Nefrolitiasi dei reni

Nelle donne

La condizione in cui si formano i calcoli renali è chiamata nefrolitiasi renale in medicina. La malattia specificata appartiene al gruppo urologico.

Come sapete, i reni umani per tutta la vita sono in modalità di lavoro e sono responsabili della rimozione di tutte le sostanze tossiche dal corpo. E, se le loro funzioni sono compromesse, questo, di conseguenza, influenzerà il lavoro di tutti gli altri sistemi, e il disturbo renale designato può essere chiamato una delle cause della disfunzione d'organo.

Essenza di patologia

Le statistiche mostrano che la nefrolitiasi può colpire chiunque, indipendentemente dalla fascia di età. Tuttavia, il maggior numero di casi si verifica nella metà maschile dell'umanità.

A proposito, gli uomini portano questa malattia molto più facilmente e senza complicazioni serie, che non si possono dire delle donne. Nel loro caso, le complicazioni sono quasi sempre osservate.

Va notato che nella pratica medica, la nefrolitiasi del rene sinistro è molto più comune della destra. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche della struttura del corpo.

Tuttavia, i seguenti tipi di calcoli si possono formare nei reni:

  1. Pietre che si formano dai sali di calcio. Questa specie si forma più spesso di altre. Gli alimenti ricchi di acido ossalico, una dieta proteica e un esercizio eccessivo possono contribuire alla loro formazione.
  2. Pietre contenenti acido urico. Il loro aspetto può provocare eccessivo consumo di proteine, bevande alcoliche, intenso sforzo atletico, sovrappeso, perdita di peso, altre malattie e esaurimento fisico del corpo.
  3. Pietre contenenti grandi quantità di fosfato di ammonio. Questo tipo di formazioni può essere osservato spesso nelle donne, la formazione scatenata da malattie infettive del sistema urogenitale.
  4. Pietre, che sono dominate dalla cistina.

Eziologia del fenomeno

Fino ad oggi, i professionisti del settore medico non sono stati in grado di identificare la vera causa dei calcoli renali. Tuttavia, i medici identificano i fattori che favoriscono lo sviluppo della malattia. Sono diversi a seconda di quali tipi di urati si sono formati nei reni:

  1. Per la formazione di calcoli renali, è necessaria la predominanza di un ambiente acido. L'eccessivo consumo di caffè, bevande alcoliche e carne può provocare una maggiore concentrazione di acido.
  2. L'assunzione incontrollata di antibiotici, lassativi e farmaci diuretici contribuisce alla comparsa del calcolo urico.
  3. Se parliamo di fosfati, al contrario, si formano con un mezzo alcalino concentrato. Questa situazione è tipica per quelle persone che preferiscono una rigida dieta vegetale e si considerano vegetariani.
  4. I più comuni urati di ossalato si formano in seguito all'assunzione di quantità eccessive di vitamina C e in caso di gravi disturbi dei processi metabolici.

Insieme a questo, la nefrolitiasi può essere dovuta alla predisposizione genetica del paziente, oltre a svilupparsi con scarsa qualità dell'acqua potabile e composizione chimica del suolo. Il processo di formazione della pietra più attivo si verifica nelle persone che conducono uno stile di vita sedentario, che provoca una stagnazione nel corpo. Qualsiasi malattia correlata al ristagno delle urine è caratterizzata da una concentrazione di un'enorme quantità di precipitazione dannosa, di cui nel futuro si formerà prima la sabbia e poi le pietre.

Manifestazioni sintomatiche

La nefrolitiasi è una delle patologie più comuni dell'organo associato. Con il verificarsi di violazioni nel suo lavoro, si sviluppa il processo infiammatorio delle vie urinarie. A causa dello sviluppo di un processo infettivo in un paziente, si verifica un aumento della temperatura corporea, insorgono insopportabili sensazioni dolorose, nonché una sensazione di nausea e vomito. Tutti questi segni costituiscono il quadro clinico della malattia.

La nefrolitiasi è considerata una condizione patologica molto pericolosa, poiché abbastanza spesso porta all'insufficienza renale acuta, che è la causa della morte di molti pazienti. Urate nel rene possono variare in dimensioni e composizione. Il trattamento della malattia comporta l'uso di metodi conservativi e chirurgia. Il metodo di trattamento è determinato dal medico in base alla gravità della malattia, alle dimensioni e alla composizione chimica degli urati, alle caratteristiche individuali dell'organismo malato. Con lo sviluppo della malattia indicata, di norma, 1 dei reni è interessato. Tuttavia, nel 9-15% dei casi, si osserva nefrolitiasi bilaterale. Questa forma di patologia è considerata la più grave. In questa situazione, solo l'operazione aiuterà. È con la nefrolitiasi bilaterale che il paziente sviluppa insufficienza renale in forma cronica.

Ci sono casi in cui il paziente può essere completamente inconsapevole del problema di salute sorto, dal momento che il 15% dei pazienti non presenta alcun sintomo della malattia. Solo dopo un certo periodo di tempo a causa dell'urina stagnante, il paziente inizia a sentire la colica renale. Questo suggerisce una lesione bilaterale del corpo. E i sintomi principali di questa condizione sono espressi nell'incapacità di urinare e sensazioni dolorose, dando agli organi del sistema riproduttivo.

Se si verifica un danno unilaterale, viene osservato un quadro clinico completamente diverso. In una tale situazione, il paziente ha dolore nella zona lombare. L'intensità del dolore è determinata dallo sforzo fisico. Allo stesso tempo, il dolore è doloroso in natura, motivo per cui viene spesso confuso con la radicolite. Se non si consulta immediatamente un medico, gli urati aumenteranno di dimensioni, chiudendo completamente il lume dell'uretere. Pertanto, l'urina semplicemente cessa di essere visualizzata, il che dà al paziente un dolore insopportabile.

Misure diagnostiche

Il medico curante giudicherà la presenza di calcoli renali da anamnesi, colica renale e risultati di esami di laboratorio. In caso di palpazione dell'organo interessato, il paziente deve provare dolore. I risultati dei test di laboratorio sulle urine mostrano la presenza di leucociti, eritrociti, sale, proteine ​​e batteri nelle urine. Gli esami clinici del sangue e delle urine possono determinare la composizione e la causa della formazione di calcoli.

Per escludere la probabilità di sviluppare un'appendicite o colecistite, che è anche accompagnata da colica renale, il paziente viene inviato per un'ecografia della cavità addominale. Ciò consente di vedere i cambiamenti anatomici del corpo, determinare la presenza e la localizzazione delle pietre. Tuttavia, la radiografia radiografica dovrebbe essere menzionata come il principale metodo diagnostico per determinare i calcoli renali.

Misure terapeutiche e prevenzione delle malattie

La malattia indicata non può essere considerata innocua, provoca molte gravi violazioni. È molto importante riconoscere la malattia nelle fasi iniziali per iniziare tempestivamente il trattamento. In questo caso, il trattamento sarà molto più semplice, il che eviterà gravi complicazioni.

Per quanto riguarda l'uso di terapie conservative, questo vale solo per quei pazienti la cui dimensione dell'urto non è superiore a 4 mm. Se parliamo di eliminare i sintomi della patologia, il trattamento sarà per alleviare il dolore. Tuttavia, al paziente vengono prescritti agenti anti-infiammatori e antibatterici.

Al paziente può essere prescritto un trattamento litolitico finalizzato alla dissoluzione degli urati. In alcuni casi, viene eseguito lo schiacciamento remoto degli urati. Se un paziente ha un gran numero di grosse pietre, il trattamento sarà effettuato attraverso un intervento chirurgico.

Le misure di prevenzione servono a prevenire lo sviluppo di quelle malattie che contribuiscono alla formazione di urati. Le direzioni principali dovrebbero includere:

  • normalizzazione del metabolismo compromesso;
  • aumentare il volume di fluido che deve essere consumato giornalmente;
  • correzione dell'equilibrio acido-base delle urine.

La correzione della nutrizione in questo caso dipenderà dalla composizione chimica degli urati nei reni:

  1. Nel caso della formazione di calcoli da sali di acido urico, prodotti come carne, legumi, cioccolato, bevande contenenti caffeina e uva dovrebbero essere esclusi dalla dieta.
  2. Nella formazione di calcoli da sali di acido ossalico, si raccomanda di rifiutare prodotti con un alto contenuto di calcio e acido ascorbico. Questi includono latticini, cioccolato, ribes nero, verdure verdi, tè forte e fragole.
  3. Quando le pietre appaiono dal sale degli acidi fosforici, è necessario escludere dalla dieta prodotti come formaggio, pesce, latte e latticini.

Rimedi popolari

Se hai ancora delle piccole pietre, puoi provare a sbarazzartene con l'aiuto della medicina tradizionale:

  1. Mirtilli rossi, prezzemolo, erba di San Giovanni, ruta, calamo possono aiutare contro il fosfato e calcoli di calcio.
  2. Gli uri sono derivati ​​da semi di aneto, foglie di betulla, lo stesso prezzemolo e l'equiseto.
  3. La seta poligonale, aneto, menta e mais aiuterà contro le pietre ossaliche.

Usi solitamente le infusioni da tutto il complesso di erbe. Per la preparazione, è desiderabile trovare tutti gli ingredienti del gruppo. È necessario mescolarli in quantità uguali, prendere 2 cucchiai. l. mescolare e preparare 1 litro di acqua bollente, lasciare in infusione per diverse ore. Bere mezzi simili di 20 ml al mattino, pomeriggio e sera per diversi mesi.

Pertanto, la malattia renale, chiamata nefrolitiasi in medicina, può essere curata, eliminando allo stesso tempo lo sviluppo di gravi conseguenze. La prognosi è per lo più positiva. In questa situazione, è importante non perdere il momento ed essere presso l'ufficio del medico il più presto possibile. Altrimenti, il paziente non avrà nulla da fare se non giacere sotto il coltello del chirurgo. Ed è sempre molto più facile prevenire qualsiasi malattia che fare un sacco di sforzi e denaro per curarlo.

Qual è la nefrolitiasi: segni e sintomi della malattia, metodi di trattamento efficaci

La nefrolitiasi è una malattia urologica in cui le rocce si formano direttamente nei reni. Non deve essere confuso con l'urolitiasi, in cui le pietre si formano nel tratto urinario e che è un concetto più completo rispetto alla nefrolitiasi.

Gli uomini sono inclini alla nefrolitiasi due volte più spesso delle donne. Ma gli effetti della malattia renale femminile sono più pronunciati, il che richiede un trattamento più lungo. La dimensione, la composizione e la forma dei calcoli renali possono variare. Ma tutti possono portare un sacco di problemi se non vengono rilevati in tempo e non vengono rimossi dai reni.

Cause di patologia

Le vere cause che causano direttamente la formazione di calcoli renali, mentre non è stato possibile scoprirlo. Ma i fattori ben studiati che portano a questo processo. Diversi fattori portano alla deposizione di diversi tipi di pietre. Gli urati si formano in un ambiente acido.

La concentrazione di acido urico è alta, se una persona usa:

  • alcol;
  • caffè;
  • carni bovine;
  • agnello;
  • antibiotici;
  • lassativi.

L'alcalinizzazione del pH del mezzo porta alla formazione di fosfati. Sono più comuni in coloro che seguono una dieta vegetariana. Gli ossalati compaiono nei reni spesso a causa di una forte violazione dei processi metabolici, così come un alto contenuto di calcio, vitamina C nel cibo.

Fattori esterni per lo sviluppo della nefrolitiasi:

  • dieta malsana;
  • scarsa mobilità;
  • duro lavoro fisico;
  • acqua potabile di scarsa qualità;
  • vivere in un clima caldo.

In caso di disturbi del corpo associati al ristagno delle urine, molte sostanze insolubili si accumulano nei reni, da cui si accumula la sabbia, e da essa si formano già depositi sassosi.

Impara le istruzioni per l'uso delle compresse Cyston per il trattamento delle malattie urologiche.

Le linee guida nutrizionali e dietetiche per l'ossalato urinario sono descritte in questa pagina.

Cause interne di patologia:

  • lesioni ossee;
  • malattie croniche del tubo digerente;
  • infezioni del tratto urinario;
  • malattia renale (infiammazione, prolasso, disturbi circolatori);
  • carenza di alcuni enzimi.

Non l'ultimo ruolo nello sviluppo della malattia renale gioca ereditarietà. Spesso nefrolitiasi lato destro, a causa delle caratteristiche fisiologiche del rene destro. Ma il processo di formazione di calcoli può essere bidirezionale, interessando entrambi i reni.

Classificazione della nefrolitiasi

La classificazione della malattia dipende dalla causa principale e dalla composizione chimica delle pietre.

Esistono 2 forme di malattia per origine:

  • nefrolitiasi primaria. È associato a un'alimentazione scorretta e all'uso di acqua di scarsa qualità con un alto contenuto di sali, in cui vi è una forte acidificazione delle urine;
  • nefrolitiasi secondaria. Si verifica a seguito di comorbidità che influenzano i processi metabolici nei reni.

Secondo la composizione delle pietre, può verificarsi la nefrolitiasi:

  • calcio (80% dei casi);
  • urato;
  • ossalato;
  • cistina;
  • misto.

La nefrolitiasi dei coralli è una malattia separata con le sue caratteristiche. Questa è una forma rara e grave di nefrolitiasi, che è caratterizzata dalla formazione di una grossa pietra fissa nel sistema di placche a coppa-bacino, che può occuparla completamente. La patologia è spesso complicata da pielonefrite secondaria. Senza un adeguato trattamento, il declino della funzionalità renale progredisce, si sviluppa insufficienza renale. Questa forma della malattia è più suscettibile alle donne.

Segni e sintomi

Per lungo tempo, il decorso dei calcoli renali può essere asintomatico. Circa il 15% dei pazienti non sente la presenza di calcoli renali. Le dimensioni delle pietre possono variare. Su questo dipende dall'intensità dei sintomi. Pietre lisce inferiori a 3 mm possono passare attraverso l'uretere senza causare sensazioni spiacevoli. Altre pietre possono causare ostruzioni. C'è un'espansione delle sezioni soprastanti dell'uretere, delle coppe e della pelvi renale. Questo processo è accompagnato da un sintomo caratteristico - un attacco acuto di mal di schiena spasmodico (colica renale). Un dolore parossistico improvviso può verificarsi dopo uno sforzo fisico, bevendo grandi quantità di liquido.

Ulteriori segni di nefrolitiasi:

  • nausea;
  • la presenza di sangue nelle urine, la sua torbidità;
  • minzione frequente;
  • gonfiore degli arti;
  • mal di testa;
  • temperatura;
  • aumento della pressione.

Lo sviluppo a lungo termine della nefrolitiasi può portare a complicazioni:

  • insufficienza renale;
  • pionefrosi;
  • idronefrosi;
  • pielonefrite calcificata.

diagnostica

Le prime azioni del dottore - lo studio della storia della malattia, la natura e la diffusione del dolore. Per chiarire la diagnosi e studiare le caratteristiche delle pietre, viene assegnato un set di misure diagnostiche:

  • analisi delle urine;
  • Raggi X;
  • Ultrasuoni dei reni;
  • urografia escretoria;
  • TAC, risonanza magnetica.

Regole generali e metodi di trattamento

Non appena vengono ricevuti i risultati del test, viene elaborato un piano di trattamento individuale per ciascun paziente. Può includere farmaci, dieta o chirurgia per rimuovere le pietre.

Terapia farmacologica

Può essere usato solo in presenza di piccole pietre che non sono in grado di causare l'ostruzione dei tubuli renali e degli ureteri. Alcuni tipi di pietre possono essere sciolti con i farmaci. La medicina moderna ha raggiunto un grande successo nel trattamento della nefrolitiasi urica. Lo standard del suo trattamento è l'uso di miscele di citrato, che alcalinizzano l'urina, riducono la cristallizzazione degli urati, aumentano la loro solubilità. Le miscele di citrato agiscono anche su ossalati e calcinati. Le miscele comprendono acido citrico, citrato di sodio, bicarbonato di potassio.

Farmaci efficaci:

Per dissolvere il fosfato, prendi Trilon B. Inoltre, è necessario bere abbastanza acqua minerale (Kislovodskaya, Truskavetskaya).

Come misura preventiva, si raccomanda di prendere fitopreparati:

Dieta e regole nutrizionali

Quando i sali di acido urico vengono rilevati nelle urine, è necessario ridurre il consumo di pesce e carne a 150 g al giorno. Sono meglio cucinati o al vapore.

Se si riscontrano ossalati, gli alimenti ricchi di calcio, ossalato e vitamina C (latte, fragole, ribes, verdure verdi) non dovrebbero essere consumati. Limitare carote, patate, latte, carne. Latticini e patate, pesci dovrebbero essere esclusi in presenza di fosfati a causa della presenza di fosforo in loro. Non mangiare il tuorlo d'uovo.

In qualsiasi forma della malattia, è necessario regolare il bilancio idrico nel corpo, bere abbastanza liquidi (fino a 2,5 litri). È necessario limitare l'uso di sale, cibi fritti e piccanti, non bere alcolici.

Impara strane ricette per il trattamento del miglio dei reni e le regole per il loro uso.

In questa pagina sono descritti metodi efficaci per il trattamento dei calcoli alla vescica negli uomini.

Vai a http://vseopochkah.com/lechenie/preparaty/kanefron.html e leggi le regole per l'uso e il dosaggio di Canephron per uomini e donne.

Intervento chirurgico

Nel caso della presenza di grosse pietre, la colica renale ripetuta, è indispensabile la complicanza della nefrolitiasi con la pielonefrite. La chirurgia è richiesta. I metodi moderni consentono di frantumare le pietre senza compromettere l'integrità della pelle.

Il metodo più comune per frantumare le pietre è la litotripsia. Con l'aiuto di uno speciale apparato del litotritore, un'onda d'urto di potenza necessaria (ultrasonica, laser) viene indotta nella posizione della pietra. Le pietre sono suddivise in piccole frazioni e sono derivate naturalmente.

La chirurgia aperta, purtroppo, è molto traumatica, ma in alcuni casi è necessaria. Ad esempio, se il calcolo si arresta nell'uretere, non consente l'eliminazione dell'urina. Sui reni, gli interventi aperti sono molto rari.

Misure preventive

Per prevenire la formazione di calcoli renali, è necessario evitare con tutti i mezzi i fattori che provocano questo processo:

  • mangiare bene;
  • bere abbastanza acqua senza impurità e sali;
  • trattare tempestivamente le infezioni del sistema genito-urinario;
  • seguire il lavoro del tratto digestivo;
  • rinunciare a cattive abitudini;
  • sottoporsi regolarmente a diagnostica (prendere urina, sangue, ecografia dei reni, vescica, organi interni).

Scopri di più su cosa sia la nefrolitiasi dei reni e come trattare la malattia, scopri dopo aver visto il seguente video:

Cos'è la nefrolitiasi e come viene trattata questa malattia?

Nefrolitiasi - che cos'è? Questa è una malattia in cui si formano i depositi: le pietre, la cosiddetta sabbia nei reni e il tratto urinario, cioè gli ureteri, la vescica o l'uretra. Il sintomo principale che si manifesta con questa malattia è la colica renale - un forte dolore nella regione lombare, che può essere accompagnata da nausea, vomito, febbre. Molto spesso questa malattia si verifica negli uomini di età compresa tra 40-50 anni e nelle donne di 50-70 anni.

La nefrolitiasi (nephrolourithiasis) è una malattia causata dalla formazione nel tratto urinario, vescica o reni di scorie insolubili da composti chimici. Se la concentrazione di composti presenti nelle urine, di regola, è troppo grande, non raggiunge la loro completa dissoluzione. Inizialmente, si formano piccoli cristalli che si avvicinano l'un l'altro e nel tempo le pietre appaiono nei reni. Come risultato della loro ulteriore deposizione, possono verificarsi danni al parenchima renale e all'ostruzione delle vie urinarie. Il trattamento urologico sotto forma di rimozione dei calcoli dalle vie urinarie, il corretto stile di vita e l'uso di farmaci prevengono la formazione di calcoli renali. Negli ultimi anni è stato osservato un aumento dell'incidenza, quindi l'uso di restrizioni dietetiche è importante, specialmente nelle persone che hanno precedentemente avuto la malattia in famiglia.

Sintomi di calcoli renali

I depositi a causa di varie cause irritano le delicate strutture del tratto urinario, dando ai pazienti sintomi spiacevoli.

La malattia renale di pietra può non dare sintomi per molto tempo. Alcuni dei sintomi lievi possono essere ignorati dai pazienti, associati a età, infezioni del tratto urinario o problemi alla prostata.

Uno dei sintomi della urolitiasi, a cui i pazienti più spesso prestano attenzione, è la colica renale. La colica è chiamata un dolore acuto e severo, si sente più spesso nella zona dei reni, cioè dalla regione lombare destra o sinistra della colonna vertebrale. Tuttavia, il dolore può manifestarsi quasi in tutta la cavità addominale.

Forse l'irradiazione del dolore all'inguine e al perineo e l'intensità delle sensazioni sono variabili, con attacchi periodici, o rimangono a un livello costante.

  • colica renale;
  • minzione frequente;
  • il rilascio di una piccola quantità di urina;
  • sensazione di bruciore, dolore nell'uretra;
  • brividi;
  • uno stato di bassa febbre o febbre;
  • debolezza e sensazione di debolezza;
  • nausea e vomito;
  • ematuria;
  • infezioni del tratto urinario secondario;
  • nei casi gravi di coliche - anche svenimento.

Quando una pietra si sposta nell'uretere, di regola, espande notevolmente il suo stretto lume, che causa un forte dolore. Le concrezioni possono danneggiare l'epitelio, passando attraverso il tratto urinario, che a sua volta si manifesta con il sangue nelle urine.

In più della metà dei pazienti, le convulsioni ricorrono ogni pochi mesi o anni, a causa della presenza di una suscettibilità individuale alla deposizione delle scorie e alla formazione di calcoli urinari. La nefropolitiasi è una malattia cronica che richiede un monitoraggio costante.

Cause della nefrolitiasi

La causa della malattia è il rilascio di varie sostanze presenti nelle urine, quando viene superata la soglia della loro solubilità. I fattori di formazione della pietra includono:

  • ossalato di calcio;
  • fosfato di calcio;
  • urato;
  • struvite;
  • cistina;
  • xantina;
  • urato di ammonio;
  • oksipurinola.

Oltre all'elevata concentrazione di questi fattori, le malattie contribuiscono a:

  • stasi di urina;
  • infezioni del tratto urinario, specialmente quelle che causano un cambiamento nella risposta alle urine;
  • la presenza dei cosiddetti nuclei di cristallizzazione;
  • diminuzione della concentrazione di fattori che agiscono con proprietà protettive: magnesio, citrati, pirofosfati e proteine ​​specifiche.

La pietra appare attorno a questi nuclei di cristallizzazione, più spesso si tratta di batteri o cristalli insolubili di sostanze minerali. Inoltre, vi è una predisposizione genetica alla malattia associata alla presenza di cancro, osteoporosi e gotta, oltre che alla malattia infiammatoria intestinale. Dieta inadeguata, assunzione di liquidi inadeguata e alcuni farmaci completano l'elenco dei fattori avversi che aumentano il rischio di calcoli renali.

Tipi di calcoli renali:

  1. Le pietre costituite da sali di calcio si verificano più frequentemente (75-85% dei casi). La ragione della loro formazione può essere il consumo eccessivo di cibi contenenti quantità significative di acido ossalico, una dieta ricca di proteine ​​animali e un intenso sforzo fisico.
  2. Pietre contenenti acido urico. La causa del loro verificarsi è l'uso di quantità aumentate di proteine, alcol, nonché intenso sforzo fisico, obesità, perdita di peso, altre malattie e esaurimento del corpo.
  3. Le pietre contenenti fosfato di ammonio (più comune nelle donne) sono causate da infezioni del sistema genito-urinario.
  4. Pietre contenenti cistina. Il trattamento consiste nel limitare l'uso di alimenti contenenti quantità significative di cistina e metionina (carne e prodotti caseari) e alimenti con un basso contenuto di questi amminoacidi (latte, latticini, verdura e frutta).

Tattiche di trattamento

Il trattamento dell'urolitiasi di solito inizia nel momento in cui il paziente visita il medico con dolore severo, indicando attacchi di colica nei reni.

La diagnosi precoce si basa sulla conduzione di una conversazione con un paziente, sulla determinazione della fonte e sulla posizione del dolore e sull'esecuzione di ricerche. Tra questi ultimi: ecografia dei reni e della vescica, radiografia (consente di rilevare i calcoli nel sistema urinario).

Il medico determina la causa della malattia e prescrive le misure terapeutiche. Il trattamento consiste nel prendere farmaci farmacologici e stare a dieta. Se, oltre al dolore causato dal movimento di una piccola pietra, il paziente non avverte altri fastidi, è sufficiente assumere analgesici, utilizzare una quantità significativa di acqua, circa 3-4 litri, per accelerare l'uscita della pietra. Se la pietra è troppo grande, è necessario l'intervento urologico. Nei casi più gravi, è necessario un trattamento chirurgico.

Uno dei metodi più comunemente usati per la rimozione dei calcoli renali è la cosiddetta litotripsia. Questa è una procedura che consiste nello schiacciare una pietra nella vescica, nell'uretere o nel rene. La frantumazione delle pietre è possibile a causa degli ultrasuoni. La procedura viene eseguita sotto breve anestesia endovenosa. Questo metodo di trattamento dei calcoli renali funziona nel caso di piccole pietre.

Per i pazienti, il trattamento del dolore durante gli attacchi di colica è di particolare importanza, che è molto forte, si verifica in onde, provoca ansia e ansia nei pazienti. Gli attacchi di coliche nei reni sono trattati con farmaci dal gruppo di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). In alcuni casi, anche con l'aiuto di droghe forti, i cosiddetti oppioidi (in questo gruppo è la morfina). Nel primo caso, i medici forniscono, inoltre, farmaci con azione antispasmodica.

Dieta richiesta

Prima che il medico apporti modifiche alla dieta, deve ricevere dal paziente informazioni sulle abitudini alimentari passate (quantità e tipo di cibo, cibi consumati durante il giorno, quantità di fluido consumato, contenuto di proteine, calcio, sodio, potassio, acido ossalico). Anche il tipo di lavoro svolto è importante (lavorare a temperature elevate aiuta a disidratare il corpo). Indicazioni dettagliate dipendono dal tipo di calcoli renali che si verificano. Raccomandazioni generali nella dieta (per tutti i tipi di calcoli renali):

  • un aumento della quantità di liquidi che bevete, è meglio bere acqua a bassa mineralizzazione (la concentrazione di componenti delle urine diminuisce), l'escrezione di urina dovrebbe essere di circa 2,5 litri al giorno;
  • bollire in acqua o cuocere a vapore è un metodo di cottura desiderabile;
  • dovrebbe limitare l'assunzione di sale, aumentare l'assunzione di potassio (pomodori, succo di pomodoro);
  • esclusione di alcol e condimenti piccanti, caffè forte e tè;
  • aumentare l'attività fisica.

Possibili complicazioni

Le principali complicanze della urolitiasi includono:

La medicina moderna con malattia del calcoli biliari si comporta in modo relativamente positivo. Naturalmente, ci possono essere casi con sintomi molto gravi che sono difficili da curare. Nephrourolithiasis nella sua forma classica è rapidamente diagnosticata e trattata, di regola, non lascia tracce dietro.

Per prevenire il ripetersi di calcoli renali, è importante mantenere uno stile di vita sano associato a un'alimentazione corretta.

Nefrolitiasi: cause, sintomi e trattamento

Cos'è?

La nefrolitiasi (malattia renale) è la terminologia medica dei calcoli renali e le pietre ureterali sono chiamate ureterolitiasi, che viene spesso discussa insieme. La malattia è il risultato dell'accumulo di cristalli che formano calcoli all'interno dei reni. Di solito sono costituiti da ossalato di calcio, ma possono essere costituiti da altri composti. I calcoli renali sono di dimensioni variabili. Alcuni di essi raggiungono le dimensioni di una pallina da golf, pur mantenendo una struttura cristallina nitida. Piccole pietre di solito passano inosservate quando attraversano il tratto urinario. Le grandi pietre causano forti dolori quando escono.

Secondo gli studi, i calcoli renali spesso portano a complicazioni, tra cui il blocco dell'uretere, che impedisce il passaggio di urina e provoca forti dolori.

Cause della malattia renale

La causa principale della nefrolitiasi è la mancanza di acqua nel corpo. Le concrezioni nei reni sono più probabili nelle persone che bevono poca acqua. Quando l'acqua non è sufficiente per diluire l'acido urico (un componente delle urine), l'urina diventa più acida e favorisce la formazione di calcoli renali.

Aumentare il rischio di calcoli nei reni:

  • Malattia di Crohn;
  • infezioni nei sistemi digestivo e urinario;
  • acidosi tubulare renale;
  • iperparatiroidismo;
  • Malattia di Dent.

Fattori provocatori per lo sviluppo della malattia

La prevalenza di nefrolitiasi è 10 su 1000, con uomini quasi due volte più probabilità rispetto alle donne di avere pietre. Fondamentalmente, le persone appaiono di età compresa tra 20 e 75 anni. La malattia renale è ereditaria. Il verificarsi di calcoli renali aumenta il rischio che una persona riacquisti pietre se non esegue misure preventive.

I farmaci possono aumentare il rischio di sviluppare calcoli renali. Il topiramato, di solito prescritto per trattare crisi epilettiche ed emicranie, può aumentare la probabilità di sviluppare calcoli renali. L'uso a lungo termine di vitamina D e integratori di calcio provoca un alto livello di calcio, il cui accumulo favorisce la formazione di calcoli renali.

Se sono presenti calcoli renali, sono escluse diete ricche di proteine ​​e sodio ma a basso contenuto di calcio. Contribuisce allo sviluppo della malattia anche:

  • stile di vita sedentario;
  • l'obesità;
  • ipertensione;
  • bypass gastrico;
  • malattia infiammatoria intestinale e diarrea cronica.

I sintomi della nefrolitiasi

Il calcolo renale di solito rimane asintomatico finché non si sposta nell'uretere. Quando raggiunge una grande dimensione, i sintomi dei calcoli renali sono difficili da perdere, i principali sono:

  • il livello di leucociti nell'urina aumenta;
  • il pus appare nelle urine;
  • ridurre la quantità di urina escreta;
  • desiderio costante di urinare;
  • febbre e brividi (se c'è infezione);
  • vomito e nausea;
  • sensazione di bruciore durante la minzione;
  • forte dolore all'inguine;
  • sangue nelle urine.

Tipi di concrementi

Il calcolo renale ha componenti organici e minerali. A seconda della concentrazione di sale nelle urine.

  • I calcoli renali di ossalato hanno un'alta concentrazione di calcio e ossalato, una superficie pungente, nera e grigia.
  • Pietre fosfatiche - un'alta concentrazione di calcio nelle urine, urina alcalina, superficie leggermente ruvida, biancastra o grigiastro.
  • Pietre di acido urico - cristalli di acido urico, urina acida, superficie liscia, urina dal giallo al marrone.
  • Pietre proteiche: piatte, piccole, bianche.
  • Pietre di cistina: giallo-bianco, alta concentrazione di cistina nelle urine, urina acida, consistenza morbida.
  • Pietre di colesterolo - morbide, piatte, nere.
  • I calcoli di xantina si verificano in violazione del metabolismo degli aminoacidi, chiaramente visibili agli ultrasuoni.

I calcoli renali sono di composizione mista, si chiamano coralli, costituiscono il 5% di tutti i casi, è considerata un'opzione difficile. Crescono nel bacino e assomigliano alla sua forma, causano un dolore sordo. Le pietre con spigoli vivi spesso causano disagio, colica renale e feriscono gravemente la membrana mucosa del sistema urinario.

diagnostica

In caso di forti dolori, consultare immediatamente un medico. Sintomi simili si verificano in altre malattie altrettanto pericolose, quali: appendicite acuta, gravidanza ectopica e ostruzione intestinale. Esistono vari metodi diagnostici che confermano la presenza di calcoli renali. La malattia renale è riconosciuta dalle coliche all'inguine e dal dolore nella regione lombare.

  • Un'analisi delle urine indica la presenza o l'assenza di sangue nelle urine e se c'è un'infezione. Vengono determinate le formazioni di pH, ossalato e fosfato, l'escrezione di calcio al giorno, l'acido urico e la cistina.
  • Viene eseguito un esame del sangue per identificare le complicanze che possono accompagnare la nefrolitiasi, determinare il livello di fosfati inorganici, calcio e acido urico.
  • Scansione TC: una scansione addominale è un modo per verificare la presenza di calcoli renali. La scansione determina lo stato dell'uretere, della vescica e dei reni, indipendentemente dalla presenza o dall'assenza della pietra, dalle dimensioni esatte e dalla posizione del calcolo renale. Determina la presenza o l'assenza di blocco e le condizioni di altri organi: l'aorta e il pancreas.
  • Ultrasuoni diagnostica le condizioni strutturali del tessuto renale, complicanze associate a calcoli renali. Rileva tumori e cisti. Le donne in gravidanza devono sottoporsi a un'ecografia, non a una TAC, al fine di evitare radiazioni non necessarie.
  • Metodi diagnostici radioisotopi ed ecografia, determinano il tipo e la forma della pietra.
  • I raggi X vengono utilizzati per determinare: presenza, quantità, localizzazione, dimensione della pietra, monitoraggio del suo passaggio attraverso il sistema urinario.

Trattamento della nefrolitiasi

La nefrolitiasi viene trattata con un farmaco o una procedura chirurgica. Le persone che in precedenza non avevano calcoli renali dovrebbero consultare un medico a scopo diagnostico e terapeutico.

Trattamento farmacologico

Se necessario, nominato farmaci anti-infiammatori. Gli antidolorifici sono prescritti per alleviare il dolore durante il passaggio della pietra. Per la nausea e il vomito vengono usati farmaci antiemetici.

Un attacco di colica renale può essere fermato da farmaci anestetici:

Per il dolore acuto, assumere antispastici e farmaci diuretici:

Controindicazioni per: malattie ulcerative del tratto gastrointestinale. Se il dolore acuto non scompare, un catetere viene inserito nell'uretere del paziente. Quindi continua il trattamento.

Quando si usa la malattia renale, la dissoluzione delle pietre. Se il calcolo di piccole dimensioni fino a 1 cm e liscio, allora può uscire in modo indipendente.

  • Farmaci: Enatin, Tsiston, Urolesan: guidano l'urina, rilassano i muscoli, migliorano il flusso sanguigno nei reni.
  • Per facilitare il passaggio di piccole pietre utilizzare agenti antispastici: atropina, platifillina, No-spa, papaverina.

I farmaci antiinfiammatori non steroidei parenterali (FANS) hanno la stessa efficacia.

È possibile rimuovere le pietre con l'aiuto di un ciclo speciale: lo specialista acquisisce il calcolo nell'uretere e lo estrae sotto il controllo della radiografia con una telecamera. Se la pietra del rene è abbassata e l'uretere è chiuso e l'attacco di colica non si ferma, un catetere viene inserito nell'uretere sopra la pietra. L'urina andrà lungo il catetere e la colica si abbasserà rapidamente. Puoi aiutare l'uscita della pietra, se entri nella glicerina riscaldata attraverso il catetere. Se non puoi posizionare il catetere sopra la pietra, allora possono cambiare la posizione della pietra, che contribuirà allo scarico.

Per sciogliere gli urati, il paziente beve la miscela di citrato, mentre controlla la reazione delle urine. Per sciogliere il calcolo del fosfato, la miscela viene iniettata nella pelvi renale. Con una forte colica renale, Metamizole Sodium, viene iniettato Platyfillin. In caso di colica renale non-stop, viene eseguito il blocco di Novocainic.

chirurgia

Metodi chirurgici come la nefrolitotomia percutanea (rimozione della pietra attraverso un'incisione nella parte posteriore) o la rimozione della pietra ureteroscopica attraverso un tubo nell'uretra possono essere offerti a pazienti con grandi pietre situate in luoghi non accessibili alla litotripsia. La litotripsia ad onde d'urto è un trattamento a distanza che distrugge il calcolo del rene con un'onda d'urto in pezzi più piccoli ed espulsa attraverso il tratto urinario.

Un metodo efficace di trattamento è la distruzione ultrasonica delle pietre nell'uretere. La procedura viene eseguita sotto controllo radiografico con una telecamera. La radiografia di routine non è sufficiente per la diagnosi, in quanto può saltare i calcoli renali o l'uretere e non fornisce informazioni su eventuali ostruzioni.

fisioterapia

La malattia renale viene trattata con procedure fisioterapiche: diatermia, bagni termali comuni, induttoterapia. Il metodo di vibroterapia viene utilizzato per rimuovere le pietre: sedie vibranti, letti, vibratori individuali. Trattamento domiciliare aggiuntivo e alternativo. La rimozione dei calcoli nel rene si concentra principalmente sul trattamento dei sintomi. Se una persona è stata diagnosticata con piccoli calcoli renali, puoi provare a curare a casa.

Nutrizione alimentare con nefrolitiasi

La nutrizione per la nefrolitiasi dipende dalla composizione delle pietre. Se le pietre sono piccole fino a 3 mm, è necessario seguire il regime di bere e una dieta che escluda la carne in modo che le neoplasie escano da sole. È utile bere l'acqua minerale Borjomi e Essentuki (alcalino).

Se le pietre fosfato nei reni - raccomandato di bere acqua minerale acida dalle fonti di Kislovodsk, Zheleznovodsk, Truskavets. Le pietre di nefrrourolitiasi lisce con un diametro inferiore a 10 mm possono uscire da sole.

Le pietre urate nei reni possono dissolversi con la dieta. Con l'accumulo di urati, si raccomanda di seguire una dieta vegetale e casearia. È necessario limitare la quantità di prodotti proteici nella dieta, escludere dal menu: carne, pesce e frattaglie. Escludere prodotti ricchi di purine: reni, fegato, carne, formaggio, caffè. Il cibo vegetale dovrebbe prevalere.

Quando le pietre alcaline eliminano: verdi, verdure, frutta. Mangiano: carne, pesce, prodotti a base di farina, fagioli, olio, zucca e angurie.

Se calcoli renali di ossalato, è necessario escludere l'uso di: legumi, verdure e barbabietole. È necessario rifiutare caffè e cioccolato. Consumare moderatamente carne e pesce, patate, pomodori. Usano senza restrizioni: frutta, latticini, carne e pesce bolliti, prodotti di farina.

Limitare l'assunzione di sale, poiché contribuisce alla ritenzione idrica, alla formazione di calcoli e rende difficile il funzionamento dei reni. Bere 1,5-2 litri di acqua al giorno. L'acqua lava via il sale in eccesso e quindi impedisce la formazione di calcoli.

odori

  • In caso di nefrolitiasi, viene preparato un infuso, in proporzioni uguali: erba di equiseto, motherwort, viola tricolore, erba di San Giovanni, cinorrodi. 1 cucchiaio. l. miscela versare un bicchiere di aneto, cuocere a bagnomaria per 15 minuti. Insistere. Bevi 1 ст4 bicchieri 5 volte al giorno.
  • In caso di malattia, sono utili le bevande di mirtillo e mirtillo rosso. Strofinare la bacca, aggiungere lo zucchero e l'acqua bollita. Puoi cucinare i brodi con le loro foglie. Bevi tra i pasti, 1-4 bicchieri 4 volte al giorno.
  • La tintura alcolica dei cobitri di campo aiuta come diuretico. Prendere 20 g di cobite di campo, versare 100 ml di alcol al 70%, insistere per 14 giorni. Applicare 15-30 gocce 2 volte al giorno.

esercizi

Più in basso i reni sono abbassati, minore è l'altezza delle gambe quando si esercita in posizione prona.

  • 1. Sollevare le gambe con un angolo di 90 gradi - inspirare, abbassare - espirare. Puoi improvvisare. Ripeti 6 volte.
  • 2. In posizione prona, stringere alternativamente le gambe allo stomaco. Per ogni gamba devi fare 7 volte.
  • 3. Tutti conoscono la cyclette, eseguita sul retro per 2 minuti.
  • 4. Esecuzione sdraiata sulla schiena, gambe piegate alle ginocchia, piedi premuti a terra. Tieni la palla di gomma tra le ginocchia e stringila per 8 secondi. Ripeti 8 volte.

prevenzione

Nephrourolithiasis può essere evitato. La prevenzione deve essere conforme a:

  • Modalità di consumo: si consiglia di aumentare il volume di acqua a 2 litri al giorno.
  • Uso di erbe diuretiche.
  • Dieta.
  • Condizioni di temperatura - escludere il sovraraffreddamento.
  • Attività motoria ed esercizio fisico (migliora l'urodinamica e normalizza il metabolismo del calcio-fosforo).
  • Mantenere lo stato del corpo con vitamine: A, C.
  • Dopo l'intervento, dovresti provare a prevenire la ricorrenza.

prospettiva

Secondo gli studi, le persone con calcoli nei reni hanno un rischio significativamente più alto di malattie: insufficienza renale, idropionefrosi, pielonefrite calcificata, malattia renale cronica.

La quantità di urina giornaliera dipende dalla concentrazione di sale nelle urine. Il sale ritarda il rilascio di urina dal corpo. L'aumento dell'assunzione giornaliera di liquidi previene la nefrolitiasi.

Sintomi di Nephrourolithiasis

I reni, gli ureteri e la vescica possono essere riempiti con pietre: urati, ossalati, fosfati, struviti e calcoli di cistina a causa di disordini metabolici e proprietà acide delle urine.

Nefrolitiasi (dal greco Νεφρός - rene, greco Λίθος - pietra) - la più frequente delle malattie urologiche, manifestata dalla deposizione di calcoli nei reni (Wikipedia).

I sintomi della nefrolitiasi

La malattia renale è sempre acuta. Sali precipitano, si formano cristalli, e poi pietre di varie dimensioni e abbassamento di piccole pietre (3-4 mm) nella regione dell'uretere, vescica. Esse escono, feriscono il tratto urinario e provocano coliche renali, caratteristiche di:

  • dolore sordo nella regione lombare e dal rene, con una pietra nell'uretere - dolore nell'addome inferiore, nell'inguine, negli organi urinari, anche nella gamba;
  • l'aspetto del sangue nelle urine o la sua torbidità;
  • interruzione del flusso urinario durante la minzione con vescica piena;
  • ipertensione;
  • alta temperatura - 38-40 ° e l'aggiunta di pielonefrite.

Senza alcun sintomo particolare, tranne che per il dolore sordo, inespresso nella regione lombare, una persona porta grandi pietre nel rene e le trova solo durante un esame ecografico per un'altra malattia.

Per l'esame del sistema urinario:

  • Determina la concentrazione di calcio e fosforo nel sangue;
  • Effettuare un esame radiografico per urografia endovenosa;
  • La cistoscopia viene eseguita e i reni vengono esaminati mediante ultrasuoni;
  • Determinare la diuresi giornaliera, il tasso di filtrazione del club ed eseguire altri test renali funzionali.

Trattamento della nefrolitiasi

Farmaci e fitopreparati liberano pietre fino a 5 mm. La litotripsia (che frantuma senza danneggiare la pelle con un metodo ad onde d'urto) o un'operazione chirurgica viene utilizzata per rimuovere pietre di oltre 6 mm.

Se la malattia accompagna la pielonefrite, spesso purulenta, bloccando il lume delle vie urinarie, viene inserito un catetere nell'uretere o nella vescica, oppure viene eseguita un'operazione.

La malattia si sviluppa spesso sullo sfondo di paranfrite calcificata con presenza di pus nel tessuto vicino ai reni o di pielonefrite calcarea con presenza di insufficienza renale acuta e cavità con pus nei tessuti dei reni.

Farmaci. Impediscono la formazione di calcoli con l'aiuto di: Blemaren, Purinolo e Allopurinolo, Idroclorotiazide, Citrato di magnesio e Ossido di magnesio, Urodan. Applicare antispastici: Cisteina, Spasmotsistenal, Papaverina, Soffietto, droga, No-silo, Drotaverinum.

Trattamento di rimedi popolari di nefrolitiasi:

  1. Le pietre urotiche rimuovono e trattano l'infusione da diathesis di acido urico. Mescoliamo parti uguali in peso di piante: stimmi di mais, radici: calamo calamo e prezzemolo riccio, foglie di cowberry e fragola di bosco, erba poligonale, germogli di tè al rene.
  2. Le pietre di ossalato e fosfato derivano dall'infusione dalla raccolta di erbe: fiori - crespino, sambuco nero e immortelle sabbiose, foglie di cowberry ed erbe - erica e trifoglio comuni, madri medicinali e radici madri che tingono nelle stesse proporzioni di peso.

Per preparare le infusioni di queste due ricette: riscaldare per 10 minuti in un bagno di vapore da 10 g in acqua bollente (250 ml). Facciamo fermentare per 2 ore sotto una pelliccia, filtrare attraverso strati di garza e portarlo riscaldato 30 minuti prima del pasto principale - 100 ml tre volte al giorno.

Cos'è la nefrolitiasi dei reni?

Il termine "nefrolitiasi" è spesso usato nei casi in cui si intende l'urolitiasi, ma in realtà si tratta di due diverse patologie.

Nella urolitiasi, i calcoli si formano negli organi del sistema urinario e nella nefrolitiasi direttamente nei reni. Il numero di pietre può variare da uno a centinaia e il valore - da pochi millimetri a una palla da tennis. La malattia può essere unilaterale - nefrolitiasi del rene sinistro o destro, o anche due reni - la nefrolitiasi bilaterale.

motivi

Le cause esatte dello sviluppo della malattia renale non sono state studiate, ma ci sono una serie di fattori che provocano la formazione di calcoli, tra cui:

  • violazione della composizione chimica dell'urina (sovrasaturazione con soluzioni saline) associata a cambiamenti nel corpo o caratteristiche fisiche dell'acqua potabile;
  • patologie del tratto urinario che impediscono il normale flusso di urina;
  • malattie infettive del sistema genito-urinario;
  • pielonefrite;
  • predisposizione genetica;
  • malattie associate al metabolismo e aumento della concentrazione di calcio nelle urine;
  • prendendo alcuni farmaci, tra cui sulfonamidi, farmaci anti-infiammatori steroidei, tetracicline.

Gli uomini soffrono di nefrolitiasi il doppio delle donne, ma le donne hanno una malattia molto più complicata e la forma grave della malattia si sviluppa più spesso.

sintomi

Negli stadi iniziali della malattia è spesso asintomatica, e i primi segni compaiono dopo lo sviluppo di complicanze e l'adesione di infezioni.

Parlando di una malattia come la nefrolitiasi, i sintomi possono essere i seguenti:

  • disagio e dolore nella regione lombare;
  • frequente esortazione al bagno (spesso falso);
  • difficoltà a urinare;
  • mancanza di appetito, nausea, vomito;
  • costipazione.

A volte il primo sintomo che si verifica nei pazienti con nefrolitiasi è colica renale. Questo è un dolore alla schiena pronunciato, atroce, accompagnato da un aumento della minzione, febbre, tensione dei muscoli addominali. Il dolore può irradiarsi ai genitali, cavità addominale, arti superiori.

La gravità del dolore aumenta con lo sforzo fisico, l'uso di grandi quantità di liquidi e movimenti improvvisi.

Cos'è una malattia pericolosa?

Oltre alle sensazioni dolorose che causano il movimento delle pietre nei reni, la malattia può portare a complicazioni gravi ed estremamente pericolose per la salute:

  1. pielonefrite calcificata. Inizialmente, si sviluppa come una forte infiammazione, ma senza un adeguato trattamento passa in una forma purulenta e porta ad un netto deterioramento delle condizioni generali del paziente;
  2. idronefrosi. È caratterizzato dall'accumulo di urina nella pelvi renale e nelle tazze, a causa della violazione del suo deflusso. Con il progredire della malattia, il rene inizia a deformarsi e alla fine può fallire;
  3. urosepsi. Nell'urosepsis, le tossine che secernono agenti patogeni entrano nel flusso sanguigno e si diffondono in tutto il corpo, il che può essere fatale;
  4. insufficienza renale. Un'altra seria complicanza che porta a molteplici violazioni nel lavoro di organi e sistemi, e senza un'adeguata assistenza - alla morte imminente.

Se si verifica un forte dolore alla schiena, che può indicare non solo la nefrolitiasi, ma anche radicolite o altre malattie, è necessario eliminare la zona renale. Se il dolore aumenta, allora probabilmente parleremo della presenza di pietre.

diagnostica

La diagnosi di nefrolitiasi inizia con la raccolta dell'anamnesi e dei reclami del paziente.

Dopo il sondaggio, vengono prescritti esami del sangue e delle urine (in generale, biochimica, coltura batterica), ecografia dei reni e raggi X, a volte MRI e TC.

In presenza di una malattia, nelle urine vengono rilevate cellule epiteliali, eritrociti e sabbia, e l'ecografia esamina calcoli e cambiamenti strutturali nei reni (in caso di gonfiore o deformità).

trattamento

Poiché nella maggior parte dei casi la malattia si manifesta sotto forma di colica renale, il compito principale della nefrolitiasi è il trattamento della sindrome del dolore.

A questo scopo, vengono utilizzati farmaci antispastici e farmaci antinfiammatori non steroidei. Se una infezione virale o batterica si è unita alla malattia, devono essere assunti farmaci antibatterici e antibiotici.

Il secondo obiettivo nella nefrolitiasi renale è il trattamento volto a ripristinare il normale flusso di urina rimuovendo i calcoli, per questo ci sono diversi metodi:

  1. l'espulsione di pietre. L'espulsione viene effettuata con mezzi medici, sforzo fisico e altre procedure. Questa tecnica è adatta per le piccole pietre che possono uscire in modo naturale, senza causare al paziente gravi disagi;
  2. litholysis. Implica la dissoluzione delle pietre con l'aiuto di droghe. È usato nel caso di un certo tipo di calcolo, formato da sali di urato;
  3. la frammentazione. Litotrissia a distanza - pietre da frantumazione senza contatto diretto con esse. Viene eseguito da un apparato che genera onde d'urto, nonché da un laser. Le concrezioni si dividono in piccoli pezzi che possono uscire naturalmente;
  4. un intervento chirurgico. Nella medicina moderna è usato molto raramente - di solito nel caso di grandi pietre, o in insufficienza renale acuta.

Dopo aver rimosso le pietre, è necessario prevenire la formazione di nuove pietre, per le quali è necessario cambiare la dieta, aumentare la quantità di liquido consumato (acqua minerale non gassata, tè verde) ed eliminare anche tutti i disturbi del corpo, soprattutto metabolici e ormonali.

La dieta per la nefrolitiasi dipende dalla composizione chimica delle pietre.

In presenza di ossalati, limitare il consumo di verdure verdi, latticini e frutta ad alto contenuto di vitamina C.

La formazione di urati richiede l'esclusione di piatti a base di carne, cioccolato, caffè, uva e fosfati - restrizioni di alimenti ricchi di calcio (pesce, formaggio, latte).

La cosiddetta postura del gatto contribuisce alla rimozione delle pietre in modo naturale e alla riduzione del dolore: è necessario inginocchiarsi, appoggiare le mani sul pavimento e quindi inarcare la schiena su e giù.

prevenzione

Per prevenire la formazione di calcoli renali, è necessario regolare la dieta (la dieta deve essere bilanciata e contenere tutti i nutrienti necessari) e bere solo acqua pulita in bottiglia.

Inoltre, tutte le malattie infettive dovrebbero essere trattate in tempo, soprattutto se sono associate al sistema urogenitale, non abusare di farmaci, abbandonare cattive abitudini e controllare il proprio peso.

sintomi

La nefrolitiasi è una patologia comune dei reni. Poiché i reni svolgono le funzioni più importanti per garantire il normale funzionamento, un carico aggiuntivo sui reni non porta nulla di buono.

È per questo motivo che è importante agire immediatamente per minimizzare i danni causati dalla nefrolitiasi. Svolgere anche attività finalizzate all'eliminazione dei calcoli renali.

La nefrolitiasi molto spesso provoca processi infiammatori, che causano nausea, vomito, forte dolore e un forte aumento della temperatura corporea.

Sfortunatamente, la nefrolitiasi non è affatto innocua, come può sembrare solo. Quando esegue le forme, provoca insufficienza renale acuta, in cui i reni smettono di svolgere le loro funzioni naturali.

Per questo motivo, può verificarsi la morte.

Nella pratica medica, la nefrolitiasi unilaterale del rene è la più comune, anche se capita che un paziente abbia l'aspetto di calcoli contemporaneamente in entrambi i reni.

In questo caso, dichiarano nefrolitiasi bilaterale. Questa è una forma più complicata, un trattamento peggiore, che porta a insufficienza renale cronica. La nefrolitiasi bilaterale è rara, solo il 9-15% dei casi.

Qualunque sia la forma della nefrolitiasi, è asintomatica nelle fasi iniziali del suo sviluppo, a seguito della quale molti pazienti non sospettano nemmeno una simile patologia.

L'incapacità di eseguire il processo urinario, così come il dolore nella regione inguinale e lombare sono importanti sintomi della formazione di calcoli renali.

Nella urolitiasi, il dolore può aumentare a causa di movimenti improvvisi, poiché con tali azioni le pietre iniziano a muoversi, graffiando le pareti interne degli organi con protrusioni acute.

Come risultato di un aumento delle concrezioni, può verificarsi il blocco dei dotti urinari, con conseguente ristagno di urina, che porta anche a conseguenze indesiderabili.

motivi

Le vere ragioni che provocano il verificarsi di nefrolitiasi sono ancora difficili da nominare per i medici. Tuttavia, i fattori che favoriscono la formazione di calcoli, la medicina è stata rivelata.

Tali fattori possono differire, a seconda del tipo di pietre che si formano nei reni.

In particolare, per la comparsa di urati è molto importante che l'ambiente acido prevale nei reni. Molto spesso si osserva una maggiore concentrazione di acido urico in coloro che consumano eccessivamente caffè e bevande alcoliche, carne (manzo e montone).

L'uso incontrollato di antibiotici, lassativi e diuretici aiuta a sviluppare il calcolo dell'urata.

I fosfati, al contrario, si formano a causa dell'aumentata concentrazione di terreno alcalino. Questo è inerente a coloro che preferiscono seguire la dieta vegetale più rigorosa, considerandosi un vegetariano completo.

I calcoli di ossalato, il più comune, si verificano nei reni con un consumo eccessivo di vitamina C, nonché a seguito di gravi violazioni dei processi metabolici.

Oltre ai urati, agli ossalati e ai fosfati, nei reni si possono formare calcoli di cistina, proteine ​​e carbonato, ma la loro percentuale è molto più bassa di quelli sopra elencati.

La nefrolitiasi può essere scatenata da un'eredità gravosa, nonché a causa della scarsa qualità dell'acqua, della composizione chimica del suolo.

La formazione di calcoli è migliorata in quei pazienti che conducono uno stile di vita sedentario, causando ristagno.

Qualsiasi patologia associata al ristagno di urina porta ad una concentrazione nei reni di una grande quantità di sedimento nocivo, da cui si forma prima la sabbia e poi i sassi.

Anche i processi infettivi che avvengono negli organi renali sono uno dei fattori che favoriscono l'insorgenza della nefrolitiasi. Le pietre di origine infettiva sono più comuni alle donne rispetto agli uomini.

Trattamento e prevenzione

Poiché la nefrolitiasi non è un disturbo innocuo, ma comporta molte gravi violazioni, è molto importante che il paziente veda immediatamente un medico in caso di comparsa di sintomi.

Il trattamento iniziato nelle fasi iniziali è più facile ed è caratterizzato da un completamento positivo.

Il trattamento della nefrolitiasi è diviso in conservativo e chirurgico. L'assistenza conservativa è fornita solo a quei pazienti i cui calcoli renali non superano i 4 mm.

I medici raccomandano di aumentare l'uso di acqua, che contribuirà ad un buon lavaggio dei reni e della produzione di sabbia.

E se c'è una pietra, l'aumento del consumo di acqua lo "condurrà" in movimento e lo guiderà nel tratto urinario, che permetterà alla pietra di lasciare il corpo umano stesso.

Utile con la nefrolitiasi bevendo acqua di miele. Naturalmente, aspettarsi risultati rapidi è stupido, ma entro sei mesi, usando l'acqua del miele, è possibile rimuovere senza problemi le pietre esistenti.

La cura conservativa comporta l'assunzione di farmaci che consentono di sciogliere le pietre esistenti. Tuttavia, va ricordato che gli ossalati non sono suscettibili di tale dissoluzione.

Se la nefrolitiasi è accompagnata da dolore, è possibile prescrivere antidolorifici al paziente. Sarà utile ricevere antibiotici e farmaci anti-infiammatori.

Nei casi in cui la nefrolitiasi è minacciata da gravi complicanze, si raccomanda al paziente di sottoporsi a un trattamento chirurgico.

Non si dovrebbe essere particolarmente spaventati da questo, dal momento che le operazioni addominali sono rimaste nel passato. Attualmente, le pietre vengono schiacciate con un laser e quindi rimosse con successo dal corpo.

Oltre alla frantumazione laser, viene applicato con successo il trattamento a onde d'urto, il cui principio è altrettanto importante per le pietre frantumanti.

I pazienti dopo il trattamento di successo dovrebbero ricordare che la nefrolitiasi può tornare con nuove manifestazioni in qualsiasi momento, se il modo di vita e la nutrizione non sono fondamentalmente cambiati.

A causa del fatto che le pietre hanno tipi diversi, i nutrizionisti assegnano diverse diete a diversi pazienti, sulla base dei risultati di studi che indicano il tipo di formazione di calcoli nei reni.

I sintomi della nefrolitiasi

I primi sintomi della malattia sono il dolore acuto sul lato dell'addome e nella parte bassa della schiena, che penetra in maniera così forte e improvvisa che al fine di alleviarlo, il medico deve usare antidolorifici narcotici. Il paziente non può alleviare la sua posizione, prende varie pose, dalle quali non diventa affatto più facile. Il dolore si irradia ai genitali, fianchi, inguine e pube.

Ulteriori sintomi di nefrolitiasi:

Nausea e vomito;

Questi sintomi sono causati da una pietra che ha iniziato a muoversi dal rene e si è conficcata nell'uretere. Piccole pietre sono spesso gli autori di un dolore intenso rispetto a pietre di dimensioni impressionanti. Il movimento della pietra provoca una corsa su una strada tremante, uno sforzo fisico.

Se una grossa pietra a forma di corallo cominciava a muoversi, si avverte il dolore sordo di un personaggio ostile. Dolore causato dal fatto che la pietra ostacolava il flusso delle urine.

La natura delle sensazioni rende possibile scoprire la posizione della pietra, le sue dimensioni e persino la sua composizione. Dopo un attacco di colica, alcune delle pietre escono senza ulteriori manipolazioni con l'urina. Se c'è una miscela di sangue nelle urine, significa che la pietra nel suo percorso ha danneggiato la mucosa delle vie urinarie. Gli ossalati hanno quasi sempre bordi affilati e gli ureteri sono feriti. Fosfati - conglomerati con una superficie liscia, causano meno danni.

La posizione della pietra nell'uretere o nella pelvi renale risponde con dolore acuto all'inguine, nella parte inferiore dell'uretere - il dolore si irradia ai genitali.

Quasi sempre, i pazienti con nefrolitiasi soffrono di pyelonephritis. I suoi sintomi principali sono:

Pyuria - secrezione purulenta nelle urine.

In circa il 13% dei pazienti con malattia renale, la natura del dolore è moderata, è tollerata abbastanza facilmente e le piccole pietre passano inosservate. Possibili complicazioni di questo tipo di sviluppo della malattia sono l'infezione del rene. Un'infezione batterica alla fine si trasforma in idronefrosi - atrofia persistente dei tessuti delle coppe renali e della pelvi renale.

Complicazioni della forma cronica della malattia:

Insufficienza renale cronica.

Cause della nefrolitiasi

La causa principale dell'urolitiasi è la minzione, i cambiamenti nella composizione delle urine. Le regioni endemiche nella frequenza della rilevazione di nefrolitiasi hanno peculiarità nutrizionali e una diversa composizione dell'acqua potabile.

Altre cause di nefrolitiasi:

Infezione del sistema urinario;

Possibile nucleo dell'istruzione futura:

Stare in un clima caldo con l'aria secca porta allo sviluppo della malattia più velocemente di essere in una regione con condizioni climatiche fredde e umide.

Varietà di pietre: fattori stimolanti:

Urati - costituiti da sali di acido urico, sono più spesso formati da coloro che preferiscono la carne ad altri prodotti;

I fosfati - sono composti da sali di calcio dell'acido fosforico, si trovano nei vegetariani e in quelli che preferiscono prodotti lattiero-caseari e vegetali ad alto contenuto di calcio, principalmente latte;

Pietre di cistina - associate a disturbi del fegato;

Pietre miste - contengono sali di diversa composizione;

Pietre molli - educazione elastica, costituita da proteine: fibrina, amiloide, batteri.

Le dimensioni delle pietre variano da un granello di sabbia a una formazione delle dimensioni di un uovo. Urati e fosfati crescono lentamente e raramente crescono più noci. Fosfati e carbonati crescono rapidamente, creando pietre coralline di grosso volume. Riempiono l'intera pelvi del rene o del suo calice, creando un calco di questo organo.

Se l'urologo o il nefrologo conoscono la composizione della pietra, possono prescrivere più accuratamente il trattamento, trasmettere al paziente l'importanza di un trattamento accurato e seguire le raccomandazioni.

Diagnosi della nefrolitiasi

Poiché il paziente soffre di dolore insopportabile durante la colica renale, cercherà sicuramente il parere di un medico. Il nefrologo condurrà una diagnosi obbligatoria, compresi i metodi di esame strumentali e di laboratorio.

Diagnosi della malattia renale:

Analisi dei sintomi della patologia dalle parole del paziente.

Radiodiagnosi del tratto urinario - il metodo principale per il rilevamento di conglomerati duri, non è adatto per il rilevamento di calcoli molli che trasmettono raggi X.

Ultrasuoni dei reni e dell'uretere - consente di rilevare una dimensione educativa di almeno 3 mm, lo studio ha il rischio di prendere una grossa pietra con spigoli vivi per alcune piccole pietre e l'educazione dei coralli - per diverse pietre di grandi dimensioni.

L'urografia escretoria viene utilizzata per chiarire la posizione delle pietre, la condizione di tutte le parti del sistema urinario e il loro funzionamento.

La tomografia computerizzata è il metodo diagnostico più accurato.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e qualche altra parola, premi Ctrl + Invio

Litotripsia - chirurgia per nefrolitiasi

Non dovresti rifiutare il trattamento chirurgico se ci sono buone ragioni per questo. Litotripsia - pietre da frantumazione con uno speciale apparecchio che dirige l'onda d'urto in un punto del corpo, determinato dal medico. Il paziente è in acqua in posizione semi-seduta.

Indicazioni per la chirurgia per malattie renali:

Esercizi ripetuti di colica renale;

Complicazioni di pyelonephritis nella storia;

Una quantità significativa di pietre con un uretere restretto;

Assenza di un rene;

Funzionamento alterato del rene dopo un attacco per una settimana;

Assenza di pietre di taglio per 3 mesi.

È possibile che la presenza di prove porterà alla necessità di un intervento chirurgico serio e traumatico.

Litolisi - dissoluzione di pietre con nefrolitiasi

Per un'efficace dissoluzione delle pietre, è auspicabile che il pH delle urine sia compreso tra 6,2 e 6,8. Preparando un ciclo di litolisi, il paziente misura il pH delle urine con uno speciale foglio indicatore durante la settimana, un diagramma stradale per la presentazione al medico. Sulla base di queste misurazioni, il nefrologo determina le dosi di farmaci e i tempi del loro uso. Si consiglia di bere invece di bere acqua minerale alcalina Borjomi, Truskavets, Essentuki durante la preparazione per la litolisi dei calcoli di urato.

Preparati per la preparazione di una miscela, dissolvendo urati: