Funzioni di coni e bastoncelli nella retina

Infertilità

Grazie all'organo visivo, le persone vedono il mondo in tutti i suoi colori. Tutto questo accade a causa della retina, sulla quale si trovano speciali fotorecettori. In medicina, sono chiamati bastoncini e coni.

Garantiscono il più alto grado di suscettibilità degli oggetti. Coni retinici e coni retinici trasferiscono la luce incidente in impulsi. Quindi il sistema nervoso li prende e trasferisce le informazioni ricevute alla persona.

Qualsiasi tipo di fotoricettore ha una sua funzione specifica. Ad esempio, durante il giorno, i coni sentono il maggior carico. Quando c'è una diminuzione nel flusso di luce, i bastoncini entrano in gioco.

Funzioni dei bastoncini nella retina

La bacchetta ha una forma allungata, simile a un piccolo cilindro e costituita da quattro anelli importanti: i dischi di membrana, il ciglio, i mitocondri e il tessuto nervoso. Questo tipo di fotoricettore ha un'elevata sensibilità alla luce, che garantisce un'esposizione anche al più piccolo lampeggio di luce. Le aste iniziano ad agire sull'adozione dell'energia in un fotone. Questa proprietà dei bastoncini influenza la funzione visiva al crepuscolo e aiuta a vedere gli oggetti nell'oscurità. Poiché i bastoncini nella loro struttura hanno un solo pigmento chiamato rodopsina, i colori non hanno differenze.

Funzioni dei coni nella retina

  1. Lo strato superficiale è rappresentato da dischi a membrana, che sono riempiti con un pigmento colorato chiamato iodopsina.
  2. Il laccio è il secondo strato nei coni. Il suo ruolo principale è trasportare, che forma un certo tipo di recettori.
  3. La parte interna dei coni sono mitocondri.
  4. Nella parte centrale del recettore è il segmento principale, svolgendo la funzione di collegamenti.

Iodopsina pigmento colore è diviso in diversi tipi. Ciò garantisce la piena suscettibilità dei coni quando si determinano diverse parti dello spettro luminoso. Con il predominio di diversi tipi di pigmenti, i coni sono divisi in tre tipi principali. Tutti agiscono in modo così armonioso da offrire alle persone una visione perfetta per percepire tutti i colori degli oggetti visibili.

La capacità di colorare la suscettibilità dell'occhio

Coni e bastoncelli sono necessari non solo per distinguere la visione diurna e notturna, ma anche per determinare i colori nelle immagini. La struttura dell'organo visivo svolge molte funzioni: grazie ad essa, viene percepita un'enorme area del mondo circostante. A tutto ciò, una persona ha una delle proprietà interessanti, il che implica una visione binoculare. I recettori prendono parte alla percezione degli spettri di colore, in conseguenza dei quali una persona è l'unico rappresentante che distingue tutti i colori del mondo.

La struttura della retina visiva

Se parliamo della struttura della retina, le aste e i coni si trovano in uno dei luoghi principali. La disponibilità dei dati dei fotorecettori sul tessuto nervoso aiuta a trasformare istantaneamente il flusso luminoso ricevuto in un insieme di impulsi.

La retina cattura un'immagine costruita con l'aiuto della parte dell'occhio e dell'obiettivo. Quindi l'immagine viene elaborata e alimentata agli impulsi mediante le vie visive dell'area desiderata del cervello. Il tipo più complesso di struttura dell'occhio esegue l'elaborazione completa dei dati di informazione nei minimi secondi. La maggior parte dei recettori si trova nella macula, la cui posizione si trova nel centro della retina

Funzioni di coni e bastoncelli nella retina

Coni e bastoncelli hanno una diversa struttura e funzione. Le aste permettono ad una persona di concentrarsi sugli oggetti nell'oscurità, e i coni, al contrario, aiutano a distinguere la percezione del colore del mondo circostante. Ma nonostante ciò, assicurano il lavoro coordinato dell'intero organo visivo. Pertanto, possiamo concludere che entrambi i fotorecettori sono necessari per eseguire la funzione visiva.

La rodopsina funziona nella retina

La rodopsina è un pigmento visivo, che è una struttura proteica. Appartiene alle cromoproteine. In pratica, è ancora chiamato viola visivo. Ha ricevuto il suo nome a causa di una tonalità rossa brillante. La colorazione viola dei bastoncini fu scoperta e provata durante numerosi sondaggi. La rodopsina ha nella sua composizione due componenti: un pigmento giallo e una proteina incolore.

Se esposto alla luce, il pigmento inizia a decomporsi. Il ripristino della rodopsina avviene durante l'illuminazione crepuscolare con proteine. In piena luce, si decompone di nuovo e la sua suscettibilità cambia in un'area visiva blu. La proteina di rodopsina viene ripreso completamente entro trenta minuti. A questo punto, la visione del tipo crepuscolare arriva al suo massimo, cioè, una persona inizia a vedere molto meglio in una stanza buia.

Segni di bastoncini e coni di sconfitta

  • Diminuzione dell'acuità visiva.
  • Violazione nella percezione dei colori.
  • La manifestazione del lampo davanti agli occhi.
  • Il restringimento del campo visivo.
  • L'aspetto del velo davanti agli occhi.
  • Fall of Twilight Vision.

Malattie che colpiscono verghe e coni nella retina

La sconfitta di photoreceptors succede a varie anomalie della retina nella forma di malattie.

  1. cecità notturna. Popolarmente chiamata cecità di pollo, che colpisce la visione del crepuscolo.
  2. Distrofia maculare. Patologia della parte centrale della retina.
  3. Abiotropia della pigmentazione retinica.
  4. Daltonismo L'incapacità di distinguere la regione blu dello spettro.
  5. Distacco della retina.
  6. Processo infiammatorio nella retina.
  7. Lesioni agli occhi

L'organo visivo svolge un ruolo importante nella vita umana e le funzioni principali nella percezione dei colori sono i bastoncini e i coni. Pertanto, se uno dei fotorecettori soffre, allora l'intero lavoro del sistema visivo è disturbato.

E. coli - che cos'è? I primi segni e sintomi, il trattamento di E. coli nelle donne

E. coli è un componente della microflora intestinale naturale. Ha molte specie, tra le quali sono positive e patogene. I primi non causano danni a una persona, mentre i secondi possono causare un deterioramento della salute, la probabilità di malattie gastrointestinali è alta. Per prevenire le complicazioni, è necessario conoscere i primi sintomi dell'infezione.

E. coli - che cos'è?

È un batterio a forma di bastoncello appartenente alla famiglia degli enterobatteri. I microrganismi gram-positivi vivono nell'intestino tenue e crasso, costituiscono l'1% della microflora intestinale.

Nota. Ci sono più di 100 specie, la maggior parte delle quali non patogene.

L'intestino è colonizzato da batteri benefici subito dopo la nascita del bambino. Se il numero di microrganismi gram-positivi non supera la norma, allora sono solo benefici: sintetizzano la vitamina K e impediscono la riproduzione della microflora patogena. Se vengono superati i valori normali, si tratta di dysbacteriosis.

Caratteristiche e varietà di microflora patogena

Le varietà patogene (ceppi) sono pericolose per l'uomo, hanno un effetto tossico. Provocano malattie da avvelenamento e malattie infiammatorie.

Tutti i ceppi possono essere raggruppati in 5 gruppi:

  • Enterotossigeni. Si sviluppa un'infezione intestinale, simile nei sintomi al colera.
  • Enteroinvasive. Si sviluppano tossineinfiammazioni alimentari acute, sintomatiche e simili alla dissenteria.
  • Enteropatogena. Il più comune nei bambini, causa enterocolite. Negli adulti, causa la diarrea del viaggiatore.
  • Enteroemorragica. I ceppi causano complicazioni potenzialmente letali, come l'insufficienza renale.
  • Enteroaggregativnye. Le infezioni intestinali si trovano nelle persone con un sistema immunitario indebolito.

Ceppi entero-invasivi ed enteroemorragici infettano l'intestino crasso, il resto è sottile.

Come viene trasmessa E. coli?

Entra nell'ambiente con le feci. Può esistere in acqua, suolo, feci e prodotti alimentari (in particolare carne e latte), conserva la sua vitalità nell'ambiente per lungo tempo.

È trasmesso dal metodo fecale-orale. La fonte può essere una persona malata o un portatore di batteri. Il corriere potrebbe essere il bestiame.

Modi di infezione:

  • Consumo di cibo o acqua contaminati. Puoi contrarre l'infezione se mangi carne che non ha subito un trattamento termico sufficiente, mangi frutta e verdura non lavata e bevi latte non pastorizzato o acqua non depurata.
  • Contatto e famiglia Attraverso mani non lavate, articoli di uso generale e igiene personale.
  • Da madre a figlio durante il parto.
  • Sessualmente (raramente).

I batteri muoiono dopo il trattamento termico se la temperatura è superiore a 70 ° C.

Quali malattie provoca l'infezione?

Dal momento che i bastoncelli si inseriscono più spesso nel tratto gastrointestinale, rispettivamente, provocano malattie gastrointestinali, nonché infezioni intestinali (escherichiosi), che sono accompagnate da sintomi di intossicazione.

Ci possono essere tali malattie:

  • enterite e colite emorragica;
  • infiammazione della vagina, dell'utero e delle appendici;
  • prostatite, orchite, epididimite negli uomini;
  • colpite, vulvovaginite;
  • infiammazione dei reni e della vescica;
  • uretrite;
  • otite media;
  • neurite.

Primi segni e sintomi

I sintomi di Escherichia coli dipendono dallo sforzo. L'escherichiosi può manifestarsi sotto forma di avvelenamento da cibo, diarrea del viaggiatore, enterite o colite emorragica.

È importante I primi segni compaiono 2-3 giorni dopo l'infezione. Il periodo di incubazione di alcuni ceppi è di 3-8 giorni.

sintomi:

  • Bastoncini enterotossigeni I segni di intossicazione sono lievi. I primi sintomi sono debolezza, vertigini, bassa temperatura corporea, dolori addominali crampi. Inoltre, il paziente è preoccupato per gonfiore, diarrea, nausea e vomito.
  • Enteropatogena. Sintomatologia pronunciata, aumento della temperatura corporea febbrile. Vomito appare, feci acquose di colore giallo. Enteroinvasive. Inizialmente compaiono sintomi di intossicazione (debolezza, brividi, dolore addominale). Dopo un certo tempo le feci diventano acquose e frequenti, può essere presente del muco.
  • Enteroemorragica. L'infezione procede come enterocolite. Il sangue potrebbe essere presente nelle feci.

Analisi di E. coli: standard accettabili

Normalmente, nella coltura delle urine, i batteri di bastoncelli si formano fino a 103, in uno striscio non dovrebbero esserlo.

Infezione durante la gravidanza

E. coli nelle urine durante la gravidanza è un fenomeno comune. Se la concentrazione ammissibile viene superata, viene necessariamente rilevato un processo infiammatorio.

I ceppi dei bastoncini sono tossici non solo per la donna incinta, ma anche per il feto. I sintomi possono essere assenti, ma le infezioni del tratto urinario sono infette. Ciò può portare alla nascita prematura o allo scarico di liquido amniotico, insufficienza placentare. Un bambino nasce prematuro, con ritardo di crescita intrauterino, mentalmente o fisicamente sottosviluppato.

Rilevazione di E. coli in vari saggi: importanza

La concentrazione eccessiva di batteri viene superata più spesso se non si osserva un'igiene intima. Le aste penetrano nel tratto urinario, nella vagina e in altri genitali, provocando processi infiammatori.

Più alto è il livello di microflora patogena, peggiore è la condizione del paziente.

Nelle urine o nella vescica

E. coli può indicare un'infezione, patologia delle vie urinarie e dei reni. Ad esempio, nell'infiammazione dei reni, 1 ml di urina contiene almeno 104 e nell'infiammazione della vescica - almeno 102.

In striscio ginecologico

E. coli in uno striscio nelle donne spesso causa l'infiammazione degli organi genitali, il livello di leucociti aumenta in modo significativo. Una macchia sulla composizione della microflora viene prelevata dalla vagina, dall'uretra e dalla cervice.

Oltre all'infiammazione, il batterio indebolisce l'immunità locale, provoca la crescita della microflora patogena e causa infezioni genitali che portano alla sterilità.

Trattamento di E. coli nelle donne

Il trattamento di E. coli è simile a questo:

  • terapia antibatterica;
  • probiotici;
  • vitamine per migliorare l'immunità;
  • dieta.

La durata e il regime di trattamento dipendono dal ceppo.

La terapia può durare per anni, quindi non dovrebbero essere consentite complicazioni, ai primi sintomi si dovrebbe consultare un medico.

Dieta e metodi di trattamento tradizionali

Per normalizzare la microflora dovrebbero essere consumati prodotti lattiero-caseari. Bifidoyogurt, latte acidofilo e yogurt sono particolarmente utili. Gli alimenti affumicati, i cibi fritti e grassi dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

Normalizzare la microflora può essere utilizzando topinambur. 300 g di radice devono essere bolliti in 250 ml di latte. Dopo la prontezza è necessario rimuovere il topinambur e aggiungere 2 cucchiai nel latte. l. burro e 1 cucchiaio. l. farina. Far bollire fino a quando si addensa, quindi versare il raccolto di radice con questa massa.

Brodi di erbe che hanno azione anti-infiammatoria e antibatterica sono efficaci, per esempio, cinquefoglie, celidonia, marea, trifoglio dolce, caprifoglio, piantaggine e seta di mais.

Terapia farmacologica

Per il trattamento vengono utilizzati Amoxiclav, Ofloxacin, Furagin, Cefotaxime, Ceftriaxone e altri antibiotici penicillinici. Il corso dura 3-10 giorni, a seconda della gravità del corso. A volte questi farmaci vengono utilizzati - "Trihopol", "Gentamicin", "Terzhinan".

Per ripristinare la microflora si adattano compresse vaginali - "Ginoflor" o "Vagilak", nonché farmaci Lactobacterin o Lactacid.

Se si verificano sintomi di disidratazione, assumere Acesol.

Complicazioni e conseguenze

Ci possono essere complicazioni piuttosto gravi. Quando un batterio penetra nella cavità addominale, provoca una peritonite.

Se la bacchetta penetra nel sangue, gli organi interni si infettano. Può verificarsi infiammazione purulenta della cistifellea, del dotto, del rene e persino delle ghiandole mammarie. Una delle conseguenze più pericolose è la meningite e la sepsi.

È importante Le complicazioni si verificano spesso nei 7-10 giorni.

Una grave conseguenza è la sindrome emolitico-uremica. In caso di danno all'utero e appendici si sviluppa endometrite e annessite.

Bastoncini e coni occhi - che cos'è?

Informazioni sul mondo: circa il 90% delle persone riceve attraverso l'organo della visione. Il ruolo della retina è la funzione visiva. La retina è costituita da fotorecettori di una struttura speciale: coni e bastoncelli.

Le canne e i coni sono recettori fotografici con un alto grado di sensibilità, convertono i segnali luminosi dall'esterno in impulsi percepiti dal sistema nervoso centrale - il cervello.

Quando illuminato - durante la luce diurna - i coni subiscono un carico maggiore. I bastoni sono responsabili della visione crepuscolare - se non sono abbastanza attivi, appare la cecità notturna.

Coni e bastoncelli nella retina hanno una struttura diversa, poiché le loro funzioni sono diverse.

La struttura dell'organo umano della visione

  1. La cornea è una membrana trasparente con vasi e terminazioni nervose, confinante con la sclera, situata sulla parte anteriore dell'organo visivo.
  2. Camera anteriore tra la cornea e l'iride, contiene fluido intraoculare.
  3. L'iride è l'area dell'occhio con un foro per la pupilla. La sua struttura: muscoli che cambiano il diametro della pupilla cambiando l'illuminazione e regolando il flusso della luce.
  4. L'allievo è un buco, la luce lo attraversa nell'occhio.
  5. L'obiettivo è una lente elastica trasparente che può adattarsi istantaneamente alle immagini visive - cambiare la messa a fuoco per valutare la dimensione degli oggetti e la loro distanza.
  6. Il corpo vitreo è una sostanza assolutamente trasparente di consistenza gelatinosa, grazie ad esso l'occhio ha una forma sferica. Esegue la funzione di scambio nell'organo visivo.
  7. Retina - composta da 3 strati, è responsabile della visione e della percezione del colore, comprende vasi sanguigni, fibre nervose e fotorecettori ad alta sensibilità. È grazie a questa struttura della retina che gli impulsi arrivano al cervello, che sorgono come risultato della percezione di onde luminose di diversa lunghezza. A causa di questa capacità retina, una persona distingue tra i colori primari e le loro molte sfumature. Diversi tipi di persone hanno una diversa sensibilità del colore.
  8. Sclera - il guscio esterno dell'occhio, che passa nella cornea.

L'organo della visione comprende anche la parte vascolare e il nervo ottico, trasmettendo i segnali ricevuti dall'esterno al cervello. Anche la divisione del cervello che riceve e trasforma le informazioni è considerata una delle divisioni del sistema visivo.

Dove sono le aste e i coni? Perché non sono riflessi nella lista? Questi sono i recettori del tessuto nervoso che formano la retina. Grazie ai coni e alle bacchette, la retina riceve un'immagine fissata da una sezione della cornea e dell'obiettivo. Gli impulsi trasmettono l'immagine al sistema nervoso centrale, dove avviene l'elaborazione delle informazioni. Questo processo viene eseguito in pochi secondi, quasi istantaneamente.

La maggior parte dei fotorecettori sensibili si trovano nella macula, la cosiddetta regione centrale della retina. Il secondo nome della macula è la macchia gialla dell'occhio. Questo nome è stato dato alla macula perché quando si esamina quest'area è chiaramente visibile una tinta giallastra.

Il pigmento entra nella struttura della parte esterna della retina e gli elementi fotosensibili entrano nella parte interna.

Coni negli occhi

I coni sono chiamati perché hanno la forma di fiaschi, solo molto piccoli. In un adulto, la retina include 7 milioni di questi recettori.

Ogni cono è composto da 4 strati:

  • dischi a membrana esterna con pigmento color iodopsina; è questo pigmento che fornisce un'elevata sensibilità nella percezione di onde luminose di varie lunghezze;
  • strato legante - il secondo strato - costrizione, che permette di formare la forma di un recettore sensibile - consiste in mitocondri;
  • la parte interna è il segmento basale, un collegamento;
  • regione sinaptica.

Attualmente, solo 2 pigmenti fotosensibili nella composizione dei fotorecettori di questo tipo - chloroab ed erythrolab sono completamente studiati. Il primo è responsabile della percezione della regione spettrale giallo-verde, la seconda - il giallo-rosso.

Attacca negli occhi

Le aste della retina sono cilindriche, la lunghezza supera il diametro di 30 volte.

La composizione dei bastoncini include i seguenti elementi:

  • dischi a membrana;
  • cilia;
  • mitocondri;
  • tessuto nervoso.

La massima fotosensibilità è fornita dal pigmento rodopsina (viola visivo). Non è in grado di distinguere tra le sfumature di colore, ma reagisce anche ai lampi di luce minimi che riceve dall'esterno. Il recettore chop è eccitato anche da un flash, la cui energia è solo un fotone. È questa abilità che ti permette di vedere al crepuscolo.

La rodopsina è una proteina del gruppo dei pigmenti visivi, si riferisce alle cromoproteine. Il suo secondo nome - viola visivo - ha ricevuto durante la ricerca. Rispetto ad altri pigmenti, si distingue nettamente con una tinta rosso brillante.

La composizione di rodopsina due componenti - una proteina incolore e un pigmento giallo.

La reazione di rodopsina al fascio di luce è la seguente: quando esposto alla luce, il pigmento si decompone, provocando eccitazione del nervo ottico. Durante il giorno, la sensibilità dell'occhio si sposta sull'area blu, di notte - il ripristino della porpora visiva avviene entro 30 minuti.

Durante questo periodo, l'occhio umano si adatta al crepuscolo e inizia a percepire più chiaramente le informazioni circostanti. Questo è ciò che spiega perché al buio iniziano a vedere più chiaramente nel tempo. Meno luce entra, più la visione crepuscolare si acuisce.

Coni e bastoncelli - funzioni

I fotorecettori non possono essere considerati separatamente: nell'apparato visivo formano un unico insieme e sono responsabili delle funzioni visive e della percezione del colore. Senza il lavoro coordinato dei recettori di entrambi i tipi, il sistema nervoso centrale riceve informazioni distorte.

La visione a colori è fornita dalla simbiosi di coni e bastoncelli. Le aste sono sensibili nella parte verde dello spettro - 498 nm, non di più, e quindi i coni con diversi tipi di pigmento sono responsabili della percezione.

Per valutare il range giallo-rosso e blu-verde, vengono utilizzati coni di lunghezze d'onda e medie onde con ampie zone fotosensibili e sovrapposizioni interne di queste zone. Cioè, i fotorecettori reagiscono simultaneamente a tutti i colori, ma sono eccitati più intensamente da soli.

Di notte, è impossibile distinguere i colori: un pigmento di colore può reagire solo a lampi di luce.

Cellule biopolari diffuse nelle sinapsi della retina (il punto di contatto tra un neurone e una cellula che riceve un segnale, o tra due neuroni) con più bastoncelli contemporaneamente - questo è chiamato convergenza sinaptica.

L'aumento della percezione della radiazione luminosa è fornito da cellule bipolari monosinaptiche che collegano i coni alla cellula ganglionare. La cellula del ganglio è un neurone che si trova nella retina dell'occhio e genera impulsi nervosi.

Insieme, le aste e i coni collegano le celle amacriliche e orizzontali, in modo che la prima elaborazione delle informazioni avvenga anche nella retina stessa. Questo fornisce una rapida risposta a ciò che sta accadendo intorno a lui. Amakrilovye e cellule orizzontali sono responsabili dell'inibizione laterale - cioè, l'eccitazione di un neurone produce un effetto "calmante" sull'altro, che aumenta la nitidezza della percezione delle informazioni.

Nonostante la diversa struttura dei fotorecettori, completano le funzioni l'uno dell'altro. Grazie al loro lavoro coordinato, è possibile ottenere un'immagine chiara e precisa.

Cosa sono i bastoncini

Ma non poteva farlo senza una bacchetta magica.

L'idea è che possiamo - per così dire, con l'onda di una bacchetta magica - trasformare questa condizione patologica in una sorprendentemente sana.

Prendi un ago, attaccalo con un orecchio in un bastone di legno e calunni una trama nera speciale.

Sinonimi per la parola "wand"

Associazioni per la parola "bacchetta"

Qual è il "bastone":

morfologia:

1. Ridotto attaccare; piccolo bastoncino Bacchette. Bacchetta del direttore. □ Ha comprato un gallo su un bastone e lentamente, proprio al collo, stava succhiando. I. Grekova, piccolo Garusov.

2. che cosa. Soggetto oblungo sotto forma di un piccolo bar. Bastone di gesso

3. Parla Icona scritta sotto forma di linea verticale o obliqua. [Sergei Nikolayevich] ha iniziato a insegnarmi la calligrafia e mi ha costretto a scrivere "bastoni", cosa di cui ero molto dispiaciuto perché volevo scrivere lettere direttamente. S. Aksakov, nipote di infanzia Bagrova. Vera lanciò un'occhiata a Beschastnykh, al suo letto sgualcito, e --- mise una bacchetta nella colonna dei "sogni". S. Antonov, Delta X.

4. Batterio, simile nella forma a un trattino oblungo; bacillo. Bacchetta di antrace. Bastoncini tubercolari

5. mn. h. (wads, check). Anat. Cellule fotosensibili della retina di umani e vertebrati, simili in forma a un trattino oblunga.

Fonte (versione stampata): Dizionario della lingua russa: B 4 t / RAS, linguistico In-t. ricerca; Ed. A.P. Evgenieva. - 4a ed., Sr. - M.: Rus. Lang.; Poligrafi, 1999; (versione elettronica): Biblioteca elettronica fondamentale

PA'LOCHKA, e, gh. 1. Ridotto attaccare; bastone piccolo e sottile. P. Bacchette di legno Appoggia la bacchetta. P. cioccolato || L'argomento di questo modulo, che serve come conduttore per gestire l'orchestra. Conduttore p. 2. Come bacillo (bakt.). P. Koch (tubercolosi). ◊

Fonte: "Dizionario esplicativo della lingua russa" a cura di D. N. Ushakov (1935-1940); (versione elettronica): Biblioteca elettronica fondamentale

Rendere migliore la mappa della parola

Saluti! Il mio nome è Lampobot, sono un programma per computer che aiuta a creare una mappa di parole. So come contare perfettamente, ma finora non capisco come funzioni il tuo mondo. Aiutami a capirlo!

Grazie! Ho iniziato a capire un po 'meglio il mondo fisico.

Ho già capito che la torre del silo è qualcosa di materiale. O piuttosto?

Bastoncini (retina)

Le cellule staminali sono uno dei due tipi di fotorecettori, i processi periferici delle cellule fotosensibili della retina, così chiamati per la loro forma cilindrica. La retina umana contiene circa 120 milioni di bastoncini.

Le canne sono sensibili alla luce a causa della presenza di un pigmento specifico in esse - rodopsina (o viola visivo). Sotto l'azione della luce, si verifica una serie di trasformazioni e scoloramenti molto rapidi del pigmento visivo. La sensibilità del bastoncino è sufficiente per registrare anche 2-3 fotoni.

La densità dei bastoncini in diverse parti della retina è irregolare e può variare da 20 a 200 mila per millimetro quadrato. E alla periferia della retina, la loro densità è maggiore rispetto alla sua metà, che determina la loro partecipazione alla visione notturna e periferica. Nel centro della retina, nella fossa centrale (macchia gialla), i bastoncini sono praticamente assenti.

Struttura dei fotorecettori

Le aste e i coni sono simili nella struttura e sono costituiti da quattro sezioni.

Nella struttura del bastone è consuetudine distinguere (vedi figura):

  1. Segmento esterno (contiene dischi di membrana con rodopsina),
  2. Dipartimento vincolanti (ciglia),
  3. Segmento interno (contiene mitocondri),
  4. Una regione con terminazioni nervose.

Nel segmento esterno del bastone c'è un gran numero di dischi a membrana (circa un migliaio). La membrana del disco contiene un gran numero di molecole di pigmento di rodopsina, sono sacche di membrana appiattite e impilate. I dischi nel cono sono costantemente aggiornati (fino a centinaia di dischi al giorno).

Il segmento interno è un'area di metabolismo attivo, è pieno di mitocondri, che forniscono energia per i processi di percezione della luce, e di polibrosomi, che sintetizzano le proteine ​​coinvolte nella formazione dei dischi di membrana e del pigmento visivo. Nella stessa area del bastone c'è il nucleo.

Un singolo interneurone che raccoglie un segnale dalla retina è solitamente collegato a diverse aste, che aumenta ulteriormente la sensibilità dell'occhio (convergenza). Tale combinazione di barre in gruppi rende la visione periferica molto sensibile ai movimenti ed è responsabile delle abilità fenomeniche dei singoli individui alla percezione visiva di eventi al di là del loro angolo di visione.

I bastoncini hanno una caratteristica interessante. A causa del fatto che tutti i bastoncini contengono lo stesso pigmento fotosensibile - rodopsina, le loro caratteristiche spettrali dipendono fortemente dal livello di illuminazione. In condizioni di scarsa illuminazione, il massimo assorbimento di rodopsina è di circa 500 nm. (spettro del cielo al crepuscolo), mentre le bacchette sono responsabili della visione notturna quando i colori degli oggetti sono indistinguibili. Con un alto livello di illuminazione, la rodopsina si affievolisce, la sua sensibilità diminuisce e l'assorbimento massimo si sposta sulla regione blu, che consente all'occhio, con illuminazione sufficiente, di usare bastoncini come ricevitore per la parte a onda corta (blu) dello spettro [1]. La prova che il ricevitore della parte blu dello spettro nell'occhio è una bacchetta può anche essere il fatto che con le anomalie cromatiche del terzo tipo (tritanopia), l'occhio umano non solo non percepisce la parte blu dello spettro, ma non distingue gli oggetti nel crepuscolo (cecità), E questo indica esattamente l'assenza di normali bastoncini da lavoro. I sostenitori delle teorie a tre componenti non riescono ancora a spiegare questo schema (perché sempre, nello stesso momento in cui il ricevitore blu smette di funzionare, anche i bastoni smettono di funzionare).

Così, in piena luce, le aste insieme ai coni (che sono sensibili alle parti giallo-verde e giallo-rosso dello spettro) [2] permettono all'occhio di distinguere i colori del mondo che ci circonda.

Bastoncini (retina)

Fig. 1. La struttura dei bastoncini (retina)

Le cellule staminali sono uno dei due tipi di fotorecettori (exterorecettori), i processi periferici delle cellule fotosensibili nella retina, così chiamati per la loro forma cilindrica. Queste sono cellule altamente specializzate che convertono la stimolazione della luce in eccitazione nervosa (segnali).

contenuto

Le canne sono sensibili alla luce a causa della presenza di un pigmento specifico in esse - rodopsina (o viola visivo). Sotto l'azione della luce, si verifica una serie di trasformazioni e scoloramenti molto rapidi del pigmento visivo. Nella retina in un adulto, ci sono circa

90 milioni di bastoncini [1]. Le loro dimensioni sono molto piccole: la lunghezza delle aste è di 0,06 mm, il diametro è di 0,002 mm. La densità di posizionamento dei bastoncini in diverse parti della retina è disomogenea e può variare da 20 a 200 mila per millimetro quadrato. Nel centro della retina, nella fossa centrale della regione foveale (macchia gialla), le aste sono praticamente assenti, quindi la loro densità aumenta e raggiunge una densità massima di circa 140.000-160.000 / mm2 nell'anello, ad una distanza di circa 5 mm dalla fossa centrale. Quindi la densità dei bastoncini cade a un livello costante di circa 70.000 - 80.000 / mm2 prima che diminuisca bruscamente alla periferia della retina. Una tale distribuzione di bastoncelli nella retina determina la loro partecipazione alla visione notturna e periferica. La sensibilità del bastoncino è sufficiente per registrare l'entrata di anche singoli fotoni.

Struttura e studio dei fotorecettori Edit

Morfologia Modifica

Coni e aste sono simili nella struttura e consistono in quattro sezioni.

  • SEGMENTO ESTERNO (contiene dischi con membrana in rodopsina),
  • DIPARTIMENTO VINCOLANTE (ciglia di collegamento),
  • SEGMENTO INTERNO (contiene mitocondri),
  • AREA CON FINE NERVOSA (Regione Synaptic).

Nel segmento esterno del bastone c'è un gran numero di dischi a membrana (circa un migliaio). La membrana del disco contiene molte molecole di pigmento (rodopsina), sono sacche di membrana appiattite e sono confezionate sotto forma di una pila di monete. I dischi nel cono sono costantemente aggiornati (fino a circa un centinaio di dischi al giorno). Il segmento interno è un'area di metabolismo attivo; è pieno di mitocondri, che forniscono energia per i processi della visione, e i polibrosomi, che sintetizzano le proteine ​​che partecipano alla formazione dei dischi di membrana e del pigmento visivo. Nella stessa area è il nucleo.

Un singolo interneurone che raccoglie un segnale dalla retina è solitamente collegato a diverse aste, che aumenta ulteriormente la sensibilità dell'occhio. Tale combinazione di barre in gruppi rende la visione periferica molto sensibile ai movimenti ed è responsabile delle abilità fenomeniche dei singoli individui alla percezione visiva di eventi al di là del loro angolo di visione.

I processi che si verificano nella bacchetta Modifica

Nei segmenti esterni delle aste, la rodopsina è orientata in modo che la coda carbossi-terminale si trovi nello spazio interdiscipitale (citoplasmatico). Detiene la retina dell'11-cis dall'interazione di Schiff con il residuo di lisina nel centro dei "barili avvincenti". Quando un fotone della corrispondente lunghezza d'onda (400 - 600 nm) interagisce con la retina 11-cis, appare necessaria un'energia di attivazione per il riarrangiamento intramolecolare che porta a una forma trans a bassa energia. Questo è il momento chiave della fotorecezione, tutto dipende da questa trasformazione fotochimica. Il transretinale non può rimanere collegato all'opsina e diffonde dal "barile", finendo nell'epitelio pigmentato. Avendo perso la retina 11-cis, la molecola di opsina subisce alcuni cambiamenti conformazionali. In questo stato attivato, è in grado di reagire con il sistema delle proteine ​​G della membrana del segmento esterno. Queste proteine ​​G sono note come transducidi o proteine-T. La reazione dell'opsina attivata con la subunità alfa della proteina T avviene, come si crede, attraverso il suo anello intracellulare (nello spazio interdiscale), che porta al solito processo biochimico. Tuttavia, c'è una differenza: invece dell'interazione della proteina G con l'adenilato ciclasi, che genera cAMP (il solito caso), la subunità alfa GTP agisce sul grande enzima tetramerico cGMP-fosfodiesterasi (cGMP-PDE). Questo enzima legato alla membrana è costituito da subunità alfa, beta e due gamma. Quando questo enzima entra in contatto con la proteina T-alfa libera, le due subunità gamma vengono separate. Questo inibisce l'attività catalitica delle subunità alfa e beta, che convertono cGMP in 5'-GMP. Allo stesso tempo, due subunità gamma catalizzano la defosforilazione di T-GTP in T-GDP. Dopo di ciò, la subunità T-alfa viene staccata dalle subunità alfa e beta del cGMP-PDE, che consente alle subunità gamma di ricongiungersi al secondo. Ciò porta alla cessazione dell'attività catalitica di questo enzima.

Caratteristiche spettrali delle bacchette Modifica

I bastoncini hanno una caratteristica interessante. A causa del fatto che tutti i bastoncini contengono lo stesso pigmento fotosensibile - rodopsina, le loro caratteristiche spettrali dipendono fortemente dal livello di illuminazione. In condizioni di scarsa illuminazione, il massimo assorbimento di rodopsina è di circa 500 nm. (spettro del cielo al crepuscolo), mentre le bacchette sono responsabili della visione crepuscolare quando i colori degli oggetti sono indistinguibili. Con un alto livello di illuminazione, la rodopsina si affievolisce, la sua sensibilità diminuisce e l'assorbimento massimo si sposta sulla regione blu, che consente all'occhio, con illuminazione sufficiente, di usare bastoncini come ricevitore per la parte a onda corta (blu) dello spettro [2].

La prova che il ricevitore della parte blu dello spettro nell'occhio è una bacchetta può anche essere il fatto che con le anomalie cromatiche del terzo tipo (tritanopia), l'occhio umano non solo non percepisce la parte blu dello spettro, ma non distingue gli oggetti nel crepuscolo (cecità), E questo indica esattamente l'assenza di normali bastoncini da lavoro. I sostenitori delle teorie a tre componenti non riescono ancora a spiegare questo schema (perché sempre, nello stesso momento in cui il ricevitore blu smette di funzionare, anche i bastoni smettono di funzionare).

Inoltre, questo è confermato dal noto Effetto di Purkinje, la cui essenza risiede nel fatto che al tramonto, quando l'illuminazione cade, i colori rossi diventano neri ei bianchi appaiono bluastri. Questo perché le aste vedono il bordo blu dello spettro meglio dei coni, ma i coni vedono, per esempio, un colore rosso scuro, mentre le aste non possono vederlo affatto. [3]

Così, in piena luce, le aste insieme ai coni (che sono sensibili alle parti giallo-verde e giallo-rosso dello spettro) [4] permettono all'occhio di distinguere i colori del mondo che ci circonda.

Quali sono i bastoncini e i coni della retina

L'occhio umano è in realtà un organo piuttosto complesso. Consiste di un insieme di elementi, in cui ognuno svolge una funzione specifica.

coni

Recettori che rispondono alla luce. Svolgono la loro funzione grazie a un pigmento speciale. Iodopsin è un pigmento multicomponente costituito da:

  • cloro-laboratorio (responsabile della sensibilità allo spettro verde-giallo);
  • erythrolab (spettro rosso-giallo).

Al momento, questi sono due tipi di pigmenti studiati.

Persone con una visione al cento per cento, ci sono circa 7 milioni di coni. Sono di dimensioni molto ridotte, più piccole delle bacchette. La lunghezza del cono è di circa 50 micron e fino a 4 micron di diametro. Va detto che i coni sono meno sensibili ai raggi dei bastoncini. Approssimativamente questa sensibilità è inferiore a cento volte. Tuttavia, con il loro aiuto, l'occhio percepisce meglio i movimenti improvvisi.

struttura

I coni includono quattro aree. La sezione esterna ha metà dischi. Imbottitura - reparto di collegamento. Interno, oltre che con le bacchette, include metacondri. E la quarta parte è l'area sinaptica.

  1. La sezione esterna è riempita con le membrane del mezzo disco, che sono formate dalla membrana plasmatica. Queste sono peculiari pieghe microscopiche della membrana plasmatica, che sono completamente coperte da un pigmento sensibile. A causa della fagocitosi dei mezzi dischi e della regolare formazione di nuovi nel corpo del recettore, l'area esterna della colonna viene spesso aggiornata. È in questa parte che viene prodotto il pigmento. Circa un giorno vengono aggiornati ottanta dischi. Un recupero completo di tutti richiede circa 10 giorni.
  2. Il reparto di collegamento separa praticamente la porzione esterna da quella interna a causa della sporgenza della membrana. Questa relazione viene stabilita da una coppia di cilia e il citoplasma. Si spostano da un sito all'altro.
  3. La parte interna è l'area in cui si verifica un metabolismo attivo. I metochondri che riempiono questa parte forniscono energia per le funzioni visive. Ecco il nucleo.
  4. La parte sinaptica prende il processo di formazione di una sinapsi con cellule bipolari.

Le cellule bipolari monosynaptic che legano un cono e una cellula del ganglio sono responsabili dell'acuità visiva.

Esistono tre tipi noti di coni. I tipi sono determinati sulla base della sensibilità allo spettro delle onde:

  1. S è un tipo. Sensibile allo spettro delle onde corte. Colore blu-viola.
  2. M-type. Tale cattura onde medie. Questi sono i colori giallo-verde.
  3. L è un tipo. Questi recettori catturano le lunghe onde di un colore rosso-giallo.

bastoni

Uno dei fotorecettori della retina. Sembrano piccoli processi cellulari. Il nome di questi elementi ricevuti a causa della forma speciale - cilindrica. Un totale di circa centoventi milioni di bastoncini riempiono la retina. Nella dimensione, sono estremamente piccoli. Di diametro, non superano 0,002 mm e la loro lunghezza è di circa 0,06 mm. Trasformano la stimolazione della luce in eccitazione nervosa. In parole semplici, sono l'elemento stesso dell'occhio, grazie al quale reagisce all'illuminazione.

struttura

I bastoncini consistono nel segmento esterno, che include i dischi di membrana, la sezione di collegamento, è anche chiamato il cilio a causa della forma, la sezione interna con i mitocondri. Le terminazioni nervose sono alla base della bacchetta.

La rodopsina pigmentata, disponibile in bastoncini, è responsabile della sensibilità alla luce. Sotto l'azione dei raggi luminosi si verifica la decolorazione del pigmento.

La distribuzione dei bastoncini sul corpo della retina non è uniforme. Un millimetro quadrato può essere da venti a duecentomila bastoncini. Nelle aree periferiche, la loro densità è inferiore a quella centrale. Ciò causa la possibilità di visione notturna e periferica. Non ci sono quasi bacchette nella macchia gialla.

collaborazione

Insieme ai bastoncini delle bacchette vengono usati per distinguere i colori e l'acuità visiva. Il fatto è che i bastoncini sono sensibili solo alla regione verde smeraldo dello spettro. Tutto il resto sono coni. La lunghezza dell'onda catturata dalle aste non supera i 500 nm (ovvero 498). Va detto che a causa della gamma estesa di sensibilità, i coni hanno una risposta a tutte le onde. Nello spettro è semplicemente più sensibile.

Ma di notte, quando il flusso di fotoni non è sufficiente per la percezione dei coni, i bastoncini sono coinvolti nella visione. Una persona vede i contorni di oggetti, sagome, ma non sente il colore.

Quindi, quale conclusione può essere fatta? Coni e bastoncelli sono due tipi di fotorecettori che si trovano nella struttura della retina. I coni sono responsabili della percezione delle onde del colore, i bastoni sono più suscettibili alla forma. Si scopre che di notte, la funzione visiva viene eseguita principalmente a causa di aste, e durante il giorno i coni funzionano di più. In caso di disfunzione di una determinata parte dei fotorecettori, possono sorgere problemi con la visione periferica e con la percezione del colore. Se l'insieme dei coni responsabili di uno spettro non funziona, l'occhio non percepirà questo spettro.

Flora a bastoncino in una macchia nelle donne - che cos'è e quali numeri sono riconosciuti come norma

La flora del gambo è un segno integrante della salute delle donne, per la misurazione delle quali le strisci vengono prelevate dalle mucose della vagina. Con l'aiuto delle analisi citologiche, diventa possibile identificare molti disturbi degli organi del sistema urogenitale.

La flora dell'asta in una macchia nelle donne - che cos'è, quali indicatori sono riconosciuti come norma e in quali casi (se ci sono un numero elevato di bastoncini nello striscio sulla flora o viceversa), può essere necessario un trattamento?

Scopri cosa significa la flora a forma di bastoncino in una macchia, qual è l'analisi per la flora a forma di bastoncello in ginecologia, quali tipi di bastoncini ci sono e quale è la decodifica dell'esame ginecologico.

Cosa sono tutti pericolosi?

Gli esami citologici dello striscio vaginale aiutano a stabilire la quantità di bastoncini patogeni e benefici presenti nelle secrezioni.

Si può parlare di deviazioni nello stato del sistema riproduttivo quando viene rilevata una flora di bastoncelli in uno striscio, indicando la presenza di batteri nocivi gram-negativi nella vagina, contribuendo a una significativa diminuzione dell'immunità.

Come risultato di tali cambiamenti, il sistema immunitario si indebolisce e la sua resistenza allo sviluppo di varie malattie diminuisce.

Una abbondante flora di bastoncelli in una macchia di una donna è un segnale di allarme che indica i processi infiammatori.

Un paziente in cui si trovano piccole aste in uno striscio sulla flora è raccomandato un trattamento complesso con l'uso di preparazioni speciali volte a ripristinare la normale microflora nella vagina.

La presenza di flora ploskoy piccola in uno striscio può anche indicare gardnerellosi e disbiosi, il cui trattamento è impossibile senza la nomina di un singolo schema rigoroso.

La categoria dei batteri benefici sono i bastoncini Gram-positivi di Dederlein, un certo numero dei quali deve essere presente nello striscio. Le funzioni principali di questi elementi sono finalizzate alla creazione di un ambiente acido nella mucosa vaginale, essenziale per una fertilizzazione senza problemi.

I bastoncini Gram-positivi sono anche responsabili di assicurare la pulizia del tratto genitale e la distruzione di agenti patogeni come la gonorrea e la tricomoniasi, isolando una specie di "antisettico".

Flora a bastoncelli polimorfici in strisci di citologia - cosa significa? Lo sviluppo attivo della flora a bastoncini polimorfici avviene sullo sfondo di una diminuzione del tasso richiesto di bastoncini di Dederleyn Gram-positivi nella vagina. I cambiamenti patologici sono accompagnati da un forte aumento del numero di leucociti.

Le cause più comuni di crescita della microflora patogena sono:

mughetto in via di sviluppo associato ad aggiustamento ormonale e ridotta immunità, che è caratteristica del corpo femminile durante il periodo di trasporto di un bambino;

dysbacteriosis vaginale, che si sviluppa più spesso sullo sfondo di disturbi nel funzionamento del tratto gastrointestinale e problemi nutrizionali.

Bastone di parola

La parola bastone in lettere inglesi (traslitterazione) - palochka

La parola bacchetta è composta da 7 lettere: a a l l n p

  • La lettera a si verifica 2 volte. Parole con 2 lettere
  • La lettera k si presenta 1 volta. Parole con 1 lettera a
  • La lettera l viene trovata 1 volta. Parole con 1 lettera l
  • La lettera viene trovata 1 volta. Parole con 1 lettera
  • La lettera n è stata trovata 1 volta. Parole con 1 lettera n
  • La lettera h viene trovata 1 volta. Parole con 1 ora

Il significato della parola bacchetta. Cos'è una bacchetta?

E. coli (Esheilchia coli, Ber) è un batterio del genere Esherichia (famiglia delle Enterobacteriaceae); Bacillus motile non sporigeno gram-negativo; anaerobico aerobico o facoltativo; condizionatamente patogeno per l'uomo; abitante intestinale...

E. coli (Eshenchia coli, Ber) è un batterio del genere Esherichia (questo Enterobacteriaceae); Bacillus motile non sporigeno gram-negativo; anaerobico aerobico o facoltativo; condizionatamente patogeno per l'uomo; abitante intestinale...

Grande dizionario medico. - 2000

L'agnello di Sennaia (Bacillus subtilis) è un batterio del suolo aerobico gram-positivo, spore-formante. Fu originariamente descritto nel 1835 da Ehrenberg come Vibrio subtilis, nel 1872, Kon fu ribattezzato Bacillus subtilis.

Bacillo di fieno, batterio sporiforme della famiglia delle Bacillaceae. È ampiamente distribuito in natura (nel suolo, nelle materie prime vegetali, nella polvere d'aria, sulla superficie dei prodotti alimentari, ecc.).

HAY STICK (Bacillus subtilis), un batterio a forma di bastoncello a forma di bastoncello. VasTaseae. Dimensioni 0,7 x 3,0 micron. Gram-positivi; mobili; cresce bene solo in condizioni aerobiche.

E. coli (lat Escherichia coli, E. coli, chiamato Theodor Escherich) - bacilli gram-negativi, ampiamente trovati nella parte inferiore dell'intestino degli organismi a sangue caldo.

L'INTESTINALE COLPISCE LO STICK INTESTINALE Colibacterium (Escherichia coli), batterio gram-negativo fam. Enterobacteriaceae. Ha la forma di un'asta con estremità leggermente arrotondate (0,4-0,8 x 1-3 mm); la disputa non si forma; mobili; facoltativo anaerobico.

Dizionario enciclopedico biologico. - 1986

STICK INTESTINALE, un batterio a bastoncello che vive nell'intestino di animali e umani. Le forme non patogene (ceppi) di Escherichia coli sono un normale componente della flora intestinale, patogeni - patogeni delle malattie intestinali.

Bastoncini di Pfeiffer (Haemophilus influenzae, Ber; R. F.J. Pfeiffer, 1858-1945, batteriologo in tedesco; sinonimo: bastoni di influenza, Pfeiffer - bastoncini di Afanasyev) specie di batteri del genere Haemophilus; bastone polimorfico gram negativo fisso...

Bacchette Pfeiffer (Haemophilus influenzae, Weg; R.F.J. Pfeiffer, 1858-1945, batteriologo in tedesco; sinonimo: bacchetta influenzae, Pfeiffer-Afanasiev bacchette) specie di batteri del genere Haemophilus; bacillo polimorfico gram-negativo fisso; la disputa non si forma...

Grande dizionario medico. - 2000

"Miracle wand" (Serratia marcescens), un tipo di batteri da un certo numero di microrganismi pigmentati. Motivo gram-negativo (peritrichs), bastoncini spugnosi, 0,6-1,0 μm di lunghezza, 0,5 μm di larghezza.

STICK MERAVIGLIOSO STICK MERAVIGLIOSO (Serratia marcescens), batterio sem. Enterobacteriaceae. Asta con estremità arrotondate, 0,5 x 0,6-1,0 micron, mobile, gram-negativo, facoltativo anaerobico, eterotropo, sierologicamente non omogeneo...

Dizionario enciclopedico biologico. - 1986

"STICK MERAVIGLIOSO" (Serratia marcescens), batterio fam. enterobakte-ry. Bacchetta con estremità arrotondate, 0,5 X 0,6-1,0 μm, mobile, deed-negative, facoltativo anaerobico, eterotropo, sierologicamente non omogeneo...

Il fascio di tetano (lat. Clostridium tetani) è un batterio anaerobico obbligatorio per la formazione di spore gram-free del genere Clostridium, l'agente eziologico del tetano. Fu aperto nel 1883 dal chirurgo russo Nestor Monastyrsky (1847-1888).

COLONNA STAIN COLUMN STIC (Clostridium tetani), un batterio del genere Clostridium. Dimensione 0,5-1,1 X 2,4-5,0 micron, mobile, gram-positivo, anaerobio rigido, eterotropo, sierologicamente eterogeneo.

Dizionario enciclopedico biologico. - 1986

COLUMNA STICK (Clostri-dium tetani), un batterio del genere Clostridium. Dimensione 0,5-1,1 X 2,4-5,0 μm, mobile, gram-positivo, rigoroso anaerobico, eterotropo, sierologicamente eterogeneo.

I granchi sono anche prodotti (chiamati anche "imitazione della polpa di granchio") - un tipo di prodotto che viene creato artificialmente da surimi proteici di pesce trasformati o carne macinata di pesce bianco. In forma e colore, assomiglia a chela di granchio o carne di gamba.

Bastoncini di granchio (chiamato anche "imitazione della polpa di granchio") è un tipo di cibo che viene creato artificialmente da proteine ​​di pesce trasformate da surimi o carne macinata di pesce bianco.

Cellule dei recettori dei bastoncelli situate sulla retina. Le aste sono più attive in condizioni di scarsa illuminazione, mentre i coni sono più attivi in ​​buone condizioni di luce.

Psicologia dalla A alla Z. - 2000

FECCHI Fotorecettori acromatici della retina. Le aste hanno soglie più basse rispetto ai coni e funzionano in condizioni di scarsa illuminazione; guarda qui la vista scotopica.

Oxford Dictionary of Psychology. - 2002

STICKS STICKS fotorecettori retinici che forniscono una visione crepuscolare (scotofila). Out. processo del recettore dà alla cellula la forma di P. (da cui il nome). Diversi. P. synaptic collegato. connessione con una cella bipolare e diverse. bipolare...

Dizionario enciclopedico biologico. - 1986

bastoncini

Secondo la leggenda, hanno inventato il loro leggendario antenato Yu, quando voleva prendere la carne bollente dalla caldaia. Le bacchette sono usate dal 30% delle persone - tanti quanti gli utenti di una forcella. Altri mangiano con le mani.

Hashi - bacchette di legno, osso o plastica a sezione circolare o quadrata con bordo conico o piramidale, più spesso usa e getta (varibasi).

Giappone dalla A alla Z. - 2009

Dizionario ortografico morfema. - 2002

Bacchette, s, p. pl. - controllare

Dizionario ortografico. - 2004

Esempi dell'uso della parola bastone

Per questi scopi, un bastone di plastica, una corda e altri strumenti disponibili si adatteranno.

Ha una bacchetta magica, speriamo che ci restituirà Bukharov, Kerzhakov e Alves.

Penso che ora la bacchetta relè sia nelle nostre mani.

Hai olio come bacchetta bacchetta, spieghi tutto con olio.

Qui, per esempio, E. coli.

Il fatto è che spesso la griglia si trova nelle persone in giardino, all'aperto, a seguito della quale proliferano attivamente Salmonella, Listeria ed E. coli.

Ricercatori dell'Università di Manchester hanno scoperto che Salmonella, E. coli, Streptococco e Staphylococcus si trovano sulla superficie del nido d'ape.