assunzione di questo farmaco 72 ore dopo l'AP non ti salva da una gravidanza indesiderata e causa anche gravi danni all'organismo.

Domanda: Posso assumere il farmaco Postinor durante l'allattamento?
Risposta: Quando si assume il farmaco non è raccomandato l'allattamento al seno. Per evitare l aktostaza (ristagno di latte nei condotti delle ghiandole mammarie), il latte può essere decantato nutrendo il bambino con una miscela artificiale.

Caratteristica e regole di assunzione del farmaco

Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse bianche piatte contrassegnate "INOR", senza rischi (strisce che dividono la compressa in metà uguali). Una compressa contiene 0,75 mg del principio attivo levonorgestrel (Levonorgestrel). Questa sostanza è inclusa in molti altri contraccettivi per uso permanente. La differenza nel postinor da loro è che questo farmaco contiene molto di più di questo principio attivo. In una confezione del farmaco - solo 2 compresse.

Il postinor è indicato per la contraccezione post-coitale di emergenza per le donne con rapporti non protetti e in quei casi in cui l'altro metodo di protezione utilizzato non può essere considerato affidabile. Ad esempio, quando un preservativo maschile scivola o si rompe (leggi anche cosa fare se si rompe un preservativo), uno spostamento o una rimozione del diaframma, un rapporto sessuale interrotto, un errore di calcolo dei giorni di ovulazione durante il metodo di prevenzione del calendario, saltando tre o più pillole anticoncezionali o stupro.

Ecco cosa dicono i medici sulla corretta ricezione di Postinor:

"Affinché l'effetto contraccettivo del farmaco sia veramente efficace, è necessario seguire scrupolosamente le regole per assumere le pillole. La prima pillola dovrebbe essere presa non più tardi di 72 ore (tre giorni) dopo il rapporto sessuale. Quanto prima veniva assunto il medicinale, maggiore era la probabilità di prevenire una gravidanza indesiderata. 12 ore dopo aver preso la prima pillola, è necessario bere il secondo. Va notato che l'intervallo di tempo tra l'assunzione della prima e la seconda compressa non deve superare le 16 ore. Per calcolare correttamente il tempo di ricezione della dose ripetuta, è meglio calcolare in anticipo l'ora che dovrebbe assumere la seconda pillola. Le informazioni sul tempo di utilizzo di Postinor, i possibili effetti collaterali, ecc. Sono desiderabili per registrare nel tuo diario mestruale o calendario.

L'efficacia delle compresse postinor dopo un rapporto non protetto, in cui non venivano utilizzati i contraccettivi, diminuisce nel tempo:

Pillole per l'aborto: una lista con i prezzi

Non sempre la gravidanza per una donna diventa una notizia felice. Oggi, la cessazione della gravidanza non è più percepita dalla società come un crimine o un omicidio.

La società comprende la necessità di tali misure e rispetta la scelta di una donna riguardo all'aborto.

Ma se prima era possibile eliminare la situazione interessante solo con l'aiuto dell'intervento chirurgico - l'aborto, allora oggi la via dell'aborto medico ha sostituito le vecchie tradizioni e metodi.

L'essenza di questo metodo è un aborto indolore e non invasivo. L'intera procedura per liberarsi di un bambino assomiglia a una leggera mestruazione, raramente accompagnata dal dolore.

Ma vale la pena ricordare che è severamente vietato utilizzare farmaci abortivi per gravidanze indesiderate da soli.

A casa, questa procedura non viene eseguita, perché può causare complicazioni ed effetti collaterali. L'aborto medico dovrebbe essere effettuato solo sotto la supervisione di un medico in regime ambulatoriale.

Per lungo tempo, l'uso di questi fondi è severamente proibito. È pericoloso per il corpo femminile e la ricezione di tali fondi può causare gravi danni alla salute.

Se il periodo supera le 7 settimane, il farmaco non funzionerà, ma danneggerà il sistema endocrino.

Tabella: le pillole più comuni per l'aborto all'inizio della gravidanza

  • Inizialmente, la prima pillola viene bevuta non più tardi di 72 ore dopo il rapporto sessuale aperto.
  • Dopo 12 ore, dovresti bere una seconda pillola.

Controindicazioni del farmaco:

  • Problemi al fegato
  • Epatite A, B, C.
  • Adolescenza. I postinor sono farmaci ormonali che influenzano negativamente il sistema endocrino umano.


Dopo aver ricevuto Postinora si osserva una scarica sanguigna vaginale. Questi dati farmacologici costano 300 rubli per un pacchetto di due compresse.


Il prezzo di un prodotto farmacologico varia da 1.300 a 1.400 rubli per un pacchetto di tre compresse. Le pillole vengono prese per rompere solo all'inizio della gravidanza.

Controindicazioni:

  • Chirurgia ginecologica eseguita in precedenza.
  • La presenza di fibromi nell'utero.
  • Insufficienza renale.
  • Insufficienza epatica

Le donne di età superiore ai 30 anni che hanno una cattiva abitudine - il fumo deve consultare un terapeuta prima di prendere un rimedio.

Effetti collaterali:

  • Dolore addominale inferiore
  • Scarica con sangue.
  • Brividi.
  • Debolezza.

Il costo del prodotto farmacologico inizia da 1000 rubli per confezione di tre compresse.

Questi farmaci funzionano sullo stesso principio: blocca la sintesi del progesterone - un ormone che fornisce un ciclo favorevole di gravidanza.

Quando il corpo smette di produrre progesterone, si verifica un aborto spontaneo a seguito dell'assunzione di tali farmaci.

Con una diminuzione della produzione di progesterone, l'utero inizia gradualmente a declinare e spinge l'ovulo fecondato. L'intero processo dura circa otto ore.

Questi fondi non sono sicuri per la salute delle donne. Oltre a questi effetti collaterali dopo l'ammissione, c'è una mancanza di coordinazione.

È anche possibile il rilascio incompleto dell'embrione dall'utero o l'inizio di forti emorragie.

Controindicazioni generali

Ogni farmaco ha le sue controindicazioni, ma ci sono una serie di controindicazioni che sono adatte per qualsiasi farmaco abortivo.

Assumere agenti farmacologici abortivi è vietato per le persone con:

  1. Gravidanza ectopica
  2. Intolleranza individuale ai componenti del farmaco.
  3. Malattie dei reni e del fegato.
  4. Gravi disturbi del sangue.
  5. Disturbi della coagulazione del plasma.
  6. Processi infiammatori del sistema riproduttivo.
  7. Tumori maligni nell'utero.
  8. Asma bronchiale.

Termine medico della gravidanza nelle prime fasi

È possibile sbarazzarsi di gravidanze indesiderate nelle prime fasi con un minimo di rischio per la salute con l'aiuto di preparazioni speciali. Cosa è contenuto nella composizione dei fondi, e come è la procedura degli aborti medici.

Proprietà farmacologiche

In ginecologia, l'aborto medico è una delle procedure più comuni.

La composizione dei farmaci contiene una grande quantità di ormoni. È questa composizione che consente ai muscoli dell'utero di contrarsi forte e portare a aborto. Dopo un mini-aborto, la donna inizia a sanguinare, lasciando un uovo fecondato respinto dall'utero.

Nomi delle pillole per aborti:

  1. Postinor contraccettivo d'emergenza sulla base di ormoni sintetici. Il principale componente attivo del farmaco: levonorgestrel. Funziona in un complesso: interrompe l'ovulazione e ha un effetto abortivo. Postinor per la cessazione della gravidanza nelle fasi iniziali è preso in fasi. La prima ricezione di Postinor non è successiva a 72 ore dopo il contatto sessuale, la seconda ricezione di Postinor è 12 ore dopo. Postinor può essere acquistato in catene di farmacie senza prescrizione medica, ma con un uso incontrollato e il mancato rispetto dei dosaggi può causare una serie di effetti collaterali.
  2. Mifepristone e Misoprostolo secondo lo schema. Aumentare la contrattilità del miometrio, esfoliare l'ovulo. I mezzi sono mostrati nel primo periodo del concepimento (fino a 42 giorni). I farmaci a base di mifepristone sono considerati uno dei più efficaci, con un minimo di effetti collaterali e controindicazioni. Sulla base del mifepristone, sono state rilasciate un numero di pillole simili per aborto nelle fasi iniziali: Pencrofton, Mifolian, Mifegin.

Che gravidanza di pillole è terminata con un risultato del 100%? I produttori affermano che l'efficacia di tutti i farmaci arriva al 100% e quasi senza complicazioni. Ma ogni organismo è unico e quindi la procedura viene eseguita al meglio dopo l'appuntamento, sotto la supervisione di un ginecologo.

Per terminare una gravidanza con le pillole, a che ora posso vedere un dottore? Secondo il protocollo, la procedura di interruzione può essere eseguita in un periodo fino a sei settimane. È durante questo periodo che le pillole invece dell'aborto agiranno con il minimo rischio di complicazioni.

Benefici per la droga

Con l'aiuto dell'aborto medico, è possibile interrompere la concezione indesiderata senza intervento chirurgico. Ma le pillole per abortire possono essere prescritte solo nelle fasi iniziali, quando le mestruazioni sono ritardate per un periodo non superiore a 49 giorni.

Le pillole per l'aborto hanno diversi vantaggi:

  1. La più bassa probabilità di infertilità post-aborto.
  2. Se l'intervento chirurgico comporta traumatizzazione della cervice con frequenti complicazioni indesiderate, allora le prime pillole di gravidanza prese nelle prime 72 ore dopo il contatto sessuale non danneggeranno la salute del paziente.
  3. Il paziente non richiede condizioni di degenza o ospedalizzazione. Il farmaco può essere assunto in regime ambulatoriale.
  4. Per la sospensione medica dei farmaci in gravidanza non è necessario un lungo periodo di recupero. Dopo tre giorni, il paziente può tornare alla vita normale.
  5. Bere il tablet significa che è autorizzato a non dare alla luce donne. Tale procedura di interruzione non dà complicazioni nella forma di infertilità secondaria.
  6. Con la procedura medica non vi è alcun rischio di infezione da HIV, epatite.
  7. Per il dolore non differisce dal solito dolore mestruale.

Da un punto di vista morale ed emotivo, l'interruzione medica del paziente è più facilmente tollerabile e non è necessario un lungo periodo di riabilitazione.

Controindicazioni

I preparativi per l'interruzione della gravidanza nelle prime fasi appartengono al gruppo di potenti farmaci. Per le seguenti categorie di pazienti è vietato l'uso di pillole abortive:

  1. Donne sotto i 18 e oltre 36 anni.
  2. Se una donna ha assunto contraccettivi orali negli ultimi tre mesi.
  3. Le donne con un dispositivo intrauterino.
  4. Se si sospetta una gravidanza extrauterina.
  5. Con ciclo mestruale irregolare.
  6. Donne con malattie del sistema ematopoietico (anemia, emofilia, disturbi della coagulazione).
  7. Dopo l'uso prolungato di farmaci steroidei, farmaci anti-infiammatori.
  8. Se c'è una storia delle seguenti patologie: asma bronchiale, malattie erosive della mucosa gastrica e intestinale, ipertensione, malattie endocrine, tendenza a reazioni allergiche, grave insufficienza renale ed epatica, malattie croniche dell'apparato genitourinario.

L'interruzione del farmaco non è indicata anche per i pazienti con intolleranza individuale ai componenti principali e aggiuntivi dei farmaci.

I farmaci antinfiammatori non steroidei possono influenzare l'efficacia dei farmaci. Prenderli insieme è proibito!

La sospensione anticipata della gravidanza può causare disturbi ormonali irreversibili. Pertanto, qualsiasi compressa deve essere scelta individualmente da un medico. L'aborto con le pillole richiede una supervisione medica obbligatoria.

Fasi della procedura

Prima di prescrivere una pillola per un aborto medico, lo specialista effettua un esame ginecologico completo del paziente. Inoltre, saranno nominati test di laboratorio, esami a ultrasuoni per chiarire il periodo, la consultazione di specialisti stretti.

Quali pillole possono interrompere la gravidanza, in quali combinazioni verranno utilizzate: la scelta di un medico solo. Prenderà in considerazione i dati di laboratorio, le comorbidità, l'età del paziente.

Dopo questo, il medico prescrive una prescrizione per le pillole e la donna firma il documento in cui esprime il suo consenso alla procedura.

Il paziente prende le pillole dalla gravidanza ed è sotto controllo medico per quattro ore. Se lo stato di salute è buono, il medico lascia andare il paziente a casa. Entro pochi giorni, i muscoli dell'utero inizieranno a rigettare l'ovulo fecondato e il sanguinamento abbondante inizierà con moderati crampi e dolori lancinanti. Secondo l'ordine del medico, al paziente è permesso assumere farmaci analgesici.

Con un'interruzione medica, il paziente può avvertire un mal di testa con vertigini e debolezza. Di solito questi sintomi vanno via da soli e non richiedono ulteriori interventi medici.

Entro la fine della terza settimana dopo la procedura, il ginecologo prescrive un riesame del paziente. Se l'ecografia esamina i resti di un sacco gestazionale nell'utero, il medico prescriverà un'aspirazione a vuoto o un raschiamento. In casi molto rari e gravi, il medico decide di condurre un'operazione aperta.

Secondo le statistiche mediche, nell'8% dei pazienti l'interruzione medica termina con un aborto incompleto con intervento chirurgico.

Pillole pericolose

La composizione delle pillole cinesi per l'aborto, secondo le istruzioni, contiene gli stessi principi attivi: levonorgestrel, mifepristone.

Ma, secondo i ginecologi praticanti, danno un gran numero di complicazioni e effetti collaterali indesiderati: forte sanguinamento, febbre, dispepsia, squilibrio ormonale, rigetto incompleto dell'ovulo, reazioni allergiche, infezione batterica, endometrite, sterilità.

Pertanto, l'uso di pillole cinesi per l'aborto è permesso solo se ha una traduzione completa e tradotta in russo. Spesso i produttori cinesi forniscono farmaci contraffatti, è meglio abbandonarli completamente.

In un periodo così cruciale della vita, è importante non danneggiare la propria salute e essere pronti per la concezione pianificata in futuro.

Pillole anticoncezionali dopo l'atto della gravidanza

Informazioni generali

La maggior parte delle ragazze e delle donne moderne sono esperte nella contraccezione e conoscono i suoi metodi di base. Tra cui, a proposito, ci sono francamente obsoleti e già del tutto irrilevanti. Ad esempio, il metodo del calendario, quando stimato approssimativamente giorno di ovulazione o il metodo di rapporto sessuale interrotto.

In accordo con la scala utilizzata per valutare l'efficacia dei metodi contraccettivi (indice Pearl), i metodi sopra menzionati sono estremamente inefficaci. L'indice perlato per loro è fissato rispettivamente a 25-40 e 18-27 punti. Per fare un confronto, il metodo di contraccezione a barriera, in cui vengono utilizzati i preservativi, e altri mezzi su questa scala guadagnano 2-3 punti.

Si ritiene che più basso è l'Indice delle Perle, maggiore è la protezione contro una gravidanza non pianificata. Forse, tra tutti i metodi contraccettivi usati per prevenire la gravidanza, le pillole anticoncezionali (mini-pillole, contraccettivi ormonali orali, noti anche come COC), così come alcuni farmaci ormonali, come le iniezioni o i dispositivi intrauterini, sono i più efficaci.

Naturalmente, le pillole della gravidanza hanno i loro svantaggi, tuttavia, secondo gli esperti, i vantaggi di tale contraccezione sono più che di coprire tutti i suoi aspetti negativi. Forse la principale difficoltà affrontata dalle donne che usano le pillole anticoncezionali è la necessità di un consumo costante, in altre parole, giornaliero di questi farmaci.

Altrimenti, se salti l'assunzione successiva di pillola, il rischio di rimanere incinta dopo un rapporto sessuale, che non ha usato, ad esempio, i metodi contraccettivi di barriera aumenta bruscamente. Cosa fare in una situazione del genere e cosa bere per non rimanere incinta? Queste domande hanno una risposta sicura - contraccettivi d'emergenza.

Che cos'è la contraccezione di emergenza?

In medicina, questo termine usa il nome postcoital, cioè emergenza, incendio o contraccezione d'emergenza. Questo metodo è efficace dopo un rapporto non protetto. Inoltre, i contraccettivi di emergenza aiuteranno a evitare la gravidanza mentre assumono pillole anticoncezionali su base continuativa se una donna non può o ha dimenticato di prendere la medicina più di due volte di seguito.

In generale, le pillole di controllo delle nascite di emergenza vengono utilizzate se e solo se il principale metodo di protezione contro il concepimento indesiderato fallisce. E avere il tempo di prendere tali pillole anticoncezionali dopo l'atto dovrebbe essere entro 72 ore. Altrimenti, anche queste pillole anticoncezionali di emergenza appositamente sviluppate per tali situazioni non aiuteranno a evitare una gravidanza indesiderata.

È importante sottolineare che, in conformità con le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità (di seguito "OMS"), i contraccettivi di emergenza dopo un atto non protetto non dovrebbero essere utilizzati dalle donne su base regolare. Poiché i composti ormonali che compongono tali farmaci possono influenzare negativamente non solo la funzione riproduttiva, ma anche l'intero corpo nel suo insieme.

I contraccettivi d'emergenza sono ancora un'alternativa più benigna all'aborto chirurgico. Ma, come tutte le droghe, dovrebbero essere correttamente prese e non abusate.

Prima di procedere a una revisione più dettagliata delle pillole anticoncezionali di emergenza e parlare di come questi farmaci influenzano il corpo, vale la pena soffermarsi su alcune questioni fondamentali relative al processo di concepimento. Per capire meglio il meccanismo d'azione sulle pillole del corpo femminile contro la gravidanza.

Quindi, per l'inizio della gravidanza, la fertilizzazione dovrebbe aver luogo. Questa fusione delle cellule germinali dei partner (sperma maschile e uova femmine), con conseguente formazione di cellule zigote (cellula diploide, in grado di "generare" un'altra cellula). Di per sé, i rapporti sessuali non possono essere associati ad un atto di fecondazione. Poiché non tutti i contatti tra un uomo e una donna sono fatti allo scopo di procreare.

Con un rapporto sessuale non protetto, lo sperma maschile entra naturalmente nella vagina femminile. È interessante notare che l'ambiente del corpo femminile è dannoso per lo sperma. Ciò è dovuto all'alto livello di acidità nella vagina. Pertanto, dopo l'eiaculazione, la stragrande maggioranza degli spermatozoi muore. Tuttavia, la parte più mobile di essi penetra ancora nell'utero e può portare alla fecondazione. Dopo quanto puoi rimanere incinta dopo un rapporto non protetto?

Per rispondere a questa domanda è necessario capire che per concepire, come si suol dire, le stelle dovrebbero "convergere", vale a dire:

  • una donna durante questo periodo dovrebbe avere l'ovulazione, poiché questo fenomeno è caratterizzato dallo stato di maturità dell'uovo. Se, per qualche ragione, quando la cellula uovo si rompe nel follicolo, non "esce" nella tuba di Falloppio o non ha raggiunto la sua maturità, la fecondazione non si verificherà;
  • gli spermatozoi maschili devono essere forti e mobili abbastanza da superare l'ambiente acido della vagina e penetrare nella struttura dell'uovo;
  • il processo di divisione dell'ovulo dovrebbe iniziare quando si combinano lo spermatozoo e la cellula uovo;
  • l'impianto dell'ovulo dovrebbe avvenire nel processo di divisione nelle pareti dell'utero.

L'intero processo di fecondazione richiede circa sette giorni. È durante questo periodo di tempo che si forma l'embrione, che con l'aiuto del corion (il predecessore della placenta) è fissato nell'utero, dove cresce e si sviluppa nei prossimi nove mesi. È importante sottolineare che non è raro che una pillola anticoncezionale di emergenza sia concepita.

Ciò significa che, anche se si seguono tutte le regole per l'uso di pillole anticoncezionali d'emergenza dopo un rapporto sessuale (ad esempio, devono essere prese dopo un massimo di 72 ore in modo da non rimanere incinte) la fecondazione può ancora verificarsi. Certo, questi casi non sono la maggioranza, ed è più probabile che siano delle eccezioni. Tuttavia, la probabilità di "volare", come la gente chiama gravidanza indesiderata, è sempre lì anche con l'uso di contraccettivi convenzionali.

Le pillole per la gravidanza indesiderata dopo l'atto sono divise in due categorie principali:

  • Compresse del "giorno successivo", ad es. farmaci che vengono meglio assunti nelle 24 ore successive al contatto non protetto. Infatti, una donna ha un massimo di 72 ore in modo che le pillole della gravidanza possano agire e aiutare a evitare la fecondazione;
  • KOC o contraccettivi orali combinati (il cosiddetto metodo Yuzpe).

Per quanto riguarda i contraccettivi orali relativi ai COC o ai farmaci della serie di mini-pillole, questa non è una contraccezione d'emergenza nella sua essenza. Dopo tutto, le pillole anticoncezionali devono essere prese costantemente. Tuttavia, ci sono varietà di tali farmaci che possono essere usati come compresse, in modo da non rimanere incinti dopo l'atto, senza protezione con alcun mezzo contraccettivo.

Di regola, per questi scopi viene utilizzato un aumento del dosaggio di pillole contraccettive contenenti ormoni o antiormoni. Inoltre, i metodi di contraccezione d'emergenza possono essere attribuiti all'impianto entro 120 ore dopo il rapporto non protetto del dispositivo intrauterino.

Come funzionano le pillole anticoncezionali?

Le pillole contraccettive d'emergenza sono pericolose per la gravidanza perché contengono sostanze nella loro composizione chimica che impediscono l'insorgenza della fecondazione. I principali composti attivi nelle compresse contro la gravidanza dopo un atto non protetto possono essere ormoni o antiormoni.

I primi composti sono sostanze biologicamente attive che appartengono a proteine ​​o steroidi e sono prodotti da organi o tessuti di un organismo vivente. Gli ormoni vengono trasportati attraverso il flusso sanguigno dall'organo all'organo e sono responsabili dell'attività fisiologica dell'organismo, ad esempio, per il suo sviluppo e crescita, il metabolismo e così via.

Come suggerisce il nome, gli anti-ormoni sono composti che sono opposti all'azione degli ormoni. Sopprimono l'attività ormonale nel corpo.

È interessante notare che gli anti-ormoni, per loro natura, che hanno origine esogena o endogena, sono spesso analoghi strutturali degli ormoni che sopprimono.

Quindi, prima di porre la domanda su cosa bere, in modo da non rimanere incinta, si dovrebbe ricordare una pillola per la contraccezione d'emergenza che la composizione di farmaci di questo tipo può contenere:

  • levonorgestrel, ad es. progestinico sintetico (ormone sessuale femminile steroide), contenuto in droghe come: Rigevidon, Eskapel, Eskinor F, Postinor, Tetraginon;
  • mifepristone, cioè L'antiprogestino sintetico (anti-ormone) si trova in contraccettivi contraccettivi come Ginepriston, Renomelan, Miropriston, Agesta, Mifegin, Genale, Pencrofton.

Farmaci a base di levonorgestrel

Innanzitutto, parliamo di come il levonorgestrel e i farmaci che lo contengono funzionano. Quindi, le pillole di aborto legate alla contraccezione di emergenza dopo la prima dose:

  • Influisce immediatamente sulla composizione chimica del muco endocervice (canale cervicale cervicale), aumentandone anche la viscosità, rallentando così il processo di penetrazione degli spermatozoi nella tuba di Falloppio;
  • agire sulle ovaie, impedendo l'uscita dal principale follicolo dell'uovo maturo (soggetto a prendere pillole prima dell'ovulazione), sopprimendo gli ormoni gonadotropici, che alla fine blocca o ritarda il processo di ovulazione;
  • impedire l'impianto dell'uovo fecondato dallo spermatozoo nelle pareti uterine per l'ulteriore sviluppo dell'embrione e la formazione di un "bambino". Per fallire nella fecondazione, il levonorgestrel non solo modifica la struttura dell'endometrio, impedendogli così di andare nella fase secretoria, senza la quale l'ovulazione non si verifica, ma colpisce anche le tube di Falloppio e di conseguenza il numero dei loro tagli diminuisce significativamente, con conseguente all'impossibilità di un ovulo fecondato nella cavità uterina.

È importante sottolineare che è necessario bere i farmaci sopra elencati, che includono levonorgestrel, solo dopo aver consultato un medico. Inoltre, è assolutamente necessario leggere le istruzioni allegate ai tablet. Il fatto è che questi contraccettivi contengono enormi dosi di ormoni.

Dopo averli assunti nel corpo femminile si verifica uno squilibrio ormonale, le cui conseguenze possono essere imprevedibili. Pertanto, gli esperti si riferiscono a questi metodi di contraccezione come "usa e getta" che non si consiglia di utilizzare più di 4 volte l'anno. Inoltre, è severamente vietato utilizzare tali farmaci contraccettivi d'emergenza più di una volta per ciclo mestruale.

Le pillole anticoncezionali di emergenza (sono anche chiamate "pillole del giorno dopo" a causa della specificità dell'assunzione) sono un metodo efficace, ma piuttosto controverso, di protezione contro una gravidanza non pianificata. I medici dicono che dopo una singola dose di tali farmaci, si verificano gravi cambiamenti nel corpo, quindi ci vuole tempo per ripristinare la piena funzionalità del sistema riproduttivo femminile.

Farmaci a base di mifepristone

Cosa si può dire del secondo gruppo di farmaci contraccettivi di emergenza che contengono il mifepristone anti-ormone nella loro composizione - agiscono quasi come pillole anticoncezionali contenenti levonorgestrel, vale a dire. anche:

  • inibire il processo di ovulazione;
  • cambiare la struttura dell'endometrio, che porta all'impossibilità di fissare un uovo fecondato sulle pareti uterine;
  • rafforzare le contrazioni uterine, a causa di tale iperreattività l'uovo fecondato "viene espulso" dall'utero.

Vale la pena notare che i farmaci non ormonali, ad esempio le supposte vaginali contenenti nonoxynol (Steridil, nonoxynol) o benzalconio cloruro (Farmatex, Erotex) possono essere utilizzati per prevenire una gravidanza indesiderata dopo un rapporto non protetto. I suddetti preparati sono correlati non solo a metodi di contraccezione espressi, poiché hanno effetti spermicidi, il loro ambito di applicazione è molto più ampio, a causa delle loro capacità anti-infiammatorie, antibatteriche, antivirali e antifungali.

I nomi sopra elencati di pillole da gravidanza dopo l'atto, non protetto da alcun mezzo di contraccezione non è tutto. Attualmente, in qualsiasi farmacia esiste una buona selezione di tali farmaci. Puoi conoscere il nome delle pillole contraccettive di emergenza direttamente dal farmacista del farmacista, ma è meglio chiedere al tuo medico di queste domande. Dopo tutto, tutti i farmaci (ei contraccettivi non fanno eccezione a questa regola) hanno le loro controindicazioni e gli effetti collaterali.

Questo è particolarmente vero per le donne con HBV (allattamento al seno) o affette da alcune malattie in cui grandi dosi di ormoni o antiormoni possono diventare fatali. Non ci sia una risposta definitiva alla domanda se le pillole contraccettive legate alla contraccezione post-coitale siano dannose, perché ciò che è buono ed efficace per alcuni può portare a grandi problemi di salute per gli altri, nessuna donna dovrebbe usare questo metodo per risolvere indesiderati gravidanza senza previa consultazione medica.

Solo uno specialista sarà in grado, in primo luogo, di scegliere il farmaco giusto, tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente (una persona comune può semplicemente perdersi nel non dire nulla sulla composizione, controindicazioni o effetti collaterali dei nomi delle compresse dopo un atto non protetto). E, in secondo luogo, il medico ti dirà come prendere i contraccettivi d'emergenza correttamente, in modo da non danneggiare il tuo corpo e ottenere il risultato desiderato.

Esistono alcune regole di base per l'assunzione di farmaci contraccettivi post-coito:

  • È necessario aderire strettamente al periodo di utilizzo di tali farmaci. La stragrande maggioranza delle compresse deve essere presa entro 72 ore dopo un rapporto sessuale non protetto. Molti hanno una domanda, quanti giorni sono 72 ore? È noto che, in un giorno o in un giorno, 24 ore, quindi, 72 ore sono tre giorni o tre giorni. Si ritiene che la prima pillola della contraccezione d'emergenza debba essere bevuta il prima possibile, la seconda, in modo ottimale, 12 ore dopo il primo o un massimo di 16 ore. È importante sottolineare che l'efficacia delle compresse dipende direttamente dalla durata della loro ammissione. Si ritiene che i farmaci con levonorgestrel siano più efficaci entro 24 ore dal rapporto (efficacia del 95%). Quando vengono ricevuti dopo 48 ore, l'efficienza viene ridotta all'85% e dopo 72 ore al 58%. Le compresse contenenti il ​​mifepristone richiedono anche non più tardi di 72 ore dal momento del contatto.
  • È importante rispettare il dosaggio specificato nelle istruzioni per i farmaci o prescritto da un medico. Come accennato in precedenza, le pillole contraccettive di emergenza vengono prese due volte dopo un certo periodo di tempo, ad esempio Postinor. Tuttavia, questa regola non è rilevante per tutti i farmaci. Eskinor Fili Eskapel (contiene levonorgestrel) e Zhenale, Ginepriston, Mifolian (contengono il mifepristone) bevono una compressa entro 72 ore dal momento del contatto sessuale.
  • È severamente vietato regolare in modo indipendente il dosaggio delle pillole anticoncezionali. Questo può portare allo sviluppo di effetti collaterali, oltre a provocare gravi effetti negativi (sanguinamento, sterilità). Si raccomanda un paio d'ore prima di assumere le pillole anticoncezionali di emergenza e dopo non mangiare, in modo che i composti biologicamente attivi siano meglio assorbiti nel corpo. Se, dopo aver assunto il farmaco, si è verificato il vomito, dovrai prendere di nuovo la pillola.

Contraccettivi orali combinati

Vale anche la pena prestare attenzione al cosiddetto metodo di contraccezione Yuzpe. Come accennato in precedenza, i contraccettivi orali ben noti (contraccettivi orali combinati) possono essere usati come contraccettivi d'emergenza. Questo metodo può essere un'ottima soluzione per coloro che, per qualsiasi motivo, sono controindicati in pillole legate alla contraccezione post-coitale.

Come contraccettivi di emergenza, puoi utilizzare tali COC come Ovidon, Tetraginon, Ovral, Rigavidon, Regulon, Novinet, Logest, Silest e altri. In genere, queste compresse contengono ormoni - estrogeni, levonorgestrel, desogestrel, etinilestradiolo e progestinico.

Secondo le istruzioni devi prendere KOK ogni giorno, un pezzo. Tuttavia, questa regola può essere violata in caso di emergenza per evitare una gravidanza indesiderata. La cosa principale è non esagerare, in modo da non danneggiare il corpo. I seguenti dosaggi di COC per la contraccezione post-coitale sono considerati sicuri:

  • da 2 a 4-5 compresse (a seconda del tipo di COC) nella prima dose, che dovrebbe avvenire non più tardi di tre giorni o 72 ore dopo il rapporto sessuale;
  • Lo stesso numero di pillole che è necessario bere 12 ore dopo la prima dose di COC.

L'efficacia di questo metodo dipende anche dal tempo di assunzione dei farmaci. Cioè, prima la donna ha bevuto le pillole, maggiore è la probabilità che l'ovulazione non si verifichi e la fecondazione non si verificherà.

Controindicazioni

A proposito di come non rimanere incinti dopo l'atto "senza impegno" abbiamo parlato. Ora è stato il turno di discutere gli aspetti negativi della contraccezione d'emergenza e determinare chi non dovrebbe ricorrere all'utilizzo di un metodo così intransigente.

Non c'è beneficio dalle pillole contraccettive d'emergenza, a parte naturalmente la calma psico-emotiva di una donna, questo è un dato di fatto. E quanto e che danno possono portare?

È vietato l'uso di farmaci contenenti levonorgestrel:

  • nella patologia delle vie biliari;
  • nelle malattie del fegato, ad esempio, insufficienza epatica;
  • nei casi in cui la gravidanza è stata confermata da un ginecologo, vale a dire l'ovulo fecondato impiantato con successo nelle pareti uterine;
  • quando il paziente ha 16 anni o meno;
  • con intolleranza al lattosio;
  • in violazione dell'assorbimento di galattosio e glucosio;
  • in alcune malattie del tratto gastrointestinale, per esempio, il morbo di Crohn;
  • durante l'allattamento al seno;
  • in presenza di tumori sensibili alle variazioni dei livelli ormonali;
  • in violazione del ciclo mestruale;
  • con gravidanza ectopica;
  • in caso di malfunzionamento del sistema emostatico.

È vietato utilizzare farmaci contenenti mifepristone:

  • con insufficienza epatica;
  • a porfiria;
  • in caso di insufficienza renale;
  • con violazioni nel sistema di lavoro dell'emostasi (coagulazione del sangue);
  • in caso di ammissione di glucocorticoidi, ad esempio, desametasone, prednisolone e così via;
  • quando si assumono anticoagulanti;
  • con insufficienza surrenalica;
  • in caso di gravidanza confermata;
  • durante l'allattamento al seno; n
  • in presenza di alcune malattie nella fase cronica;
  • con anemia;
  • donne di età superiore ai trentacinque anni;
  • con gravidanza ectopica.

Naturalmente, ogni donna ha il diritto di decidere in modo indipendente quali sono i metodi moderni di contraccezione o anche i metodi tradizionali da utilizzare per proteggere da gravidanze indesiderate. Tuttavia, è sempre necessario pensare a quali conseguenze dannose possono verificarsi per il corpo quando si assumono determinati farmaci.

Le pillole contraccettive di emergenza o "fuoco" possono essere pericolose:

  • il rischio di sviluppare in seguito una gravidanza ectopica, a causa di una violazione del processo di trasporto di un ovulo fecondato al posto della sua fissazione nell'utero per un ulteriore sviluppo;
  • il rischio di sanguinamento uterino, che anche i professionisti medici non sempre riescono a far fronte con successo;
  • il rischio di infertilità, soprattutto per le giovani donne il cui ciclo mestruale non è stato ancora stabilito;
  • il rischio di sviluppare la malattia di Crohn, malattia gastrointestinale infiammatoria cronica, che colpisce tutte le sue parti (dalla cavità orale al retto);
  • il rischio di aumento della trombosi, che è provocato da alte dosi di ormoni contenuti in tutte le compresse del "prossimo" giorno senza eccezione, che porta a tromboembolismo polmonare, ictus e persino effetto letale.

Secondo le recensioni di donne che hanno sperimentato l'azione di pillole anticoncezionali di emergenza, gli effetti collaterali più comuni di questi farmaci sono:

  • nausea;
  • reazioni allergiche sotto forma di eruzione del prurito;
  • gonfiore o tenerezza delle ghiandole mammarie (mastalgia);
  • l'emicrania;
  • dolore addominale inferiore;
  • forte mal di testa;
  • lo stress;
  • squilibrio emotivo.

Compresse abortive. Prezzo, dove acquistare, come usare

Il cosiddetto drugabort o l'aborto medico è spesso associato alla contraccezione d'emergenza. Tuttavia, questa non è la stessa cosa. Naturalmente, questi e altri farmaci aiutano ad evitare una gravidanza indesiderata, solo il meccanismo d'azione e il tempo di assumere le cosiddette compresse abortive è diverso.

Parliamo delle principali differenze tra l'aborto medico, che, secondo molti esperti, è più sicuro dell'intervento chirurgico, ad esempio l'aspirazione del vuoto o il curettage. Per quanto tempo le compresse abortive possono essere efficaci nell'interrompere una gravidanza indesiderata?

Quindi, come accennato in precedenza, dopo un atto non protetto, le pillole anticoncezionali legate alla contraccezione di emergenza possono essere salvate per 72 ore. Le medicine per l'aborto medico vengono utilizzate quando la gravidanza è già arrivata.

Quindi, quando puoi usare pastiglie abortive o per quanto tempo. Questi fondi sono accettabili per l'inizio della gravidanza (fino a 42 giorni di amenorrea, il primo giorno dell'ultimo ciclo mestruale).

Ciò significa che l'effetto delle compresse abortive si ha nel corso della gravidanza fino al sesto massimo della settima settimana.

Vale la pena notare che le pillole più abortive colpiscono l'uovo fecondato ancora debolmente attaccato all'utero fino a quattro settimane.

Durante questo periodo, lo sfondo ormonale del corpo femminile non ha ancora raggiunto il picco dei suoi cambiamenti ed è possibile ricorrere all'aiuto di farmaci per interrompere la gravidanza indesiderata.

Va notato che le compresse abortive non devono essere assunte senza supervisione medica. Sebbene questo metodo di aborto sia considerato più sicuro dell'intervento chirurgico, non è sempre che tutto vada liscio e senza conseguenze negative per il corpo femminile.

Per eliminare eventuali danni alla salute, è necessario consultare un ginecologo e assumere questo tipo di pillola solo in sua presenza, in modo che uno specialista qualificato possa fornire un aiuto rapido (ad esempio, se si verifica un sanguinamento grave) e prevenire un grave esito dell'aborto medico. Sfortunatamente, non molte persone pensano a come le compresse abortive possano essere pericolose.

Dopo tutto, puoi anche morire da loro se sorgono complicazioni e i medici non forniscono alla donna cure mediche urgenti. Pertanto, i farmaci per l'aborto medico contenenti mifepristone (un antiprogestogeno steroideo di origine sintetica), per esempio, Mifeprex o Mifegin, vengono assunti una volta in un dosaggio non superiore a 200 mg esclusivamente sotto controllo medico.

Farmaco per aborto medico Mifegin

Mifegin, un farmaco prodotto da un produttore francese, come il suo omologo domestico Mifeprex contiene nella sua composizione chimica lo stesso principio attivo biologico mifepristone, che blocca la produzione di progesterone a causa del suo effetto sui recettori del progesterone. Nel corso normale della gravidanza, un ormone steroideo come il progesterone, prodotto dal corpo luteo delle ovaie, forma l'endometrio, la cui funzione principale è creare le migliori condizioni per lo sviluppo dell'embrione.

L'effetto dei farmaci contenenti mifepristone dà l'effetto opposto (miometrio è ridotto, la crescita delle prostaglandine aumenta), che alla fine porta alla prevenzione della gravidanza indesiderata. Dopo un massimo di 48 ore dopo aver usato compresse abortive, una donna dovrebbe completare un aborto medico e assumere farmaci come Misoprostol o Gemeprost.

Questi sono analoghi delle prostaglandine, che stimolano il processo di "espulsione" del feto dall'utero. È molto importante capire che, al fine di evitare gravi complicazioni, il paziente deve essere sotto controllo medico obbligatorio per 2 ore dopo aver preso i farmaci sopra indicati.

Al fine di garantire pienamente che si sia verificato un aborto, una donna deve sottoporsi a un'ecografia due giorni dopo la procedura, e quindi riapparire all'appuntamento del ginecologo dopo due settimane. Secondo gli esperti, l'efficacia di questo metodo raggiunge il 99%. Tuttavia, in alcuni casi, le pillole abortive non aiutano a eliminare completamente il feto, e quindi la donna deve sottoporsi a procedure spiacevoli come:

  • L'abrasione (raschiando la gente comune) è un'operazione mirata alla rimozione dell'ovulo, nonché a certe formazioni patologiche sulle mucose dell'utero;
  • Aspirazione sotto vuoto (l'uso comune è chiamato edicling-aborto) è un metodo di aborto, in cui il feto viene rimosso dall'utero utilizzando una speciale aspirazione a vuoto.

Come abbiamo detto sopra, l'aborto medico è considerato il modo più favorevole per interrompere una gravidanza non pianificata, poiché non vi è alcun effetto meccanico sull'utero. Di conseguenza, le sue mucose non sono danneggiate, il che elimina molte possibili complicazioni. Tuttavia, questo metodo ha una serie di controindicazioni in cui è vietato l'uso di compresse abortive:

  • malattie infiammatorie delle ovaie o dell'utero;
  • gravidanza ectopica;
  • cicatrici sull'utero, dovute a operazioni precedentemente trasferite;
  • alcune malattie del tratto gastrointestinale.

Le seguenti complicanze possono verificarsi durante l'aborto medico:

  • sanguinamento nell'utero;
  • reazioni allergiche;
  • nausea;
  • dolore acuto nell'addome;
  • aborto incompleto, cioè una situazione in cui la gravidanza progredisce, dal momento che il rifiuto del feto non si è verificato;
  • salti di pressione sanguigna;
  • vomito.

Prezzo contraccettivo

Il prezzo delle pillole contraccettive postcoital dipende da diversi fattori. In primo luogo, il costo è influenzato dal produttore dei farmaci, in secondo luogo dal numero di pillole nel pacchetto e, in terzo luogo, dalla regione in cui vengono venduti i contraccettivi. Ad esempio, compresse così diffuse e diffuse come Postinor in Ucraina costano in media 200 hryvnias e in Russia 350 rubli.

Quanto costano le compresse abortive? Il prezzo di questo tipo di farmaci dipende principalmente dal produttore. Inoltre, come accennato in precedenza, l'aborto farmacologico è una procedura medica che deve essere eseguita esclusivamente sotto controllo medico. Pertanto, il costo delle pillole abortive viene aggiunto al prezzo dei servizi del ginecologo, che controllerà il paziente e sarà in grado di aiutarla in modo tempestivo se qualcosa va storto come previsto.