Idronefrosi allo stadio 1: cause, metodi di trattamento

Prevenzione

Il principale fattore che porta all'accumulo di liquidi all'interno del rene, è una violazione del deflusso dal sistema urinario. L'idronefrosi di grado 1 diventa il primo stadio della malattia quando si verificano varie opzioni di ostruzione urinaria. È necessario identificare questo problema e iniziare immediatamente il trattamento, senza attendere che lo stadio della malattia si deteriori, quando la trasformazione idronefrostica del rene diventa irreversibile.

motivi

Le cause più comuni di idronefrosi sono la violazione dell'urina a causa di un restringimento che si verifica a livello dell'uretere o della pelvi renale. A seconda della posizione degli ostacoli ci sono i seguenti fattori:

  • problemi a livello dell'uretra e della vescica (gonfiore, infiammazione);
  • cambiamenti nell'uretere (stenosi, pietra, anomalia dello sviluppo, compressione);
  • ostruzioni nella zona del bacino (tumore, cisti sinusale, pietra, anomalia vascolare).

A volte i problemi con il sistema urinario sorgono a causa di una posizione anormale dei vasi nella regione del seno, che è più spesso nel rene sinistro. In ogni caso, i problemi con il deflusso di urina causano idronefrosi.

Fasi della malattia

Non si verifica un immediato aumento delle dimensioni del rene a causa dell'accumulo di liquidi. Idronefrosi si sviluppa in 3 fasi:

  1. solo la pelvi (pyeloectasia) aumenta e si espande;
  2. un progressivo aumento del fluido interrompe il lavoro del corpo con la formazione di coppe espanse (idrocalcosi);
  3. il rene si trasforma in un sacco di liquido che non svolge una funzione urinaria.

Il problema del deflusso anomalo delle urine deve essere identificato nelle prime fasi al fine di prevenire la formazione dell'ultima fase, quando nulla può essere fatto. L'idronefrosi di grado 2 è curabile se il trattamento viene avviato tempestivamente.

classificazione

A seconda delle ragioni, l'idronefrosi è suddivisa nei seguenti tipi:

  • primaria, quando le difficoltà di minzione si verificano nei bambini sullo sfondo della patologia congenita del sistema urinario;
  • secondaria, associata a malattie del sistema urinario (tumore, trauma, pietra dell'uretere).

A seconda del livello di blocco, sono possibili le seguenti forme di idronefrosi:

  • cambiamenti unilaterali nel rene sinistro o destro;
  • trasformazione idronefrotica bilaterale in violazione del deflusso a livello della vescica.

Sintomi di patologia

Nelle prime fasi dell'idronefrosi non ci sono manifestazioni tipiche. I sintomi possono indicare un'infiammazione cronica nei reni (pielonefrite). In alcuni casi, vi è una situazione acuta (colica renale) associata a blocco del tratto urinario con una pietra. I sintomi di idronefrosi sono caratterizzati dalle seguenti manifestazioni:

  • dolore nella parte destra o sinistra di vari gradi di intensità;
  • diminuzione della quantità di urina escreta;
  • sangue nelle urine.

Se, oltre all'accumulo di liquidi, si verifica un'infezione alle vie urinarie o una esacerbazione dell'infiammazione cronica, la temperatura corporea sarà elevata. Spesso all'inizio, con cambiamenti minimi, i sintomi indicano pielonefrite, il cui trattamento viene effettuato. Tuttavia, se c'è un'ostruzione con deflusso alterato, un ulteriore aumento delle dimensioni del rene aiuterà a fare la diagnosi corretta.

diagnostica

Un esame completo deve essere eseguito presso l'urologo. Dopo l'ispezione, è necessario superare i seguenti tipi di diagnostica:

  • ecografia, in cui il medico può assumere la presenza di accumulo di liquidi nel rene destro e sinistro;
  • urografia escretoria, con la quale è possibile vedere la trasformazione idronefrotica nelle immagini;
  • cromocistoscopia, che fornisce l'identificazione delle cause dei disturbi urinari.

Metodi di trattamento

Il corso delle misure terapeutiche dipende dallo stadio e dalle cause dell'idronefrosi. Nelle fasi iniziali della malattia, tutte le procedure sono mirate a migliorare la pervietà delle vie urinarie: se è possibile rimuovere l'ostacolo, non ci sarà un'ulteriore progressione della malattia. Nelle fasi successive di idronefrosi, il medico suggerirà un trattamento chirurgico. Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • idronefrosi unilaterale nella forma corrente;
  • danno renale bilaterale;
  • anormalità delle strutture renali;
  • urolitiasi con un ostacolo sotto forma di una pietra;
  • tumori renali;
  • danno traumatico alle vie urinarie.

La scelta del trattamento per l'idronefrosi dipende da molti fattori. Sulla base dell'esame, il medico suggerirà una chirurgia ricostruttiva, una tecnica di puntura di scarico o nefrectomia.

La migliore opzione di trattamento per l'idronefrosi di grado 1 è la rimozione di un ostacolo al deflusso delle urine. Se, come risultato della terapia, viene rapidamente raggiunto, il rischio di complicazioni può essere evitato.

Idronefrosi renale di cosa si tratta, il risultato della malattia

La trasformazione idronefrotica o idronefrosi del rene è una malattia il cui principale sintomo è la progressiva espansione del sistema renale pelvi-renale. Questa patologia si sviluppa a seguito di un flusso di urina disturbato, che porta ad un aumento della pressione idrostatica nelle tazze e nella pelvi.

A causa della pressione dei vasi, la nutrizione è disturbata, si verificano atrofia del tessuto renale e si verifica un significativo deterioramento delle loro funzioni. Spesso l'idronefrosi si verifica nelle giovani donne. Di norma, è interessato solo un rene. Idronefrosi del rene destro e sinistra si verifica con la stessa frequenza.

Cos'è?

L'idronefrosi è una malattia caratterizzata da un'espansione persistente e progressiva del sistema pelvico renale. Ciò è dovuto al deflusso anomalo delle urine, che porta all'atrofia del tessuto renale.

cause di

La causa più comune di idronefrosi congenita nei bambini è una violazione della struttura del sito di scarico dell'uretere dalla pelvi renale. Ad esempio, se l'uretere si muove troppo in alto, si piega. Questo interrompe il flusso di urina dal rene e contribuisce al suo ristagno. La compressione può essere causata da un'arteria renale localizzata in modo anomalo.

Altre cause di idronefrosi:

  1. Gravidanza.
  2. Malattie ginecologiche: cancro cervicale, cisti ovariche, endometriosi, ascessi (ascessi) delle tube di Falloppio e delle ovaie.
  3. I tumori si trovano vicino agli ureteri e li spremono all'esterno.
  4. Lesioni fungine degli ureteri e dell'uretra.
  5. Malattie della vescica: diverticoli, tumori, re-iniezione di urina dalla vescica negli ureteri a causa di insufficiente funzione delle valvole.
  6. Aneurisma aortico.
  7. Malattie della prostata: prostatite, adenoma prostatico benigno, tumori maligni.
  8. Urolitiasi (blocco della pietra ureterale).
  9. Lesioni agli ureteri e alla vescica.

Malattie infiammatorie del sistema urinario: uretrite (infiammazione degli ureteri), cistite (infiammazione della vescica).

classificazione

A seconda della gravità dell'atrofia del parenchima renale, ci sono 4 gradi di idronefrosi:

  • 1 grado - il parenchima è conservato,
  • Grado 2 - lieve danno al parenchima,
  • Grado 3 - danno significativo
  • 4 gradi - assenza del parenchima, il rene non funziona.

Ci sono tre fasi dello sviluppo di questa malattia:

  • Stadio I - solo la pelvi renale viene espansa, la funzione renale è invariata o ridotta in misura lieve.
  • Stadio II: la dimensione del rene aumenta del 15-20%, il bacino si espande in modo significativo, il suo muro diventa più sottile. La capacità di evacuazione della pelvi è significativamente compromessa. La funzione renale è ridotta del 20-40%.
  • Stadio III - dimensione del rene aumentata di 1,5-2 volte. Il bacino e le coppe sono molto espanse, il rene è una cavità multi-camera. Vi è una forte violazione della capacità di evacuazione del bacino. La funzione renale è ridotta del 60-80% o del tutto assente.

A seconda della causa, l'idronefrosi può essere congenita o acquisita.

  • L'idronefrosi di Ariobreta può essere causata da urolitiasi, tumori, danni alle vie urinarie.
  • nell'idronefrostenosi congenita, ci può essere un malfunzionamento della struttura delle cellule nefroniche o la stenosi del segmento pieleterario, che è causata da stenosi, una valvola della mucosa ureterale, compressione da un vaso addizionale, ecc.

Sia l'idronefrosi congenita che acquisita può essere asettica o infetta.

Sintomi di idronefrosi

L'idronefrosi è una condizione acuta e i suoi sintomi spesso ricordano la pielonefrite.

I sintomi più comuni di idronefrosi sono:

  1. I pazienti possono lamentarsi del dolore nella regione lombare, nonché del disagio nell'addome inferiore e medio (una varietà di siti di dolore è associata a una varietà di fattori che hanno causato la malattia).
  2. Le sensazioni dolorose sono costanti, meno spesso - di natura parossistica, possono aumentare con il movimento. Il dolore è causato dal fatto che la capsula del rene viene stirata sotto pressione dall'organo in espansione;
  3. Un aumento della temperatura corporea superiore a 38 ° C è osservato nel caso di infezione da idronefrosi;
  4. Disturbi disurici (disturbi urinari), come una diminuzione della quantità di urina, il suo oscuramento o appannamento associato a processi stagnanti nel sistema urinario.

I restanti segni di intossicazione (mal di testa, vomito, debolezza e sonnolenza) possono comparire indipendentemente dalla presenza o dall'assenza di infezione.

diagnostica

Al minimo sospetto di idronefrosi, è necessario applicare metodi diagnostici che confermino la diagnosi, determinando la causa di idronefrosi, accertando lo stadio del suo sviluppo;

  1. Dovrebbe essere effettuato un esame completo: esami del sangue e delle urine.
  2. Esame a raggi X del rene - il metodo principale per la diagnosi di idronefrosi. Una radiografia del sondaggio consente di determinare la dimensione dei reni e rilevare eventuali pietre. Su una serie di urogrammi endovenosi, si può notare il lento accumulo di una soluzione di contrasto nella pelvi dilatata (pelvi) e nelle tazze. Gli urogrammi mostrano un bacino esteso e arrotondato, tazze allargate. Con una compromissione significativa della funzionalità renale, la soluzione di contrasto può accumularsi in concentrazione sufficiente solo dopo 1-2 ore o non essere affatto isolata da un rene malato.
  3. Per determinare il grado di disfunzione renale, viene eseguito uno studio radioisotopico e una scansione dei reni.
  4. Esame ad ultrasuoni dei reni: consente di determinare l'aumento e le dimensioni del bacino e dei reni, il grado di espansione, lo spessore del tessuto renale.

Per chiarire la diagnosi, sono possibili l'angiografia, la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica.

effetti

La conseguenza di idronefrosi può essere insufficienza renale. In questo caso, il rene smette di funzionare e non filtra il sangue. A causa dell'intossicazione del corpo, può verificarsi la morte.

Urolitiasi molto comune, in concomitanza con idronefrosi. Non meno pericolosa è la rottura spontanea della coppa del bacino o del rene e l'urina si riverserà nella cavità addominale, causando la sepoltura urogenica. Inoltre, quando si sviluppa idronefrosi, l'uremia può svilupparsi. Pertanto, se si sospetta che una malattia renale dovrebbe contattare immediatamente uno specialista.

Trattamento di idronefrosi renale

La terapia della malattia dovrebbe essere finalizzata all'eliminazione delle sue cause e al mantenimento della funzionalità renale. Forse trattamento conservativo e chirurgico di idronefrosi. I metodi di terapia farmacologica sono usati per alleviare il dolore, ridurre la pressione sanguigna, eliminare l'uremia ed eliminare l'infezione secondaria.

Quali farmaci sono prescritti per l'idronefrosi:

  • farmaci antibatterici ad ampio spettro - penicilline protette (augmentina), cefalosporine (cefadox), fluorochinoloni (levofloxacina, ciprofloxacina);
  • β2-adrenomimetic hexoprenaline (ginipral) - riduce il tono ed espande il lume dell'uretere;
  • antispasmodici miotropi - drotaverina (no-spa), papaverina;
  • diuretici - spesso loopback (furosemide, torasemide);
  • farmaci antipertensivi: gli ACE inibitori (Enap, prestarium) e i calcio antagonisti (amlodipina) sono i più efficaci;
  • antidolorifici - oppioidi (morfina, promedolo) per colica renale o agenti antinfiammatori non steroidei (movalis, nimesil).

Per eliminare l'uremia vengono utilizzati metodi di disintossicazione afferenti: plasmaferesi, emodialisi.

Trattamenti chirurgici

I chirurghi utilizzano diverse tecniche chiave nel trattamento delle trasformazioni idronefrostiche del rene.

Nelle prime fasi del decorso della malattia, il lume dell'uretere è efficace e nelle fasi successive viene mostrato il bacino di plastica e la correzione delle dimensioni. Se il rene destro subì una trasformazione idronefrotica, allora con il trattamento chirurgico c'è un alto rischio di danni al pancreas.

Alcuni giorni prima dell'operazione, viene installato un catetere o cistostomia per facilitare la rimozione dell'urina e ridurre il carico sull'organo interessato. Quando la funzione renale è parzialmente preservata, gli specialisti eseguono una delle seguenti operazioni:

  1. Creare una bocca aggiuntiva tra il rene e l'uretra.
  2. Chirurgia plastica patchwork.
  3. Endotomia styktury utilizzata per ridurre le dimensioni del bacino.
  4. Rene di plastica con laparoscopia.
  5. Prostrazione dell'uretere.

Altrettanto importante è la dieta, che consiste nel ridurre la quantità di proteine ​​e aumentare l'assunzione di fibre. Questo riduce il carico sull'organo interessato e allevia le condizioni del paziente. Il periodo di recupero dura circa 14 giorni.

Nelle fasi finali del processo patologico, il rene viene rimosso. Questa decisione viene presa in base ai risultati di un esame diagnostico, se la funzione dell'organo viene persa.

Idronefrosi neonatale

L'idronefrosi neonatale o l'idronefrosi postnatale è una conseguenza dell'idronefrosi prenatale (prenatale). L'idronefrosi è un ingrossamento della pelvi renale e / o un aumento delle dimensioni del rene a causa del deflusso alterato di urina.

Nella maggior parte dei casi, la causa è l'ostruzione dei canali urinari (uretere alla giunzione con il rene o vescica, così come il blocco dell'uretra) o, più raramente, il reflusso vescico-ureterale (un malfunzionamento della valvola tra l'uretere e la vescica, che impedisce all'urina di tornare all'uretere e un rene dalla vescica). Di solito, l'idronefrosi viene rilevata nel feto durante la gravidanza a causa di un esame ecografico, ei medici sono pronti per la scelta corretta del trattamento e dell'osservazione necessari.

Trattamento di idronefrosi nei bambini

La maggior parte dei bambini dovrà sottoporsi a un esame ecografico circa una volta ogni tre mesi durante il primo anno di vita, in modo che gli specialisti possano determinare correttamente il grado e la progressione dell'idronefrosi. Molti bambini con diagnosi di idronefrosi prenatale sono sotto la stretta supervisione dei medici, perché la loro condizione è in grado di normalizzarsi nel tempo senza un intervento chirurgico. Nella maggior parte dei casi di forme leggere e moderate di idronefrosi, è necessario solo un monitoraggio periodico.

Se il decorso dell'idronefrosi in un bambino peggiora nel tempo o se inizialmente viene diagnosticata una forma grave, può essere necessario un intervento medico. L'operazione viene solitamente eseguita da un urologo pediatrico. La procedura più comune per correggere l'idronefrosi è la pieloplastica. La pieloplastica comporta la rimozione di parti dell'uretere che sono ristrette o ostruite e quindi riattaccate alla parte sana del sistema di drenaggio. Il successo e l'esito della pieloplastica è di circa il 95%. Ci sono momenti in cui altre operazioni potrebbero essere necessarie.

Idronefrosi durante la gravidanza

Durante la gravidanza, l'idronefrosi diventa una seria sfida per le donne. Un feto in crescita può esercitare una pressione sull'uretere, impedendo in tal modo il normale flusso di urina.

Spesso durante la gravidanza, l'idronefrosi progredisce rapidamente, causando pielonefrite. Pertanto, la donna incinta dovrebbe sempre essere osservata da un medico. Se viene rilevata idronefrosi nelle donne in gravidanza, viene effettuato un trattamento conservativo tenendo conto della situazione della donna e con un rischio minimo per il feto. Se necessario, la chirurgia è inevitabile, quindi le donne in gravidanza devono monitorare attentamente le loro condizioni.

prospettiva

La prognosi dell'idronefrosi può dare vari indicatori. Tutto dipende dal corso dell'operazione e dalle possibili complicazioni. In metà dei pazienti dopo un intervento operabile, trovano complicazioni che portano a ripetuti interventi chirurgici, ospedalizzazione sistematica e terapia continua.

Se l'idronefrosi si è sviluppata solo a sinistra o solo a destra, allora la prognosi è relativamente favorevole, poiché anche nel caso di una forma grave della malattia, un rene può essere rimosso, salvando così l'intero corpo dall'infezione e da ulteriori malattie.

Nel caso di una doppia diagnosi, la chirurgia non è sempre efficace. E anche se la doppia idronefrosi è troppo rara, il paziente potrebbe non sopravvivere senza almeno un trapianto di rene, poiché nella maggior parte dei casi ci sono tutte le indicazioni per la rimozione di entrambi i reni, che è incompatibile con la vita. Se, tuttavia, entrambi i reni possono essere salvati, allora ogni secondo paziente ha un'insufficienza renale. Come con altre malattie, la condizione della prognosi dipende dal tempo e dallo stadio. Quanto prima viene consegnato l'intervento, maggiori sono le possibilità di una vita piena e sana.

Il risultato della malattia è il seguente: i bambini fino a tre anni nel 90% dei casi dopo l'operazione conducono una vita normale. I buoni risultati sono determinati nell'80% dei bambini di età compresa tra 3 e 15 anni. Gli adulti finalmente guariscono nel cinquanta percento dei casi.

Idronefrosi del rene sinistro

L'idronefrosi del rene sinistro è accompagnata da dolore. Se compaiono nella regione lombare, dovresti prestare attenzione all'uretra.

In alcuni casi, il primo dolore e la sensazione di bruciore possono essere un segno di idronefrosi.

In dettaglio, cos'è l'idronefrosi del rene sinistro

Questa malattia è associata a un deflusso problematico di urina dovuto all'espansione del sistema dell'area del bacino-bacino. Se il pan-bacino non funziona correttamente, c'è un grande accumulo di urina, che provoca il suo cattivo deflusso.

La causa primaria della forma primaria risiede nello sviluppo anormale dei tessuti dell'organo, nel sistema urogenitale o nella comparsa di un gran numero di vasi sanguigni durante la maturazione del feto.

Le ragioni per la comparsa di una forma secondaria di idronefrosi del rene sinistro sono la presenza di formazione di tumore, calcoli renali o lesioni all'organo.

Come risultato del trabocco della porzione coppa-bacino con l'urina, è allungato a dimensioni enormi. I tubuli e i glomeruli dell'atrofia renale, aggrottano le sopracciglia, la parte renale del calice diventa più piccola. La malattia richiede un intervento di emergenza da parte dei medici, altrimenti le conseguenze possono influire negativamente sul corpo del paziente.

Guarda i video su questo argomento.

Grado di sviluppo della patologia

A seconda del grado di abbandono della malattia, ci sono 3 fasi di idronefrosi.

  • c'è un leggero cambiamento nella pelvi renale verso l'alto;
  • Appaiono le prime sensazioni negative associate al funzionamento del rene.

Questi cambiamenti sono minori, ma richiedono una certa attenzione da parte del paziente e del medico. Il più delle volte, tali violazioni vengono rilevate nelle donne durante la gravidanza, il motivo per cui è la pressione dell'utero sugli organi urogenitali e cambiamenti ormonali nel corpo.

Inoltre, con idronefrosi del rene sinistro di 2 gradi, si notano tali cambiamenti:

  • lento trasporto di urina;
  • aumento del corpo del 20% rispetto alla taglia precedente;
  • la comparsa di globuli rossi nelle urine;
  • si verifica atrofia e assottigliamento del parenchima renale.

La diagnosi definitiva viene stabilita dopo aver ridotto la salute del rene del 40%. Lo stadio della malattia si riferisce alla pre-chirurgica.

Lo stadio terminale è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:

  • il rene assume la forma di un organo cavo a pareti sottili con camere e cellule riempite con un'enorme quantità di urina;
  • il trasporto di urina è compromesso;
  • c'è un alto grado di gonfiore, si sviluppa anemia;
  • la prestazione del rene è quasi ridotta;
  • lo sviluppo d'insufficienza di un rene è annotato.

In questa fase della malattia, l'emodialisi e le operazioni di trapianto di organi sono raccomandate per i pazienti.

Sintomi caratteristici e segni clinici

I primi sintomi compaiono come conseguenza del prolungato ristagno delle urine, caratterizzato da dolorose sensazioni di taglio durante la minzione.

Sintomi di idronefrosi del rene sinistro:

  1. Pain. Possono iniziare dall'addome e terminare con la regione lombare e gli arti. Indossare un personaggio lamentoso e inarcato. In alcuni casi, accompagnato da colica renale, che indica il movimento delle pietre nell'uretere.
  2. Violazione di uno stato psychoemotional. Irritabilità, depressione, nervosismo - i primi sintomi di disagio causati dal dolore e dalla paura.
  3. Intossicazione del corpo. È caratterizzato da mancanza di appetito, sonno, nausea, vertigini, emicrania e riflessi gag.
  4. Dolore nella parte sinistra dell'addome è associato all'allungamento dell'uretere.
  5. Violazione del deflusso delle urine. La sua quantità diventa scarsa e le goccioline secrete hanno nella loro consistenza sangue e muco.

Questa patologia non è specifica, poiché la tenerezza addominale è caratteristica di molte malattie.

Se il dolore è diventato meno evidente, vale la pena di pensare che l'idronefrosi renale sia passata in uno stadio più pericoloso della malattia.

Se l'eziologia della malattia si trova nel fattore infettivo, il paziente lamenterà la febbre.

Gli accumuli urinari raggiungono la regione dell'ipocondrio e acquisiscono un carattere tumorale. L'unica clinica per fare una diagnosi definitiva è l'ematuria, che si manifesta sotto forma di sangue nell'urina escreta.

Batteriuria asintomatica e altri cambiamenti nei test di laboratorio

Quando si effettua un sondaggio per stabilire la diagnosi corretta, si dovrebbe preparare una serie di test di laboratorio. Il più semplice di questi sono test di laboratorio (esami clinici, generali e biochimici del sangue e delle urine).

Con una maggiore quantità di creatina e di urea nel sangue, vi sono sospetti di insufficienza renale o iperkaliemia, che creano una minaccia immediata per la vita.

Se nell'urina del paziente vengono rilevati globuli bianchi e rossi, si può concludere che esiste urolitiasi o un processo tumorale nel corpo.

Se la batteriuria asintomatica è stata diagnosticata con idronefrosi renale sinistra, o la presenza di un gran numero di batteri nelle urine del paziente, questa è evidenza di infezione del sistema genito-urinario e del possibile sviluppo di pielonefrite.

Di norma, la batteriuria è nascosta e non crea disagio per il paziente. Ma il rifiuto del trattamento può essere l'inizio per lo sviluppo di malattie così gravi come l'idronefrosi e la pielonefrite.

Video utile sull'argomento

Lo sviluppo della malattia nel feto

Oggi non è raro che i bambini abbiano patologie congenite. Uno di questi è una malformazione del sistema urogenitale, che si manifesta sotto forma di idronefrosi renale.

La malattia inizia con lo sviluppo intrauterino. Di norma, il paziente è sull'orlo della morte e della vita. Con una malattia identificata tempestivamente, l'opportunità di salvare la vita di un bambino aumenta più volte.

Le cause più comuni della malattia:

  • violazione della minzione;
  • la presenza di una nave aggiuntiva del rene destro o sinistro;
  • il rene ha una forma a ferro di cavallo;
  • rene sinistro affetto da malattia multicistica.

Le cause esatte di idronefrosi non sono state stabilite.

Inoltre, i fattori aggravanti che contribuiscono allo sviluppo di idronefrosi renale intrauterina sono:

  • ambiente sfavorevole;
  • l'impatto di aree ambientalmente sfavorevoli sullo sviluppo intrauterino del bambino;
  • l'effetto delle radiazioni ionizzanti;
  • fattore genetico.

Alla nascita di un bambino con una patologia dei reni, la coppia deve contattare il centro famigliare con una richiesta di condurre un esame genetico per evitare il ripetersi della patologia.

I principi terapeutici del trattamento implicano i seguenti passaggi:

  • mancanza di terapia conservativa nel feto;
  • condurre interventi chirurgici in caso di rischio di rottura del rene;
  • ricovero ospedaliero a scopo di monitoraggio continuo del feto.

Per garantire il normale corso della gravidanza e prevenire controindicazioni, è necessario effettuare la cateterizzazione del feto.

Dopo la nascita, dopo la conferma di idronefrosi del rene, è necessaria un'operazione. È sicuro dire sulla prognosi per il trattamento di una malattia che dipende direttamente dallo stadio di sviluppo della malattia, dai suoi tempi, dalle caratteristiche individuali del corpo della madre.

Raccomandazioni dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'operazione, il paziente è stato consigliato di rimanere in ospedale per diversi giorni sotto la supervisione dei medici.

  1. Uso di un catetere venoso.

L'uso di un catetere consente la somministrazione senza impedimenti di farmaci necessari nella fase iniziale della malattia.

  1. Minimizzazione del dolore

Dopo un intervento chirurgico aperto o alla banda, il paziente sperimenta una forte sindrome del dolore, che viene minimizzata somministrando antidolorifici. Quando si esegue un intervento laparoscopico, il dolore non è forte come con una corsia. La scelta di farmaci analgesici e farmaci dipende dallo stadio della malattia e dal grado di soglia del dolore del paziente.

  1. La comparsa di nausea e riflessi gag.

Forse il primo giorno dopo l'intervento. Per la loro eliminazione, molto probabilmente, sarà richiesto l'uso di medicinali antiemetici.

  1. Installazione di un catetere urinario.

Permette di assicurare il flusso di urina nel periodo postoperatorio. La durata della sua installazione è di 2-3 giorni.

Implica un tubo postoperatorio, una cui estremità è all'interno dell'organo operato, e l'altra estremità è all'esterno. Il drenaggio durante l'idronefrosi può rilevare e rimuovere i processi infiammatori. L'estrazione di drenaggio è effettuata dopo che l'urina diventa l'ombra leggera.

  1. Effettuare misure preventive.

Ciò implica ginnastica terapeutica, massaggi e attività per prevenire il verificarsi di trombosi alle gambe. Per questo, si consiglia al paziente di acquistare e indossare calze a compressione.

Dopo l'intervento chirurgico può causare stitichezza. In questo caso, le droghe verranno in soccorso.

  1. Installazione di stent ureterale.

Svolge un ruolo primario nel processo di guarigione del bacino e dell'uretere dopo l'intervento chirurgico per idronefrosi. Lo stent aiuta a rimuovere senza dolore l'urina dall'uretere.

I principi di trattamento nel periodo postoperatorio sono finalizzati a svolgere attività legate al completo ripristino del corpo: anestesia, prevenendo il verificarsi di complicanze e l'insorgenza di infezioni.

Di norma, il periodo di recupero non dura più di 5 giorni. In questo momento, al paziente è vietato prendere trattamenti idrici.

Dopo 2 settimane, il paziente può tornare al suo solito stile di vita. Va notato che l'esercizio fisico pesante non è raccomandato.

Dieta terapeutica raccomandata

I pasti devono rispettare le seguenti regole:

  1. Il menu giornaliero dovrebbe essere di almeno 3000 kcal.
  2. È richiesta la presenza di vitamine, micro e macronutrienti nella dieta quotidiana.
  3. Completo abbandono di prodotti dannosi per i reni.

La dieta per ogni paziente è sviluppata individualmente.

In presenza di gonfiore, si raccomanda l'uso di alimenti ricchi di potassio:

  • latticini;
  • albicocche secche e frutta secca;
  • mandorle;
  • patate.

Per quanto riguarda l'introduzione al menu di alimenti ricchi di proteine, le opinioni degli esperti divergono.

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta all'utilizzo di frutta e verdura, la cui quantità dovrebbe essere di almeno 6000 g / giorno. La restrizione del sale è necessaria, altrimenti è possibile l'accumulo di liquidi nel corpo.

  • prodotti che predispongono al gonfiore dell'intestino e dello stomaco;
  • fritto, grasso, speziato, salato;
  • cibo in scatola;
  • alcol e tabacco da fumo;
  • cioccolato.
  • grano saraceno, riso;
  • latticini;
  • verdi;
  • verdure e frutta;
  • varietà dietetiche di carne e pesce;
  • uova;
  • zucchero;
  • bacche.

Il cibo per bambini con idronefrosi non è diverso dalla generazione adulta. L'accento dovrebbe essere posto su vitamine, nutrienti, macro e micronutrienti.

Metodi di trattamento negli adulti con 1, 2, 3 stadi della malattia

Con l'idronefrosi, a seconda del suo stadio, possono essere forniti diversi tipi di assistenza:

  • operativa;
  • farmaci;
  • la sostituzione;
  • cibo.

Se l'idronefrosi è un fattore secondario, il trattamento deve essere mirato a identificare la malattia di base. Ma la pratica mostra che il tempo è perso e la malattia si manifesta nelle fasi finali, quando è impossibile fare a meno di un'operazione.

L'operazione comporta una puntura endoscopica, che è necessaria per l'installazione di una nefrostomia in esso, che sarà nel corpo per circa 2-3 settimane.

Con questo tubo, il medico determina il grado di danno ai vasi sanguigni e alla salute del rene. Se gli studi dimostrano che il rene funziona normalmente, gli esperti stanno cercando la causa di un cattivo deflusso delle urine.

Può essere sia una pietra che un processo tumorale. Se non è possibile un ulteriore intervento chirurgico, il paziente dovrà vivere con una nefrostomia o uno stent.

Al fine di prevenire lo sviluppo di processi avversi nei reni, il paziente è stato raccomandato l'assunzione giornaliera di vitamina C, compresse ascorutina nella quantità di 500 mg / giorno. Come supporto per le navi, una buona prestazione è dimostrata dall'uso di trental a 400 mg / giorno.

In alcuni casi, il medico curante prescrive farmaci urologici che migliorano le perdite urinarie e riducono al minimo il rischio di urolitiasi. Tali farmaci comprendono cistone, rovatinex, cannephron.

Possibili conseguenze e complicazioni

Con un approccio non qualificato e un trattamento prematuro, è possibile un grave danno renale, in particolare con idronefrosi del rene di grado 3 del grado 3.

  • invalidità parziale;
  • il verificarsi di poliuria post-ostruttiva;
  • la comparsa di insufficienza cardiaca;
  • l'obesità;
  • l'emergere di ICD;
  • rottura del sistema pelvi-pelvi;
  • sviluppo di una condizione anemica;
  • insufficienza renale e atrofia;
  • morte a causa di intossicazione.

Per evitare conseguenze, è necessario ricevere assistenza medica in modo tempestivo e ascoltare la reazione del corpo.

Altrimenti, il risultato potrebbe essere imprevedibile.

In conclusione, possiamo dire che l'idronefrosi è una malattia associata al malfunzionamento del sistema pelvico renale. Di conseguenza, c'è dolore all'addome e alla parte bassa della schiena, problemi con il deflusso di urina e la perdita di efficienza da parte del rene. La tempestività della diagnosi e del trattamento può accelerare il percorso verso il recupero del paziente.

Idronefrosi renale: che cos'è, cause, sintomi, trattamento negli adulti, estensione, esito della malattia

L'idronefrosi renale è una malattia specifica caratterizzata da un aumento patologico delle dimensioni interne della regione renale del lobo dei reni a causa della forte pressione sulle sue pareti di un grande volume di liquido (l'urina espulsa dai reni). In questo articolo imparerai quali segni accompagnano la patologia, come trattare l'idronefrosi renale con metodi moderni, cos'altro può essere fatto.

Idronefrosi renale: cos'è?

Che cos'è una malattia renale come l'idronefrosi? La trasformazione idronefrostica dell'idronefrosi renale o renale è una patologia grave, consistente in un aumento del contenuto di liquidi in entrambi o in un rene. Il normale flusso di urina è disturbato e ciò porta all'infiammazione del tessuto renale - il parenchima, con conseguente atrofia e deterioramento del filtraggio e delle funzioni escretorie del rene.

Come risultato di ciò, l'insufficienza renale parziale può inizialmente insorgere parziale, e quindi mentre la malattia progredisce.

Nella pratica medica, sia l'idronefrosi del rene destro sia quello sinistro sono ugualmente comuni. Per quanto riguarda l'idronefrosi bilaterale, è registrato nel 5-9% dei casi rilevati. L'idronefrosi può essere non solo congenita, ma anche acquisita. Inoltre, l'idronefrosi congenita si verifica sullo sfondo della discinesia del tratto urinario, posizionamento anormale dell'arteria renale (possibilmente i suoi rami), che schiaccia l'uretere.

Cause di idronefrosi

La malattia si sviluppa a causa di una violazione o cessazione assoluta del movimento di urina dal rene alla vescica, che si verifica a causa di una serie di fattori fisiologici o anatomici. Anche l'ulteriore vaso renale che passa sul fondo del rene dall'aorta può causare la malattia. Questo vaso addizionale si trova trasversalmente all'uretere e lo preme, il che porta a un restringimento.

Un fattore che provoca lo sviluppo di idronefrosi renale diventa un ostacolo al flusso naturale di urina dall'organo. Questo può essere causato da qualsiasi processo patologico che si verifica sia nel rene che oltre i suoi confini - negli organi e nei tessuti vicini:

  • stenosi (restringimento) delle vie urinarie,
  • congenito o acquisito;
  • varie pietre nel sistema genito-urinario;
  • neoplasie benigne;
  • tumori maligni;
  • fibrosi retroperitoneale.

A causa della ritenzione urinaria e dell'espansione delle coppe e della pelvi renale, il parenchima e le fibre muscolari dell'organo sono atrofizzate. Ciò porta ad un deterioramento del rene, fino alla completa perdita di funzionalità.

A seconda delle cause della malattia, distinguere le sue forme:

  1. Congenita - idronefrosi si sviluppa in utero o immediatamente dopo la nascita.
  2. Acquisito - idronefrosi si verifica a causa della sconfitta di un rene precedentemente sano.

La forma acquisita di idronefrosi può avere sia cause anatomiche di deflusso anomalo di urina dalla pelvi renale, sia fisiologica (che si manifesta sullo sfondo di malattie del sistema nervoso centrale e periferico).

In totale ci sono cinque gruppi principali di condizioni patologiche che creano ostacoli meccanici di natura anatomica nel sistema urinario:

  • Ispessimento delle pareti dell'uretere o del bacino a causa di tumori.
  • La presenza di tumori negli organi e nei tessuti circostanti che comprimono l'uretere, i reni o l'uretra.
  • Violazione della posizione normale dell'uretere o del rene (prolasso renale, flessione o torsione dell'uretere).
  • La sovrapposizione del lume interno dell'uretere e la pelvi formano dei calcoli renali.
  • Spremere o danneggiare gli organi inferiori del sistema urinario a causa di cancro e altre malattie o lesioni.

Abbastanza spesso, le donne sviluppano idronefrosi durante la gravidanza. La causa è la compressione meccanica dell'uretere e di altri organi del sistema urinario dall'utero allargato.

Estensione della malattia

I medici condividono diversi gradi di sviluppo di questa malattia, che hanno caratteristiche individuali.

Inoltre, l'idronefrosi è classificata per tipo di sviluppo. Se la malattia è complicata dall'adesione, allora procede secondo il tipo infetto. In caso contrario, la malattia è asettica, i sintomi in questi due casi saranno leggermente diversi.

Sintomi di idronefrosi

Nella foto a sinistra c'è un rene sano, mentre a destra c'è l'idronefrosi

Spesso lo sviluppo di idronefrosi renale avviene inosservato. La malattia non ha sintomi specifici. Nelle fasi iniziali, il quadro clinico è causato dalla causa dello sviluppo di idronefrosi. Ad esempio, nella urolitiasi possono esserci attacchi di colica renale, caratterizzata da dolore acuto grave lungo gli ureteri.

Mentre la patologia progredisce, il paziente lamenta i seguenti problemi:

  • mal di schiena sordo,
  • indipendente dall'ora del giorno e dalla posizione del corpo;
  • le sensazioni dolorose sono più pronunciate nell'area del rene interessato: se il lato sinistro della parte bassa della schiena fa male, allora il rene sinistro è interessato e viceversa;
  • in alcuni casi, il dolore appare nella parte destra dell'addome;
  • le sensazioni spesso dolorose sono accompagnate da nausea e vomito.

Se l'idronefrosi renale progredisce, ma non viene fornito alcun trattamento, compaiono i seguenti sintomi di idronefrosi:

  • dolore pronunciato dal rene problema;
  • attacco doloroso accompagnato da nausea, in alcuni casi - vomito;
  • la pressione sanguigna aumenta;
  • la flatulenza aumenta, il paziente lamenta fastidio a causa del gonfiore;
  • quando un'infezione penetra nel rene, la temperatura corporea aumenta - il segno più pericoloso;
  • c'è sangue nelle urine - questo vale per quei pazienti che sono stati diagnosticati con urolitiasi.

Idronefrosi del rene sinistro

L'idronefrosi del rene sinistro è una delle complicanze più frequenti della urolitiasi, che può verificarsi anche a destra. L'idronefrosi del rene sinistro aumenta la pressione interna delle tazze e del bacino. Le pareti di questi organi per qualche tempo "lottano" con l'alta pressione. Incapace di resistere alla pressione, la pressione agisce gradualmente sul rene stesso, che a sua volta impedisce all'urina di uscire. Questo processo è in grado di colpire i tessuti del rene sinistro. Tubuli e glomeruli si atrofizzano e si restringono. Di conseguenza, lo strato dell'organo in cui si verifica la formazione di urina si riduce.

I primi sintomi di stasi urinaria sono: dolore acuto nel lato dell'addome, rinunzia nella gamba del lato colpito. Se c'è idronefrosi del rene sinistro, allora il dolore sarà dato alla schiena.

Sintomi in idronefrosi del rene sinistro:

  1. dolore ai reni, aggravato nella zona danneggiata;
  2. sovraeccitazione nervosa, ansia;
  3. sintomi di intossicazione con prodotti azotati - perdita di appetito, vertigini, emicrania, vomito e nausea, insonnia;
  4. dolore alla schiena, che dà all'inguine e sotto le scapole;
  5. dolore nell'addome (stiramento delle pareti dell'uretere sotto la dimensione della pietra);
  6. una piccola quantità di urina escreta al giorno.
  7. Una piccola quantità di muco e sangue può anche comparire durante la minzione.

Quando la diagnosi tardiva, così come il trattamento non qualificato del tessuto renale sinistro può essere gravemente danneggiato. Questo processo porta a una perdita parziale della funzionalità dell'organo o addirittura alla completa perdita della capacità di svolgere le sue funzioni.

Idronefrosi del rene destro

Idronefrosi del rene destro deve essere trattata. Se ciò non viene fatto, si può sviluppare insufficienza renale. Fermare il lavoro del rene può portare a intossicazione e provocare la morte del paziente. Un altro possibile risultato è l'urolitiasi, che può essere esacerbata dall'infezione. La complicazione più comune in questo caso è la rottura della coppa.

A seconda del livello in cui si è verificato il blocco a lungo termine, l'idronefrosi del rene destro procede con vari sintomi. La causa più comune è l'urolitiasi. Le pietre urinarie che sono più grandi dei percorsi naturali del sistema escretore, rimangono bloccate in punti di restringimento e quindi interrompono completamente o parzialmente il flusso di urina.

Sintomi e segni:

  1. Nella fase iniziale della malattia, la persona di solito si lamenta di colica renale; di sera, di regola, il dolore sordo si verifica nella regione lombare, che corre verso la notte.
  2. Gli attacchi possono essere causati dallo sforzo fisico o dall'affaticamento generale.
  3. La presenza di sangue nelle urine si osserva con l'aumento della pressione nelle tazze, così come in presenza di calcoli renali.
  4. Un'altra caratteristica caratteristica è un aumento del rene. Nelle persone con fisico astenico, può anche essere sentito attraverso la parete anteriore dell'addome.

La maggior parte dei casi di idronefrosi (più della metà) ha localizzazione sinistra, in circa il 40% dei casi la patologia colpisce il rene destro e solo il 5% della trasformazione idronefrotica è bilaterale.

complicazioni

Una complicanza pericolosa della trasformazione idronefrotica è l'insufficienza renale e l'atrofia. In connessione con i cambiamenti nei tessuti, il rene perde la sua funzionalità, e arriva la morte per intossicazione con prodotti di scambio.

A causa della disfunzione renale, il contenuto di azoto residuo e altre sostanze normalmente escrete attraverso i reni con l'aumento delle urine.

Al fine di evitare l'intossicazione fatale, i pazienti hanno dimostrato di rimuovere l'organo interessato, dopo di che i pazienti sono sottoposti a procedure di emodialisi con un rene artificiale o trapiantato l'organo dal donatore.

diagnostica

Durante l'esame, il medico può pre-diagnosticare l'idronefrosi con la palpazione. Nell'area del corpo c'è un sigillo. Sono presi in considerazione anche i sintomi del paziente e lo stato generale della sua salute.

Ultrasuoni dei reni con idronefrosi

Per una diagnosi accurata sono prescritti test strumentali e di laboratorio:

  • esami delle urine e del sangue;
  • Ultrasuoni dei reni;
  • Esame a raggi X dei reni.
  • Se i risultati degli esami precedenti sono ambigui, il paziente può essere indirizzato per una risonanza magnetica o TC.

I metodi diagnostici hardware aiutano a determinare e confrontare quale lato esiste, o prevale il danno ai reni. Quindi l'idronefrosi del rene destro ha una dimensione maggiore della regione pelvica rispetto a un rene sinistro sano. O viceversa, l'idronefrosi del rene sinistro ha una grossa pelvi, rispetto al rene destro.

Esistono anche molti altri metodi con cui viene rilevata la patologia. Ma non sono così comuni. La fattibilità di applicare uno o l'altro individualmente o molti nel complesso è determinata dal medico curante.

Trattamento di idronefrosi renale

Il corso del trattamento, che sarà selezionato dal medico, ha tre direzioni: rimozione dei sintomi, eliminazione della causa e riduzione del carico sui reni. L'obiettivo del trattamento per l'idronefrosi è:

  • rimuovere l'urina accumulata e ridurre la pressione che esercita sui reni;
  • prevenire la deformazione irreversibile;
  • eliminare la causa di idronefrosi.

Trattamento farmacologico

Spesso l'uso di droghe precede l'operazione. A questo punto, i sintomi di idronefrosi vengono eliminati, la minzione viene stimolata e vengono rimossi i processi patologici laterali, come i focolai di infezione.

Il medico può prescrivere farmaci con i seguenti passaggi:

  1. antidolorifici - per alleviare sensazioni dolorose nel paziente;
  2. antibiotici - se ci sono segni di infezione nel corpo;
  3. agenti per abbassare la pressione sanguigna; farmaci anti-infiammatori;
  4. altri farmaci, a seconda dei sintomi del paziente.

operazione

Se lo stato del rene si deteriora in dinamica, è necessario il trattamento dell'idronefrosi con l'aiuto dell'intervento chirurgico.

Ci sono due tipi di operazioni volte a migliorare la funzione in idronefrosi:

  1. creando un canale aggiuntivo per la produzione di urina,
  2. restringimento dei lobi renali ingranditi

Di norma, la chirurgia radicale è preceduta dal drenaggio dei reni. Sono anche usati per trattare l'idronefrosi in gravidanza, che è causata dalla compressione dell'uretere da parte dell'utero in crescita.

Breve descrizione e caratteristiche

dieta

Non l'ultimo posto nel trattamento è la dieta. La dieta è prescritta dal medico individualmente. La nutrizione dovrebbe essere tale da aiutare a ripristinare il flusso di urina e reni.

I seguenti alimenti dovrebbero essere esclusi dalla dieta quotidiana:

  • salato;
  • grasso;
  • affumicate;
  • dolci;
  • alcol;
  • carne fritta e piatti piccanti.

Invece, la dieta dovrebbe includere quanto segue:

  • verdure e frutta;
  • latticini;
  • proteine.

Una tale dieta in combinazione con il trattamento corretto dà risultati positivi. A proposito, una dieta può aiutare a stabilire un metabolismo, che è utile per l'intero organismo.

Come trattare i rimedi popolari di idronefrosi

Si raccomandano metodi tradizionali da utilizzare come integratori del trattamento farmacologico principale dopo aver consultato il medico. In questo caso, un rene dovrebbe essere sano.

Il trattamento con i rimedi popolari comporta l'uso di varie erbe e spese mediche, che migliorano la funzionalità renale e alleviare la condizione dei pazienti con idronefrosi. Per fare ciò, applicare:

  1. Zucca, ovvero lo stelo. Per preparare la medicina, i gambi sono schiacciati, versato 500 ml di acqua bollita e infuso a bagnomaria per 20 minuti. Dopo questo, l'infusione deve essere rimossa, avvolta in un asciugamano caldo e infusa per circa 2 ore. Prendi 4 volte al giorno per mezzo bicchiere alla reception.
  2. 150 gr. foglie di betulla, 50 g. foglie di ortica, 50 g. Erbe adonis, 50 gr. chicchi di avena, 50 gr. uva ursina e 50 gr. equiseto.
  3. In proporzioni uguali prendi le foglie di ribes nero, foglie di lampone, radici di calamo, tè ai reni, erbe di successione, fiori di camomilla.
  4. Le erbe per idronefrosi sono utilizzate sotto forma di tasse, che si consiglia di utilizzare non più di 3-4 mesi. È necessario modificare le tariffe, dopo ogni corso dopo aver atteso per circa 2 settimane. Le infusioni di piante vengono prese a stomaco vuoto, circa mezz'ora prima dei pasti.
  5. Radice di prezzemolo tritato, 1 cucchiaio. l., versare 100 ml di acqua bollente. Il rimedio è infuso tutta la notte. Drenare accuratamente il liquido al mattino e bere 1 cucchiaio. l. a stomaco vuoto durante lo stesso giorno. Se non riesci a ottenere le radici della pianta, puoi usare i semi. Tuttavia, danno un risultato positivo meno pronunciato. Allo stesso modo, puoi preparare le infusioni per idronefrosi dai semi di cumino.

prevenzione

L'idronefrosi renale, se acquisita, si verifica solo in determinate condizioni. I medici raccomandano di aderire alle seguenti misure preventive per evitare il suo sviluppo:

  • tempo per svuotare la vescica - la frequente ritenzione urinaria artificiale può portare al fatto che una parte di esso schizzerà nuovamente nella pelvi;
  • limitare il consumo di sale e acqua - il bilanciamento di sale e acqua compromette la produzione eccessiva di urina nei reni;
  • evitare l'ipotermia - questo può innescare lo sviluppo di processi infiammatori nel sistema urogenitale.

Idronefrosi in un bambino

Lascia un commento 6.801

Le malattie nei bambini sono spesso associate allo sviluppo intrauterino, durante il quale si è verificata la malattia. L'idronefrosi renale nei bambini viene diagnosticata relativamente spesso - la patologia pediatrica è più comune di quella dell'adulto. Di regola, nell'infanzia e nella prima età non ci sono segni di idronefrosi renale, la patologia si sviluppa gradualmente. Come risultato della patologia, la pelvi renale è dilatata, il che impedisce che l'urina venga normalmente escreta. La malattia può essere rilevata durante l'esame ecografico di una donna incinta. In questo caso, il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente dopo la nascita.

classificazione

L'idronefrosi renale nei bambini è una patologia abbastanza comune, a causa della quale la funzione degli organi è compromessa. Ciò porta a una violazione del deflusso di urina, seguita dall'espansione della pelvi renale. A seconda della causa della patologia, viene fatta una distinzione tra tipi primari e secondari.

La patologia della natura primaria o congenita inizia a svilupparsi nell'utero del feto. Se il bambino ha una idronefrosi congenita, la ragione risiede nella violazione strutturale dell'organo interno. Nel processo di formazione, i tubuli urinari possono torcere, restringere o smarrire, causando un flusso scorretto di urina.

L'idronefrosi nei bambini di tipo congenito ha spesso natura ereditaria.

Patologia secondaria o acquisita si verifica a causa di infiammazione nel sistema urinario. In questa forma, un bambino presenta cicatrici o processi di decomposizione che impediscono alle urine di lasciare il corpo. Idronefrosi secondaria si verifica a causa di lesioni alla parte bassa della schiena, a seguito della quale l'anatomia dell'organo è disturbata.

I medici distinguono la classificazione della patologia in base al luogo in cui si trova il rene danneggiato. In medicina, i tipi unidaterali e bilaterali di idronefrosi sono classificati. Nel primo caso, un rene è ferito, di regola, i dottori osservano l'idronefrosi del rene sinistro in un bambino. La patologia sul lato destro si trova in rari casi. Con lesioni bilaterali, la malattia si sviluppa in entrambi gli organi.

Cause e meccanismo di sviluppo

congenito

L'idronefrosi congenita nei bambini è molto più comune di quella acquisita. La patologia è spesso associata alla presenza di un'altra arteria, una vena nel rene o un altro uretere. La patologia emersa durante lo sviluppo intrauterino può influenzare la formazione di idronefrosi, in cui il rene o l'uretere viene compresso. Questo porta al fatto che l'urina non viene visualizzata completamente.

Mentre la patologia progredisce, la pelvi renale si espande e diventa più sottile, provocando un disturbo nel normale funzionamento dell'organo. Il rene perde le funzioni escretorie e di filtrazione, che porta all'accumulo di sostanze nocive nel corpo dei bambini. Senza trattamento, l'idronefrosi porta non solo a un malfunzionamento del rene, ma anche ad altri organi interni. L'idronefrosi congenita del rene nella maggior parte dei casi è unilaterale. La malattia è più comune nei maschi e l'organo sul lato sinistro è ferito.

acquisita

L'idronefrosi secondaria è il risultato di lesioni e varie malattie. Per il verificarsi di idronefrosi di questo tipo portare a calcoli renali e alla vescica, l'educazione negli organi del sistema genito-urinario. Se la patologia è osservata in un ragazzo, allora la sua fonte può essere una malattia della ghiandola prostatica. Nello sviluppo di idronefrosi portare a lesioni nell'uretere. L'idronefrosi pediatrica di tipo secondario è rara. Di regola, in questa forma c'è una minzione difficile, che danneggia i tessuti renali.

Sintomi di idronefrosi renale nei bambini

Idronefrosi di grado 1

Durante questo periodo, la patologia esteriormente non si fa sentire, mentre i cambiamenti avvengono all'interno. La diagnosi ecografica rivela una leggera espansione della pelvi renale, un leggero aumento dell'organo interno. Se il bambino è magro, i genitori possono prestare attenzione a un leggero aumento dell'addome. L'idronefrosi di grado 1 non è caratterizzata da funzionalità renale compromessa, gli organi interni continuano a funzionare normalmente.

Patologia 2 gradi

L'idronefrosi di grado 2 nei bambini è abbastanza attiva. Durante questo periodo, c'è un'espansione ancora maggiore della coppa del bacino e dei reni. La patologia è facile da rilevare attraverso l'esame strumentale del bambino. Nel secondo stadio della malattia, il parenchima renale è compresso a causa di un significativo accumulo di urina. Questo porta all'atrofia del tessuto renale, che causa una significativa riduzione della funzione dell'organo interno. L'idronefrosi di grado 2 si manifesta con i seguenti sintomi:

  • gonfiore del viso;
  • addome allargato in un bambino;
  • dolore del carattere noioso nella parte bassa della schiena e nell'addome;
  • sanguinamento durante la minzione (non sempre si manifesta in questa fase);
  • ipertensione

Se una malattia infettiva si unisce alla idronefrosi di grado 2, il bambino ha una temperatura corporea maggiore. Ciò è dovuto alla generale intossicazione del corpo, e ci sono forti sensazioni dolorose nella regione lombare. In un bambino, l'urina diventa torbida e gli esami di laboratorio indicano un eccesso di globuli rossi e globuli bianchi. Frequenti malattie infettive delle vie urinarie possono indicare idronefrosi, poiché l'infezione frequente non è caratteristica dei bambini sani.

Malattia di grado 3

L'ultima e più difficile è la terza fase della patologia. I sintomi di idronefrosi si manifestano con la massima forza. Durante questo periodo, il parenchima renale è interessato, in conseguenza del quale l'equilibrio elettrolitico dell'acqua viene disturbato e la proteina cessa di essere processata normalmente. Nella fase finale del bambino, i sintomi che si trovavano nella seconda fase della malattia sono accompagnati da un forte aumento dell'addome e del gonfiore degli arti inferiori. Questo stadio è molto pericoloso e minaccia di morte.

complicazioni

La pielonefrite nei bambini diventa la complicazione più frequente sullo sfondo di idronefrosi. Lo stato generale di salute peggiora notevolmente, la temperatura corporea sale a 39 gradi e si osserva la ritenzione di urina. Nell'ultima fase, l'insufficienza renale si manifesta a causa dell'idronefrosi trascurata. Tale complicazione è particolarmente pericolosa per i bambini di età inferiore a un anno. In questo caso, c'è solo una via d'uscita: il trapianto di un organo donatore. Se l'idronefrosi viene ignorata, è fatale. Si verifica a causa di insufficienza renale cronica, a causa della quale il corpo è avvelenato da tossine accumulate e sostanze nocive.

Il trattamento nei bambini dovrebbe essere obbligatorio, in quanto l'idronefrosi non andrà via da sola. Trattare immediatamente quando viene rilevata una patologia o quando compaiono i primi sintomi. Poiché la malattia è imprevedibile, in un bambino l'idronefrosi può rimanere nel primo stadio per diversi anni, e in un altro in un anno l'idronefrosi assumerà il terzo grado.

diagnostica

Prima di tutto, il medico inizia la diagnosi con un'indagine dettagliata del bambino o dei genitori sui sintomi presenti. Dovresti scoprire se c'erano lesioni lombari o interventi chirurgici che potrebbero danneggiare l'organo interno. Per confermare le preoccupazioni, il medico prescrive un'ecografia dei reni, esami generali delle urine e del sangue. Se non ci sono controindicazioni, il bambino è sottoposto a esame a raggi X. Il metodo diagnostico più efficace è l'urografia, che viene eseguita utilizzando un mezzo di contrasto. Questo fluido viene iniettato nel bambino per via endovenosa, entra nella pelvi renale. Questo metodo consente di indagare su come le strutture sono espanse e sulla velocità con cui le urine derivano da esse.

La nefroscintigrafia valuta la difficoltà di passare l'urina nei canali feriti.

Se il medico lo ritiene necessario, allora viene eseguita la risonanza magnetica e la risonanza magnetica. Con il loro aiuto, lo stato dei reni e degli organi del sistema urogenitale è fisso, si scopre che la loro struttura non è cambiata. Se la malattia è complicata, cerca l'aiuto di un nefrologo e chirurgo pediatrico. Quando si riscontra una patologia in un bambino, il trattamento deve iniziare immediatamente per evitare complicazioni.

Trattamento della patologia nei bambini

Terapia conservativa

Il trattamento di idronefrosi nei bambini del 1 ° e 2 ° stadio viene effettuato in modo conservativo, se non ci sono complicanze e malattie infettive. I farmaci hanno lo scopo di eliminare i sintomi dolorosi. Il bambino prende farmaci antinfiammatori. Il medico prescrive antibiotici che impediscono la diffusione dell'infezione in tutto il corpo. Il complesso della terapia comprende farmaci che abbassano la pressione sanguigna. Si raccomanda di seguire una dieta speciale e bere molta acqua al giorno.

Terapia operativa

Se non è possibile curare l'idronefrosi con le medicine, viene prescritto l'intervento chirurgico, che mira a ripristinare la normale funzione dei reni e del sistema urinario. Ci sono diverse operazioni che sono prescritte per la patologia: pieloplastica, chirurgia endoscopica e retroperitoneoscopica, resezione parziale. Questi metodi mirano a preservare l'organo interno. In casi estremamente rari e gravi, viene eseguita un'operazione, a seguito della quale viene rimosso un rene malato. Dopo l'operazione, il bambino dovrebbe visitare l'urologo due volte l'anno, mentre è importante monitorare la dieta e lo stile di vita.

Prognosi e prevenzione

Con la diagnosi precoce della patologia e l'uso di metodi di trattamento adeguati, la prognosi è piuttosto confortante. Nella maggior parte dei casi, la malattia può essere curata e il bambino vive una vita piena. È un po 'più difficile nel caso di lesioni bilaterali e quando la malattia è nella sua fase finale. È possibile prevenire la malattia nel caso in cui una donna incinta sia responsabile del monitoraggio della salute, poiché la malattia nei bambini è congenita. Lei dovrebbe abbandonare cattive abitudini e seguire una corretta alimentazione.