Mirena a spirale: istruzioni per l'uso

Prevenzione

La bobina intrarenale uterina Mirena è un nucleo di ormone elastomero bianco (quasi bianco), coperto da una membrana opaca, e in grado di regolare il rilascio del componente attivo, posto sull'alloggiamento a forma di T. Da un lato, questa custodia è dotata di un passante con fili per la rimozione e, dall'altro, di due "spalle". La spirale è posizionata nel tubo conduttore. Tutti i componenti del sistema sono privi di impurità visibili. Blister sterile realizzato in poliestere e materiale TYVEK, confezione di cartone.

struttura

Componente attivo:

Levonorgestrel, 52 mg;

Sostanze ausiliarie:

Elastomero di polidimetilsilossano, 52 mg.

Azione farmacologica

Contraccettivo, progestinico locale.

farmacodinamica

Il sistema terapeutico intrauterino Mirena, con il rilascio del componente attivo di levonorgestrel, produce un effetto progestinico locale. Questa sostanza viene rilasciata direttamente nella cavità uterina, che ne consente l'uso a dosaggi giornalieri estremamente bassi. Concentrandosi nell'endometrio, il levonorgestrel riduce la sensibilità dei recettori dell'estrogeno e del progesterone, esercitando così un potente effetto antiproliferativo e rendendo lo strato muscolare interno immune all'estradiolo. Quando si utilizza lo IUD, c'è una reazione molto debole del corpo alla presenza di un corpo estraneo nell'utero e, allo stesso tempo, ci sono cambiamenti nell'endometrio, oltre a un aumento della viscosità della secrezione cervicale, la motilità e la funzione dello sperma sono inibite e la loro penetrazione nell'utero viene prevenuta. In alcuni casi, quando si utilizza una spirale, vi è una depressione delle funzioni ovulatorie, tuttavia, un anno dopo che il sistema è stato estratto, l'80% delle donne che desidera una gravidanza si fecondano.

Nei primi 2-3 mesi dall'inizio dell'applicazione di Mirena, a causa della soppressione della proliferazione dell'endometrio, è possibile intensificare lo spotting del sangue dalla vagina. Tuttavia, nel tempo, a causa della pronunciata soppressione dei processi proliferativi, la durata del sanguinamento mestruale diminuisce e il loro volume diminuisce. In alcuni casi, il sanguinamento meager si trasforma in oligomenorrea o amenorrea. Tuttavia, la concentrazione di estradiolo nel sangue e nella funzione ovarica non cambia.

farmacocinetica

Dopo aver installato lo IUD, si verifica un lento rilascio graduale del componente attivo di levonorgestrel nella cavità uterina (questo stato è determinato dalla variazione della concentrazione della sostanza nel siero del sangue). Il tasso iniziale di rilascio del farmaco è di 20 μg al giorno. Nel tempo, diminuisce a 10 μg (cifra a 5 anni).

Il levonorgestrel viene rilevato nel plasma entro un'ora dall'introduzione dell'elica e raggiunge la sua massima concentrazione dopo due settimane.

Il farmaco si lega alle proteine ​​del sangue (non specifico - con albumina, in particolare - con globuline che si legano a SHBG). Circa l'1-2% del totale della droga circolante è presente sotto forma di steroidi liberi e il 42-62% è specificamente associato agli ormoni sessuali. Va notato che durante l'uso di Mirena, la loro concentrazione diminuisce, il che porta ad un aumento della frazione libera. La distribuzione media di levonorgestrel è di 106 litri.

Le proprietà farmacocinetiche del farmaco dipendono direttamente dalla concentrazione degli ormoni sessuali steroidei, che a loro volta influenzano gli androgeni e gli estrogeni. Con un basso peso corporeo del paziente e un alto livello di SHBG, si osserva un aumento della concentrazione sistemica di levonorgestrel circa 1,5 volte.

Nel periodo postmenopausale, con l'uso simultaneo di Mirena ed estrogeni (transdermici o intravaginali), la concentrazione mediana del componente attivo diminuisce e con la terapia estrogenica orale, a causa dell'induzione di SHBG, la sua concentrazione aumenta.

Il levonorgestrel viene metabolizzato per formare forme coniugate e non coniugate di 3α, 5β-tetraidrolevonorgestrel.

La clearance totale del farmaco è 1 ml / minuto / kg. La sostanza viene escreta dai reni e dall'intestino sotto forma di metaboliti, e solo in tracce, in uno stato invariato. L'emivita del farmaco è di 24 ore, il tasso di escrezione - 1,77.

Indicazioni per l'uso

  • Menorragia idiopatica;
  • Terapia sostitutiva degli estrogeni (per prevenire l'iperplasia endometriale);
  • Contraccezione.

Controindicazioni

  • Intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • Malattie infiammatorie degli organi pelvici;
  • Gravidanza (compreso il sospetto della sua presenza);
  • Infezioni delle basse vie urinarie;
  • Condizione dopo aborto settico (entro 3 mesi);
  • cervicite;
  • Endometrite postpartum;
  • Immunità indebolita;
  • Displasia cervicale;
  • Sanguinamento uterino di eziologia sconosciuta;
  • Neoplasie maligne dell'utero e della cervice;
  • Seno e cancro e altri tumori progestinici-dipendenti;
  • Deformità acquisite dell'utero (fibroadenoma, ecc.);
  • Anomalie congenite dell'utero;
  • Patologie epatiche acute e maligne;
  • Età superiore a 65 anni (a causa della mancanza di informazioni sull'applicazione).

Il sistema intrauterino Mirena è raccomandato per l'uso con estrema cautela con forti mal di testa, emicrania, ipertensione grave, gravi disturbi circolatori, difetti cardiaci congeniti, ittero, sintomi di ischemia cerebrale transitoria.

Metodo di applicazione

Mirena è un farmaco che esercita il suo effetto terapeutico per 5 anni dopo l'iniezione nell'utero. Quando si installa l'elica secondo le istruzioni allegate, durante il primo anno di utilizzo, l'indice Pearl è dello 0,2% e la cifra cumulativa, che riflette il numero di gravidanze per 100 donne durante l'intero periodo di consumo di droga, è dello 0,7%.

Le donne in età fertile necessitano di contraccezione, si consiglia di installare l'IUD entro una settimana dall'inizio del sanguinamento mestruale. La spirale in qualsiasi giorno del ciclo può essere sostituita con una nuova e, in assenza di patologie infiammatorie, un contraccettivo può essere installato dopo un aborto fatto nel primo trimestre di gravidanza.

Dopo la nascita, l'installazione di Mirena viene eseguita al completamento dell'involuzione (riduzione della massa e del volume dell'utero), cioè dopo circa 6 settimane. Nel caso della subinvoluzione a lungo termine, lo sviluppo dell'endometria postpartum dovrebbe essere escluso e l'introduzione di una spirale dovrebbe essere posticipata fino alla fine delle modifiche involutive. In caso di sanguinamento, al fine di escludere la perforazione, il paziente esegue un esame manuale e un'ecografia.

Quando si installa lo IUD durante il periodo di terapia ormonale sostitutiva con mestruazioni protette, Mirena viene stabilita negli ultimi giorni delle mestruazioni, o dopo la sospensione, e in donne con amenorrea - in qualsiasi momento.

Interazione farmacologica

Con l'uso cumulativo di IUDs con gestagens, il metabolismo di quest'ultimo è migliorato. L'effetto di Mirena sull'azione farmacologica dei farmaci sistemici è sconosciuto, poiché la spirale produce principalmente un effetto locale.

Possibili effetti, effetti collaterali

  • Cambiamento nella natura del sanguinamento ciclico;
  • Umore depresso, depressione;
  • Mal di testa, emicranie;
  • Nausea, disagio, dolore addominale;
  • Dolore nella zona pelvica;
  • Acne;
  • Girsuitizm;
  • Alopecia (molto raro);
  • eczema;
  • Dolore alla schiena e alla parte bassa della schiena;
  • Scarico inusuale dal tratto genitale;
  • Ingorgo, dolore nella zona delle ghiandole mammarie;
  • Espulsione totale o parziale del dispositivo intrauterino;
  • Infiammazioni infettive degli organi pelvici;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Perforazione della parete uterina.

overdose

Le informazioni sul sovradosaggio non sono disponibili.

Istruzioni speciali

Prima di installare lo IUD, è necessario eliminare i possibili processi patologici nell'endometrio.

Mirena non è usato per la contraccezione post-coitale.

A causa del rischio di sviluppare un'endocardite settica, il farmaco deve essere usato con estrema cautela nelle donne affette da cardiopatia congenita o acquisita.

Il levonorgestrel a basse dosi ha un effetto sulla tolleranza al glucosio e pertanto, in presenza di diabete, è richiesto un monitoraggio regolare dei livelli di zucchero nel sangue.

Mirena non è raccomandato per le giovani donne e i pazienti che sono entrati nel periodo di donne in postmenopausa con grave atrofia uterina.

Non ci sono prove dell'effetto del sistema intrauterino sulla capacità di guidare una macchina o di eseguire lavori che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e rapidità delle reazioni psicomotorie.

Condizioni di vacanza

Il farmaco appartiene alla prescrizione.

Condizioni di conservazione

Conservare in luogo asciutto, al riparo dalla luce, fuori dalla portata dei bambini, ad una temperatura non superiore a 30 C. Il tempo di conservazione è di 3 anni. Alla scadenza di questo periodo è vietato utilizzare il farmaco.

Prezzo spirale Mirena

Il costo medio di Mirena elica nelle farmacie di Mosca è 12.500-13.000 rubli.

Mirena a spirale - istruzioni per l'uso

Mirena spirale è un sistema intrauterino ormonale che viene utilizzato sia per la contraccezione e per il trattamento di molte malattie ginecologiche. Chi può mettere Miren secondo le istruzioni e in quali situazioni è giustificato il suo utilizzo?

Principio di funzionamento

La bobina ormonale contiene un progestinico sintetico - levonorgestrel, che viene rilasciato in piccole dosi ogni giorno (20 μg).

L'istruzione descrive la spirale in questo modo: Mirena ha l'aspetto di un uncino a doppia faccia a forma di lettera "T", che si trova nella cavità uterina. C'è anche un lungo condotto con il quale il medico può installare il sistema. Dopo la scadenza dell'uso o in caso di varie complicazioni, l'elica viene estratta usando fili speciali che non interferiscono nella vita di tutti i giorni.

La Marina Mirena funziona in questo modo:

  1. La sostanza rilasciata dalla spirale, ha un effetto legante sul segreto, che porta ad un ispessimento e aumenta la viscosità di quest'ultimo. Questo impedisce agli spermatozoi di entrare nella cavità uterina e interferisce con la successiva fecondazione.
  2. Se lo sperma è penetrato nell'utero, il levonorgestrel inibisce la loro motilità. Ciò complica l'ingresso di sperma nell'uovo e interferisce con la fecondazione. Se si verifica la fecondazione, l'elica impedisce meccanicamente l'attaccamento dell'uovo fetale.
  3. Il farmaco impedisce la maturazione dei follicoli e la formazione del dominante tra di loro.
  4. Il levonorgestrel ha un effetto antiproliferativo - inibisce la crescita del tessuto endometriale, che porta ad una diminuzione della durata e del volume delle mestruazioni. A causa di questo effetto, la Marina Mirena è utilizzata nel trattamento di molte malattie ginecologiche. Quando si utilizza il farmaco, c'è prima un aumento della dimissione durante le mestruazioni, ma poi diventano più scarsi e possono fermarsi del tutto.
  5. Mirena non influisce sulla fertilità dopo l'estrazione e non altera il livello di estradiolo nel sangue.
  6. Non ha una forte reazione locale a trovare un corpo estraneo nell'utero.

Indice della perla: 0,1-0,5. Mostra l'affidabilità del metodo contraccettivo ed è calcolato dal numero di gravidanze in 100 ragazze all'anno con regolare vita sessuale. Più basso è l'indice, più affidabile è il metodo.

Indicazioni e controindicazioni all'uso di una spirale

Mirena è usato in tali situazioni:

  • Contraccezione.
  • Trattamento delle malattie ginecologiche: menorragia idiopatica (sanguinamento uterino intenso e prolungato).
  • Prevenzione dell'iperplasia endometriale nelle donne che assumono estrogeni come terapia sostitutiva.
  • Gravidanza.
  • Infiammazione dell'endometrio e della cervice (endometrite e cervicite).
  • Neoplasia genitale
  • Sanguinamento uterino di causa poco chiara.
  • Anomalie dell'utero.
  • Maggiore sensibilità ai componenti della Marina Mirena.

Ci sono molte controindicazioni: è necessaria la consultazione del medico.

Effetti indesiderati sullo sfondo di Mirena

Per quanto riguarda gli effetti collaterali, quindi il loro verificarsi non può essere previsto in anticipo. Più spesso, le donne vanno dal medico con lamentele di un aumento della durata delle mestruazioni, sanguinamento irregolare. Entro la fine del primo anno della spirale, questi fenomeni cessano o diventano insignificanti.

Ci possono essere anche reazioni da vari organi e sistemi:

  • mal di testa;
  • dolore addominale;
  • nausea;
  • umore depresso;
  • depressione.

Dal sistema riproduttivo:

  • infezione;
  • dolori al petto;
  • cambio di scarico.

Complicazioni: il pericolo di una spirale per una donna

Complicazioni sullo sfondo dell'uso di Mirena si verificano raramente e più spesso a causa di non conformità con le raccomandazioni del medico o quando si imposta una bobina ormonale di bassa qualità.

Caduta dell'elica

La complicazione più frequente che di solito si verifica nei primi mesi di utilizzo del sistema. Accompagnato da dolori addominali inferiori, che non sono alleviati dall'uso di analgesici e antispastici. Se compaiono questi sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico.

Per chiarire la posizione dell'ecografia prescritta a spirale degli organi pelvici. Successivamente, la domanda sulla necessità di salvare il sistema (a volte la spirale non si adatta alle dimensioni, non è installata correttamente, ecc.). È possibile estrarre lo IUD con l'appuntamento ulteriore di un'altra contraccezione. La stessa spirale non è usata due volte.

A volte la spirale cade senza sintomi evidenti, e questo può portare alla comparsa di una gravidanza indesiderata. Se la concezione di un bambino si verifica sullo sfondo dello IUD, spesso vengono registrati casi di gravidanza extrauterina e aborti spontanei nel primo periodo.

Perforazione dell'utero

Secondo i medici, la complicazione più rara e grave è la perforazione della spirale dell'utero. Questo di solito è dovuto ad una presentazione abusiva e maleducata di un contraccettivo da parte di un medico. Nelle prime ore (con perforazione completa), la donna avverte debolezza, cadute di pressione, polso e respirazione si accendono e sudore freddo appiccicoso sul suo corpo. Questi sintomi indicano emorragia intra-addominale e richiedono un trattamento urgente a un medico!

Con perforazione incompleta, tutti i sintomi possono svilupparsi per diversi giorni e richiedono anche un trattamento immediato al ginecologo!

Preparazione per l'introduzione della bobina ormonale

Se decidi di usare Mirena, prima di configurarlo, devi sottoporti a una serie di studi che ti consentiranno di giudicare possibili controindicazioni.

Lo schema standard di diagnosi prima di installare la spirale:

  • Tamponi vaginali (sulla flora - per escludere possibili infiammazioni e diffusione dell'infezione, alla citologia - per assicurarsi che non ci siano varie malattie della cervice (cancerose e precancerose) e la possibilità di installare una spirale ormonale).
  • Ultrasuoni degli organi pelvici.
  • Esame del sangue per hCG (gonadotropina corionica umana) per escludere la gravidanza.

Quando posso mettere Miren?

La procedura per inserire un'elica è indolore, ma può portare qualche disagio. Prima di installare il sistema, il medico effettuerà tutte le ricerche necessarie, verificando nuovamente la presenza o l'assenza di gravidanza. Mirena è inserita nell'utero con l'aiuto di un conduttore che è già sull'elica. Successivamente, il medico aggiusta lo IUD nell'utero con un'antenna speciale, che dovrebbe essere nella vagina. La lunghezza delle antenne è minima e non porta disagio alla donna, anche se a volte sono sentite come partner durante il sesso.

Quando si installa l'elica, la donna deve visitare il ginecologo nei primi 7 giorni del suo ciclo (il 1 ° giorno del ciclo è il 1 ° giorno dell'inizio del sanguinamento mestruale). Durante questo periodo, la cervice è leggermente socchiusa, il che facilita l'installazione dello IUD. Anche in questo momento, la probabilità di gravidanza è ridotta al minimo.

Dopo la nascita, l'elica può essere installata almeno 2 mesi. Dipende dalle caratteristiche individuali del corpo della donna. Dopo il parto, l'utero deve tornare alle dimensioni precedenti. Questo fenomeno è chiamato l'involuzione dell'utero (per alcune donne questo processo richiede 4 mesi).

Se la donna ha deciso di stabilire una spira dopo un aborto, il medico dovrebbe osservare il paziente per almeno una settimana per escludere possibili infezioni e complicanze.

Mirena a spirale è impostato per un periodo fino a 5 anni e non è raccomandato per un ulteriore utilizzo dopo la data di scadenza.

Osservazione dopo l'installazione di IUD

Dopo l'introduzione dell'elica di Mirena, il monitoraggio del paziente è molto importante. È necessario prestare attenzione alla pressione, al polso, al colore della pelle e, naturalmente, alle sensazioni di una donna. Questo è necessario per chiarire la corretta posizione della spirale e per riconoscere le complicazioni che potrebbero insorgere durante la produzione.

Quando perfora l'utero, la donna avverte dolore nel basso addome, perdite di carico, polso e aumento della respirazione. Tutti questi sintomi indicano sanguinamento intra-addominale.

Se una donna si sente a suo agio, allora ha bisogno di visitare un medico secondo le sue raccomandazioni per gli esami periodici e mensilmente per verificare la presenza di antenne dell'elica vicino alla cervice.

Succede che in un primo momento la donna si sente bene, ma in seguito le condizioni peggiorano: c'è un dolore tirante nel basso addome, nausea, dolore toracico, sanguinamento uterino.

Per qualsiasi sintomo che ti disturba, devi consultare immediatamente un medico. Ciò che può sembrare insignificante per te può rivelarsi un sintomo significativo in uno stato di progressivo deterioramento!

Solo un ginecologo rimuove lo IUD, poiché l'autoestrazione può danneggiare la membrana mucosa degli organi genitali e portare a conseguenze indesiderabili (ad esempio, infezione). La rimozione viene eseguita durante le mestruazioni, dopo un esame ginecologico preliminare. Per estrarre la spirale, il medico deve tirare le antenne e lo IUD uscirà dall'utero. In base alle recensioni dei pazienti, la rimozione dell'elica non comporta alcun disagio o dolore significativo.

Ci sono sia indicazioni dirette per la rimozione che il desiderio della donna. Assicurati di rimuovere lo IUD in tali condizioni:

  • Fine della durata di conservazione dell'elica.
  • Infiammazione dell'utero
  • Crescita del nodo del mioma o sua comparsa iniziale.
  • La perdita della spirale.
  • Concezione del bambino

Gravidanza con lo IUD: c'è qualche possibilità?

Il dispositivo intrauterino non è una garanzia al 100% della prevenzione delle gravidanze indesiderate. A volte i casi registrati di attaccamento dell'ovulo nell'utero e il suo ulteriore sviluppo. Una donna può essere sospettata di tale condizione tirando dolori addominali nell'addome, che danno al sacro, un cambiamento nel ciclo mestruale sotto forma di un ritardo o la comparsa di scarico aciclico. Un'urgente necessità di consultare un medico e chiarire la presenza o l'assenza di gravidanza. Dopo gli esami, il medico fa una diagnosi (gravidanza ectopica o uterina, termine) e prende una decisione congiunta con il paziente riguardo al prolungamento o alla sospensione della gravidanza.

Domande frequenti

Mirena può cadere?

Sì, Mirena può cadere. Dipende dalla competenza del medico che stabilisce la spirale, dal rispetto delle raccomandazioni del ginecologo dopo la formulazione e da una serie di altri fattori. Se sospetti una perdita, devi consultare immediatamente un medico.

Cosa fare se le antenne della spirale non sono visibili nella vagina?

Le antenne dell'elica non dovrebbero essere visibili, ma dovrebbero essere accessibili alla donna per il riconoscimento tattile. Se una donna non trova le antenne con le dita, dovresti immediatamente consultare un medico per stabilire la posizione o chiarire la perdita della spirale. È auspicabile brancolare le antenne dell'elica alla donna dopo le mestruazioni, poiché vi è il rischio di perdita asintomatica, il che significa che esiste una possibilità di una gravidanza non pianificata. Più velocemente una donna si rivolge a un medico con le sue paure, prima sarà possibile valutare la possibilità di una gravidanza e ulteriori tattiche.

Chi dovrebbe installare e rimuovere l'elica?

Solo un ostetrico-ginecologo qualificato può installare e rimuovere l'elica.

È possibile mettere le donne non ancora nate Miren?

Spawn non è raccomandato per le donne che partoriscono. Molto spesso hanno una spirale che cade. Ma nella lista delle controindicazioni assolute di non dare alla luce le donne non sono presenti.

È possibile mettere Miren nel diabete?

Sì, puoi. Il diabete mellito non è una controindicazione alla formulazione dell'elica.

Cosa succederà se il tempo non rimuove Miren?

Mirena è una droga ormonale. Dopo la scadenza del periodo di validità, il levonorgestrel non viene rilasciato e non ha il suo effetto ormonale. Anche l'incidenza delle complicanze associate all'uso prolungato dell'elica aumenta:

  • infiammazione dell'utero;
  • violazione della salute riproduttiva delle donne;
  • infiammazione cervicale;
  • violazione della biocenosi vaginale, ecc.

Miren può essere utilizzato per la contraccezione di emergenza?

No, l'IUD ormonale non viene utilizzato per la contraccezione d'emergenza quando si sono già verificati rapporti sessuali. Ci sono molti altri farmaci per prevenire una gravidanza indesiderata.

Posso mettere la mamma che allatta Miren?

Sì, puoi. La spirale non influenza l'allattamento, il levonorgestrel non penetra nel latte materno e, di conseguenza, il farmaco non è pericoloso per il bambino.

Caratteristiche dell'uso del dispositivo intrauterino "Mirena"

Il dispositivo intrauterino "Mirena" è realizzato in plastica e contiene progesterone. Durante il giorno, ha una media di circa 20 μg di sostanza attiva nel corpo di una donna, che contribuisce a effetti contraccettivi e terapeutici.

struttura

Il dispositivo intrauterino (IUD) è costituito da un nucleo riempito con una sostanza ormonale attiva, a causa della quale viene fornito l'effetto principale sul corpo e un caso speciale simile alla lettera "T" in forma. Per evitare il rilascio troppo rapido della sostanza del farmaco, il corpo è coperto da una membrana speciale. Maggiori informazioni sui dispositivi intrauterini →

Il corpo della spirale è inoltre dotato di fili che consentono di rimuoverlo dopo l'uso. L'intera struttura è posizionata in un tubo speciale che consente l'installazione senza impedimenti.

Il principale ingrediente attivo nel nucleo è il levonorgestrel. Inizia a distinguersi attivamente nel corpo non appena il contraccettivo viene installato nell'utero. Il tasso medio di rilascio è fino a 20 μg nei primi anni. Normalmente, entro il quinto anno, la cifra scende a 10 microgrammi. Solo una elica contiene 52 mg di ingrediente attivo.

La componente ormonale del farmaco è distribuita in modo tale da produrre solo un effetto locale. Durante lo IUD, la maggior parte del principio attivo rimane nello strato endometriale che copre l'utero. Nel miometrio (strato muscolare), la concentrazione del farmaco è circa l'1% di quella nell'endometrio, e nel sangue il levonorgestrel si trova in quantità così insignificanti che non è in grado di produrre alcun effetto.

Quando si sceglie Mirena, è importante ricordare che la massa corporea ha un effetto significativo sulla concentrazione del principio attivo nel sangue. Nelle donne con peso ridotto (36-54 kg), gli indicatori possono superare la norma di 1,5-2 volte.

effetto

Il sistema ormonale Mirena produce l'effetto principale non dovuto al rilascio di una sostanza biologicamente attiva nell'utero, ma a causa della reazione del corpo alla presenza di un corpo estraneo in esso. Cioè, con l'introduzione dello IUD, si sviluppa una reazione infiammatoria locale che rende l'endometrio inadatto all'impianto di un ovulo fecondato.

Questo è ottenuto attraverso i seguenti effetti:

  • inibizione dei normali processi di crescita nell'endometrio;
  • diminuzione dell'attività delle ghiandole situate nell'utero;
  • trasformazioni attive dello strato sottomucoso.

Contribuisce ai cambiamenti che si verificano nell'endometrio e all'impatto di levonorgestrel.

Inoltre, a causa del dispositivo intrauterino Mirena, si verifica un ispessimento della secrezione mucosa secreta nella cervice, nonché un restringimento significativo del lume del canale cervicale. Un tale impatto rende difficile per lo sperma di entrare nell'utero con il loro ulteriore avanzamento verso la cellula uovo per la fecondazione.

Il principale ingrediente attivo dell'elica agisce sugli spermatozoi che entrano nell'utero. Sotto la sua influenza, c'è una significativa riduzione della loro motilità, la maggior parte dello sperma perde solo la capacità di raggiungere la cellula uovo.

Il principale meccanismo di azione terapeutica è la reazione dell'endometrio al levonorgestrel. Il suo effetto sullo strato mucoso porta al fatto che la sensibilità dei recettori sessuali agli estrogeni e ai gestageni viene gradualmente persa. Il risultato è semplice: la sensibilità all'estradiolo, che contribuisce alla crescita dell'endometrio, diminuisce notevolmente, e lo strato mucoso diventa più sottile, rifiutato meno attivamente.

testimonianza

Il sistema ormonale è usato nei seguenti casi:

  • metodo di protezione dalla gravidanza indesiderata;
  • menorragia idiopatica;
  • prevenzione e prevenzione della crescita patologica dell'endometrio nel trattamento degli estrogeni;
  • fibromi uterini.

Principalmente nella ginecologia moderna, l'elica di Mirena è usata per controllare la menorragia, che sono caratterizzati da abbondante sanguinamento in assenza di crescita endometriale. Questa condizione può verificarsi in una varietà di patologie del sistema riproduttivo e circolatorio (cancro uterino, trombocitopenia, adenomiosi, ecc.). L'efficacia dell'elica è dimostrata e, entro sei mesi dall'uso, l'intensità della perdita di sangue diminuisce almeno due volte e nel tempo l'effetto può essere comparato anche con la completa rimozione dell'utero.

Controindicazioni

Come con qualsiasi agente terapeutico, lo IUD ha una serie di controindicazioni per le quali è vietato l'uso.

Questi includono:

  • gravidanza o mancanza di fiducia che non si è verificato;
  • processi infettivi nel tratto urogenitale; altro su cistite →
  • cambiamenti precancerosi nella cervice e il suo danno da tumori maligni;
  • sanguinamento uterino di eziologia sconosciuta;
  • grave deformità dell'utero a causa di un grande nodo miomato o tumorale;
  • varie gravi malattie del fegato (cancro, epatite, cirrosi);
  • età superiore a 65 anni;
  • allergico ai componenti utilizzati nella composizione del farmaco;
  • tromboembolismo di qualsiasi organo, tromboflebite, lupus eritematoso sistemico o sospetto di esso.

Ci sono anche un certo numero di condizioni in cui l'elica viene applicata con maggiore cautela:

  • attacchi ischemici transitori;
  • emicranie e mal di testa di origine sconosciuta;
  • ipertensione;
  • insufficienza circolatoria grave;
  • storia di infarto miocardico;
  • varie patologie valvolari del cuore (a causa dell'alto rischio di sviluppare un'endocardite di tipo infettivo);
  • diabete mellito di entrambi i tipi.

Le donne con malattie da questo elenco dovrebbero monitorare attentamente i cambiamenti nella propria salute dopo aver installato il dispositivo intrauterino Mirena. Con la comparsa di eventuali dinamiche negative, è necessario un appello urgente a un medico.

Caratteristiche speciali

Dopo aver installato la spirale delle donne spesso preoccupati per una significativa diminuzione dell'intensità delle mestruazioni o della loro completa scomparsa. Quando si utilizza l'elica di Mirena, questa è una normale reazione del corpo, poiché l'ormone contenuto nel nucleo del farmaco arresta i processi di proliferazione nell'endometrio. Ciò significa che il suo rifiuto o significativamente ridotto, o completamente interrotto.

È importante per le donne ricordare che nei primi mesi dopo l'installazione dello IUD, la profusione delle mestruazioni può aumentare. Non c'è motivo di preoccupazione - è anche una normale reazione del corpo.

Come è l'installazione

L'istruzione per il dispositivo intrauterino Mirena afferma che solo un ginecologo può essere coinvolto nella sua installazione.

Prima della procedura, una donna subisce una serie di test obbligatori che confermano l'assenza di controindicazioni all'uso di un contraccettivo:

  • esami generali del sangue e delle urine;
  • analisi dei livelli di hCG per escludere la gravidanza;
  • esame completo da parte di un ginecologo con esame a due mani;
  • valutazione dello stato delle ghiandole mammarie;
  • analisi che conferma l'assenza di infezioni sessualmente trasmesse;
  • Ultrasuono dell'utero e appendici;
  • tipo esteso colposcopia.

Come contraccettivo per installare la spirale "Miren" è raccomandato per i primi 7 giorni dall'inizio del nuovo ciclo mestruale. Per raggiungere gli obiettivi terapeutici, questa raccomandazione può essere trascurata. L'introduzione dell'elica dopo la gravidanza è consentita solo dopo 3-4 settimane, quando l'utero subirà un processo di recupero.

La procedura inizia con l'inserimento di uno speculum vaginale nella cavità uterina da parte del ginecologo. Quindi la cervice viene trattata con un antisettico con un tampone speciale. Sotto il controllo dello specchio, nella cavità uterina è installato uno speciale tubo per condotti, all'interno del quale si trova una spirale. Il medico, dopo aver controllato la corretta installazione delle spalle della Marina, rimuove il tubo del conduttore e quindi lo specchio. La spirale è considerata consolidata e alla donna viene dato il tempo di riposare per 20-30 minuti.

Effetti collaterali

L'istruzione afferma che gli effetti collaterali che si sviluppano a seguito dell'uso di Mirena non richiedono un trattamento aggiuntivo e scompaiono per lo più dopo pochi mesi dall'inizio dell'uso.

Le principali reazioni avverse sono associate a cambiamenti nella durata delle mestruazioni. Nel 10% dei pazienti ci sono stati reclami sulla comparsa di sanguinamento uterino, sanguinamento prolungato del tipo spotting, amenorrea.

Possibili effetti collaterali dal sistema nervoso centrale. Le più comuni lamentele di mal di testa, nervosismo, irritabilità, cambiamenti di umore (a volte fino a stati depressivi).

Nei primi giorni dopo l'installazione dell'elica, è possibile lo sviluppo di effetti indesiderati dal tratto gastrointestinale. Questo è principalmente nausea, vomito, perdita di appetito, dolore addominale.

Con un'eccessiva suscettibilità al levonorgestrel, sono possibili cambiamenti sistemici, come l'aumento di peso e la comparsa di acne.

Si consiglia di consultare un medico dopo aver installato l'elica quando compaiono i seguenti sintomi:

  • le mestruazioni sono completamente assenti 1,5-2 mesi (è necessario escludere l'inizio della gravidanza);
  • dolore all'addome per lungo tempo;
  • brividi e febbre, il sudore torrenziale apparve di notte;
  • disagio durante il rapporto sessuale;
  • il volume, il colore o l'odore di scarico dal tratto genitale è cambiato;
  • durante il periodo delle mestruazioni fu rilasciato più sangue.

Vantaggi e svantaggi

Lo IUD, come qualsiasi altro agente medico, ha i suoi vantaggi e svantaggi.

I vantaggi di "Mirena" includono:

  • l'efficacia e la durata dell'effetto contraccettivo;
  • impatto locale dei componenti della spirale - questo significa che i cambiamenti sistemici nell'organismo si verificano in quantità minime o non si verificano affatto, a seconda della suscettibilità del paziente;
  • rapido recupero della capacità di concepire dopo la rimozione dell'elica (entro 1-2 cicli in media);
  • installazione rapida;
  • basso costo, ad esempio, rispetto ai contraccettivi orali per 5 anni di utilizzo;
  • prevenzione di un numero di malattie ginecologiche.

Contro "Mirena":

  • la necessità di spendere contemporaneamente una grande quantità di denaro per la sua acquisizione - il prezzo medio di una spirale oggi è di 12.000 rubli o più;
  • c'è il rischio di menorragia;
  • aumenta il rischio di processi infiammatori con frequenti cambiamenti di partner sessuali;
  • se l'elica non è installata correttamente, la sua presenza nell'utero causa dolore e causa sanguinamento;
  • durante i primi mesi di disagio portare abbondanti mestruazioni;
  • Non è un mezzo di protezione dalle infezioni genitali.

Possibili complicazioni

Il sistema ormonale Mirena viene introdotto nella cavità uterina, che è una procedura invasiva. Questo è associato al rischio di una serie di complicazioni che devono essere considerate.

espulsione

Perdita di fondi dalla cavità uterina. Complicazioni considerate frequenti. Per controllarlo, si raccomanda di controllare i fili a spirale nella vagina dopo ogni ciclo mestruale.

Molto spesso, durante il periodo mestruale si verifica un'espulsione invisibile. Per questo motivo, si consiglia alle donne di ispezionare i prodotti per l'igiene in modo da non perdere il processo di caduta.

L'espulsione a metà ciclo raramente passa inosservata. È accompagnato dal dolore, dalla comparsa di un sanguinamento precoce.

Dopo aver lasciato l'utero, l'elica cessa di avere un effetto contraccettivo sul corpo, il che significa che la gravidanza è possibile.

perforazione

La perforazione del muro uterino si presenta come una complicazione quando si utilizza Mirena estremamente raramente. Fondamentalmente, questa patologia accompagna l'installazione dello IUD nella cavità uterina.

Predispongono allo sviluppo di complicanze del parto recente, all'altezza della lattazione, alla posizione atipica dell'utero o alla sua struttura. In alcuni casi, la perforazione contribuisce all'inesperienza del ginecologo, conducendo la procedura di installazione.

In questo caso, il sistema viene rimosso urgentemente dal corpo, perché non solo perde la sua efficacia, ma diventa anche pericoloso.

infezione

Secondo la frequenza di insorgenza di infiammazione infettiva può essere messo tra perforazione ed espulsione. La più grande probabilità di una collisione con questa complicazione si verifica nel primo mese dopo l'installazione dell'elica. Il principale fattore di rischio è considerato un cambiamento costante dei partner sessuali.

Mirena non è stabilita se la donna ha già un processo infettivo acuto nel sistema genito-urinario. Inoltre, le infezioni acute sono una severa controindicazione all'installazione della Marina. Lo strumento deve essere rimosso nel caso in cui si sia sviluppata un'infezione che non è suscettibile agli effetti terapeutici durante i primi giorni.

Ulteriori complicazioni possibili possono essere considerate gravidanza extrauterina (molto raramente, meno dello 0,1% dei casi durante l'anno), amenorrea (una delle più frequenti), sviluppo di cisti ovariche funzionali. La decisione sul trattamento di alcune complicanze è presa dal medico, in base alle condizioni generali del paziente, alle sue caratteristiche individuali.

rimozione

La Marina deve essere rimossa dopo 5 anni di utilizzo. Si raccomanda di eseguire la procedura nei primi giorni del ciclo, se la donna sta per proteggersi dalla gravidanza e oltre. Questa raccomandazione può essere ignorata nel caso in cui dopo la rimozione dell'attuale Mirena, si pianifichi immediatamente di installarne uno nuovo.

La rimozione dell'elica viene effettuata con l'aiuto di fili, che il medico afferra dal forcipe. Se per qualsiasi motivo non sono presenti fili per la rimozione, è necessario espandere artificialmente il canale cervicale e quindi rimuovere l'elica con un gancio.

Se fare l'estrazione di una spirale nel bel mezzo di un ciclo, senza aver stabilito nuove forze navali, la gravidanza è possibile. Prima della rimozione dell'agente, i rapporti sessuali con la fecondazione potrebbero essere avvenuti, e dopo la procedura, la cellula uovo non interferirà più con l'impianto nella cavità uterina.

Quando si rimuove una donna contraccettiva può provare disagio, il dolore a volte può essere acuto. È anche possibile lo sviluppo di emorragie, svenimento, convulsioni convulsive con tendenza all'epilessia, che dovrebbero essere considerate dal medico durante la procedura.

Mirena e gravidanza

Mirena è una droga con alti tassi di efficacia, ma l'inizio della gravidanza indesiderata non è ancora escluso. Se ciò accade, la prima cosa che il medico curante dovrebbe fare è assicurarsi che la gravidanza non sia ectopica. Se viene confermato che l'uovo è stato impiantato nella cavità uterina, il problema viene risolto individualmente da ciascuna donna.

Se il paziente progetta di salvare la gravidanza, deve rimuovere lo IUD. Con la conservazione di Mirena, il rischio di aborti spontanei e nascite premature aumenta significativamente.

In alcuni casi, un'attenta rimozione dell'elica non è possibile. Quindi viene discussa la questione della cessazione artificiale della gravidanza. In caso di rifiuto, una donna viene informata di tutti i possibili rischi e conseguenze per la propria salute e la salute del nascituro.

Se si decide di mantenere la gravidanza, è necessario avvertire la donna della necessità di controllare attentamente le sue condizioni. Se compaiono sintomi sospetti (dolori addominali, febbre, ecc.), Deve consultare immediatamente un medico.

Una donna viene anche informata della possibilità di un effetto virilizzante sul feto (la comparsa di caratteristiche sessuali maschili secondarie in esso), ma tale azione viene raramente riscontrata. Oggi, a causa dell'elevata efficacia contraccettiva di Mirena, non ci sono molti risultati di nascita sullo sfondo del suo utilizzo, ma finora non sono stati registrati difetti alla nascita. Ciò è dovuto al fatto che il bambino è protetto dall'azione della spirale dalla placenta.

Utilizzare dopo il parto e l'allattamento

È stato stabilito con certezza che l'uso di Mirena 6 settimane dopo il parto non ha un impatto negativo sul bambino. La sua crescita e lo sviluppo non si discostano dalle norme sull'età. La monoterapia con progestinici può influenzare la quantità e le proprietà di qualità del latte durante l'allattamento.

Il levonorgestrel entra nel corpo del bambino attraverso l'allattamento al dosaggio di 0,1%. Una quantità simile di sostanza biologicamente attiva non può causare danni alla salute del bambino.

Mirena è un buon metodo contraccettivo per le donne che possono vantare una buona tollerabilità dei farmaci di tipo progestinico. L'uso dell'elica sarà utile per coloro che hanno periodi abbondanti e dolorosi, alto rischio di sviluppare fibromi e miomi, endometriosi attiva. Tuttavia, lo IUD, come qualsiasi altra medicina, ha i suoi svantaggi, ed è per questo che è meglio discutere dell'opportunità del suo uso con il medico. Lo specialista sarà in grado di valutare correttamente l'equilibrio tra rischi e benefici e, se la Mirena elica non si adatta al paziente come terapia o contraccettivo, offrirle un'alternativa.

Autore: Arina Volkova, dottore,
specificamente per Mama66.ru

Mirena

Descrizione a partire dal 5 marzo 2015

  • Nome latino: Mirena
  • Codice ATX: G02BA03
  • Ingrediente attivo: Levonorgestrel (Levonorgestrel)
  • Produttore: Bayer Schering Pharma AG (Germania, Finlandia)

struttura

1 dispositivo intrauterino contiene:

  • levonorgestrel - 52 mg;
  • elastomero di polidimetilsilossano - 52 mg.

Modulo di rilascio

Sistema terapeutico intrauterino Mirena è un nucleo di ormone elastomero bianco o quasi bianco situato sul caso a forma di T e ricoperto da una membrana opaca, che funge da una sorta di regolatore del principio attivo attivo. Il corpo a forma di T è dotato di un'ansa ad un'estremità con un filo attaccato per rimuovere l'elica e le due spalle. Il sistema Mirena è posto in un tubo conduttore e privo di impurità visibili. Il farmaco viene fornito in blister sterili di poliestere o materiale TYVEK nella quantità di 1 pezzo.

Azione farmacologica

Il sistema intrauterino o semplicemente IUD Mirena è un preparato farmaceutico a base di levonorgestrel, che, rilasciato gradualmente nella cavità uterina, ha un effetto gestageno locale. Grazie al componente attivo di un agente terapeutico, la sensibilità dei recettori dell'estrogeno e del progesterone dell'endometrio è ridotta, il che si manifesta in un forte effetto anti-proliferativo.

Osservati cambiamenti morfologici nel rivestimento interno dell'utero e una debole reazione locale a un corpo estraneo nella sua cavità. La mucosa del canale cervicale è significativamente compattata, che impedisce la penetrazione dello spermatozoo nell'utero e inibisce le capacità motorie dei singoli spermatozoi. In alcuni casi, si nota anche la depressione dell'ovulazione.

L'uso del farmaco Mirena modifica gradualmente la natura del sanguinamento mestruale. Nei primi mesi di utilizzo del dispositivo intrauterino, a causa dell'inibizione della proliferazione endometriale, potrebbe verificarsi un aumento della secrezione di sangue dalla vagina. Come si sviluppa l'effetto farmacologico di un agente terapeutico, quando la soppressione pronunciata dei processi proliferativi raggiunge il suo massimo, si verifica un periodo di sanguinamento scarso, che spesso si trasforma in oligo- e amenorrea.

3 mesi dopo l'inizio dell'uso di Mirena, la perdita di sangue mestruale delle donne diminuisce del 62-94%, e dopo 6 mesi - del 71-95%. Questa capacità farmacologica di modificare la natura del sanguinamento uterino è utilizzata per trattare la menorragia idiopatica in assenza di processi iperplastici nelle membrane degli organi genitali femminili o condizioni genitali extra, una parte essenziale della patogenesi della quale è pronunciata ipocoagulazione, poiché l'efficacia del farmaco è paragonabile ai metodi chirurgici di trattamento.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Dopo aver stabilito il sistema intrauterino, la droga inizia ad agire immediatamente, il che si manifesta nel rilascio graduale di levonorgestrel e del suo assorbimento attivo, che può essere giudicato dal cambiamento della sua concentrazione nel plasma sanguigno. La velocità di rilascio del componente attivo è inizialmente di 20 μg al giorno e diminuisce gradualmente, raggiungendo 10 μg al giorno dopo 5 anni. La bobina ormonale Mirena stabilisce una elevata esposizione locale, che garantisce un gradiente di concentrazione della sostanza attiva nella direzione dall'endometrio al miometrio (la concentrazione nelle pareti dell'utero varia di oltre 100 volte).

Entrando nella circolazione sistemica, il levonorgestrel si lega alle proteine ​​del siero: il 40-60% del principio attivo si lega in modo non specifico all'albumina e il 42-62% del componente attivo specificamente al vettore selettivo degli ormoni sessuali GSPG. Circa l'1-2% del dosaggio è presente nel sangue circolante come steroide libero. Durante l'uso di un agente terapeutico, la concentrazione di SHBG diminuisce e la frazione libera aumenta, indicando che l'abilità farmacocinetica del farmaco non è lineare.

Dopo l'inserimento dello IUD, Mirena nella cavità uterina, il levonorgestrel nel plasma sanguigno viene rilevato già dopo 1 ora e la concentrazione massima viene raggiunta dopo 2 settimane. Durante gli studi clinici, è stato dimostrato che la concentrazione del componente attivo dipende dal peso corporeo della donna - con un peso ridotto e / o con un'alta concentrazione di SHBG, la quantità del componente principale nel plasma è più alta.

Il levonorgestrel viene metabolizzato con la partecipazione dell'isoenzima CYP3A4 ai prodotti metabolici finali sotto forma di 3-alfa e 5-beta-tetraidrolevonorgestrel coniugati e non coniugati, e quindi escreto attraverso l'intestino e attraverso i reni con un coefficiente di escrezione di 1,77. In forma invariata, il componente attivo viene eliminato solo in tracce. La clearance totale della sostanza biologica Mirena dal plasma è 1 ml al minuto per chilogrammo di peso. L'emivita è di circa 1 giorno.

Indicazioni per l'uso

  • contraccezione;
  • menorragia idiopatica;
  • endometriosi;
  • fibromi uterini;
  • trattamento profilattico dell'iperplasia endometriale durante la terapia ormonale sostitutiva.

Mirena Spiral - controindicazioni

Controindicazioni assolute per l'uso della bobina ormonale:

  • la gravidanza;
  • malattie infiammatorie degli organi pelvici;
  • endometrite postpartum;
  • processo infettivo nelle parti inferiori del sistema urogenitale;
  • una storia di aborto settico negli ultimi tre mesi;
  • neoplasma maligno dell'utero o della sua cervice;
  • cervicite;
  • tubercolosi del sistema riproduttivo femminile;
  • sanguinamento uterino di origine sconosciuta;
  • displasia cervicale;
  • tumori tumorali ormono-dipendenti;
  • anomalie congenite o acquisite della struttura anatomica e istologica dell'utero;
  • malattia epatica acuta;
  • ipersensibilità ai componenti farmacologici del dispositivo intrauterino.

Condizioni patologiche che possono complicare l'uso del dispositivo intrauterino con levonorgestrel:

  • periodo postparto da 48 ore a 4 settimane;
  • trombosi venosa profonda;
  • malattia trofoblastica benigna;
  • cancro al seno disponibile o nella storia negli ultimi 5 anni;
  • embolia polmonare;
  • sindrome da immunodeficienza acquisita;
  • alta probabilità di infezioni a trasmissione sessuale;
  • patologia epatica attiva (ad esempio epatite virale acuta, cirrosi scompensata, ecc.).

Effetti collaterali di Mirena

Cambiamenti nel ciclo mestruale

Gli effetti collaterali dello IUD dovrebbero iniziare con un cambiamento nella natura e nella natura ciclica del sanguinamento mestruale, perché appaiono molto più spesso di altri effetti avversi delle misure terapeutiche. Pertanto, la durata del sanguinamento aumenta nel 22% delle donne e le emorragie uterine irregolari sono osservate nel 67%, considerando i primi 90 giorni dopo l'installazione del farmaco Mirena. La frequenza di questi fenomeni diminuisce gradualmente man mano che la bobina ormonale col tempo rilascia meno sostanze biologicamente attive e entro la fine del primo anno è rispettivamente del 3% e del 19%. Tuttavia, il numero di manifestazioni di altri disturbi mestruali aumenta - entro la fine del primo anno, l'amenorrea si sviluppa nel 16% e il sanguinamento raro nel 57% dei pazienti.

Altri effetti collaterali

  • Da parte del sistema immunitario: eruzione cutanea e prurito, orticaria, angioedema.
  • Dal sistema nervoso: mal di testa, emicrania, umore depresso fino alla depressione.
  • Effetti collaterali del sistema riproduttivo e delle ghiandole mammarie: vulvovaginite, secrezione del tratto genitale, infezione degli organi pelvici, dismenorrea, dolore alle ghiandole mammarie, espulsione della spirale intrauterina, cisti ovariche, perforazione dell'utero.
  • Gastrointestinale: dolore addominale, nausea.
  • Disturbi dermatologici: acne, irsutismo, alopecia.
  • Dal momento che il sistema cardiovascolare: aumento della pressione sanguigna.

Dispositivo intrauterino Mirena: istruzioni per l'uso (metodo e dosaggio)

Disposizioni generali per il funzionamento del farmaco

Il contraccettivo Mirena viene iniettato direttamente nella cavità uterina, dove esercita i suoi effetti farmacologici per 5 anni. La velocità di rilascio del componente ormonale attivo è di 20 μg al giorno all'inizio dell'uso dello IUD e diminuisce gradualmente fino a 10 μg al giorno dopo 5 anni. Il tasso medio di eliminazione di levonorgestrel durante l'intero corso terapeutico è di circa 14 microgrammi al giorno.

C'è un indicatore speciale dell'efficacia dei contraccettivi, che riflette il numero di gravidanze in 100 donne durante l'uso di contraccettivi. Con l'installazione corretta e il rispetto di tutte le regole per l'uso di un dispositivo intrauterino, l'indice Pearl for Mirena è circa dello 0,2% per 1 anno, e lo stesso dato per 5 anni è dello 0,7%, che esprime l'efficienza incredibilmente elevata di questo metodo contraccettivo ( per confronto: per i preservativi, l'indice della Perla va dal 3,5% all'11%, e per sostanze chimiche come gli spermicidi, dal 5% all'11%).

L'installazione e la rimozione del sistema intrauterino possono essere accompagnate da dolore all'addome, sanguinamento moderato. Inoltre, la manipolazione può causare svenimento a causa di una reazione vascolare-vagale o di un attacco convulsivo in pazienti con epilessia, pertanto potrebbe essere necessario utilizzare l'anestesia locale degli organi genitali femminili.

Prima di installare il farmaco

Si raccomanda di installare il dispositivo intrauterino solo da un medico esperto in questo tipo di contraccezione, poiché sono richieste condizioni asettiche obbligatorie e adeguate conoscenze mediche dell'anatomia femminile e del funzionamento di un preparato farmaceutico. Immediatamente prima dell'installazione, è necessario condurre un esame generale e ginecologico al fine di eliminare i rischi di un ulteriore uso di contraccettivi, la presenza di gravidanza e la malattia, che fungono da controindicazioni.

Il medico deve determinare la posizione dell'utero e la dimensione della sua cavità, poiché la corretta posizione del sistema Mirena assicura che il componente attivo sia influenzato in modo uniforme dall'endometrio, il che crea le condizioni per la sua massima efficacia.

Istruzioni su Mirena per il personale medico

Visualizza la cervice con specchi ginecologici, trattalo e la vagina con soluzioni antisettiche. Afferrare il labbro superiore della cervice con una pinza e, con un'attenta trazione, raddrizzare il canale cervicale, fissare questa posizione degli strumenti medici fino alla fine della manipolazione del dispositivo intrauterino. Avanzando lentamente la sonda uterina attraverso la cavità d'organo fino al fondo dell'utero, determinare la direzione del canale cervicale e la profondità esatta della cavità, in parallelo, escludendo possibili partizioni anatomiche, sinechie, fibromi sottomucosi o altri ostacoli. Se il canale cervicale è stretto, si raccomanda di usare anestesia locale o conduttiva per la sua espansione.

Controllare l'integrità della confezione sterile con il farmaco, quindi aprirlo ed estrarre il dispositivo intrauterino. Spostare il cursore verso la posizione più lontana in modo che il sistema venga trascinato nel tubo del condotto e assuma l'aspetto di un piccolo bastoncino. Tenendo il cursore nella stessa posizione, impostare il bordo superiore dell'anello indice in base alla distanza misurata in precedenza sul fondo dell'utero. Spingere con cautela la guida attraverso il canale cervicale fino a quando l'anello si trova a circa 1,5-2 cm dalla cervice.

Dopo aver raggiunto la posizione richiesta della spirale, spostare lentamente il cursore sull'apertura completa del gancio orizzontale e attendere 5-10 secondi finché il sistema non diventa a forma di T. Promuovere il conduttore nella posizione del fondo, come indicato dal contatto completo dell'anello indice con la cervice. Tenendo il conduttore in questa posizione, rilascia il farmaco usando la posizione più bassa del cursore. Rimuovere con cura il conduttore. Tagliare i fili ad una lunghezza di 2-3 cm, partendo dal sistema esterno dell'utero.

Si raccomanda di confermare la corretta posizione del dispositivo intrauterino utilizzando gli ultrasuoni subito dopo la manipolazione dell'installazione del farmaco Mirena. Riesame eseguito dopo 4-12 settimane e 1 volta all'anno. In presenza di indicazioni cliniche, l'esame ginecologico e il controllo della corretta posizione della spirale con metodi funzionali di diagnostica di laboratorio devono essere effettuati regolarmente.

Rimozione del dispositivo intrauterino

Mirena deve essere rimosso dopo 5 anni dall'installazione, poiché l'efficacia dell'agente terapeutico si riduce significativamente dopo questo periodo. La letteratura medica descrive anche casi di effetti avversi in modo tempestivo non rimossi il dispositivo intrauterino con lo sviluppo di malattie infiammatorie degli organi pelvici e alcune altre condizioni patologiche.

Per estrarre il farmaco richiede una stretta aderenza alle condizioni asettiche. La rimozione di Mirena è un accurato allungamento del filo, catturato da speciali pinze ginecologiche. Se i filamenti non sono visibili e il dispositivo intrauterino si trova in profondità nella cavità del corpo, è possibile utilizzare un gancio di trazione. Potrebbe anche richiedere la dilatazione del canale cervicale.

Dopo aver rimosso il farmaco, Mirena dovrebbe ispezionare il sistema per la sua integrità, poiché in alcune situazioni si può osservare una separazione del nucleo ormone-elastomero o il suo scivolamento sulle spalle del corpo a forma di T. Sono descritti casi patologici in cui tali complicanze di rimozione del dispositivo intrauterino richiedono un ulteriore intervento ginecologico.

overdose

Con l'uso corretto e il rispetto di tutte le regole per l'impostazione del dispositivo intrauterino, il sovradosaggio con una preparazione farmaceutica è impossibile.

interazione

Gli induttori degli enzimi farmaceutici, in particolare i catalizzatori biologici del sistema del citocromo P 450, coinvolti nella degenerazione metabolica di farmaci come gli anticonvulsivanti (fenobarbital, fenitoina, carbamazepina) e gli antibiotici (Rifampicina e altri), migliorano la conversione biochimica dei gestageni. Tuttavia, la loro influenza sull'efficacia del farmaco Mirena è insignificante, dal momento che il principale punto di applicazione delle capacità terapeutiche del dispositivo intrauterino è l'effetto locale sull'endometrio.

Condizioni di vendita

Rilasciato presso i chioschi della farmacia con una prescrizione.

Condizioni di conservazione

La spirale ormonale intrauterina deve essere conservata in un contenitore sterile in un luogo inaccessibile ai bambini, che è protetto dalla luce solare diretta. La temperatura corretta non deve superare i 30 gradi Celsius.

Periodo di validità

Istruzioni speciali

Bobina ormonale Mirena nel mioma uterino

I fibroidi uterini (altri nomi - fibromioma o leiomioma) sono un tumore benigno che cresce dallo strato muscolare dell'utero (miometrio) ed è una delle più comuni malattie ginecologiche. Il punto focale patologico è un nodo di fibre muscolari lisce tessute a caso da diversi millimetri a diversi centimetri. Per il trattamento di questa unità nosologica, di norma, viene utilizzato un intervento chirurgico, tuttavia uno schema di terapia conservativa è attualmente in fase di sviluppo.

Il farmaco di scelta sono i farmaci ormonali con il tipo preferito di interazione locale, perché il dispositivo intrauterino Mirena è una sorta di gold standard per la riabilitazione dei fibromi uterini.

L'effetto anti-estrogenico si realizza riducendo le dimensioni dei nodi patologici, prevenendo possibili complicazioni e riducendo il volume dell'intervento chirurgico al fine di preservare la massima struttura fisiologica dell'utero e rendere possibili future gravidanze.

Mirena Spiral with Endometriosis

L'endometriosi è una condizione patologica quando le cellule dello strato interno dell'utero crescono oltre. Le strutture istologiche hanno recettori per gli ormoni sessuali femminili, che provocano gli stessi cambiamenti del normale endometrio, manifestato da sanguinamento mensile, in risposta al quale si sviluppa una reazione infiammatoria.

La malattia ginecologica è insita nelle donne in età riproduttiva e, oltre alle sensazioni dolorose, può portare alla sterilità - una complicazione frequente dell'endometriosi, perché è così importante diagnosticare tempestivamente e approcciare appropriatamente il trattamento di una condizione patologica. Naturalmente, la terapia dell'endometriosi può rappresentare un intervento chirurgico con un approccio mini-invasivo e pochi effetti collaterali, ma dove è preferibile scegliere terapie conservative.

Il dispositivo intrauterino Mirena è un rimedio efficace per l'eliminazione dell'endometriosi per diversi motivi:

  • un effetto provato dalla droga di un farmaco, manifestato dall'inibizione della crescita di focolai patologici, una diminuzione delle loro dimensioni e un riassorbimento graduale;
  • minori effetti collaterali rispetto ad altri prodotti farmaceutici;
  • sollievo dal dolore, intrinsecamente associato al problema dell'endometriosi;
  • nessuna necessità di pillole orali o iniezioni giornaliere;
  • normalizzazione del ciclo mestruale;
  • non c'è bisogno di contraccezione.

Dispositivo intrauterino per iperplasia endometriale

L'iperplasia endometriale è una condizione patologica estremamente simile all'endometriosi, in quanto è una crescita eccessiva e un ispessimento della mucosa degli organi genitali femminili. La differenza sta nella corretta posizione anatomica delle strutture istologiche, che modifica solo i sintomi e le possibili complicanze, ma non li elimina.

Riconoscere l'unità nosologica consente sanguinamento abbondante e prolungato durante le emorragie mestruali o uterine non associate al ciclo, la mancanza di ovulazione e l'impossibilità di impiantare l'embrione nell'endometrio modificato, che è una manifestazione di elevati livelli di estrogeni nel corpo. Il trattamento eziologico di questo problema, volto ad eliminare la causa immediata, è un mezzo ormonale con un marcato effetto anti-estrogenico.

La maggior parte dei ginecologi preferisce utilizzare il sistema intrauterino Mirena a causa dell'affidabilità della sua azione farmacologica, della praticità di uso quotidiano, che non richiede conoscenze mediche e relativa convenienza rispetto ad altri agenti terapeutici, perché l'uso di Mirena non comporta spese giornaliere su compresse orali o iniezioni.

Gravidanza dopo l'applicazione del dispositivo intrauterino Mirena

Poiché il contraccettivo ha prevalentemente effetti farmacologici locali, il completo ripristino di tutti i parametri fisiologici dopo la rimozione del farmaco avviene abbastanza rapidamente. Durante l'anno successivo all'evacuazione del sistema, la frequenza delle gravidanze pianificate raggiunge il 79,1-96,4%. Lo stato istologico dell'endometrio viene ripristinato dopo 1-3 mesi e il ciclo mestruale viene completamente ricostruito e normalizzato entro 30 giorni.

analoghi

Esistono diversi prodotti farmaceutici con un codice ATH corrispondente e una composizione simile di principi attivi: Jaydes, Postinor, Evadir, Eskapel, ma giustamente solo Jaides può essere definito un analogo, poiché il farmaco è rappresentato da un sistema intrauterino levonorgestrel con un dosaggio inferiore, e quindi calcolato solo per tre anni di uso permanente.

Con l'alcol

La droga farmaceutica ha un effetto terapeutico locale pronunciato e in piccole quantità nella circolazione sistemica del corpo femminile, perché non interagisce con i componenti delle bevande alcoliche, ma il loro dosaggio è raccomandato, al fine di non causare altri effetti collaterali o effetti collaterali.

Durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso del dispositivo intrauterino Mirena è controindicato durante la gravidanza o lo si sospetta, poiché qualsiasi dispositivo contraccettivo intrauterino aumenta il rischio di aborto spontaneo e parto prematuro. Rimuovere o sondare il sistema può anche portare all'evacuazione non pianificata del feto dall'utero. Se non è possibile rimuovere con cura il contraccettivo, l'appropriatezza dell'aborto medico dovrebbe essere discussa secondo le indicazioni.

Se una donna vuole preservare la gravidanza, quindi, prima di tutto, il paziente deve essere pienamente informato sui possibili rischi e sulle conseguenze negative sia per il suo corpo che per il bambino. In futuro, dovrebbe monitorare attentamente il corso della gravidanza ed essere sicuri di escludere l'impianto ectopico con metodi diagnostici affidabili.

A causa dell'applicazione locale del contraccettivo ormonale, esiste una possibilità di un effetto virilizzante sul feto, tuttavia, a causa dell'elevata efficacia del farmaco Mirena, l'esperienza clinica con i risultati della gravidanza durante l'utilizzo del dispositivo intrauterino è molto limitata. Questo dovrebbe anche informare la donna che vuole mantenere la gravidanza.

L'allattamento al seno non è una controindicazione per l'uso del sistema intrauterino, sebbene piccole quantità del componente attivo (circa lo 0,1% della dose) possano essere somministrate al latte durante l'allattamento. È improbabile che tali magre quantità di levonorgestrel abbiano effetti farmacologici sul bambino. La stragrande maggioranza della comunità medica concorda sul fatto che l'uso del farmaco 6 settimane dopo il parto non ha effetti negativi sulla crescita e lo sviluppo del giovane organismo.

Recensioni Mirena

La droga farmaceutica è molto popolare tra le donne in età riproduttiva, perché le revisioni Mirena del dispositivo intrauterino hanno il seguente:

  • Il contraccettivo è comodo da usare, perché non è necessario aderire a un regime regolare, come nel caso dei contraccettivi ormonali orali, o regole speciali di nutrizione, perché il componente attivo ha un effetto locale;
  • L'indice di Pearl costituisce una credibilità abbastanza ampia del prodotto farmaceutico, che è confermato da recensioni e raccomandazioni su Internet;
  • L'incidenza della maggior parte dei formidabili effetti collaterali è incredibilmente piccola, il che rende possibile non pensare nemmeno ai modi per eliminarlo quando si prende una decisione sull'uso del contraccettivo Mirena.

Il parere e il feedback dei medici si basa non solo sull'efficacia degli effetti farmacologici contraccettivi del sistema intrauterino, ma anche sulle proprietà terapeutiche del farmaco. I risultati di studi clinici consentono l'uso di elica di Mirena nell'endometriosi, iperplasia del rivestimento uterino e neoplasie benigne del suo strato muscolare. I ginecologi qualificati considerano il regime di trattamento conservativo di questo contraccettivo - il farmaco di scelta per le unità nosologiche di cui sopra.

Recensioni della Marina Mirena da parte di donne che la usavano a scopo terapeutico, anche piene di emozioni positive. Tale trattamento non solo a volte consente di evitare un intervento chirurgico, che lascia inevitabilmente cicatrici deturpanti o altri difetti della pelle, ma elimina anche i focolai patologici della malattia. Praticamente qualsiasi forum tematico o risorsa Internet consiglia di discutere questo schema di trattamento conservativo con un medico personale.

Prezzo Mirena, dove comprare

Bobina ormonale Mirena è un prodotto farmaceutico di produzione finlandese, che può influenzare in modo significativo il costo della contraccezione. Ciò è particolarmente evidente quando si confrontano i prezzi sul territorio della Federazione Russa, dal momento che alcune farmacie e catene utilizzano contratti personali. Cioè, è possibile comprare la spirale di Mirena a Mosca per 11.750 rubli, in Krasnoyarsk - per 10.890 rubli, e in Ufa la spirale ormonale costa 11.100 rubli. Il prezzo della Marina Mirena a Mosca e in altre città del paese è indicato sulla base dei risultati generali delle ricerche di mercato, che possono manifestarsi nella differenza del costo nelle farmacie.

In Ucraina, nel dispositivo intrauterino Mirena, il prezzo oscilla molto meno che nella Federazione Russa. Così, per esempio, a Dnepropetrovsk è possibile acquistare una preparazione farmaceutica per 1800 grivna, e in Nikolaev il sistema viene venduto per 1.750 grivna.